L’abusivo che censura il libero

Questo video non é più disponibile a causa di un reclamo di violazione del copyright da parte di Mediaset.” Il video in questione si intitola Ignobile Emilio Fede vs Santoro Tg4 15 aprile 2009 caricato su Youtube dall’utente Controiena che é il canale del mio collaboratore Luca. Il video, che in un anno e mezzo aveva accumulato oltre 4 mila click, durava 4 minuti e conteneva un pezzo di Tg4 in cui Fede sputtanava Santoro e Annozero. Non ricordo i dettagli del video perché credo di averlo visto molto tempo fa, ma non so cosa abbia indotto Mediaset ad imporre a Youtube di rimuovere la visione “solo in alcuni Paesi” tra cui ovviamente l’Italia di un video prodotto da un canale abusivo come Rete4. E’ strano anche ipotizzare che la decisione derivi da una discutibile interpretazione della legge sulla stampa che concede l’utilizzo di spezzoni di filmati prodotti da altri per un massimo di 3 minuti nei propri palinsesti. Che il quarto minuto di troppo abbia indotto Mediaset ad intimare a Youtube l’oscuramento del video equiparandolo a una tivù? Non lo so. So solo che la rete é libertà  fintanto che i gestori dei grandi network, che uomini sempre sono, non cedono ai ricatti e alle intimazioni di chi dietro a diritti di copyright reclama la censura. Mi risulta che Striscia la notizia e molti altri programmi Mediaset si avvalgano di Youtube e della rete in generale per proporre sui loro canali spezzoni di filmati di tanti e spesso ignari utenti di Youtube. Lo hanno fatto anche con i miei. In quel caso loro non hanno violato nessun copyright? Spero che l’argomento possa essere tema di discussione al “Meeting delle microweb” in programma allo Iulm di Milano il 3 e il 4 dicembre. Chissà  che si parli anche di radio web che stanno finendo sotto la scure della censura perché i papponi di palazzo vogliono tassarle e metterle a regime di controllo. Mi piacerebbe pensare che ogni cittadino aprisse una web-tv web radio in modo che milioni di realtà  sconfiggerebbero quella casta di papponi che credono di avere il diritto sugli altri di manipolare le opinioni con le loro fandonie. L’abusivo Tg4 dell’abusivo Emilio Fede é uno di loro.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.