Il lato B dei volti Rai

A Roma ho perso il telefonino ma ho trovato un po’ di facce che ho potuto affrontare, non tanto perché avessi bisogno di avere conferme personali sulle reazioni, ma per poterle riprendere e divulgare per coloro che credono ancora alle favole dei telegiornali. Ho beccato, tra gli altri, 2 volti dei programmi informativi Rai, dai quali forse ho preteso troppo avere un’opinione sulla qualità  dell’informazione che fanno e 2 parole sul lodo Alfano. Soprattutto quando a Marco Frittella gli ho detto che la sua intervista l’avrei proposta al blog di Beppe Grillo.
Propongo l’incontro che é avvenuto casualmente con un paio di giornalisti conduttori che quando sono in video amano atteggiarsi con grande autorità , mentre quando li becchi per strada si trasformano in bulldozer mansueti e spaesati, con bocche cucite e visi a metà  fra la vergogna e l’imbarazzo. Ritraggono il prototipo del giornalista ideale in quota di partito.
Che tristezza di paese.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

37 Commenti a “Il lato B dei volti Rai”

  1. Tomas ha detto:

    Daniele sei un giornalista bravo e preparato e le cose le sai ma secondo sbagli a fare il Ricca…

  2. caterina ha detto:

    @ nicosan

    Io invece credo che Daniele faccia benissimo a realizzare servizi per Grillo, Di Pietro, e chiunque gliene chieda. Credo che la sinergia tra i vari soggetti possa solo andare a beneficio di tutti, visto che ciascuno ha le proprie specifiche qualità  e caratteristiche da apportare alla causa comune.
    Sui giornalisti, che dire? L’Annunziata mi piaceva, ma poi si é messa anche lei a fare lo scendiletto. Frittella é vergognoso, invece, ma va anche capito: non avrebbe potuto chiedere a chi di dovere cosa rispondere, e quindi non avrebbe saputo che dire.

  3. patty ha detto:

    a mauro…se é per questo la casaleggio fa parte degli illuminati con prometeus. se vai sul sito il nautilus scoprirai altre cose. ma c’é da dire altro…la verità  non la sapremo mai fino a che vi sono degli interessi in gioco. Francamente io a volte non riesco a capire quasi nessuno…di pietro montanari travaglio e grillo. del resto non siamo perfetti nessuno. l’unico che fino ad oggi non mi ha mai delusa é Daniele. E’ l’unico che ha adottato sempre coerenza e verità  nel dire e nel fare.
    Per quanto concerne le correnti di pensiero…io credo che non é solo la politica che va cambiata ma sopratutto il ns stile di vita. Ci siamo troppo adeguati al sistema che ci hanno imposto. Dovremmo pensare ed agire in controtendenza per riprenderci un pò di dignità  e rimettere un pò le cose apposto su questo pianeta.

  4. Mauro ha detto:

    OT doveroso (scusaci Daniele ma é importante): ho visto il blog di Montanari e mi sono ricordato di una cosa. Ci avete fatto caso che fino a qualche tempo fa Di Pietro aveva il banner sul suo sito contro gli inceneritori, e che poi questo banner é magicamente sparito? La spiegazione é semplice: ha cavalcato finché gli interessava il malumore contro gli inceneritori, poi, quando non ha più potuto farne a meno, l’ha tolto. Evidentemente perché nel suo partito c’é chi spinge in quel senso e lui non può essere così in conflitto con sé stesso. Di Pietro é a favore degli inceneritori, della TAV (l’ha scritto a me direttamente in una domanda che gli posi sul suo blog), del MOSE. Su questo io dissento totalmente e non mi riconosco in Di Pietro.
    Che dire? Nessuno é perfetto… Continuiamo a tenere gli occhi aperti anche su quelli che sembrano essere dalla “nostra” parte, Grillo e Di Pietro in primis.
    Ah, già  che ci siete fate una ricerca sulla Casaleggio Associati (che controlla i blog di Beppe e di Di Pietro) e scoprirete tante belle cosette, a partire dai passati interessi comuni con la tanto bistrattata Telecom! Meditate, gente, meditate…

  5. -Francesco- ha detto:

    Bravo Daniele, una punzecchiatina se la meriterebbero ogni giorno questi servi che depauperano il vero giornalismo.

  6. Dave Ross ha detto:

    Daniele bravissimo, non ti scoraggiare, sei una voce quasi unica. Anche se penso che UN MINIMO l’Annunziata col suo programma lo faccia, ma proprio un minimo in un sistema protofascista

  7. PAOLO ha detto:

    Ormai negli orari dei tg tocca collegarci a internet x informarci.La stampa si sta adeguando alla tv e diventa pure lei serva dei potenti. VERGOGNA !!!!! Meritate la disoccupazione!!!!

  8. giancarlo ha detto:

    Super Daniele gli hai messo paura; non ha detto nulla, ma dal suo atteggiamento abbiamo capito molte cose

  9. stefano ha detto:

    chissà  come si comporterebbe frittellla se i suoi politici si comportassero come lui con daniele e lo lasciassero senza dichiarazioni o interviste, magari farebbe le valigie perché se non fai il tuo lavoro vai a casa. solo che il lavoro a persone come loro, anche la lucia carissima, i loro politici glielo trovano…portaborse e reggiballe ne hanno sempre bisogno. grande daniele

  10. sogart ha detto:

    eee te pareva!!!
    e di regola questo atteggiamento.
    bisogna essere amici di uno che lavora la dentro per sapere cio k succede
    cmq sia e una cosa risaputa il punto e trovare la soluzione per modificare il sistema,ma non puo avvenire fino a quando le persone k sono in parlamento hanno interesse ha mantenere il controllo delle reti e giornalisti che vogliono lavorare.
    l atteggiamento del rpimo giornalista e stato chiarissimo sia nel guardarti che nel non risponderti!
    appena ha sentito blog di grillo…si chiedono cose k non si possono dire!!!
    k bell aria di regine!!!
    mi e piaciuto moltissimo anche il video del processo mills e l intervista a ghedini ahhahaha k bella parlantina k ha!!!
    specialmente alla domanda del lodo!
    la legge si interpreta ha detto!!!hahaahahaha no la legge e scritta ed e quella e chi ha fantasia nella legge si rigira le persone come vuole pero!appunto per questo la legge e uguale per tutti puo essere interpretata!
    ghedini sei un bravo avvocato ma vai a fan culo!

  11. nicosan ha detto:

    OT DOVEROSO: (Bravo Roberto G. Montanari é nel giusto)

  12. Mary ha detto:

    GRAZIE DANIELE PER QUESTO FILMATO…PURTROPPO CONFERMA CIO’ CHE SAPEVAMO GIA’ E CIOE’ CHE L’INFORMAZIONE RAI E’ POLITICIZZATA E I GIORNALISTI SONO SOLO DEGLI SPEAKER TELECOMANDATI DAI PARTITI…

  13. patty ha detto:

    Daniele…sei sempre super.

  14. Roberto G. ha detto:

    OT assolutamente doveroso.

    Sul suo blog Stefano Montanari vuota il sacco e spiega perché Grillo lo censura. Un post amarissimo, un esempio di come le persone per bene sono trattate in questo lercio mondo.

  15. Mauro ha detto:

    @Sixpounder
    Appunto per questo la rivoluzione deve iniziare dal basso, e non dall’alto, come é sempre avvenuto. Ma il basso non sono LORO, siamo noi. E’ il sistema che deve cambiare, ma per farlo dobbiamo cambiare noi, perché LORO del sistema ne fanno parte. I singoli attuano sempre in base alla società  nella quale si trovano, sono plasmati da essa, ma la società  non é un qualcosa di metafisico preesistente all’uomo: é creata da quest’ultimo. Anzi, da chi comanda. L’unico modo per cambiare l’informazione é sperare che LORO diventino sempre più autoreferenziali, che si dicano le notizie fra di loro e che diventino una sorta di fossile da museo, da ammirare per ricordare il passato. E perché avvenga dobbiamo rivolgerci a Internet, il futuro dell’informazione, l’unico modo per combatterli. La rivoluzione deve iniziare dal basso, dalle persone singole, ma LORO non sono “persone singole”, sono marionette, protesi del sistema. Sono, dunque, il sistema. Sistema del quale spesso siamo succubi. Perciò, se aspettiamo che la rivoluzione inizi da loro stessi… Facciamo notte. L’unico modo per contrastarli é invadere il Web di nostri messaggi, di notizie, di informazione VERA. Dobbiamo bombardarli con le nostre voce diverse e libere, non telecomandate.

  16. nicosan ha detto:

    Caro Daniele,secondo me faresti bene a non fare la “costola” di grillo e,al contrario,ritagliarti uno spazio ed uno stile tuo(già  in parte é così).Beppe nei suoi post ha “ragione da vendere” ma sono sicuro che anche lui ha scheletri nell’armadio(é SEMPRE così quando diventi così popolare)e in più,con tutta schiettezza,la Casaleggio Associati mi puzza NON POCO…Che ne pensi tu?.Buon lavoro e avanti tutta!!!

  17. Sixpounder ha detto:

    Io critico il sistema, ma critico anche i giornalisti che, seppure anche con solamente un sorrisetto carico di sottointesi, ad esso non si ribellano. àˆ un’altra sorta di istituzione mafiosa e, si sa, il silenzioso assenso e l’omertà  sono le principali basi in cui la mafia affonda le radici…

  18. Indiano1983 ha detto:

    Ciao Daniele.

    Grazie per come, con relativa semplicità , testimoni lo sfascio dell’informazione in italia.
    Semplicità  visto che ritengo che il merito principale di questo irreversibile stato comatoso del nostro paese derivi anche da questi stessi beceri e indegni colleghi che ci hai mostrato e che continui a sbugiardare appena ne hai le possibilità  e davanti ai quali non si può, riprendendoli in video, rabbrividire per la loro indecenza e supponenza.

    un caro saluto,

    indiano, da bari

  19. Roberto G. ha detto:

    Come ha giustamente detto Mauro questi giornalisti sanno di stare in un sistema marcio, ma hanno il portafoglio gonfio e stanno bene, loro e le loro famiglie. Praticamente impossibile che rinuncino a tutto in nome dei principi.
    Le cose si smuoveranno dal basso, da chi sta male e starà  sempre peggio grazie alla politica scellerata dei banchieri. Non a caso nel trattato di Lisbona, che vogliono imporre, si legalizza l’uccisione a fini di ordine pubblico in caso di sommosse e rivolte.
    Stanno costruendo l’architettura dello stato di polizia perché prevedono che tra non molto il popolo si ribellerà .

  20. giuseppe f ha detto:

    Caro Daniele a Te i miei migliori complimenti:

    SERIO, PUNGENTE E CHIARO COME DEVE ESSERE UN GIORNALISTA!!!!

    BRAVO….se fosse per me ti metterei a capo del tg1.

    Invece i personaggi del video sono soltanto due piccoli vigliacchi meschini CHE VIVONO SULLE SPALLE DI UN CANONE RAI “RUBATO” DA UN’AZIENDA (se così si può definire)….

    rubato perché non svolge il proprio lavoro con LA DILIGENZA DEL BUON PADRE DI FAMIGLIA!!!

    VERGOGNA RAI
    VERGOGNA FRITTELLA O FRITTELLI
    VERGOGNA ANNUNZIATA

    SCIACALLI CON I PIù DEBOLI MA SERVI DEL POTERE

  21. Raffaele ha detto:

    @ luigi
    Ho letto il post dell’11 febbraio…in quel periodo non ero ancora a conoscenza di questo blog…ma comunque nel post non vi é traccia degli ex piduisti che sono passati per IDV…
    Anch’io credo che Di Pietro sia il “male minore” (anche se Daniele ha scritto un bel po’ di cose che aggravano la mia considerazionee che se c’era da votare un partito, quello era IDV…
    Ma resta il fatto che sul palco l’8 luglio quell’intervento sulla P2 di Di Pietro mi é sembrato inopportuno, detto da lui.
    Per quanto concerne il post sui giornalisti RAI, sono rimasto allibito…sono la vergogna di chi questo mestiere lo fa con la passione e in modo giusto…Se hanno un po’ di orgoglio che si liberino da questa schiavitù!!!…non sono altro che marionette (alla mario puzo ne “il Padrino) al servizio dei partiti…VERMI!!!

  22. Mauro ha detto:

    @Sixpounder
    Non ho detto questo. Ognuno ha il suo modo per non sputarsi la mattina davanti allo specchio, tu hai il tuo, io il mio, loro il loro. Ho semplicemente detto che, almeno in Italia e nel mondo dell’informazione falsamente pubblica (magari fosse il solo), non riusciremo a ottenere più di ciò che ha fatto la Annunziata, ossia un sorrisino con molti sottintesi. Rai, Mediaset, La7 e moltissimi giornali e radio sono lottizzati dalla politica e schiavi delle pubblicità . Cosa t’aspetti? Ovviamente nulla. Ciò non toglie però che ognuno debba badare alla propria coscienza e fare il massimo per rispettarla. Se senti di voler “rischiare” qualcosa d’importante allora si vede che la tua coscienza te lo impone e fai bene a farlo. La loro no, ma non li giudico (almeno non tutti, come ho precedentemente detto), perché se fossi al posto dell’Annunziata, ossia all’interno di un sistema marcio e paralizzato ma con uno stipendio gonfio, mi comporterei allo stesso modo o quasi. Farei di tutto per pensare con la mia testa, ma accetterei i compromessi. Non ho la vocazione a essere Gesù Cristo, e credo neanche loro e neanche molti di voi. Ciò che dobbiamo condannare é il sistema, non i singoli giornalisti. Una Rai lottizzata, dove il canone serve a ingrassare i culi dei dirigenti e dei direttori, dove non c’é servizio pubblico ma solo sudditanza ai partiti, é da buttare nel cesso. I giornali idem con patate. Chi ci lavora, però… Pensiamoci due volte a criticarli.

  23. Sixpounder ha detto:

    @Mauro
    Quindi siamo noi gli unici str**zi (almeno io lo sono) che preferiscono rischiare qualcosa o anche più di qualcosa per potersi svegliare al mattino e riuscire a guardarsi allo specchio?

  24. Mauro ha detto:

    Lucia Annunziata ha detto, infatti, anche troppo, visto il clima che si respira Rai. E’ una persona intelligente che non vuole perdere il posto, e non mi dite che la biasimate. Io no. Critico il sistema, ma non lei. Io avrei detto le stesse cose. Frittella invece é un verme viscido, che oltre ad aver paura non sa neanche cosa dire. Schiavo fino al midollo, perché non accenna neanche un minimo sottinteso come fa la Annunziata, un’occhiatina, una mezza frase. Occhi bassi, pensiero unidirezionale. Lingua sporca e mani altrettanto.

  25. Marc Sarzi ha detto:

    Beh dai cosa ti aspettavi, scusa? Hanno un padrone e non vogliono perdere il proprio lavoro. Poi saranno loro a fare i conti con la propria coscenza di “giornalisti”. Se la ascoltano magari un giorno decideranno di fare qualcosa.

    Cmq mi sembra che la Lucia Annunziata si sia comportata in modo piu’ civile.

  26. Sixpounder ha detto:

    Eloquente quel “Non siamo autorizzati”. Non siamo autorizzati… da chi??? Cani schifosi servi dei padroni! Mi fate vomitare! L’ex direttrice poi… un altro po’ e si sentiva la puzza da qua, tanto se la stava facendo sotto!
    Bravo Daniele! Smascheriamo ste porcherie!

  27. helena f. ha detto:

    Grazie Daniele, per questa conferma. Giornalisti servi dei loro padroni.

  28. freeman ha detto:

    i giornalisti di regime sono servi della casta infame, appunto.

  29. albe ha detto:

    bravo daniele, molliamoli in autogril questi quattro stronzi

  30. Alessio ha detto:

    Giornalisti che preferiscono strisciare per non inciampare, questa é l’Italia

  31. anonimo ha detto:

    Alla manifestazione c’era anche Loris Mazzetti, volevo andargli a dimostrare la mia solidarieta’, ma c’era troppa gente e non sono riuscito ad avvicinarmi. Potevi intervistare lui, tra l’altro credo che tu ci sia passato vicino, perche’ ti ho visto che giravi dalle sue parti.

  32. enrifer ha detto:

    omertosi e schifosi non ho parole
    che italia di merda!

  33. Marco ha detto:

    ..quel “parlo fin troppo” mi fa intuire bene la situazione di regime della rai..vergognoso

  34. Paul Kersey ha detto:

    DANIELE, hai fatto bene a far vedere certe cose.
    Tutto questo fa capire in mano a chi siamo.
    Alla faccia dell’informazione libera!
    Quanta arroganza in quel Frittella, quando ti chiedeva se a parlare fossi da solo.
    A parte che uno con un cognome così da pirla chissà  quanto sarà  stato preso per il culo quando era bambino/ragazzo !
    Mi ha sorpreso la Annunziata, che considero una persona più equilibrata e capace di una propria opinione.
    Ad ogni modo far vedere certe cose mostra a noi tutti chi sono poi quelli che ci dovrebbero dare una informazione equidistante. Così possiamo farci una reale idea delle cose.

  35. Fabrizio ha detto:

    Tempo sprecato,Daniele,tempo sprecato…
    O forse tempo ben speso,a seconda dei punti di vista.
    Il sig.frittella e’ un giorenalista-servo,nel vero senso della parola.Prende i soldi dal servizio pubblico,e fa quello che gli viene ordinato,compreso il non concedere interviste all’informazione libera.
    La sig.ra Annunziata potrebbe essere una brava giornalista,se non lavorasse per un’azienda legata ai partiti.
    Nessuno di questi servi dira’ davvero come vanno le cose in RAI.
    Per sapere cos’e’ la Rai pero’ e’ facile.
    Basta vedere quanti parenti, amici e conoscenti dei politici ci lavorano.
    Piero Ricca la scorsa settimana aveva pubblicato un post su un libro interessantissimo:
    IL LIBRO NERO DELLA RAI

    LEGGIAMOLO,LEGGETELO E FATELO LEGGERE.

    GRAZIE ANCORA DANIELE,PER LA TUA PREZIOSA INFORMAZIONE.
    FABRIZIO

  36. roberto ha detto:

    Questi sono quelli ogni giorno si prodigano per sporcare il cervello degli italiani che,pero’,c’e’ da dire si prodigano per farselo sporcare

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.