Paolo Bonolis ha già  vinto il suo Sanremo

In tempi di recessione 108 euro annui di tassa di possesso del televisore che incassa interamente la Rai sono troppi, fuori dal tempo e immeritati per merci come la Talpa, Milo Infante, Gianni Riotta, Luca Giurato, Carlo Conti, Simona Ventura o il serioso predicatore di buona informazione (solo a parole) Lamberto Sposini trasformato tutto gossip per esigenze di ego e di portafogli.
La Rai é lontana anni luce dal metodo dell’azienda pubblica. Un’azienda che fa servizio pubblico dovrebbe fare concorsi trasparenti, disporre soltanto di personale a tempo determinato che favorisca turn over, dedicarsi quasi in toto all’informazione e soprattutto citare le fonti di chi decide gli ingaggi per i conduttori dei programmi, che a mio avviso, avendolo provato sulla mia pelle, dovrebbero essere pagati con cifre molto più modeste di quelle attuali, visto che anche per un varietà  fanno servizio pubblico.
Come sappiamo la Rai é un carrozzone di pubblici mangiatori che se la gestiscono privatamente i partiti politici. Ecco allora che Paolo Bonolis, per condurre l’ennesima edizione fritta del festival di Sanremo, prenderà  un milione di euro in cash. Tanti quanti ne prese Pippo Baldo lo scorso marzo. Sanremo! Non Report.

Ebbene le famiglie che non arrivano alla quarta settimana pagano la tassa di possesso per abitudine e per paura. Pagano senza pensare che una tassa di possesso per un televisore degna di tale nome, avrebbe senso se fosse equamente ripartita alle centinaia di canali ricevibili in analogico, in digitale e anche da satellite che il televisore e l’antenna che possediamo ci permettono di captare. Siccome quella tassa la riscuote solo e soltanto la Rai delle televendite, dei quiz pacco e della pubblicità  occulta, quella tassa é un imbroglio. Un furto legalizzato.

Che la Rai assurga al diritto di riscuotere quei soldi perché in grado di garantire dirette ed eventi di presunta, pubblica utilità  come gli interventi in parlamento, non regge più. Sia le messe in piazza San Pietro che le dirette dal Parlamento si possono ormai vedere su web, assieme a tutti gli altri eventi che la Rai spesso censura. Come gli scontri corpo a corpo fra studenti e Polizia.
La Rete é ormai ovunque. Per qualunque evento c’é sempre qualcuno armato di videocamera, webcam o telefonino pronto a riprendere e a diffondere sul proprio blog o su Youtube immagini senza bollini neri, senza omissis e spesso senza stupidi commenti di certi impiegati prezzolati alla bruno vespa. Tecnologie, modi e qualità  sono certamente perfettibili, ma ormai il ghiaccio é rotto da tempo. La tassa di possesso obbligatoria del televisore é fuori dal mondo.
Soltanto se gli italiani non la pagheranno più in massa i Pippo Baldo e i Paolo Bonolis si dovranno accontentare di condurre Sanremo a 100 euro a serata come tutti i comuni mortali, o addirittura gratis, visto che la concorrenza di chi ama apparire ed é pure bravo a presentare non manca (non certamente io che non ci andrei mai).

Per smettere di pagare questo furto basta soltanto cominciare. Il primo bollettino Rai che preleviamo dalla casella postale assieme ai depliant del supermercato accartocciamolo e buttiamolo nell’immondizia. Butteremo nell’immondizia anche i successivi bollettini che arriveranno a cadenza quasi quotidiana su cartoncini verdi come la lega nord. Il colore é scelto apposta perché ricorda quello degli atti giudiziari e serve a impaurire il cittadino spesso ignorante ed inerme.
Quando tutti gli italiani avranno ben chiaro che nessuno potrà  venire in casa nostra a vedere cosa abbiamo sopra i mobili, se non con un mandato della magistratura, saremo un’Italia più evoluta.

Credo tuttavia che la recessione ci imporrà  una sveglia traumatica. Dovendo viverla tutti in diretta, anche la Rai dovrà  in qualche modo adeguarsi. Con l’evasione al pizzo sempre crescente sarà  costretta a stare nel mercato dei media, in competizione con gli altri, soltanto se sarà  accattivante, competitiva e saprà  offrire qualcosa di originale. Sarà  costretta a scaricare leccaculi, raccomandati e scendiletto per lasciare spazio a professionisti degni di tale nome che saranno stimolati a dare il meglio di se proprio perché precari. Solo in quel caso potrei mandare il mio curriculum.
Ma per ora, pagare 108 euro obbligatorie per avere facce in esclusiva come quelle di Milo Infante o di Simona Ventura grazie ad una norma fascista e garantista che blinda la Rai da ogni forma di mercato, ce n’é abbastanza per realizzare un’inchiesta interna aziendale da diffondere a tutti gli italiani a reti unificate.

Siccome in Italia non siamo più garantiti nemmeno nei diritti di uguaglianza conviene arrangiarci. La disobbedienza civile può essere un’arma contro la recessione che non attende ricorsi e raccolta firme.
Da qui ai prossimi anni non ci sarà  spazio per le favole di Riotta. 108 euro cash in tasca potranno essere vitali per comprarci pane e latte. Alla faccia panciuta di Giampiero Galeazzi e alla finta comicità  di Paolo Bonolis. Per ora unico VERO vincitore del festival di Sanremo 2009.

QUI altre informazioni utili dedicate all’argomento.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

33 Commenti a “Paolo Bonolis ha già  vinto il suo Sanremo”

  1. Giorgia ha detto:

    Per piacere Paolo Bonolis…nn sai qnt io ti stimi…secondo me sei il iglior conduttore maschile k io abbia mai visto…per favoreeeee cosenti a Marco Carta di partecipare al Festival di Sanremo 2009…se lo merita…ha lavorato tanto per arrivare dov’é ora…ha vinto ank un disco di platino…xk nn fargli vivere qst’esperienza…ti prego ti prego ti prego ti prego ti prego ti prego ti prego ti prego ti pregooooooooooooooooooooooooo…nn te ne pentirai di certo se parteciperà  ank lui a qst edizione…te lo posso assicurare…anzi…

  2. Winston Smith ha detto:

    A proposito di Cossiga, non mi sorprende neanche un po’ che dica queste porcate. D’altra parte lui se ne intende di infiltrazioni e di terrorismo, dato il suo coinvolgimento in Gladio. Molto interessante a riguardo l’intervista a Vincenzo Vinciguerra (quello della strage di Peteano) disponibile su youtube.

  3. Witch ha detto:

    della disobbedienza civile questi se ne fregano.

    c’é bisogno di altro.

  4. vincent vega ha detto:

    Daniele scusa l’OT ma a Bitonto la protesta popolare forse ha raggiunto il suo scopo. Il “famoso” comandante dei Vigili Urani De Paola si é autosospeso dalle sue funzioni fino al chiarimento della sua posizione. E’ notizia di questa mattina che il comandante si é preso una pausa di due mesi per potersi difendere dalle accuse rivoltegli dal tribunale di Bolzano. Una battaglia vinta!
    http://www.bitontolive.it/news/news.aspx?idnews=982
    http://www.bitontotv.it/cms/news/162/69/Nebbie-su-De-Paola-comandante-PM/

  5. Sergio Troisi ha detto:

    Per fare disobbeienza civile, direi di esporre fuori dalla porta, ben visibile, un cartello che dice: “non pago il canone perche’ il servizio RAI e’ scadente” e magare fare riferimento ad un sito web che raccoglie un elenco agiornato di disservizi della rai…
    Appena torno in italia lo faccio!
    S

  6. Pasquale ha detto:

    Segnalo il sito dell’ ADUC che si occupa del canone rai:

    http://www.aduc.it/dyn/rai/index.php

    e inoltre la campagna “disdici il canone” sempre ADUC

    http://www.aduc.it/dyn/rai/index.php

  7. MARCO DA NAPOLI ha detto:

    IL NANO DALLA CINA DICE CHE é STATO UNO STUDENTE ESEMPLARE E NON HA MAI PROTESTATO
    CI MANCAVA SOLO CHE DICEVA CHE ERA STATO UN SESSANTOTTINO E POI AVEVA SPARATO TUTTE LE CAZZATE POSSIBILI DA RACCONTARE

  8. massimo ha detto:

    Io arrivo alla prima settimana,perche’ in una settimana devo pagare:affitto,bollette,benzina,fare la spesa;le altre 3 settimane aspetto che arrivi la sucessiva x iniziare di nuovo il giro…

  9. Alesio ha detto:

    CVD il premior dall’estero tuona e nega le sue stesse parole e cossiga promuove l’azione violenta per sedare le giuste velleità  della gente stufa di essere presa per i fondelli e portando solo l’arretratezza culturale che uccide il bisogno della libertà .

    Un paese del G8 dovrebbe avere ormai convertito buona parte della sua capacità  produttiva in alta tecnologia ricerca e manifatturiera di prima qualità  ma ovviamente parlo di un paese che non esiste,e quindi dove abito ?

  10. VENOM ha detto:

    Ho 41 anni e non ho mai pagato il canone truffa rai… guardo la TV sul PC, con una piccola scheda TV… non sono neppure censito come possessore di televisore perché NON ce l’ho… NON ho mai pagato il canone RAI e ne sono FIERO!!!!

  11. helena f. ha detto:

    Una persona che dice certe nefandezze non dovrebbe neanche avere il privilegio di vivere.

  12. MARCO DA NAPOLI ha detto:

    dal blog di Grillo

    Lo psiconano ha lanciato “un avviso ai naviganti”. Ha preso ispirazione dal suo modello, Putin. E ha dichiarato con scansione di parole degna di un padrone che si rivolge ai suoi servi: “Convocherò oggi il ministro degli Interni, darò a lui istruzioni dettagliate” per l’utilizzo della Polizia nelle scuole occupate.
    Maroni-prendi-istruzioni é lo stesso condannato a 4 mesi e 20 giorni per resistenza e oltraggio (addentamento di polpaccio) a pubblico ufficiale.
    Io, più civilmente, vorrei dare un consiglio, non un avviso, al Navigante: di tagliare la corda. Non é l’unico responsabile dello sfascio, anche se il più in vista. Pagare per tutti non gli conviene. Meglio fare alla romana e filarsela all’inglese.
    Il crollo della finanza sta passando il testimone all’economia. Non tutti hanno azioni, ma tutti fanno la spesa e devono mantenere una famiglia.
    Le aziende sono strangolate dall’indebitamento e le banche non fanno più credito. In media ogni impresa italiana é indebitata per 176.000 euro. Il gran totale dei debiti aziendali é salito a 916,3 miliardi di euro. Quante imprese chiuderanno quest’anno? Almeno 300.000, ma é un numero prudente, molto ottimista. Nel 2009 la produzione industriale diminuirà , il Prodotto Interno Lordo sarà  negativo, le serrate potrebbero raddoppiare. Quando diminuisce la produzione si perdono posti di lavoro. Quanti rimarranno a casa entro la fine del prossimo anno? Due milioni é un numero plausibile.
    3,2 milioni di famiglie rischiano di perdere la casa. La rata del mutuo a tasso variabile sta diventando insostenibile. Finiranno in mezzo a una strada? E’ possibile.
    L’Islanda é fallita, chi l’avrebbe detto un mese fa? L’Italia fallirà ? Chi non l’ha pensato almeno una volta? Il debito pubblico si aggira, senza dare troppo nell’occhio sui mezzi di informazione, sui 1.700 miliardi di euro con 80 miliardi di interessi all’anno da pagare.
    Non é più il tempo che Gianni Letta filava. Il bel tempo di Alifarsa, del grembiulino nelle scuole e delle impronte ai Rom é finito. E anche quello della legge salvaprocessi e del Lodo Alfano e dell’opposizione fantasma di Topo Gigio.
    Da Palazzo Chigi a Hammamet é un attimo. Nel caso, il Navigante porti con sé Veltroni.

    Il blog é a disposizione di studenti e professori per i loro video su interviste, manifestazioni e manganellature (so che saranno numerose). Nella barra in alto: “La Scuola in diretta”, scorreranno in continuazione i video nei prossimi giorni. Caricate il video su YouTube e inviate la segnalazione al blog.
    Loro non molleranno mai, noi neppure.

  13. RobertHook ha detto:

    La rai stessa invita a mandargli un’opinione, come si legge in questa pagina

    http://www.contattalarai.rai.it/eservice_ita/start.swe?SWECmd=Start&SWEHo=www.contattalarai.rai.it

  14. RobertHook ha detto:

    E’ disgustoso dare tanti soldi ad una persona per fargli fare quattro battute in uno spettacolo televisivo.
    Dovremmo mandare una e-mail alla rai dove mostriamo il nostro disappunto.

  15. CHICCA ha detto:

    cossiga ambiguo personaggio…
    Durante il rapimento di Moro,durato 55 giorni, le polemiche e le accuse a Cossiga sembravano non finire mai. C’é stato chi ha accusato Cossiga di inefficienza; altri sospettavano addirittura che il “Piano di emergenza” predisposto da Cossiga non mirasse affatto alla liberazione dell’ostaggio. La accuse sono state pesantissime e per anni Cossiga si é difeso in modo sempre fermo e tenace.
    ___
    Strano personaggio sicuramente, a volte immerso in tinte chiaro scure, sempre coinvolto in situazioni poco chiare ed accusato come l’artefice di vari giochetti di potere. Nel ’79 addirittura accusato di favoreggiamento nei confronti di un terrorista di “Prima linea”, figlio di un politico della DC.
    Nel 1985 un personaggio così diventa presidente della Repubblica.
    Gli anni novanta sono pieni , ricchi di eventi che lo hanno come protagonista, ma non é questa la sede per affrontarli tutti.
    La cosa più interessante, invece, é l’appoggio che dà  nel 2001 a Berlusconi e poi in Senato non vota la fiducia.
    oggi, questo squallido
    personaggio ancora interviene con le sue deliranti argomentazioni, a dar consigli terribili ad altri deliranti ducetti che vorrebbero zittire chi, dalle file del popolo bue, osa disobbidire agli ordini
    FORZA RAGAZZI E’ LA NOSTRA ORA CAPOVOLGIAMO IL SISTEMA prima che il sistema faccia ko di quel che resta della nostra democrazia

  16. Marco Corino ha detto:

    Mai pagato e mai pagherò per vedere la loro immondizia. Senza evadere le tasse: non posseggo TV, mi basta internet. E mi dimostrino che la tassa si paga anche per il possesso di un pc che va in rete!

  17. freeman ha detto:

    >In Italia torna il fascismo, direbbero.
    in realtà  é già  tornato da mesi… per ora é soft, ma forse presto diventerà  hard…

  18. Raffaele ha detto:

    Veramente un folle questo Cossiga…ed é stato anche presidente della Repubblica!…Che schifo!

  19. MARCO DA NAPOLI ha detto:

    COSSIGA DELIRA PEGGIO DEL NANO DI ARCORE

  20. MARCO DA NAPOLI ha detto:

    DALLA conferenza stampa di Silvio Berlusconi di ieri.

    “Non permetterò l’occupazione delle università . L’occupazione di luoghi pubblici non é la dimostrazione dell’applicazione della libertà , non é un fatto di democrazia, é una violenza nei confronti degli altri studenti che vogliono studiare. Convocherò oggi il ministro degli Interni, e darò a lui istruzioni dettagliate su come intervenire attraverso le forze dell’ordine per evitare che questo possa succedere. La realtà  di questi giorni é la realtà  di aule piene di ragazzi che intendono studiare e i manifestanti sono organizzati dall’estrema sinistra, molto spesso, come a Milano, dai centri sociali e da una sinistra che ha trovato il modo di far passare nella scuola delle menzogne e portare un’opposizione nelle strade e nelle piazze alla vita del nostro governo”.

    Dall’intervista rilasciata dal senatore Francesco Cossiga al quotidiano La Nazione.

    Domanda – Presidente Cossiga, pensa che minacciando l’uso della forza pubblica contro gli studenti Berlusconi abbia esagerato?

    Risposta – Dipende, se ritiene d’essere il Presidente del Consiglio di uno Stato forte, no, ha fatto benissimo. Ma poiché l’Italia é uno Stato debole, e all’opposizione non c’é il granitico PCI ma l’evanescente PD, temo che alle parole non seguiranno i fatti e che quindi Berlusconi farà  una figuraccia.

    D – Quali fatti dovrebbero seguire?

    R – Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero Ministro dell’interno.

    D – Ossia?

    R – In primo luogo, lasciar perdere gli studenti dei licei, perché pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito…

    D – Gli universitari, invece?

    R – Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università , infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città . Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà  sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri.

    D – Nel senso che…

    R – Nel senso che le forze dell’ordine non dovrebbero avere pietà  e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà , ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano.

    D – Anche i docenti?

    R – Soprattutto i docenti.

    D – Presidente, il suo é un paradosso, no?

    R – Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì. Si rende conto della gravità  di quello che sta succedendo? Ci sono insegnanti che indottrinano i bambini e li portano in piazza: un atteggiamento criminale!

    D – E lei si rende conto di quel che direbbero in Europa dopo una cura del genere? In Italia torna il fascismo, direbbero.

    R – Balle, questa é la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l’incendio.

    D – Quale incendio?

    R – Non esagero, credo davvero che il terrorismo tornerà  a insanguinare le strade di questo Paese

  21. Paul Kersey ha detto:

    Diciamo anche Comunista di MERDA,
    perché gli stessi metodi erano usati dai suddetti.
    Basta Fascisti & Comunisti, per piacere.
    Basta con il Divide et Impera, cioé Dividi & Comanda.
    La povera gente deve essere unita contro gli sfruttatori.
    Questa oggi é l’unica partizione.
    Noi da una parte, gli sfruttatori dall’altra.

  22. Mirka ha detto:

    OT
    X I BOLOGNESI
    Stasera tutti in piazza del Nettuno per la diretta di annozero sulla scuola. E’ SOLO L’INIZIO fascista di merda!

  23. Massimo Barbieri ha detto:

    Non sono d’accordo. Se c’é una regola, per quanto ingiusta possa essere, dobbiamo rispettarla. Se pretendiamo la legalità  in parlamento dobbiamo anche rispettare le regole in prima persona e comportarci da persone oneste.

    Io per non pagare il canone mi sono liberato della TV: l’ho regalata e ho inviato una regolare disdetta dell’abbonamento TV con raccomandata AR all’agenzia delle entrate.

    Come giustamente viene spesso ricordato su questo blog la televisione italiana é una vera schifezza e Internet é sicuramente l’alternativa migliore, quindi perché non liberarsi della TV?

    Alcuni sostengono che l’abbonamento TV sia necessario anche per il possesso di un PC. Tuttavia, sebbene la normativa non sia affatto chiara a riguardo, poiché indica che tutti i possessori di “apparecchi atti o adattabili a ricevere segnate TV” sono soggetti a pagamento, non esistono casi di sanzioni per il possesso di un PC (senza scheda di acquisizione TV!). In aggiunta l’ufficio delle entrate, se non sbaglio, mi pare non abbia mai fatto chiarezza sull’argomento nonostante le richieste di chiarimenti inoltrate dalle diverse associazioni di consumatori.

    Concludo dicendo che chi non paga l’abbonamento TV ma possiede uno o più televisori, é comunque passibile di sanzioni. Quindi cosa aspettate? Regalate o fatevi suggellare il televisore e vi sentirete finalmente liberi e con più tempo per stare con i vostri cari.

  24. anonimo italiano ha detto:

    cossiga vergogna, lurido

  25. Ella ha detto:

    Francesco Cossiga = Giorgiana Masi.

    Vorrei proprio vedere con che faccia si azzarderebbe a dire cose del genere se la famiglia di Giorgiana Masi fosse li’ presente.

    http://www.repubblica.it/2005/e/sezioni/cronaca/masicossiga/masicossiga/masicossiga.html

  26. Roberto G. ha detto:

    Il delirio di uno psicopatico.

    Cossiga:

    “Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro degli Interni. Gli universitari? Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università , infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città .

    Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà  sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri. Le forze dellordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà  e mandarli tutti in ospedale.

    Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà , ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano. Non quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì. Questa é la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l`incendio».

    http://rassegna.governo.it/testo.asp?d=32976406

  27. anonimo italiano ha detto:

    E se si presenta qualcuno mandato dalla magistratura cosa si fa?

  28. enribo ha detto:

    é tutto verissimo quello che dici… il problema é che se nn pago il canone mi mettono il fermo amministrativo sulla macchina o qualche altra stronzata… purtroppo il coltello dalla parte del manico lo hanno sti str…. che si mangiano il nostro misero stipendio..

    ps: le tasse vanno pagate, ma finanziare la rai é un furto..!!

  29. Marco B. ha detto:

    Paolo Bonolis .. CHI?! AAHH, quel PAOLO BONOLIS!! San Marzano per vocazione, dopo il caffé vuole pure l’ammazzacaffé?! e IO pago … col kaxxo che pago stavolta!!

    PS per quelli NON o DIS-INFORMATI: qui trovate le info NECESSARIE per disdire il canone RAI! Buon viaggio

    http://www.borto.net/canone_rai.htm

    http://www.turismo.veneto.it/avm/contentid-63.html

    RAI, un posto in prima fila .. al Bag(v)aglino!!
    RAI, vi facciamo DI TUTTO DI PIU’!!

  30. andrea ha detto:

    Come non essere d’accordo. Sottoscrivo tutto ciò che hai detto Daniele. Il canone RAI é un furto poiché non ha motivo di essere riscosso coattivamente dai nuclei familiari.

    http://vivereadorecchio.iobloggo.com

  31. Giacomo ha detto:

    Vorrei capire una cosa, se il prossimo gennaio non pago il canone rai, non vado incontro a nessun guaio legale?
    Chi in materia ne sa di più, o perché da anni non lo paga o perché conosce il codice civile e penale, può gentilmente scrivermi a: brando78 libero.it ?
    Gliene sarei molto grato!

    Basta con questi soprusi, sveglia ragazzi!
    Grazie Daniele per tutte le notizie che ci dai e che il Tg1 “dimentica” di riportare.

    Giacomo

  32. Raffaele ha detto:

    OT:
    Daniele, non so se hai visto la puntata di “Exit” ieri sera… io facevo zapping e proprio in quel momento mi sono soffermato sulla trasmissione perché c’era Sgarbi che urlava come un ossesso verso Leoluca Orlando (mi sembra) dicendo cose gravissime…se su Youtube trovo lo spezzone, me lo rivedo meglio stasera…

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.