Lo strano comizio di Di Pietro a Matrix

Ieri sera Matrix su Canale 5 ha mandato in onda per intero il comizio di Antonio Di Pietro tenuto in una piazzetta di Padova l’altro giorno. E’ stata mezz’ora di fuoco, filata via tutta d’un fiato, con qualche inquadratura che ogni tanto indugiava sul volto serio e pietrificato del conduttore Alessio Vinci e talvolta a tutto schermo su una sedia vuota, con a fianco il logo Italia dei Valori.

Non potevo credere ai miei occhi e alle mie orecchie! Vedere Di Pietro su Canale 5 urlare al governo fascista, piduista e xenofobo, dare dettagli sulla sentenza Mills e lanciare strali contro ogni provvedimento governativo.

Poi pensandoci un po’ su e mi é venuto in mente che proprio ieri i giornali hanno dato notizia della sentenza che impone il reintegro di Enrico Mentana a Mediaset. Sì, l’ex conduttore proprio di Matrix, che pare abbia gettato la spugna dopo 17 anni di attività  perché voleva portare in trasmissione Di Pietro. Lo stesso al quale Alessio Vinci, a fine comizio,  ha lanciato uno sconsolato invito come a voler far intendere che l’ex pm abbia dato bidone alla sua ospitata.

Mentre scrivo non so nulla di più ma continuo a chiedermi cosa ci sia stato dietro la decisione di mandare a manetta un comizio intero di Di Pietro al pubblico berlusconizzato di Matrix, nonostante il programma stia dando spazio alle elezioni europee.
Mossa di difesa che vanifica le motivazioni intentate da Mentana per il suo reintegro al ruolo di conduttore?
Mossa politica di pura par condicio obbligatoria per la campagna elettorale? Ma allora che senso avrebbe averla sempre violata in passato?
Oppure é stata una mossa di rivolta interna aziendale e di sfida all’editore presidente del consiglio editore?
Una volta tanto, anch’io navigo al buio.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

41 Commenti a “Lo strano comizio di Di Pietro a Matrix”

  1. rtz ha detto:

    Mossa di rivolta interna aziendale e di sfida all’editore presidente del consiglio editore.

  2. Gioacchino ha detto:

    Frank, quanto ci hai messo a scrivere quella paginata di roba? E poi dici agli altri che hanno tempo da buttare…

  3. CHICCA ha detto:

    frank hai scelto questo blog per fare outing e noi te lo lasciamo fare ma uno psicanalista bravo..????? no???

  4. Publio Valerio Publicola ha detto:

    @ patti
    quando l’italia farà  bancarotta, ringrazierai l’europa.
    Il nazionalismo é una ideologia da trogloditi, anzi una vera e propria idiozia. Quale nazionalismo in italia, che se non c’erano gli stranieri ancora stavamo con il nord che diceva “terrun” al sud..
    Il concetto ddi nazione scomparirà  primo o poi, é una fesseria.

  5. patty ha detto:

    tutte belle parole quando devono accaparrarsi la poltrona a 35 mila euro al mese. l’europa non esiste sulla carta. ancora non é stata ratificata la sua costituzione.
    abbasso l’europa perché non ci é di aiuto.
    viva il nazionalismo…

  6. Alex ha detto:

    Daniele ma che fai linki fiamma tricolore e forza nuova ??? Potevi risparmiartelo

  7. freeman ha detto:

    tonino é un famoso comunista e questo blog é ovviamente comunista… 🙂

  8. anto ha detto:

    doctor i am…dopo aver letto frank,anche io ho pensato la stessa cosa ahahahah!!!!!!

  9. doctor I am ha detto:

    frank ho la certezza che il tuo sia uno scritto autobiografico al 100/%

  10. Frank ha detto:

    Certo che voi ne avete di tempo da buttare. E dite che i lobotomizzati siano gli altri… Fate chiacchiere in libertà  e spaccate il capello in sedici. Ma ce l’avete una vita…vera??
    Perché fanno così, perché non fanno colà , teorie su complotti che si scontrano fra loro, dubbi amletici ed esistenziali, Di Pietro appare a canale 5 e questi non ci dormono la notte..perché…perché…perché????
    E basta!!! E fatevi na vita, uscite, trovatevi una ragazza/o, fate qualcosa di utile della vostra misera esistenza.
    E quelli di canale 5 non chiamano Di Pietro…giù lenzuolate di articoili, migliaia di blog critici, insulti a ruota libera e attentati alla democrazia…e quelli poi mandano il comizio…e allora si scatenano le menti, tu che ne pensi? Tu che dici? Chiamo coso e domando a lui che ha letto tanti libri! Io intanto mi metto su google e faccio una ricerca…poi vedo sui blog…poi domando alla mamma, insomma sta cosa la dobbiamo risolvere.
    Gentili tipi strani e strambi, fate pena e fate ridere, l’Italia cerca di andare avanti comunque mentre voi restate al palo, immersi nelle vostre esistenze frustrate.
    Non equivocate…per me potete votare chiunque, anche Di Pietro, contenti voi. La cosa che mi domando é cosa farete il giorno in cui pd o idv o entrambi vinceranno le elezioni. Ci godo a rovinarvi la sorpresa, quindi ve lo dico: non cambierà  nulla della vostra esistenza. Idem il giorno in cui morirà  Berlusconi. Berlusconi serve più a voi che a me ed a quelli di destra, per me é il capo della maggioranza in quanto capo del partito con più voti, ma per voi cos’é??
    Senza di lui non avreste una ragione per vivere, senza di lui non avreste l’illusione di partecipare a qualcosa d’importante, se non ci fosse lui a focalizzare il vostro odio e le vostre frustrazioni dovreste tornare a rivolgerle verso voi stessi, senza di lui sareste costretti ad ammettere che quelli per cui votate non sono migliori, oggi credete che Berlusconi prenda in giro noi, ma domandi dovrete affrontare la dura realtà , ovvero che tonino o chi per esso vi ha preso per mano e docilmente vi ha condotto dove voleva lui. Vi hanno dato un nemico su cui sfogarvi e voi da bravi, senza pensare, vi ci siete applicati con passione. In fondo perché porsi dei dubbi, sarebbe troppo complicato, in fondo voi volete solo delle facili certezze, tranquille e pacifiche certezze, il mondo é bianco o nero, mettetevi il paraocchi e giù a testa bassa.
    Ci godo perché neanche capite la pena che fate, ci godo perché siete gli stessi che nel passato non ci hanno capito un cacchio, siete gli stessi che dopo hanno dovuto ammettere, dopo 30 e passa anni, che avevano sbagliato…che li avevano fregati, che li hanno usati come carne da macello e cervelli all’ammasso per meri e inconfessabili scopi politici.
    Bravi, avanti così. Crederete anche voi senza avere il minimo dubbio a tutto ciò che vi diranno, proprio come quelli a cui raccontavano che il muro di berlino servisse per impedire agli occidentali di venire nel benessere comunista o che l’esercito russo andasse a praga o a budapest per riportare la libertà …bah, vite sprecate, che pena che fate.

  11. Andrea ha detto:

    Sarebbe assurdo pensare che sia stato fatto per garantire all’IDV i voti del PD, meno parlamentari ha Di Pietro e piu’ facile la vita e’ per Berlusconi visto che sia il PD che l’UDC fanno solo finta di fare opposizione… non so perche’ l’abbiano fatto ma una cosa e’ certa, c’e’ qualcosa sotto e lo scopriremo presto…

  12. Max ha detto:

    Credo che sia una operazione scientificamente progettata per compattare l’elettorato di destra su Berlusconi e il PDL.
    Di Pietro critica il premier con toni aspri e atteggiamenti estremi (e non potrebbe fare altrimenti, vista l’enormità  dei fatti che denuncia). Ma ciò che dice é così lontano ed estraneo al mondo dorato e fatato che viene raffigurato nei programmi di Mediaset e nei proclami del suo editore che la reazione del telespettatore tipo può essere solo di rifiuto, un pensiero come “Di Pietro sta dicendo sicuramente delle cose false, non é possibile che tutto questo sia vero”.
    Da qui segue la deduzione logica: se l’opposizione é così, e dice certe enormità  per farsi eleggere, voterò con ancora più convinzione Berlusconi e salverò il mondo dorato che mi ha fatto vedere finora. Il dubbio non li sfiorerà  nemmeno.

  13. andrea ha detto:

    IACCHETTI ,ALLA FIAMMA TRICOLORE?….E IL GABIBBO A RIFONDAZIONE?

  14. F. Masciullo ha detto:

    Non capisco neanche perché Lombardo ha fatto saltare tutto da un giorno all’altro. L’appoggio si fondava sul fatto che “dovevano mandare i soldi” (macro voto di scambio)… invece sono stati tagliati? Pensavano che si accontentavano della poltroncina e degli appalti in ogniddove?…

  15. Ella ha detto:

    In effetti si fa presto a pensare: “Ecco, ora anche Di Pietro si e’ messo con Berlusconi.”

    Pero’ poi magari la gente che l’ha visto in TV lo vota, fosse anche per sbaglio (credendo di fare un favore a Mr. B.)

  16. agromon ha detto:

    concordo con anto, da osservazioni quotidiane, l’elettore di destra che guarda mediaset potrebbe anche votare pd (se esasperato) o partiti alternativi di centro o destra, ma mai dipietro. per cui l’operazione :
    -aiuta a pagare dazio alla par condicio (solo per riservarsi ulteriori spazi televisivi di autocompensazione in seguito)
    -irrigidisce elettore di destra sulle proprie posizioni
    -può far propendere per dipietro un elettore di partiti di opposizione.
    ovviamente é un semplice parere e la verità  e che non lo sapremo mai.

    ps- Daniele , partecipi al giornale “il fatto”? se si mi farebbe piacere.

  17. stanco mavoglio ha detto:

    visto pure io l’intervento, non credevo alle mie orecchie.
    ci tenevano a ribadire con testo in sovraimpressione il RIFIUTO di Di Pietro a presentarsi in studio ma hanno mandato io onda quel po po’ d’intervento….

    che dire …sembrava di stare su Rai3

  18. anto ha detto:

    forse perché c’é la volontà  di far passare voti dal pd all’idv…in quanto elettoralmente conterà  la distanza tra pdl e pd..!!

  19. Mukunda ha detto:

    Ciao Daniele
    Ti faccio presente che anche stasera é successo qualcosa di strano….
    Se visioni il sito di Beppe Grillo c’é un filmato del 27/05/82009 intitolato: “Lettera Elettorale di Berlusconi” in pratica questo video é tratto dal film “Gli Intoccabili”, e alla faccia di Al Capone viene sovrapposta al faccia di Berlusconi…. guarda caso questa sera Rete 4 ha trasmesso il film Gli Intoccabili.
    Non é strano ?

  20. POLDO ha detto:

    Naaaaaa, Daniele, naaaaaaa! Da uomo mediatico non mi puoi cascare su questi giochetti.

    Vabbé, io sono diffidente a prescindere ma che Canale 5, la rete ammiraglia del “Fedele” Confalonieri si faccia un autogol non solo é impossibile ma praticamente improbabile.

    In campagna elettorale si fa di tuuto pur di raccimolare voti, soprattutto con le magie del tubo catodico (o del pannello LCD per i più smaliziati) si può far credere quello che non é.

    Quindi direi che Chicca ha detto il giusto.

    In tutto questo c’é un solo ed unico aspetto, che anche giocando con i media comunque traspare, l’avversario politico che attualmente Berlusconi teme non é ne il PD ne Franceschini ma bensì Antonio Di Pietro.

    La sua genuinità , franchezza e a volta anche goffagine nelle esternazioni lo sta portando sempre più in luce. L’uomo dei “che c’azzecca!” risulta più vicino alla realtà  e ai problemi dei cittadini di quanto non lo sia Berlusconi con tutti i suoi proclami, campagne e falsità  quotidiane.
    La paura di avere un reale antagonista politico che possa rovinargli la festa italiana terrorizza Berlusconi, mandare a monte il suo piano perfetto per diventare il nuovo Re d’Italia, l’uomo simbolo nella storia dell’Italia moderna lo fa sudare freddo.

    Di quì si spiega tutto l’affanno e l’impegno mediatico da parte dell’entourage di Berlusconi per screditare Di Pietro agli occhi del pubblico e cercare il più possibile di limitare i danni.

    Se anche il PD vuole relamente contrastare Berlusconi deve fare come i mastini, non mollare la presa, ma soprattutto realizzare prima di dire e non viceversa. Mai come adesso servono fatti veri e non parole per batter un ciarlatano come Berlusconi.

  21. R ha detto:

    Mah.. a me sembra che lo facciano proprio per tornaconto, altroché!!
    Cioé, lo lasciano parlare perché tanto il “pubblico” é ormai lobotomizzato e prova ribrezzo alla sua sola presenza, quindi non spostano proprio nessun voto, e allo stesso tempo possono gridare al pluralismo..
    Almeno a me sembra così, poi non so..

  22. Ping ha detto:

    secondo me hanno fatto vedere il comizio lasciando immaginare che Di Pietro parla solo per comizi ma si guarda bene dall’andare in trasmissione dove un “giornalista” potrebbe controbattere. In questo modo possono spacciarsi che fanno informazione vera, intanto danno un’immagine falsata dell’avversario…

  23. Francesco Creta ha detto:

    VI VOGLIO SOTTOPORRE QUESTO MIO RAGIONAMENTO:
    Dice Veronica “mio marito e’ malato”. Ma cos’ha veramente Silvio Berlusconi? Leggendo in giro si trova, tra le patologie psichiatriche, il DISTURBO NARCISISTICO DI PERSONALITA’ caratterizzato da una particolare percezione di sé del soggetto definita “Sé grandioso”.

    La diagnosi richiede che almeno cinque dei seguenti sintomi siano presenti:
    -Senso grandioso del sé ovvero senso esagerato della propria importanza;
    -àˆ occupato/a da fantasie di successo illimitato, di potere, effetto sugli altri, bellezza, o di amore ideale;
    -Crede di essere “speciale” e unico/a, e di poter essere capito/a solo da persone speciali;
    -Desidera o richiede un’ammirazione eccessiva rispetto al normale o al suo reale valore;
    -Ha un forte sentimento di propri diritti e facoltà , é irrealisticamente convinto che altri individui/situazioni debbano soddisfare le sue aspettative;
    -Approfitta degli altri per raggiungere i propri scopi, e non ne prova rimorso
    -Prova spesso invidia ed é generalmente convinto che altri provino invidia per lui/lei
    -Modalità  affettiva di tipo predatorio (rapporti di forza sbilanciati, con scarso impegno personale, desidera ricevere più di quello che dà , che altri siano affettivamente coinvolti più di quanto lui/lei lo é)
    (da wikipedia)

    A me sembra che il profilo psicologico corrisponda PERFETTAMENTE al disturbo narcisistico della personalita’. Oltretutto cio’ spiegherebbe, meglio della tesi del fantasioso complotto politico-giudiziario, il perche’ delle furibonde reazioni di Berlusconi verso le sentenze (giudizi) dei magistrati o verso qualsiasi critica. Insomma i comportamenti di Berlusconi che ci indignano, umiliano, offendono da anni potrebbero essere semplicemente sintomi di un grave disturbo psichiatrico. Ricordo un intervento, anni fa, in una trasmissione di Lerner, uno psichiatra che, allarmatissimo, diceva le stesse cose. Possibile che nessun medico se ne sia accorto? Voi che ne dite?

  24. Andrea Poulain ha detto:

    probabilmente per subissarlo di critiche penso no?
    non ho visto la trasmissione ..
    oppure vinci nelle prossime ore darà  le dimissioni hahaha

  25. kooiee ha detto:

    Perché non si é invitato o perché l’idv non ha accettato l’invito?
    Io non l’ho visto ma se Daniele é rimasto stranito allora rimango stranito pure io.

  26. parodia ha detto:

    Ciao Daniele … ho visto pure io Matrix ieri sera e mi sono posto le tue stesse domande …. se Vinci verà  prossimamente licenziato avrà  vinto la teoria della rivolta interna !!
    ps : mi sono pure intravisto nel comizio ero li presente …. che bella giornata che é stata ! 🙂

  27. alessandra ha detto:

    andate sul sito di Marco Travaglio e partecipiamo tutti alla realizzazione di un nuovo giornale indipendente che non viene finanziato da partiti politici o lobbies. Diretto da Antonio Padellaro(ex-direttore dell’Unità ) con la partecipazione di “penne indipendenti”.
    Passa parola
    Ciao a tutti
    Alessandra

  28. Gianni ha detto:

    Mi aspettavo di poter vedere Di Pietro nel video… Vabbé prima o poi si troverà  in rete… spero!

  29. Chiariello Savino ha detto:

    Daniele, non vorrai credere alla panzana della cacciata di Mentana per via di un invito a DiPietro…

  30. diego80 ha detto:

    chicca c’ha preso in pieno..

    ricordiamoci che dietro queste scelte televisive ci sono decine e decine di persone che analizzano se mandare o no certe filmati comodi a chi sappiamo..

    questa trasmissione e’ stata impostata per far credere ai telespettatori che di pietro e’ tale e quale e berlusconi che quindi ,dice bene ma razzola male.

    Ovviamente la cosa e’ stata impostata ad arte…facendo sembrare quello che non e’..

  31. CHICCA ha detto:

    Daniele mi veraviglio tu non l’abbia capito….si cerca di screditare il più temuto dandogli spazio per far credere che Di Pietro sia un grande bluff. Uno che con la sua sola presenza da forza all’avversario comportandosi in modo uguale e contrario. Il messaggio che si vuol far passare é che sia l’uno l’immagine speculare dell’altro: i toni accesi, il nome a capolista in tutte le circoscrizioni ,don Camillo e Peppone, la guardia e il ladro, insomma due facce della stessa medaglia.Cerchiamo di non cadere nella trappola almeno noi che stiamo mettendo con Di Pietro sul tavolo verde le nostre ultime fiches in una partita dove il baro si é palesato da tempo

  32. a s ha detto:

    Anch’io sono rimasto senza parole nel vedere un monologo di DiPietro di oltre 20minuti. NON ci credevo, almeno non a mediaset.
    GLi obiettivi possono essere 2:
    – far credere che Mentana non é stato cacciato per colpa dell’intervista a DiPietro
    – far vedere che non c’é nessun regime e vige la libera informazione.

    p.s. C’é da dire che l’ora e lo share erano minimi, quando non in grado di provocare ripercussioni elettorali consistenti.

  33. gaia ha detto:

    .. un altro “mistero italiano”!

  34. freeman ha detto:

    fanno finta di essere pluralisti, in un programma notturno che guardano in pochi e che io non guardo mai.

  35. trarco mavaglio ha detto:

    Brusca al processo MORI: “Riina mi disse il nome del terminale politico della trattativa Stato-Mafia del 1992” .

    Sentite l’audio: http://www.youtube.com/watch?v=bIRgRv2lBbk#

    Dichiarazioni scottanti del collaboratore di giustizia Giovanni Brusca:
    “Riina mi disse il nome delluomo delle istituzioni con il quale venne avviata, attraverso uomini delle forze dellordine, la trattativa con Cosa nostra. […].
    Brusca racconta che tra la strage di Falcone e quella di Borsellino «persone dello Stato o delle istituzioni» si erano «fatti sotto» con Riina, il quale aveva loro consegnato un «papello» di richieste per mettere fine agli attentati. Per la prima volta in un pubblico dibattimento, Brusca afferma di aver saputo da Riina il nome della persona a cui era rivolta la trattativa. Ma, quando il pm Nino Di Matteo gli chiede di farlo davanti ai giudici quel nome, Brusca si ferma e dice: «Mi avvalgo della facoltà  di non rispondere, perché su questa vicenda vi sono indagini in corso e non posso rivelare nulla»
    FONTE: http://www.agoravox.it/Lo-stato-tratto-con-la-mafia.html

  36. Roberto G. ha detto:

    Evidentemente il sistema non percepisce Di Pietro come un gran pericolo.

    Sembra non essere così con la lista anticapitalista capitanata da Ferrero,Diliberto e Salvi

    http://www.paoloferrero.it/?p=1441#comments

  37. cica ha detto:

    Quando la nave affonda…i topi sono i primi a darsela a gambe.
    Grande Daniele.

  38. Francesco Creta ha detto:

    Thank you, good night and see you soon. Ma chi e’ questo Vinci, Truman Burbank del Truman Show?

  39. Alberto M ha detto:

    Una sedia vuota? Chi avrebbe dovuto trovarvi posto? àˆ sorto qualche contrattempo? Qualche imprevisto?

    Per il resto concordo con andrea e Marco B.: magari semplicemente volevano dare una finta immagine di ‘pluralismo’, magari per dire ‘visto che non c’é il regime mediatico’?

    Se posso permettermi, questo post non mi ha affatto colpito… Qualche stranezza, qualche dubbio, e qualche impressione…

  40. Marco B. ha detto:

    postato sul blog di Di Pietro:

    https://www.danielemartinelli.it/2009/05/28/lo-strano-comizio-di-di-pietro-a-matrix/#comments

    anche Daniele Martinelli stà  entrando in confusione più totale, come se NON sapesse che in casa del nano piduista NULLA avviene per caso(o nel rispetto della legge). Qui finisce che l’informazione(la poca ancora esistente)finirà  con lo spegnersi nel gossip e nella censura(da calunnia)così come voluto dal piano di rinascita democratica di L. Gelli, il maestro del piduista presidente del consiglio …

  41. andrea ha detto:

    Ciao Daniele,
    anch’io sono rimasto sbalordito. Anche se non credo che il motivo sia una rivolta interna. Proprio non riesco a capire, di per se é una bellissima cosa, ma senza dubbio qualcosa c’é dietro. E’ sempre così, anche nelle cose che sembrano buone, se fatte da loro, devono avere il loro tornaconto!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.