Pd: Bindi Bondi buuu

All’indomani delle primarie sul partito democratico voglio fare qualche riflessione sperando di essere smentito.
Per prima cosa queste votazioni sono state un flop perché se consideriamo che fra quei 3 milioni di votanti paganti c’é stata una quota di 16enni 17enni e neo 18enni senza esperienza politica, significa che chi si é recato alle urne é sostanzialmente un simpatizzante di Fassino o della Bindi, magari con la tessera Ds o Margherita in tasca e quindi di scarsa conoscenza politica.
Ma soprattutto dovrebbe preoccupare il fatto che dei quasi 10 milioni di elettori che nel 2006 misero la crocetta su Ds e Margherita ha condiviso il partito democratico la quinta parte. Gli altri 8 milioni di elettori hanno già  dato la loro pedata nel sedere sia a Fassino che a Rutelli e Veltroni! Sono elettori disorientati, allo sbando che non hanno più fiducia in questa pseudosinistra alla VELTRUSCONI.
Secondo: giornali e tv che hanno sponsorizzato come tam tam l’avvicinamento di queste primarie, hanno fallito l’intento di coinvolgere i grandi numeri ma hanno centrato l’obiettivo di far vincere il leader designato Walter Veltroni, messo a confronto con candidati morti già  prima di nascere, segno che quell’elettorato non trae informazioni da internet ma solo dai media generalisti.
Mario Adinolfi con la sua mole da lottatore di sumo e con la barba sfatta incarna un prototipo di persona pigra e viziata, ossia anni luce dall’entusiasmo e dalla vitalità  che un giovane dovrebbe trasmettere. Di Letta politicante sfido chiunque a ricordare una sua dichiarazione che abbia lasciato il segno. Rosy Bindi dopo 30 anni di attività  politica é riiuscita a diventare ministro della famiglia senza famiglia. Nessuno di questi politici ha mai urlato allo scandalo delle leggi vergogna di Silvio Berlusconi!
Terzo: Non dimentichiamo che escludere il ministro Di Pietro dalla candidatura con la scusa che avrebbe dovuto sciogliere in anticipo l’Italia dei Valori lasciando invece intatti Ds e Margherita ha contribuito a far perdere credibilità  al progetto “democratico” che di democratico non ha nulla.
Quarto: non era questo il momento di fondare un nuovo partito con le solite facce! Il progetto sarebbe stato più credibile e democratico se avessimo visto giovani nuovi con equa esposizione mediatica di Veltroni, magari dopo che il governo Prodi poteva aver guadagnato consensi cancellando tutte le leggi vergogna del piduista Berlusconi e dopo aver attuato gramparte del programma promesso in campagna elettorale. Purtroppo invece in un anno e mezzo il governo Prodi non ha cambiato niente di importante, a cominciare da una seria legge sul conflitto d’interessi, anzi, le cose stanno addirittura peggiorando (non dimentichiamo l’imminente discussione della legge porcata di Clemente Mastella che cancellerà  la cronaca giudiziaria).
Quinto: a controbilanciare le recite di Forza Italia di Bondi che grida ai giornali “numeri gonfiati” ci sono i tg Mediaset di Silvio che dopo aver amplificato per mesi tutte le scemenze dette da Veltroni, ieri sera hanno aperto con i dati sull’affluenza alle urne alludendo a “code” e a “folla” di gente.
Il giochetto é fatto: prevedo che nell’arco di poco tempo con qualche scusa Veltroni troverà  un inciucio proprio con lui: Silvio Berlusconi. E’ sempre stato così. Ricordate quando Bossi negli anni ’90 nei comizi urlava di voler far piazza pulita di piduisti e mafiosi? Infatti di lì a poco finì per lasciarsi comprare proprio da tessera 1816.
Morale: in 30 anni di attività , o meglio, di passività  politica qualcuno ricorda qualche decreto o posizione forte di Veltroni per contrastare la mafia di Berlusconi? Ha mai parlato di leggi vergogna? Di inciuci? Di loggia P2? Di Europa7? A Roma si gira più sicuri che a Milano? E la Bindi? E Fassino? E D’Alema? E Ciriaco?
Insomma il partito democratico cosa sarà  se non un pilastro vagamente di sinistra che dovrà  sostenere l’arco delle recite di destra per blindarsi nei palazzi?
Alla Bindi e al Bondi i miei più sentiti buuu.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Un Commento a “Pd: Bindi Bondi buuu”

  1. Andrea75 ha detto:

    Me l’ero immaginato che qualcosa non andava. Grazie per la dritta che ci hai dato. Saluti. Andrea75

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.