Gli “scup” di Selvaggia Lucarelli

selvaggia lucarelli

Selvaggia Lucarelli avrebbe sottratto illegalmente informazioni e immagini da computer altrui e avrebbe tentato di venderle, “al fine di procurare a sé o ad altri un profitto”. Si tratta di 190 foto di una festa di compleanno di Elisabetta Canalis sul lago di Como, con l’allora fidanzato George Clooney. Per l’accusa del processo che inizierà il 19 giugno, i tre imputati (oltre a Lucarelli, anche i blogger Guia Soncini e Macchianera), avevano rubato informazioni anche a Mara Venier, Sandra Bullock, Scarlett Johansson e Federica Fontana, violando la password di accesso alla posta elettronica di quest’ultima. Profilo dal quale sarebbero state “trafugate” le foto della Canalis che ha sporto denuncia. Secondo la pm i tre blogger “fraudolentemente intercettavano comunicazioni relative a un sistema informatico o telematico e ne rivelavano in parte il contenuto. In particolare, avendo fraudolentemente ottenuto gli accessi a vari account di posta elettronica, ne monitoravano la posta in entrata utilizzando un apposito account di posta elettronica come collettore unico di tutta la corrispondenza intercettata”. La Lucarelli in particolare, tramite il giornalista Gabriele Parpiglia e l’agente fotografico Giuseppe Carriere avrebbe tentato di vendere le foto al settimanale Chi a circa 100 mila euro, ma senza successo, perché nel frattempo la Canalis era già andata a sporgere denuncia. La Lucarelli si è già auto-assolta sul suo profilo Facebook dichiarandosi estranea alle contestazioni del magistrato. Vedremo come andrà.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.