Il travaglio degli antipolitici

marco-travaglio-1.jpg

L’antipolitica si occupa di processare Marco Travaglio che non piace al direttore politico Rai Cappon perché durante i suoi interventi in Annozero di Michele Santoro é troppo diretto chiaro, esplicito, inattaccabile e quindi non conforme al ruolo che dovrebbe avere il contradditorio.
Siccome le sue parole potrebbero disturbare le opinioni é strano constatare che mai nessun ospite che gremisce lo studio di Santoro abbia mai obiettato nulla di ciò che finora Travaglio ha detto.
Quindi sono gatte da pelare per Cappon dover ingaggiare a tutti i costi un contradditorio davanti ai fatti! Sfido chiunque della casta di colleghi foraggiati da Berlusconi mettere in dubbio le sue leggi vergogna il suo ruolo nella loggia p2 di Licio Gelli e altre vicende elencate qui.
C’é qualcuno pronto a smentire Travaglio mentre snocciola come un fiume in piena nomi e cognomi di politici incompatibili, incoerenti, affaristi, mafiosi, massoni, intercettati e bugiardi rispettando le regole del diritto di cronaca e di critica senza dire falsità ?
No e allora al cda di politici Rai non resta altro che chiamare a rapporto l’imputato Michele Santoro per intimargli la “correzione del tiro” al giornalista torinese.
Insomma non si vuole che Travaglio vada a ricordare le vicende che hanno portato Berlusconi a diventare ciò che é: impunito per il patto mafioso con Gelli nel piano di rinascita, impunito per aver fatto razzìa di frequenze tv con l’aiuto di Bottino Craxi, impunito per aver rubato la Mondadori, impunito grazie alle sue leggi truffa che hanno accorciato la vita dei processi e azzoppato l’attività  dei magistrati tanto per ricordare qualcosa.
Certo, il governo Prodi non ha fatto nulla per togliere quelle vergognose leggi, tant’é che lo stesso premier ha attaccato Santoro per aver ospitato in tv due magistrati impegnati in indagini serie come Clementina Forleo e Luigi De Magistris, segno che anche lui si dev’essere rincitrullito nel perbenismo imperante dei varietà  televisivi pettegoli a tutte le ore del giorno e della notte che hanno affossato il contatto con la realtà  di tutti i giorni.
Ecco che allora gli suona stonato sentire anche un giornalista come Marco Travaglio svolgere in tv con dignità  e chiarezza disarmanti la sua professione.
Purtroppo Travaglio é uno dei pochi giornalisti rimasti in Italia che parla con cognizione di causa basandosi solo sui fatti. Che poi abbia il vezzo della politica dell’etica e della cronaca giudiziaria é solo un suo fortunato dettaglio, ovviamente scomodo a Berlusconi e ai suoi clan bipartisan.
Travaglio usa a pieno titolo il suo ruolo per dire ciò che dovrebbero raccontare tutti i colleghi ma che così non fanno più perché la domenica vanno in barca col loro editore o col loro politico di quota.
Tra di loro ci sono quelli che fanno del contradditorio a tutti i costi la loro missione di contraddetti: talentuosi romanzieri come Bruno Vespa, Giuliano Ferrara Vittorio Feltri o Giampiero Mughini tanto per citare qualcuno, altro non sono che scribacchini piegati a un partito preso che si prostituiscono a suon di falsità , calunnie o dribblando gli argomenti per parlar d’altro.
E allora ben venga un po’ di satira a base di finte lettere del verissimo Licio Gelli a due verissimi massoni tesserati e dichiarati come Silvio Berlusconi e Clemente Mastella.
Il problema é che in Italia la satira é vietata perché é nuda verità  e Travaglio é tra coloro che con le sue notizie aiuta ad aumentare il “dolore di parto” dell’antipolitica e dei suoi mali incurabili.
Propongo stralcio di puntata di oggi dedicata all’argomento.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

3 Commenti a “Il travaglio degli antipolitici”

  1. Emanuele ha detto:

    Complimenti, semplicemente complimenti!
    E.

  2. Michael Johnson ha detto:

    Ciao Daniele,

    ho scoperto il tuo blog vedendo dei filmati del tuo programma su YouTube. Straordinario… sei uno dei pochi giornalisti che sanno ancora fare il proprio mestiere. Credo che frequenterò questo sito assiduamente in futuro.

    Su che canale va in onda il tuo programma?

    Saluti

  3. daniele ferrara ha detto:

    ciao,
    sono daniele, ottimo blog.
    Volevo farti 2 domande:
    _cosa ne pensi di piero ricca? lo conosci?
    _su che canale va in onda la tua trasmissione?
    a quanto pare non hai paura di parlare di cose VERE, continua cosi’!
    cordiali saluti
    -daniele-

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.