Gianfranco Fini é il presidente della Camera dei deputati. Galoppa assieme a Silvio Berlusconi e alle sue leggi fascistoidi. L’ultima é quella di vietare i cortei perché tra un po’, quando ci saranno gli assalti ai centri commerciali, il governo dei Maroni potrà  giustificare la legge marziale contro la gente inerme in cerca di cibo e viveri. Per ora la calma fra il popolo, anche soltanto apparente, viene imposta dal governo per prolungarla il più possibile. Tutti i modi vanno bene, meglio se prepotenti come quelli di identificare un giovane che dà  del fascista a Gianfranco Fini, lo stesso che grazie al movimento sociale italiano prima e ad alleanza nazionale poi, ha scalato la casta regno dei piduisti.

Gli statisti onesti non girano con gli sciami di protettori. Se lo fanno significa che sono marci e hanno la coscienza sporca. Guarda caso, oggi, come ai tempi del fascismo, in Italia non si può più contestare anche se la Costituzione ne garantisce il diritto. In fascistocrazia quel diritto diventa il rovescio. Gianfranco Fini, da fascista in carriera, ha detto di rinnegare il fascismo ma lo fa da presidente della Camera di una fascistocrazia. Se nega 2 volte vuol dire che afferma. Quindi rimane un coerente fascista. Onore a quel giovane del video che gliel’ha ricordato in faccia.

11 pensiero su “In fascistocrazia vietato urlare fascista”
  1. Ovvio che non si può dire “fascista” …
    Siamo in Italia, mica in Democrazia-landia !!

    Anziché prendercela con i “fini” i pidusti e psiconani di turno … sarebbe più opportuno prendercela con CHI ha dato loro il potere di realizzare il fascismo per la seconda volta.

    Bisogna scoraggiare i sostenitori dello psiconano.
    Bisogna far vergognare tremendamente costoro.

    Bisogna fare una estenuante campagna informativa.

    Gli italiani sono sempre stati pecore, alla fin fine…se ci pensiamo. il “fascismo” tira più della fixx , datemi retta.

    Complimenti a Martinelli, continua così!

    Bye bye

  2. …ah, non capisci ?!
    Il motivo é che gli Italiani non si associano.
    Quante erano le guardie del corpo, 30 ?
    Bene, bisognava andare almeno in 20 a gridare, non da soli e poi, in caso di richiesta di documenti, giù, botte da orbi.
    Vedi poi come imparano. E’ l’unica cosa.
    Se credete di cambiare questa fogna di Paese con le chiacchiere ed il buonismo siete solo dei poveri idioti.

  3. FINI, ti ho votato per 8 anni, ma ora per te provo solo un grande disgusto. Basta guardarti negli occhi per capire che sei solo un VIGLIACCO. Me ne accorsi quando, a Bologna, durante un tuo comizio, ci fu un’esplosione. Lessi nei tuoi occhi la PAURA.
    Prima eri Fascista e poi sei andato a rendere omaggio, col “cappelletto” in testa, agli Israeliani.
    Non é il gesto (comunque giusto) che condanno, ma la tua COERENZA, cosa che non esiste o meglio é lineare solo alla tua voglia di (basso) potere.
    Fini, non sei nessuno nella vita.
    VAI IdV !!!

  4. E’ purtroppo se questo é il nuovo che avanza mi chiedo se esiste una destra capace di poter rinnegare veramente il passato e trovare nell’avversario politico una persona ,che con coerenza e discussione portino alla risoluzione dei problemi del cittadino.

    Utopia?

Lascia un commento