Posts Tagged ‘internet’

Soldi ai giornali, cappi agli esodati

Gli esodati muoiono impiccati, i giovani crepano da precari senza aiuti economici che li avviino all’imprenditoria, i pensionati da 400 euro spacciano droga per arrotondare. Invece, i giornali di carta continueranno a ricevere i contributi di Stato fino almeno al 2014, anche se nonostante gli aiuti, chiudono i battenti com’è accaduto in questi giorni per […]

Condividi!

Un 2011 rotto

Con questo 31 dicembre va in pensione un anno assai intenso di avvenimenti e stravolgimenti sociali. Ricorderemo il 2011 per esserci avvicinati ai primi effetti della crisi economica su vasta scala, per lo tsunami del Giappone, per la fine del Berlusconi politico e dei partiti, per tanti altri fatti, tra cui la morte di Giorgio […]

Condividi!

Censura alla rete: D’Alia ci riprova

Ieri il Senato ha approvato il pacchetto sicurezza (D.d..L. 733) che contiene un emendamento del senatore Gianpiero D’Alia (UDC) all’articolo 50-bis dal titolo “Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”; nei prossimi giorni Il testo approderà alla Camera come articolo 60. In sostanza il cittadino che inviterà attraverso un […]

Condividi!

Lobby in crisi, consapevolezza in salute

La crisi economica globale che avvia alla recessione sia gli Usa che l’Europa scatena (finalmente) sui giornali previsioni e considerazioni più realistiche sugli effetti che le differenze di ceto provocheranno, prendendo spunto dai disordini in corso in Inghilterra dove migliaia di giovani senza lavoro e senza futuro hanno scatenato rivolte urbane con saccheggi di negozi […]

Condividi!

La notte della Rete

Condividi!

Preso Assange, liberi Bin Laden e Frattini

”Era ora, l’accerchiamento internazionale per fortuna ha avuto successo”. Così il ministro Frattini si felicita per l’arresto di Julian Assange, il fondatore di Wikileaks. ”Assange ha fatto del male alle relazioni diplomatiche internazionali e mi auguro che sia interrogato e processato come le leggi stabiliscono”, ha aggiunto il ministro del presidente del consiglio finanziatore dei […]

Condividi!

Voto di scambio anche in Lombardia

E’ curioso che Julian Assange sia diventato il “terrorista” più ricercato al mondo dopo Bin Laden solo perché utilizza la rete per diffondere documenti che smascherano la colossale ipocrisia dei rapporti diplomatici tra gli Stati. Colpevole di invitare democraticamente Hillary Clinton a “dimettersi se sarà  dimostrato che ha dato istruzione ai suoi diplomatici di spiare […]

Condividi!

Il Pdl é un reato, non Wikileaks

Il mondo attende con ansia che Wikileaks pubblichi i 3 milioni di pagine con tanti segreti e segretucci tra Stati. Mentre leggete queste righe i documenti potrebbero essere già  online. La notizia preoccupa persino gli Usa, ma in Italia siamo alla farsa. La banda berluscoide teme per quello che potrà  venire a galla sui rapporti tra […]

Condividi!