Mills prescritto e i bugiardi che assolvono B.

Su Mills ecco il titolo di apertura di oggi de il Giornale: “PROCESSI, VITTORIA DI BERLUSCONI”
Libero: “SILVIO ASSOLTO, TRAVAGLIO FA APPELLO”.

Stasera alle 20:30 sarò ospite ad Antenna 3 in “Botta e risposta” condotto da Roberto Poletti. Si parla di corruzione e mazzette.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

16 Commenti a “Mills prescritto e i bugiardi che assolvono B.”

  1. mario ha detto:

    Oggi, con un presidente del Consiglio che spiega che é del tutto naturale possedere 64 società  off shore perché “mi servivano per evadere le imposte” (processo All Iberian); e che sostiene che i pm che scoprono la corruzione dilagante “si debbono vergognare”, come si può sperare di diventare un paese civile e moderatamente legale? Non si può, appunto.
    (bruno tinti)

  2. POLDO ha detto:

    @ Ella

    C’é un principio base che lega saldamente Berlusconi al suo ruolo politico e credo sia facile comprenderlo per tutti noi non é la politica in se bensì una cosa molto più semplice e diretta… interessi.

    Purtroppo solo dei coglioni come quelli che lo votano non direttamente legati a questo modus operandi non possono vedere che la sue é una schietta politica di interesse.

    Lo ha confermato lo stesso Confalonieri a suo tempo, se Silvio Berlusconi non entrava in politica rischiava la galera ed il fallimento. La politica gli ha aperto le porte dell’immunità  personale ed economica dandogli la possibilità  di porsi al di sopra di ogni avversario nel mercato.

    Silvio Berlusconi é uno pseudo-imprenditore questo non dimentichiamocelo mai quindi il suo scopo principale é operare nel proprio interesse di certo non quello altrui a scapito magari del proprio. Il conflitto di interesse non si é mai risolto perche non coinvolge solo Berlusconi.

    Tanto per farti capire il costante conflitto di interesse tra un politica del popolo ed una politica degli esclusivi sta anche nell’ultimo emendamento passato alla camera che annulla il tetto previsto per il trattamento economico onnicomprensivo dei manager degli istituti di credito e delle società  quotate che doveva essere allineato a quello annuo lordo spettante ai parlamentari (248mila euro) e che vietavano di includere, tra gli emolumenti e le indennità , le stock option. L’emendamento fatto da Gerardo Soglia(PDL) mostra chiaramente come ragiona questo governo.

    Non c’é la che pur minima volontà  di armonizzare nulla, appare chiaro che se una società  é al 100% privata é libera di fare ciò che vuole ma società  che inglobano investimenti pubblici, parziali o totali, che siano non possono pagare manager con stipendi milionari a carico dei contribuenti, vedi ex Alitalia. Come vedi il governo se n’é altamente fottuto del bene comune é ha preferito gli interessi.

    Sono solo quelli che tengono unito il governo Berlusconi, i tanti interessi e gli interessati coinvolti nel governo. Non c’é nessun programma o piano, c’é solo l’interesse a creare una nuova classe dominante a favore di pochi in Italia sfruttando la politica come ariete a discapito di molti.

    Fin quando Silvio Berlusconi, con il bidirezionale gioco al ricatto, tiene in equilibrio il governo le cose non cambieranno.
    C’é un ma in tutto questo, giocando sempre più sporco si lasciano in giro sempre più tracce e la catena si allunga fagocitando tutti quei senza scrupoli che vedono in Berlusconi la scorciatoia per entrare nel suo club di “Birbantelli”.
    E’ come un grande totem che ogni giorno cresce ma nel momento in cui qualcuno rimane scontento ed anche tanto, oppure si trova con le spalle al muro e viene scaricato inizia a cantare e rigraziando il cielo questa non é la ‘ndrngheta, non ci sono legami di famiglia, così lo Tsunami politico monta e travolge tutto.
    Io vedrò volentieri Silvio Berlusconi affogare in quel mare di merda da lui stesso provocato esponendo fiero il tricolore in segno di libertà  dal novello dittatore.

  3. F. Masciullo ha detto:

    La merda nel Po manderà  in fibrilazione il popolo leghista: cambieranno opinione politica?

  4. ella ha detto:

    @helena:

    Non credo che mr. B caschera’ tanto presto. Anzi.

    Ci credevo l’anno scorso, quando pensavo che ormai aveva tirato la corda un po’ troppo e che questa era sul punto di spezzarsi, ma ora vedo che la corda e’ di gomma (come la sua faccia), puo’ tirare quanto vuole che tanto non succede niente… non succede niente.

    Quest’Italia e’ un circo, dove tutto e’ finzione e clown e saltinbanchi cadono sempre in piedi.

  5. giuseppe x ha detto:

    Lazio, lista Pdl Roma rischia esclusione
    Presentatore lista avrebbe tentato consegna oltre scadenza

    (ANSA) – ROMA, 27 FEB – La lista provinciale Roma della Pdl rischia l’esclusione dalle elezioni regionali di fine marzo. La possibile eliminazione sarebbe legata ad una presunta irregolarita’ nella consegna documentazione delle liste elettorali. Secondo alcuni rappresentanti di altre liste il presentatore di lista per la Pdl Alfredo Milioni avrebbe tentato di consegnare parte della documentazione necessaria fuori tempo massimo.

  6. Aigon ha detto:

    La prescrizione dovrebbe decadere solo quando chi commette reato, risarcisce il malcapitato cittadino o lo Stato. Se ciò non riesce perché defunto, questo compito dovrebbe essere esteso agli eredi che beneficiano delle malefatte truffaldine dei genitori che hanno generato quei patrimoni.

  7. mario ha detto:

    non so quando finirà  questo regime di merda, ma francamente non sono affatto ottimista… vedremo cosa farà  il popolo italiota alle prossime elezioni, cmq é proprio un paese di merda. 🙁

  8. soghy ha detto:

    é una cosa indecente!

  9. Matteo Maratea ha detto:

    X TUTTI.

    Il tg1 é un servizio pubblico indipendente?
    Credo proprio di no!!!

    Mills prescritto é sinonimo di Mills assolto?

    Il numero di telefono per contattare la? segretaria del Minzolini é 0633179803.
    Chiedete del dir. con arroganza tipica dei politici… se sarete credibili vi passerà  la chiamata,
    altrimenti mandatelo a fanc… in differita.

  10. POLDO ha detto:

    Ma perché vengono considerati quotidiani Il Giornale e Libero, dai siamo seri sono come la pubblicità  nella cassetta postale, fastidiosa, rombiballe e spesso inutile.
    Anche il fine é lo stesso, lo scopo non é informare ma reclamizzare il prodotto, nello specifico reclamizzare Silvio Berlusconi.

    Il Sultano di Arcore la puzza di inculata la sente e nonostante sblateri come una radiolina fuori sintonia é più che consapevole che le redini del Paese non sono più così salde come prima.
    Lo dimostra la grande voglia di catechizzare gli italiani con l’ennesima azione di propaganda; i promotori della libertà  coordinati dalla stracciamutande Brambilla ma che risponderanno direttamente a lui. Avranno il compito di “obbligare” gli italiani a credere che Berlusconi é un ottimo presidente del consiglio magari con l’opzione di scegliere tra la mazzetta o la prestazione sessuale come metodo persuasivo.

    In una realtà  degna di questo nome probabilmente non ci riuscirebbero neanche con degli scimpanzé narcotizzati, ma con alcuni italiani sicuramente si.

    Il bello sta nel vedere dove arriverà  questa escalation della minchiata, in un Paese che sta letteralmente andando a “Puttane” con grande compiacimento del premier. E’ così che la Gelmini tra una trombata e l’altra ha partorito la nuova scuola italiana prima di convolare a nozze con l’immobiliarista Giorgio Patelli (dagli affari non proprio limpidi). Sul secondo parto, quello organico, magari consiglierei la prova del DNA non si sa mai.
    Nel mentre un portavoce di Berlusconi nominato direttore del TG1 e che risponde al nome di Augusto Minzolini continua imperterrito a fare il tesserato del Popolo Della Libertà  piuttosto che il direttore di telegiornale della rete ammiraglia della TV di Stato. Il tutto con il bene placito della RAI, che non si pone neanche il problema che al 5° editoriale di spudorata e servile acclamazione al governo chi paga il canone si potrebbe anche far girare i coglionie vorrebbe Minzoli messo alla porta, quanto meno per rispetto dell’altrui intelligenza.
    Sinceramente idosserei scarponi stile Lumberjack per lasciglierli parcheggiati nel deretano ma credo gli farei solo che un favore.

    Quello che mi lascia perplesso e che oggettivamente non riesco a comprendere nei miei connazionali é capire come cazzo si fa a dare credito ad uno che come Silvio Berlusconi vivendo nell’illegalità  da del Talebano ai giudici, cioé é come se Totò Riina desse del mafioso a Falcone. Io mi incazzerei come una bestia. Ed invece gli italiani se ne fottono e ondeggiano come tante minchie al vento.

    Berlusconi ha perso la tranquillità  che aveva prima e teme, nel dubbio, che le cose possano prendere la piega sbagliata.
    La sua discesa in Politica é stata la fortuna sua e del suo impero evitandogli la galera, perdere questo prezioso cavallo di troia potrebbe procuragli non pochi problemi.
    Proprio per questo sta innescando la sua offensiva che mi auguro sia al limite dell’assurdo, con uno sconvolgimento generale delle basi su cui si regge l’Italia, giustizia e costituzione in primis, su informazione ed educazione é già  un passo avanti. Voglio vedere fino a che punto gli italiani si faranno sodomizzare prima di sputargli in faccia.

    Se e quando usciremo da questo regime del terzo millennio non lo sò, ma saremo talmente disastrati che neanche vederlo appeso per le palle ci darà  soddisfazione.

    Il popolo viola intanto si riunisce nuovamente in piazza Sabato 27 Febbraio a Roma per rinnovare il Vaffanculo a Berlusconi. E’ sempre meglio rinfrescare la memoria.

    http://www.corriere.it/politica/10_febbraio_26/viola-day_53732802-2310-11df-8195-00144f02aabe.shtml

  11. helena f. ha detto:

    Altro feroce attacco ai magistrati definendoli talebani.
    “Il problema non é tanto la corruzione ma la patologia della magistratura”.
    E poi “Il processo Mills é invenzione, come sono invenzione tutti i miei processi e io voglio essere assolto”.
    Ha anche creato, alle sue dirette dipendenze, i paladini del pdl che “amorevolmente” entrano in guerra a difesa del partito dell’amore.

    Se non é un pazzo megalomane questo signore… e prima o dopo quelli come lui fanno una brutta fine.
    Io sinceramente la vedo molto male, ma per lui.
    Più continua su questa strada e prima casca.
    Ci vorrà  ancora un pò di tempo ma Berlusconi é finito, nonostante i mostri che si prostrano verso di lui.
    Che succederà  dopo con una opposizione inesistente?
    Non lo so, intanto… fuori uno.

  12. F. Masciullo ha detto:

    Un puttaniere é uno che paga e uno che paga é un corruttore.

  13. mario ha detto:

    purtroppo i servi del corruttore fanno il loro sporco lavoro, sono pagati apposta…

  14. Venom ha detto:

    Caro Daniele, finché sono i giornali del padron Frodo a dire certe baggianate ci posso pure passare sopra, ma quando é il TG1, edizione delle 13,30 a pronunciare per ben due volte la parola assoluzione, allora vuol dire che in questo paese é davvero finita… Io credo che questo stato di cose non sia più risolvibile, la gente che é stufa é anche impotente difronte alla potenza mediatica della MENZOGNA e difronte alle tante menti deboli di questo pese in caduta libera!!!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.