L’amorevole Feltri: “Travaglio é marcio”


L’amorevole Vittorio Feltri e “i comunisti mai morti”

Presumo sappiate da quale parte sto, la solita. Non sarei capace di essere diverso da come sono, insofferente a qualsiasi ordine di scuderia, disciplina, inquadramento ideologico. Questo non é mai stato un foglio di partito e il Pdl si illude se pensa lo possa diventare. La famiglia Berlusconi e gli altri azionisti da me si aspettano molto tranne una cosa: che trasformi il Giornale in un megafono di Berlusconi. Non sono in grado. Mi manca la stoffa del cortigiano, e forse proprio per questo sono stato richiamato a coprire l’incarico di direttore della storica testata i cui lettori non sono ultrà  del centrodestra, ma cittadini meritevoli di rispetto, quindi di essere informati correttamente e confortati nelle loro opinioni“.
Vittorio Feltri, primo editoriale da direttore del Giornale 22 agosto 2009

Marco Travaglio, dopo la crisi isterica che lo ha colto giovedì ad Annozero, ha inviato una lettera a Michele Santoro, lagnandosi con lui per la brutta piega che ha assunto il programma del quale egli é ospite fisso col compito precipuo di parlare male degli assenti. La brutta piega consiste nel fatto che per la prima volta, in studio non c’erano i soliti tappetini su cui Travaglio si pulisce le suole indisturbato, ma un paio di colleghi (Nicola Porro e Maurizo Belpietro ndr) che hanno fatto ciò che altri non osano: ridergli in faccia e ricordargli un paio di peccatucci di cui si é macchiato in passato, che non gli consentirebbero di salire sul pulpito e sputare sentenze contro chi non é peggiore di lui. Marcio“.
Vittorio Feltri sulla prima pagina del Giornale 21 febbraio 2010.

Qui potete scrivere alla redazione del Giornale “insofferente a qualsiasi ordine di scuderia“.

Sostienimi in campagna elettorale


Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

20 Commenti a “L’amorevole Feltri: “Travaglio é marcio””

  1. Pietro ha detto:

    Feltri é un servo pervertito e delpadrone
    con dignità  sotto i piedi
    attacca ogni giorno quel poveretto di Fini: ma che cazzo ti ha fatto?
    E’ stato sopeso dall’ordine dei giornalisti perché é un pederasta del cazzo
    che cazzo di giornalismo fa?
    sputare addosso sempre ad una persona? Fini?
    ma che cazzo di dignità  ha?
    fuck you Feltri

  2. sopaosi ha detto:

    non si tratta di giocare a chi é peggiore.
    ma che i peggiori stiano nel posto che meritano.
    per quanto riguarda la figuraccia di travaglio ad annozero non mi sembra anzi, e riguardo ai suoi peccati sono suoi, non é un politico, é un giornalista e in questo caso si tratta non di escort o altro ma che aveva affitato una casetta in una baia, con altre decine di casette e ha fatto la conoscenza di un ufficiale dei carabinieri dell’anti mafia che successivamente si é scoperto che vendeva informazioni alla mafia, quindi nn mi pare ci sia niente da nascondere anche perché travaglio ha dimostrato di aver pagato lui l’affitto e non di averselo fatto offrire dall’ufficiale come sosteneva il giornale di feltri.
    grazie cordiali saluti

  3. fansss ha detto:

    se “travaglio é marcio”, allora feltri é un giornalista.
    ma siccome la prima proposizione é falsa, segue di necessità  che anche la seconda é falsa (sec. l’abc della logica).
    dunque: feltri é un coglione o lurido servo del suo padrone berluscone.

  4. dzombie ha detto:

    leggo un po di messaggi che sono stati spediti.
    perche rivolgere domande sul perche dice o fa certe cose?
    voglio dire, lo sappiamo noi come lo sa lui.
    io mi sono limitato a fargli i complimenti per la serietà  con riesce a dire in pubblico certe idiozie.

  5. Massimiliano ha detto:

    Ho inviato le seguente al alla redazione del Giullare noto organo di stampa “insofferente a qualsiasi ordine di scuderia“.

    Egregio Dott. Feltri, perché Travaglio( come scrive Lei) é marcio e quali sarebbero i “peccatucci” di cui Lei fa accenno?
    Forse perché frequentando tribunali per lavoro si é fatto consigliare dove andare in vacanza da un maresciallo dell’antimafia?
    Oppure perché lavora per un giornale il cui editore non é un politico né di governo né di opposizione?
    Ci illumini Lei.

  6. Tsunami ha detto:

    Che dire? Che a sto direttore de Il Fecale un paio di calci in culo glieli darei volentieri. Basta. Anche scrivere non serve a nulla. Mi domando a cosa serva l’FNSI…

  7. Massimiliano ha detto:

    La brutta piega consiste nel fatto che per la prima volta, in studio non c’erano i soliti tappetini su cui Travaglio si pulisce le suole indisturbato, ma un paio di colleghi (Nicola Porro e Maurizo Belpietro ndr) che hanno fatto ciò che altri non osano: ridergli in faccia e ricordargli un paio di peccatucci di cui si é macchiato in passato, che non gli consentirebbero di salire sul pulpito e sputare sentenze contro chi non é peggiore di lui. Marcio“.
    ——————————————————–
    “Un piao di colleghi che hanno fatto ciò che altri non osano…”

    Bé non tutti prendono la paghetta milionaria da scherano e muoionio dalla voglia di perdere quel poco di faccia che ancora hanno.Porro e Belpietro non hano questo tipo di problema perché una faccia non cem l’hanno. C’é anche chi non se la sente di farsi additare come SERVO solo per qualche spicciolo mettendosi per partito preso contro uno dei giornalisti più amati d’Italia,uno che fa incetta di premi perché racconta fatti veri, caro Littorio Feltri.

    “Un paio di peccatucci”.Conoscere un maresciallo dell’antimafia facendo il cronista giudiziario sarebbe un peccatuccio? Se POI la magistratura scopre che si é venduto é colpa di Travaglio? A Feltri piacerebbe molto poter avere nel suo stracazzo di cassetto degli orrori qualche peccatuccio di gente onesta come Travaglio che col mestiere che fa mette a repentaglio la sua paghetta milionaria raccontando alla gente cosa fa veramente il suo padone puttaniere e corruttore.

  8. PODO ha detto:

    Ma quest’uomo é fortissimo! Vi prego dategli un premio, un premio qualunque alla comicità , al re delle brazellette e delle battute, all’ironia, ma vi prego premiate Feltri perché é veramente uno spasso.

    Io di comicità  ne ho vista tanta ma Feltri, vi dico, batte di gran lunga i cult. E’ meglio di Pozzetto, Banfi, Villaggio e tanti altri; ha un senso dell’humor innato perché lui é convito di dirle in modo serio quelle cose e magari ci crede anche, ed invece ti spara queste stronzate megagalattiche di comicità  estrema che ti fanno sbellicare dalle risa.

    E’ bello sapere che al Giornale lavorino persone così spassionatamente ilari, convinte di scrivere su un quotidiano “indipendente” e per di più… scusate asciugo le lacrime dalle risa, che informa correttamente. Ma dove le trovi ste battute Vittorio! 😀

    Sei veramente un comica Vittorio, sei sprecato al giornale tu devi fare Zeling.

    Approposito delle puttanate sul cortigiano e sull’indipendenza, com’é che non trovo mai queste notizie sul tuo giornale?

    Renata Polverini ha comprato a prezzo stracciato dallo Ior nel dicembre del 2002 (272 mila euro per sei stanze tre bagni e due box vicino all’Aventino) e non soddisfatta dell’affarone ha anche mentito al notaio per avere l’agevolazione prima casa e pagare il 3 per cento di tasse invece del 10. La sindacalista, infatti, aveva già  comprato 9 mesi prima un’altra casa dall’ Inpdap , a un prezzo ancora più basso: 148 mila euro per sette vani catastali e un box al Torrino, vicino all’ Eur.

    Senza contare un ulteriore casa comprata alla madre, le strane modalità  di acquisto delle case dell’ente e delle dichiarazioni dei redditi che non collimano con le sue dichiarazioni.

    http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2424587&yy=2010&mm=01&dd=23&title=polverini_tutta_case_e_chiesa

    Il WEB si é incazzato come non mai con la Polverini per questa sua presa per i findelli, e questa dovrebbe essere la nuova Presidentessa della Regione Lazio, una che per prima cerca di accaparrarsi le case degli enti, con metodi poco chiari, quando nel Lazio ci sono centinaia di sfrattati in attesa di casa?

    E’ Vittorio, come mai non le pubblichi ste cose sul tuo Giornale così imparziale che fa libera informazione, mica quella propagandistica di partito! Cos’é ti é sfuggita insieme alle altre centinai contro la casta che ti sovvenziona? Eppure sembri così scaltro e stacanovista quando si tratta di sputtanare gli avversari del tuo Silvio Berlusconi o chiunque gli pesti i piedi!
    Si non c’é dubbio sei veramente un gran comico!

    — NON VOTATE POLVERINI ALLE REGIONALI, NON CI SERVE UN ALTRO PASSACARTE DI BERLUSCONI! —

  9. ANTIFEDE ha detto:

    Questi sono le persone appartenenti alla destra,gente che non ha niente a che vedere con la polica,ma solo sbruffoni,mafiosi e eternamenti piduisti.

  10. luca ha detto:

    ecco cosa ho inviato…

    “Le persone come voi potranno prendere per i fondelli solo la gente priva di intelligenza, che in questo paese rappresenta una percentuale molto elevata purtroppo.
    Io come gli altri abbiamo una dignità …
    dignità , dignità ,dignità ….cercare sul vocabolario…

    saluti”

  11. umberto ha detto:

    Il sig. feltri non sa che ai “marci” non si dedicano canzoni (vedi Cristicchi)o si danno premi.
    Poi porro(Porro é il nome che si dà  comunemente ad una malattia della pelle che, più propriamente, si chiama Verruca)come di rebbe Marco la muffa un lombrico.

  12. italo ha detto:

    Non bisogna ostinarsi nel controbattere un Feltri che si affanna a difendere la propria posizione di schiavetto di Berlusconi, così come un Porro ed un Belpiero che devono o vogliono avere una forzata qualifica di giornalisti, altrimenti il grande capo li manda a casa.
    Si e’ in piu’ occasioni ormai notato che l’unica arma a loro conoscenza e’ la calunnia e l’offesa. Mai ho ascoltato da quella gente una risposta ad una domanda pertinente e realistica. Sviano sempre il nocciolo della questione.
    Il problema resta sempre lo stesso: gli italiani che hanno scelto quella gentaglia non vuole capacitarsi che hanno votato un branco di mascalzoni in compagnia di una ciurma di fanfaroni.
    Personalmente continuo a sperare che il nostro Paese si arrischisca sempre piu’ di veri professionisti del calibro di Travaglio.

  13. helena f. ha detto:

    Chi ha un pò di sale nella zucca conosce il metodo dei giullari di corte.

    “Quando ci si accorge che l’avversario é superiore e si finirà  per avere torto, si diventi offensivi, oltraggiosi, grossolani, cioé si passi dall’oggetto della contesa al contendente e si attacchi in qualche modo la sua persona”.
    A. Schopenhauer

  14. gina ha detto:

    A Feltri e simili lo sapete che non si mischiano i tovaglioli con le “mappine”?I tovaglioli sono i giornalisti come Travaglio.Le “mappine”sono gli strofinacci usurati che il padrone di casa usa per strofinare le parti più sporche,della casa,e li butta nella spazzatura dopo averli usati.Meditate”mappine”,meditate.

  15. CinqueStelle ha detto:

    Come fai ad essere nello stesso partito in cui é candidato Michele Mirtani, famoso qui a Stezzano per aver voluto un inceneritore ( contro la volontà  della popolazione ). Scandaloso!
    Uno che per le poltrone é passato nel giro di tre mesi dal Popolo della Libertà , alla Lega Padania e poi all’IDV che squallore……..
    Mirtani a Stezzano non lo può sopportare preticamente nessuno, tranne qualche affarista immobiliare in combutta con Lui.
    Ottima scelta per il partito dei “puliti”.
    Viva Grillo!!!!!

  16. alex ha detto:

    Ecco cos’ho inviato. “Ho letto (per sbaglio) due frasi di Feltri su Travaglio. Non so se vomitare o ridere. Bleah”.

  17. libero ha detto:

    arriverà  quel santo che giorno che cambierà  allora dovranno ricorrere al chirurgo plastico per non beccarsi degli sputazzi in faccia ogni volta che escono di casa

  18. bob ha detto:

    …E invece siamo rimasti in vita. Ma non siamo più comunisti, sbagliavamo: dovevamo essere “costituzionalisti” e chiedere che la Costituzione venisse applicata. E seriamente. Voi pure siete rimasti giurassicamente vivi: con le vostre patetiche “capoccette” di Benito in bella mostra sulla scrivania, senza vergogna, ad indicarci che il manganello e l’olio di ricino (seppur mediatico, Boffo docet), l’avete e l’avrete sempre nel cassetto. Ma fate attenzione: un popolo non sopporta in eterno….

  19. gianpol ha detto:

    SCusa tu che ormai sei dell’IDV, potresti informarti se il tuo collega candidato Mirtani e’ lo stesso che sponsorizzava la costruzione della centrale elettrica di Stezzano?

    se fosse lui, che bella compagnia!
    grazie
    ciao

  20. Alesio ha detto:

    Se un giornalista à  “marcio” lui che é direttore é corroso dal suo ego!

    Sono questi paggi che ti fanno venir voglia di cercare altrove anche in questo sito un parere che non sia allineato alla “normalizzazione” che ci propinano da anni con articoli e casi gonfiati da titoli ad effetto spalleggiati dai capitali per evitare la querela / chiusura!

    Feltro Montanelli stesso in diretta al Raggio Verde ti sbugiardo in diretta altro che contraddittorio con colleghi che riempiono una fanzina dai titoli per allocchi destrosi!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.