Processo Bassolino raccontato dall’esterno

Mercoledì, come da telefonata pubblicata sul post di qualche giorno fa, mi sono recato dalla signora Canfora negli uffici della procura di Napoli, per farmi consegnare copia dell’ordinanza di divieto di accesso agli apparecchi registratori emessa dal procuratore Vincenzo Galgano.
Ebbene, la signora ha cambiato le carte in tavola: durante il colloquio mi ha detto che non c’é nessuna ordinanza scritta, bensì il procuratore si é rifatto ad una fantomatica norma contenuta nel codice di procedura penale, secondo cui gli apparecchi di registrazione audio e video non possono entrare nelle aule di dibattimento. La Canfora ha rafforzato la tesi del procuratore sostenendo che diffondere i contenuti delle udienze, significa mettere al corrente eventuali testimoni di particolari che potrebbero portarli ad inquinare le prove. Le ho chiesto, scusi ma se così fosse il teste potrebbe mandare in aula qualcuno dei suoi no? Risposta: non é la stessa cosa. Le ho chiesto: scusi ma il processo Tortora che si tenne proprio in quell’aula? Il processo Spartacus che abbiamo ripreso? Risposta della Canfora: faremo un’eccezione soltanto nel giorno della lettura della sentenza. Le ho chiesto: quando nel 2011? Risposta ridendo: no si figuri, la sentenza arriverà  senz’altro prima.

Morale: per chiedere il permesso di entrare nell’aula bunker con la videocamera devo presentare domanda scritta su carta intestata che mi accingo ad inviare per raccomdandata in procura a Napoli, competente sulla sorveglianza dell’area del carcere di Poggioreale. A quel punto la procura mi risponderà  negativamente con le motivazioni al seguito. Col documento ricevuto potrò ricorrere ad un avvocato perché, fra le altre sciocchezze che mi sono state dette in quell’ufficio della procura napoletana, ho scoperto che nel codice di procedura penale non esiste nessun articolo che vieti l’ingresso ai registratori audio e video nelle aule dibattimentali. L’unica norma che regola l’ingresso delle videocamere riguarda la legislazione sui pentiti. Che quando vengono interrogati sono normalmente girati di spalle verso i giudici e coperti da qualcuno o qualcosa che li renda irriconoscibili.
Non é certamente il caso del processo sui rifiuti, visto che il giudice Giovanni Fragola Rabuano, ha detto a me in faccia che il Tribunale che lui stesso rappresenta ha autorizzato l’ingresso dei registratori in aula per il processo Bassolino-Impregilo.

Se Idv deciderà  di non sostenere il ricorso lo farò io. Chiederò il vostro sostegno economico perché da solo non potrò certamente affrontare le spese legali per ricorrere ad un divieto che ha il sapore di essere del tutto illegittimo.
Pubblicherò il nome del professionista che mi assisterà  e vi dirò quanto servirà . Se ci dovremo arrangiare facciamolo.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

27 Commenti a “Processo Bassolino raccontato dall’esterno”

  1. Antonio T ha detto:

    ci sono anche io Daniele

  2. Tsunami ha detto:

    Ehi ci sono pure io, meglio se con Paypal o Postepay…

  3. caterina ha detto:

    Ciao Blog, ciao Daniele. Sono in ritardo ma ci sto anch’io.

  4. donato ha detto:

    io ci sono per quello che posso
    però devi dare l’opportunità  di dare il loro contributo anche a coloro che non hanno ne carta di credito ne bancomat ( é il mio caso ); magari con una ricarica postpay
    continua così, in piena libertà  e libero da vincoli politici
    grazie

  5. freeman ha detto:

    lo so che l’acqua fa parte del piano… il link era per nessun dorma…

  6. patty ha detto:

    anche se questo video molti lo avranno visto…
    lo posto per quelli che non lo conoscono…

    Cochabamba – Storia vera sulla privatizzazione dell’acqua
    http://it.youtube.com/watch?v=LBBhHyg5saQ

    penso che questa sia l’unica soluzione per mandarli a casa tutti e riprenderci la ns costituzione che i ns avi ci hanno regalato rimettendoci la vita…

    http://it.youtube.com/watch?v=34CnFYVlBCs

  7. CHICCA ha detto:

    freeman anche l’acqua fa parte del piano bene illustrato nel video di Zeigeist addendum
    é parte del “piano rinascita” e la nostra “stella polare” é un bravo burattino nelle mani delle corporations
    ciao caterina il mio grazie ovviamente va anche a te che in questo blog sei un mio riferimento importante

  8. Marco B. ha detto:

    Daniele,

    se ti sganci da IdV e da quel falso risolutore di problemi dei cittadini che risponde al nome di Antonio Di Pietro ti dò la mia parola che ci metto un bel 100€ in questa tua iniziativa.
    Ma VIA l’informazione dalla lunga mano della politica .. o non se ne fà  niente. Io te l’ho voluto dire, a te adesso decidere cosa vuoi fare ..

  9. Riccardo ha detto:

    Ci sono anch’io

  10. Nessun Dorma ha detto:

    una verifica: qualcuno é al corrente ?
    Ho ricevuto questo post, e vorrei verificarne la validità , quantomeno della parte che ci riguarda direttamente; qualcuno é al corrente ?

    ACQUA IN BOCCA: VI ABBIAMO VENDUTO L’ACQUA

    Mentre nel paese imperversano discussioni sul grembiulino a scuola, sul guinzaglio al cane e sul flagello dei graffiti, il governo Berlusconi senza dire niente a nessuno ha dato il via alla privatizzazione dell’acqua pubblica.
    Il Parlamento ha votato l’articolo 23bis del decreto legge 112 del ministro Tremonti, che afferma che la gestione dei servizi idrici deve essere sottomessa alle regole dell’economia.
    Così il governo Berlusconi ha sancito che in Italia l’acqua non sarà  più un bene pubblico ma una merce, e quindi sarà  gestita da multinazionali (le stesse che possiedono l’acqua minerale).
    Già  a Latina la Veolia (multinazionale che gestisce l’acqua locale) ha deciso di aumentare le bollette del 300%. Ai consumatori che protestano, Veolia manda le sue squadre di vigilantes armati e i carabinieri per staccare i contatori.
    La privatizzazione dell’acqua che sta avvenendo a livello mondiale provocherà , nei prossimi anni, milioni di morti per sete nei paesi più poveri.
    L’acqua é sacra in ogni paese, cultura e fede del mondo. L’uomo é fatto per il 65% di acqua, ed é questo che il governo italiano sta mettendo in vendita. L’acqua che sgorga dalla terra non é una merce, é un diritto fondamentale umano e nessuno può appropriarsene per trarne illecito profitto. L’acqua é l’oro bianco per cui si combatteranno le prossime guerre. Guerre che saranno dirette dalle multinazionali alle quali oggi il governo, preoccupato per i grembiulini, sta vendendo il 65% del nostro corpo.

  11. francesco ha detto:

    sono davvero pochi , i servizi di classe come quelli che fai tu!
    ma dimmi una cosa, per piacere, eri solo tu come giornalista il giorno del servizio?
    perche dalle tue riprese non vedo il solito affollamento di giornalisti che capita ( sempre ) quando invece c e un politico che spara falsita a manetta o altre cose varie !
    questo processo sembra essere svolto in un deserto!
    nemmeno un altro giornalista?
    sicuramente se c erano giornalisti erano in pochi!
    vero?
    Tu hai la forza per seguire quello che accade e che non ci viene detto dalla ” televisione” .
    e nemmeno per il processo ” mills , dai tuoi servizi si vedono altri giornalisti!
    mi hai acceso una curuosita?
    se lo ritieni opportuno facci vedere che come giornalisti , siete in pochissimi ad interessarvi del caso! un caso che deve interessare pure a noi!e quindi sapere a che gioco stanno giocando !
    l italia dei valori non ti lasciera mai solo ! ( almeno credo) e se ti lasciera ci saremo sempre noi! il popolo!
    non contare molto economicamnete su di me ,pero, anche se un piccolo contributo , con onore , te lo do di tutto cuore!
    se vincessi il super enalotto ti prometto che non dovrai mai piu avere problemi a sostenere le tua battaglia di informazione per motivi economici!
    ciao .
    stay tuned.

  12. freeman ha detto:

    Occorre creare nuove opportunità  di lavoro, magari indirizzando i 16 miliardi stanziati a favore delle grandi opere della mafia del cemento e del tondino (il settore che in assoluto genera il minore ritorno in termini di occupazione) per ristrutturare gli edifici scolastici e liberarli dall’amianto, magari procedendo a ristrutturare, nell’ottica di accrescere la loro efficienza energetica, il patrimonio immobiliare, magari riconvertendo quell’anacronistico dinosauro che é l’industria automobilistica alla costruzione di microcogeneratori per l’autoproduzione energetica, magari procedendo alla bonifica delle aree inquinate dai rifiuti tossici di provenienza industriale. Le occasioni certo non mancherebbero, quello che manca é purtroppo una classe politica che possieda una minima consapevolezza della realtà  che la circonda e sappia affrancarsi, almeno un poco, dal suo ruolo di “cameriere” dei grandi poteri che ne gestiscono l’operato.
    (marco cedolin)

  13. CHICCA ha detto:

    grazie patty, grazie roberto grazie elena e grazie soprattutto daniele
    vai forte e conta su di noi anche se io, studiando all’estero, ho disponibilità  limitate ma in quel che posso ci sarò
    sapete ragazzi che questo é un gran bel blog?
    siete la parte sana dell’italia che mi fa avere nostalgia della mia terra
    vi voglio bene

  14. Roberto G. ha detto:

    Dimenticavo:

    prego Elena figurati.

  15. Roberto G. ha detto:

    Vai Daniele rompi le scatole a quei manigoldi. Ognuno di noi farà  quel che potrà  per sostenerti.

    Intanto leggetevi questa sul pachetto anticrisi:

    La truffa delle infrastrutture “finanziate” per l’emergenza: “sono bugiardi o dementi?”.

    Secondo me sono entrambi.

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=12815

  16. patty ha detto:

    a helena…
    é un dovere civico informare.
    quel cartone animato l’ho suggerito tra i commenti di grillo prima che lui lo pubblicasse sul suo post.
    é proprio adatto alla politica attuale…
    un saluto a tutti e sopratutto a te Daniele.

  17. freeman ha detto:

    >La situazione lascia perciò prevedere che la prescrizione prevista a cavallo fra il 2011 e il 2012 giunga senza nemmeno una sentenza di primo grado.
    ecco, il vero problema é questo! le registrazioni audio e video francamente m’interessano poco, cmq sono d’accordo col giudice.

  18. Massimiliano ha detto:

    Ciao Daniele, ci sono anch’io in questa battaglia di libertà  contro le solite caste, le solite corporazioni che si inventano un sacco di balle per impedire al cittadino di partecipare, di sapere.
    Quella signora, ennesima serva del potere (e tutte quelle come lei), deve capire che la gente non ci sta più a farsi prendere per il culo!
    Cerca di dare più visibilità  possibile alla eventuale raccolta fondi, perché più siamo meglio é, e non solo per un mero fattore economico( più siamo meno costa alle singole tasche di ciascuno di noi) ma perché é importante far capire a certa gente che siamo in tanti.

    Spero che IDV e Di Pietro non ti lascino comunque solo in questa battaglia anzi, credo proprio che scriverò a Di Pietro per ricordarglielo.

    P.S. Mi permetto di consigliarti di organizzarti con PAYPAL per raccogliere eventualmente i contributi, é molto veloce ed efficace, a mio modesto parere.
    Ciao

  19. helena f. ha detto:

    Grazie Patty, già  conoscevo il cartoon della fattoria degli animali di Orwell, ma colgo l’occasione per ringraziarti riguardo alla segnalazione di Zeigeist addendum. Conoscevo l’altro Zeigeist ma non quest’ultimo.
    Approfitto per ringraziare anche Roberto G. a proposito del link sulle corporations.
    Buona giornata a tutti.

  20. william ha detto:

    Vai Daniele, ci sono anch’io!

  21. Pietro ha detto:

    Daniele sei veramente il giornalista più attivo ed efficace che conosco, ce ne vorrebbero un milione come te…Purtroppo mi trovo all’estero a fare un dottorato, e penso che mi pagheranno tra mesi quei quattro spiccioli per mantenermi, quindi economicamente stò messo proprio maluccio, ma mi impegno di sicuro per 20 euro da subito, se potrò farò di più.
    CAZZAROLA VERAMENTE CE NE VORREBBERO UN MIOLIONE COME TE CHE ROMPONO I COGLIONI A QUESTI IMPUNITI E BUROCRATI, ALLORA FORSE IL MIO PAESE DIVERREBBE UN POSTO MIGLIORE IN CUI VIVERE.

  22. helena f. ha detto:

    OK Daniele, conta pure su di me.

  23. patty ha detto:

    a chicca e altri…

    vi consiglio di vedere tutto questo cartone animato

    http://it.youtube.com/watch?v=lUfA7qMRWyA

    ciao Daniele…

  24. Duffy ha detto:

    bravo daniele, come sempre

  25. Roberto ha detto:

    Okey,
    facciamolo. Io ci sono.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.