Auto sulla pista ciclabile “per non essere stronzi…”

Nell’Italia delle vacanze e della profonda provincia c’é un federalismo già  rodato. A partire dai comuni, dove spesso la vita civile scorre sulle note del sentito dire. Se ne può avere riscontro tramite la singolarità  degli usi e dei costumi locali, anche quando si tratta di rispettare le regole che dovrebbero riguardare tutti. Ecco, in questo molti comuni si arrangiano come preferiscono “su indicazione verbale del sindaco” in barba a norme, codici, leggi e leggine. Insomma il lodo alfano fa da timoniere, i comuni si fanno a loro volta i loro lodi locali.

Uno dei tanti esempi che si trovano in rete é documentato da un cittadino a Gatteo a Mare, riviera romagnola, che i telegiornali hanno messo sotto i riflettori proprio in questo week end per ben altri motivi: elezione di Miss Nonna italiana 2009.

Ebbene gli ausiliari del traffico locale pare abbiano avuto incarico dal sindaco della cittadina adriatica di non multare almeno per il primo quarto d’ora le auto parcheggiate sulla pista ciclabile.

Divertente e colorito il confronto fra l’ausiliario e il cittadino che ne riprende la condotta. E’ l’ausiliario stesso che ammette di non multare su indicazione del primo cittadino di Gatteo, che avrebbe pregato i controllori del traffico di “non fare gli stronzi“.
Sarà  per la crisi o per un po’ di sana ingenuità . Fatto sta che chi si reca a Gatteo può tranquillamente parcheggiare la propria auto sulla pista ciclabile certo di farla franca. Ciclisti e pedoni, sempre che non siano abbastanza stronzi da documentare la singolare ordinanza verbale, s’arrangiano come possono. Potranno sempre scattare una foto alla targa dell’auto, in vacanza pure dal codice della strada, e spedirla come cartolina.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

32 Commenti a “Auto sulla pista ciclabile “per non essere stronzi…””

  1. tamb ha detto:

    @lavoceromagnola

    Ho letto risposte che non mi sono umanamente piaciute in questi ultimi post.
    Pretendi diritto di critica,e quando sei tu il criticato liquidi i detrattori con modi ridicolizzanti e minimizzatori?
    Bel fascismo di sinistra.

    Per favore,recati con la telecamera in un comando di Polizia o Carabinieri e sporgi querela verso quella pubblica amministrazione che obbliga i suoi sottoposti a violare la legge,e difendi con la stessa forza le ragioni che ritieni essere giuste,dicendo le stesse cose che hai detto all’ausiliario ad un PREPARATO e cazzuto agente.
    Solo allora vedremo qualcosa di concretoed apprezzabile,perché io finora ho visto solo un QUAQQUARAQQUA’ di comodo verso un personaggio con scarsa capacità  difensiva,ergo aggressione verbale verso un “debole”,ergo squadrismo (o anche bullismo) gratuito vestito da QUI-MILANO-LIBERA che però fa tanta figura su Youtube.

    Ah,dimmelo subito nel caso tu fossi uno di quelli che chiamano l’avvocato e fanno causa per un post,perché a me non piacciono le rogne 😉

  2. tuttosbagliato77 ha detto:

    ho usato queste espressioni colorite perché mi sono messo nei panni di quel poveretto, lui ti ha detto dall’inizio che stava solo cercando di obbedire a ciò che gli era stato detto di fare dal sindaco, ovvero essere tolleranti con chi parcheggia per 10 15 minuti. Inoltre secondo la sua opinione era pure giusto fare così, di conseguenza stava solo esercitando il suo diritto di lavorare come gli era stato detto di fare. Tra l’altro così facendo si evita pure spiacevoli diverbi con quegli incivili che continueranno imperterriti a parcheggiare li con o senza multe.
    E’ ovvio che siamo tutti d’accordo sul fatto che sulla pista ciclabile non si deve parcheggiare, ma il problema di fondo non é mettere o no una multa a chi parcheggia lì, il problema vero é il coglione che parcheggia sulla pista ciclabile la sua macchina, é il fenomeno che in tutti i modi cerca di guadagnare posizioni ad una qualsiasi fila, il personaggio che per far sentire le sue ragioni si dimentica di sentire quelle altrui. Sintetizzando non c’é EDUCAZIONE CIVICA e non é certo colpa di quell’esile e buffo personaggio che hai intervistato

  3. lavoceromagnola ha detto:

    x tuttosbagliato77
    quello era il 7° intervento, non il primo! 3 mesi in cui chiedo gentilmente spiegazioni al capo dei vigili, ai vigili all’ATR algi ausiliari. Alla fine uno é costretto ad alzare la voce. 7 DICO 7 compresi fax, email, e richieste di persone al comando dei vigili. La pista é un opera pubblica pagata con i nostri soldi perché non posso utilizzarla e chiedere conto a chi ha il dovere di tenerla libera? Infine perche nella tua email scrivi:Se io fossi stato l’ausiliare di traffico in questione, al personaggio che ha fatto il video avrei dato 2 schiaffi e pure un calcio nel culo.
    e poi chiedi a me di rispettaere l’ausiliario? Ho lzato un po la voce ,ma era la settima mia richista di spiegazioni….settima!

  4. tuttosbagliato77 ha detto:

    in effetti me la sto facendo proprio sotto!!
    quando riuscirai a capire la differenza tra chiedere informazioni e esigere spiegazioni sarà  forse troppo tardi.
    In ogni caso vivo in Spagna e se sono qui é proprio perché mi ero rotto di avere a che fare con gente troppo piena di se come te, che crede che le sue ragioni siano più importanti di quelle degli altri, che crede di poter andare ad aggredire una persona che sta lavorando perché lui ha il sassolino nella scarpa e l’ausiliario del traffico glielo deve togliere, che schifo di gente

  5. tuttosbagliato77 ha detto:

    e poi sei andato lì subito con quell’aria così arrogante
    come se lui fosse obbligato a darti delle spiegazioni… ma chi ti credi di essere? spompati un po e se vuoi delle informazioni chiedile con più gentilezza e senza avere l’aria di uno che esige… é probabile che risulteresti meno antipatico e magari riusciresti ad avere più informazioni che ti interessano

  6. lavoceromagnola ha detto:

    X tuttosbagliato77
    vedo che hai problemi di comprensione.Quello che tu chiami spaccare il cazzo, io lo chiamo chiedere conto, vist che l’usiliario ad alcuni cittadini la multa la fa ed a quelli che parcheggiano sulla ciclabile no. Un giorno o l’altro trovero quello che mi toglie questa voglia? Ma non dovevi essere tu? Frenata nelle mutande? vala bamboccio vai a fare il ghedini di turno da un altra parte….

  7. tuttosbagliato77 ha detto:

    si vede che non hai proprio nient’altro da fare, testicolo ambulante! se ti diverte tanto andare da un ausiliare del traffico a spaccargli così il cazzo fallo pure testicolo ambulante, spero tanto che un giorno o l’altro trovi quello giusto che ti toglie quella voglia, testicolo ambulante

  8. lavoceromagnola ha detto:

    X tuttosbagliato77
    Se fossi stato l’ausiliare del traffico ti saresti cagato addosso avendomi di fronte. Quello che tu chiami un suo superiore é il sindaco che in un qualsiasi altro stato non avrebbe potuto interferire con la legge o il codice della strada.Il primo cittadino non é un superiore della Polizia Municipale tanto meno degli ausiliari ignorante!Il lavoro dell’ausiliario é quello di fare le multe a chi sosta sulla ciclabile o eventualmentre segnalarlo alla PS coglione! il cazzo non lo sto rompendo, esercito un diritto, quello di chiedere conto del perché qualcuno viene multato per divieto di sosta e qualche altro può sostare sulla ciclabile, del perché abbiamo pagato con i nostri soldiun opera pubblica che poi i sindaco mortifica e con essa il diritto di utilizzarla avallando i parcheggio illegale, coglione! Per quanto riguarda il vaffanculo….beh é stato depenalizzato te lo concedo…ma mi verrebbe da chiederti: mi ci manderesti davvero se mi avessi davanti o ti faresti la pipi addosso? Coglione!

  9. tuttosbagliato77 ha detto:

    Se io fossi stato l’ausiliare di traffico in questione, al personaggio che ha fatto il video avrei dato 2 schiaffi e pure un calcio nel culo.
    Te l’ha detto mille volte che gli sono state date indicazioni da un suo superiore su come deve agire con chi lascia la macchina sulla pista ciclabile, lui sta solo svolgendo il suo lavoro.
    SMETTILA DI ROMPERGLI IL CAZZO E VAFFANCULO DA UN’ALTRA PARTE

  10. Globat ha detto:

    Qua stiamo sclerando!!! Ma che cazzo di risposte sono quelle dell’ausiliario?!

  11. lavoceromagnola ha detto:

    X Marco B.
    Fare una critica é un tuo diritto che spero tu possa sempre esercitare. Acetto senza problemi il tuo punto di vista é legittimo. Ho viluto solo completare l situazione accaduta.Il piccolo problema che però a me ha dato fastidio, ho voluto renderlo pubblica la mia critica. Non ci sto. Tutto qui
    Ciao

  12. lavoceromagnola ha detto:

    X tamb
    Debbo per forza andare a napoli a Risolvere problemi piu gravi? Ma criticare e renbdere pubblica un ingiustizia sebbene non gravissima non merita spazio, nn merita tempo? Ricorda che é il mio tempo e il mio spazio ela mia liberta di espressione, di critica, di satira nei confronti di un problema. Se avessero valore solo le denuncie gravissime…Mi spiace ma sei fuori strada, questa si chiama cittadinanza attiva…dimendicavo: e quelli che hanno preso la multa dall’ausiliario per non aver pagato il parhceggio? Cittadini di serie b? I cittadini ciclisti che vorrebbero avvalersi del diritto di utilizzare l’opera pubblica pagata da loro? Ah e vero c’é la mafia in sicilia questo nomn é un problema. Infine esercitare un diritto asancito dalla costituzione meriterebbe di far volare la telecamera e me? Sei cosi convinto che qualcuno potrebbe riuscirci? Provarci si ma riuscirci? Ti lascio perché ho il treno per napoli…devo fare una denunca piu importante. Grazie del consiglio

  13. Marco B. ha detto:

    @lavoceromagnola

    sappi che concordo a pieno con te per la video denuncia che hai fatto all’ausiliario del traffico che per lavorare 3 mesi(presumo)d’estate data la forte presenza di turisti sottostà  al volere del Sindaco … semmai é il Sindaco che deve rispondere di questo lassismo balneare, qualora ciò che é stato detto dall’ausiliare del traffico corrisponda al vero.
    NON era una critica la mia ma solo una osservazione sul modo che un cittadino immagino spazientito ha tenuto nei confronti di un pubblico ufficiale. Dove abito IO ho visto ben di peggio, auto della Polizia di Stato parcheggiate di traverso sulla preferenziale e l’autobus che non riusciva a passare con l’autista che strombazzava per richiamare l’attenzione dei poliziotti comodamente impegnati nel servizio di prendere il caffé/cappuccino con pasta dentro al bar-pasticceria di fronte. E conosco altri casi di persone amiche mie che ricevevano la multa per divieto di sosta(auto ferma sulla ciclabile)e un attimo dopo l’auto dei vigili urbani che parcheggiava sulla stessa ciclabile sempre intenti anch’essi alla missione improrogabile di prendere un caffé al bar. Il tutto documentato da FOTO e VIDEO del fatto e l’amministrazione comunale che informata di quanto successo faceva spallucce a confermava la multa al cittadino che NON ha santi in paradiso. Come vedi NON tutto il mondo é paese .. o forse per alcuni lo é più che per altri ..

  14. tamb ha detto:

    @chicca
    Io non ho affatto detto “dato che l’Italia va a mignotte,freghiamocene”.
    Ho solo inteso dire che in Italia ci sono tantissime cose oggettivamente importanti come nani che elargiscono miliardi a cammellieri ed ospedali che non hanno neppure 100mila euro a bilancio per acquistare acceleratori per radioterapia;ed invece si puntano le telecamere addosso ai poveri cristi che fanno solo quel che é stato detto loro di fare,sbattendoli su internet a fare le figure da pirla.
    Mi spiace,IMHO queste sono piazzate da anno domini 1968.
    Vogliamo parlare di rispetto delle regole?
    Ok parliamone allora.
    E’ stata firmata una liberatoria da parte dell’ausiliario nel quale egli permetteva la pubblicazione del video in cui é ritratto,oltretutto senza censure?
    Che l’autore si auto-quereli e si auto-intenti una causa per risarcimento danni a favore dell’ausiliario,il quale unico compito é stendere verbali,dato che per rispondere alle domande ci sono le sedi preposte*,fatto questo,avendo rispettato le “semplici regolette di educazione civica” allora sarà  in grado di pretendere rispetto delle regole da parte degli altri.

    *Signori,avanti non prendiamoci in giro,6 segnalazioni alle “autorità  competenti” ?
    Com’é che dalle mie parti come chiami il 112 corrono subito?
    Le FDO sono OBBLIGATE a prendere atto e verificare situazioni come queste,se non lo fanno chiamasi OMISSIONE DI ATTI D’UFFICIO,reato contemplato all’art.328 del codice penale.
    Che si vada li con la telecamera a evidenziare l’eventuale reato,altrimenti quello che si vede nel video é solo mettere in croce il prossimo,per il fatto che é magari più FACILE mettere sulla graticola un PincoPallino qualsiasi e sbattere il video su Youtube,anziché farlo con un agente di Polizia od un Carabiniere preparato e competente.

    Sorry,per me questa non é protesta,é solo autoesaltazione,e non sono fiero di vivere in un paese di allegri parcheggiatori e di urlatori-urliamo-solo-dove-non-si-rischia.
    A sto punto meglio fare come me e fare il giro con la bicicletta attorno alla macchina.

    P.S.
    Preciso che non risiedo a Napoli bensì in un comune del ricco nord-est.

  15. CHICCA ha detto:

    permetti caro tamb di essere in disaccordo con te?
    é vero in italia i problemi sono tanti e tanto grandi che iniziare a sbrogliare la matassa diventa difficile anche per un prestigiatore, ma la civiltà  di una nazione di un popolo si testa anche, e forse soprattutto, in episodi “banali” come questo.
    secondo il tuo modo di pensare ,siccome tutto va a puttane ,freghiamocene di essere abusivi nel quotidiano ed evitiamo di rispettare anche semplici regolette di educazione civica, tanto se vado a napoli e parcheggio secondo il codice della strada mi accoltellano…
    ma allora perché se vado in francia o in germania o in altri stati mi adeguo? sono incivile solo in italia o mi piace seguire il branco?
    senza rancore…quando verrò a Napoli viaggerò con mezzi pubblici

  16. tamb ha detto:

    Non ci sono cose più serie ed importanti verso le quali accanirsi in Italia?
    A cosa serve mettere in croce un povero cristo che viene mandato ad eseguire quanto gli é stato detto? A sfogarsi?
    Sei stato fortunato a trovare una persona ragionevole,fosse stato qualcun altro meno paziente,vedevi dove finivi te e la telecamera…
    Ma per favore,stiamo per andare a spendere 3 miliardi di euro per l’autostrada del cammelliere Gheddafi,ed i problemi sono questi?
    Bah!
    Con tutto il rispetto per chi ha pubblicato,questo lamentoso post mi pare uno schiaffo a tutti i cittadini italiani che vivono in zone amministrate da mafiosi et similia,dove anziché venire permesso il parcheggio per favorire il sostentamento dei negozi come in questo caso,vengono messe strisce e segnali in contrasto in modo da creare situazioni non definite in cui vengono buttate giù multe come se piovesse.
    Vuoi un consiglio,amico regista? Prendi la tua telecamera e vai a riprendere le vie dei quartieri spagnoli di Napoli,dove se parcheggi la macchina nelle linee predisposte puoi avere il privilegio di essere accoltellato e rapinato appena uscito dall’abitacolo 😐

  17. lavoceromagnola ha detto:

    Per Marco B.
    Risptto la tua opinione e la tua critica sui toni, ma quel video é il mio 7 intervento sul problema, gli altri sei soo stati fatti senza telecamera ed alle autorità  competenti come segnalazione. ignorate come puoi immaginare. allora al 7mo diciamo, la mia tenacia é venuta fuori. ma non volevo aggredire nessuno solo far sentire la mia voce.
    Per Ella
    Per dovere di cronaca il problema non sono le sigarette. lì essendoci la posta e una banca le auto parcheggiate sulla ciclabile….basterebbero poche strisce bianche a disco orario 15 minutirinunciando a quelle blu e la situazine in parte sarebbe risolta…ma il sindaco non vi vuole rinunciare e la gente per andare in posta non vuola pagareil parcheggio o parcheggiare a 50 metri.
    Grazie

  18. francesco ha detto:

    Completamente daccordo con quello che ha scritto Chicca.

  19. CHICCA ha detto:

    Ciao a tutti
    mi meraviglio della vostra meraviglia. in un paese alla rovescia l’unico che contravviene alle norme della legge é colui che si comporta rispettando le stesse
    Nel mondo alla rovescia l’arroganza e l’arbitrio, la furberia, la rivendicazione di diritti scritti da nessuna parte eppure pretesi, vincono sull’educazione; sull’incauta pretesa che le regole vengano rispettate; e stigmatizzano con arroganza l’ostinata violazione del tacito, rigoroso decalogo scritto con inchiostro simpatico, ma stampato indelebilmente nelle menti ottuse dei cretini. Il problema dei problemi é se a quei cretini si richiede – per funzione, per mandato e per uno strano paradossale equivoco – di garantire attraverso gli strumenti della cultura, della cittadinanza, delle regole la “rimozione degli ostacoli” e l’uguaglianza di tutti i cittadini. O se il popolo dà  mandato ad un governo che non ha nel suo DNA il rispetto di quei paradigmi imprescindibili. Il corto circuito che si produce quando ciò avviene é straordinario. Perché il luogo e gli agenti dell’inclusione e delle pari opportunità , dell’emancipazione e della crescita si trasformano nei più intransigenti negatori di quei principi. E il mondo va sempre più alla rovescia.

  20. Marco da Napoli ha detto:

    VIDEO IMPERDIBILE DI IERI

    LE FACCE DA FUNERALE DI BERLUSCA- EMILIO FEDE E GALLIANI A SAN SIRO
    http://www.youtube.com/watch?v=0n6NWORylIY

  21. Ella ha detto:

    L’ausiliario del traffico non ha tutti i torti quando afferma che non si puo’ multare una macchina il cui proprietario sta solo effettuando l’acquisto di “un pacchetto di sigarette”.

    Ecco perche’ altrove esistono delle aree per il parcheggio urbano appositamente demarcate con la dicitura “Zona sosta breve”, il che in genere significa 15 minuti. In queste aree, normalmente situate soltanto di fronte a banche o negozi tipo tabaccherie, uno che sosta deve lasciare il disco orario ben visibile sul parabrezza, e i frequenti controlli da parte degli ausiliari del traffico assicurano che la sosta non si protrae oltre i 15 minuti, pero’ se mai questo dovesse accadere, allora la multa va fatta ed e’ stata pienamente meritata.
    Un’altra cosa che non va bene e’ che le macchine sostino incolonnate col muso in direzioni differenti. Ma che si va pure contromano per parcheggiare illegalmente sulla pista ciclabile?

  22. marco valenti ha detto:

    Una volta sono stato in vacanza in olanda, e mentre passeggiavo guardando i palazzi e la città , distrattamente sono finito a camminare in una pista ciclabile.
    Non vi dico come mi ha urlato contro la gente che era in bici… E io ero a piedi, figuriamoci se avessi parcheggiato sopra. Mi avrebbero come minimo arrestato!
    Questo per farvi capire la differenza di applicazione della legge e il senso di civiltà  di quel paese in confronto al nostro!

  23. rent ha detto:

    Ho venduto il negozio,per le auto non potevo più uscire dalla porta. Conviene al comune questo atteggiamento di favorire il vizio e chi distrugge ? Era l’ultimo del centro storico e con le mie tasse hanno perso molti soldi. Continuate così comandanti del Titanic !!

  24. Claudio M. ha detto:

    Io invece sono daccordo con l’intervistatore.
    Se molti più italiani facessero come lui magari le leggi verrebbero “sentite” e rispettate.
    Ad esempio, i tedeschi, le leggi le rispettano e le fanno rispettare a chi non lo fa, senza porsi problemi.
    Per loro una legge é qualcosa da rispettare e basta, ed infatti funziona quasi tutto perfettamente.

    Per assurdo, provate in Germania a stare fermi su una scala mobile sulla sinistra bloccando così chi ha fretta… non credo proprio ci sia una legge che dica di non farlo ma per loro é così e se non lo fate vi rimproverano cortesemente…
    lì le piste ciclabili sono tantissime e MAI troverete un auto parcheggiata, nemmeno per 2 minuti, non 15!!!
    Son tedeschi, sono precisi, a volte esagerati, ma così la vita in comune funziona bene, senza dubbio!
    Senza regole puoi fare solo l’eremita.

    Se poi una legge é palesemente sbagliata é un altro discorso e per quello ci sono le opportune sedi.

  25. massimo p ha detto:

    “Ci vuole equilibrio, non si può essere sempre troppo fiscali, ma non si può nemmeno essere troppo permissivi! Bisogna ristabilire delle priorità  e capire quale siano delle infrazioni che creano problemi reali e quali no…”

    IL PUNTO STA QUI …CHI STABILISCE QUANDO SI E’ TROPPO PERMISSIVI E QUANDO NO ?!? L’ARBITRIO DEL SINGOLO ? LE REGOLE O CI SONO E SI RISPETTANO OPPURE SI STA NELL’ANARCHIA, FATEVI UN GIRETTO IN GERMANIA IN AUSTRIA IN SVIZZERA LI’ NON SI PONGONO IL PROBLEMA SARO’ “TROPPO PERMISSIVO O NO?” LI SE HAI COMMESSO UN INFRAZIONE NE PAGHI LE CONSEGUENZE VI PARE CHE PER QUESTO STI PAESI VADANO PEGGIO DEL NOSTRO?… A ME PARE DI NO?

  26. luca ha detto:

    Questa e’una cosa che mi fa’incazzare anche dalle mie parti.
    La gente se potesse entrerebbe in macchina anche nei negozi a costo di girare un’ora.L’assurdo e’ sopratutto davanti ai tabacchi edicole e simili.Qui’tutti stanno anche meno di un quarto d’ora ma ,logicamente,partito uno ne arriva un’altro .Risultato,le macchine ci saranno sempre in divieto di sosta.

  27. Stéphane ha detto:

    Benché non sia del tutto stupido essere un po’ più “rilassati” sulle multe quando si organizzano manifestazioni che attirano molte persone, questo non deve essere a discapito di altri cittadini come in questo caso: magari si può chiudere un occhio su chi parcheggia a meno di 5 metri dall’incrocio (in teoria non si potrebbe!) oppure anche se c’é un divieto di sosta, ma la dimensione della strada permette di parcheggiare senza arrecare problemi alla circolazione può essere abbuonato… Tuttavia lasciare impunito chi invade una corsia ciclistica oppure chi ostruisce il passaggio su un marciapiede é un’esagerazione!
    Ci vuole equilibrio, non si può essere sempre troppo fiscali, ma non si può nemmeno essere troppo permissivi! Bisogna ristabilire delle priorità  e capire quale siano delle infrazioni che creano problemi reali e quali no…

  28. Massimo ha detto:

    Io penso che in un paese con dei pastrocchi di legge come li abbimao noi, questa sia una cosa positiva se messa in relazione con la cosa negativa della perdota dei punti della patente se vai in bici. Vedi come va: per una cosa negativa ne abbiamo una che neutralizza lo sbilanciamento delle leggi fatte male. Se il sindaco può interpretare la legge come vuole, potrebbe creare delle situazioni più blande su certi argomenti per bilanciare meglio altre cazzate.
    Ade esempio: se un comune ha i T REX che fanno fuori tutti se passano col rosso, magari il sindaco può addolcire le multe per divieto di sosta: é una situazione che si atuobilancia. Ma non ci rendiamo conto che in questo paese non fuziona nulla e che dobbiamo arrangiarci come possiamo? In attesa di andare sul lastrico, aggiustiamo un pò le cose per il momento. In un paese in cui si può fare quello che si vuole, tanto vale farlo, se porta delle cose buone.

  29. giuseppe f ha detto:

    Sembra proprio che stiano cercando in tutti i modi di sfavorire l’utilizzo della bicicletta a favore di quello dell’automobile.
    Già , infatti la bicicletta non consuma petrolio,non inquina,non paga parcheggio,non paga assicurazione,non paga bollo e ti rende LIBERO!

  30. alina ha detto:

    Buongiorno a tutti.
    Non so a Gatteo a Mare ma, a Gallarate gli ausiliari del traffico si nascondono per non essere visti nei pressi del parcheggio dell’ospedale e poi, multano a più non posso gli automobilisti che non hanno regolato bene il disco orario o che sono in ritardo di qualche minuto ( si parte da 22 euro ). Cosa sarà  che determina tanta differenza di trattamento, il clima? Si dovrebbe essere più indulgenti con coloro che devono andare in ospedale piuttosto che con chi va comprare un pacchetto di sigarette parcheggiando per di più in divieto di sosta! Robe da matti!
    Complimenti all’intervistatore… é uno che non molla proprio la presa eh?
    PS: Gli ausiliari di Gallarate non si riescono a filmare perché sono troppo furtivi e veloci nel dileguarsi!

  31. Marco B. ha detto:

    Daniele,

    dì pure all’autore del video o chi te lo ha inviato che potrebbe stare anche un pò più calmino quando espone le sue ragioni, perché ragione ne ha da vendere e l’ausiliario del traffico NON é un GIUDICE che può arbitrariamente decidere se fare la multa o meno a chi posteggia anche solo un minuto sulla ciclabile, ma c’é modo e modo di rivolgersi ad un pubblico ufficiale. Se tutti aggredissimo così gli agenti per strada sai che rissa ne viene fuori ogni giorno. Piuttosto il sindaco di Gatteo a mare cosa ha da dire in proposito visto che é stato tirato in ballo dall’agente in mertito a questa “raccomandazione” fatta ai suoi opertatori dall’applicare le regole del codice della strada?! Strano che sia SEMPRE un politico a VIOLARE(e far violare)la legge … proprio una cosa insolita in ItAAAARRRRGGGGHHHia …

  32. Dzamir ha detto:

    Mi viene quasi da ridere pensando alla situazione molto più tragica che c’é a Palermo!
    http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2009/08/29/i-parcheggi-della-legalita-e-gli-sprechi/

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.