Solidarietà  a Riccardo De Corato

Ho appreso dell’aggressione fisica subita dal vicesindaco di Milano Riccardo De Corato al caffé Principe di piazza Sant’Alessandro. Un ambulante di Parabiago con precedenti per violenza gli ha sferrato quattro ceffoni all’urlo di “mafioso di m….” esibendogli delle multe e minacciandolo “le paghi tu“.

Confesso che ci sono rimasto molto male al di là  delle radicali posizioni politiche che separano me da lui, e al di là  della causa che mi ha intentato per il “mafioso” che avevo dato al suo silenzio quando tentai di intervistarlo senza successo a Montecitorio.
L’episodio accaduto ieri in quel bar é semplicemente una gravissima, vergognosa e incivile violenza che condanno fermamente, dalla quale mi dissocio, e per la quale non accetto che si cerchino giustificazioni o, peggio, strumentalizzazioni.

Difendo le contestazioni come forma di civile e democratica espressione del dissenso informato. Ma mai, ripeto MAI posso tollerare che si arrivi agli insulti o, peggio, alle mani se non come estremo e inevitabile atto di legittima difesa.

Dunque, per quanto poco possa servire, esprimo tutta la mia piena solidarietà  a Riccardo De Corato augurandogli che i tribunali gli rendano giustizia e che quell’incivile energumeno che lo ha aggredito venga giustamente perseguito.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.