Pornografia a norma di legge

Il video proposto, come avrete capito, é un’indagine di Pierpaolo Pasolini nell’Italia di fine anni ’50, in cui chiedeva alla gente che ne pensava della legge Merlin (o Merdin) che chiuse le “case chiuse”. La sequela di interviste andate in onda sull’unico canale Rai di quegli anni, che irradiava un palinsesto di 3 ore quotidiane si e no dalle 18 alle 21, davanti a milioni di italiani che riempivano i bar e i circoli per guardare la televisione, propone un’Italia indignata e pressoché totalmente contraria a quel provvedimento.
Ciò che trovo stupefacente é la componente reazionaria di quegli anni, uniforme da Milano a Napoli, o globalizzata se in quell’epoca fosse già  esistito Internet. Trovo stupefacente che gente comune presa dalla strada parli di sesso al microfono senza troppi tabù, in anni in cui Vaticano e chiesa ammorbavano l’aria della morale ipocrita fin dentro il letto degli italiani.
Erano gli anni del divorzio proibito e di una diffusa pederastia, sifilide sparsa nei confessionali, negli oratori e in certe contrade popolate da crucchi incapaci di comunicare amore.

Da allora, chiuse le case, la legge Merdin aprì il mercato del sesso alle strade accompagnato dal ritorno delle malattie veneree, in particolare della sifilide.
Come disse Montanelli, la Merdin fu “un colpo di piccone alle case chiuse che fece crollare l’intero edificio, basato sui puntelli della fede cattolica, la Patria e la Famiglia, istituzioni di garanzia” per lo Stato italiota teocratico vaticanizzato.
Ebbene, dopo 50 anni l’involuzione é stata inarrestabile. Col pretesto degli sfruttatori le prostitute non esistono più per legge. Sono ritornate nelle case a fare la massaggiatrici o pronte in maggior numero a vendersi su Internet, magari su qualche sito in cui si trovano link di Mara Carfagna tutta culo e tette.

Mentre l’era tecnologica ha globalizzato il sesso tutti gusti, in cui non ci rimane altro che sperare di non trovarci pure immortalato qualche nostro figlio, la legge C(arf)AGNA si accanisce sull’impossibile pur di ingolfare le procure ed estorcere qualche soldo agli italiani.
L’Italia dalla direzione inversamente proporzionale si riscopre puritana a norma di legge fra reality per sole puttane. Più la tecnologia sforna libertà  e deregulation, più le Leggi cercano invano di limitarla con provvedimenti patetici e inapplicabili. Più si proibisce di barattare 4 soldi per una normale scopata fra adulti, più viene riconfermata la pornografia televisiva.
Labbra rifatte, seni gonfiati plasticosi e freddi al tatto, oltre che collegamenti con la Talpa, sono argomenti da far trattare solo a qualche psichiatra, possibilmente massone per vocazione e magari portavoce di qualche Don Gelmini indagato per abusi sessuali. Al resto delle opinioniste e dei pompinionisti che evacuano sui troni dell’indecenza, non rimane che stuzzicare la libido della ideale massa di onanisti che dal divano di casa schizza sogni proibiti fin sul tubo catodico. Cittadini a norma C(arf)AGNA.
Nel paese della contraddizione servita in programmi di intrattenimento da sottoscala (come ama definirli Aldo Grasso) io dico: viva i tempi di Pasolini.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

25 Commenti a “Pornografia a norma di legge”

  1. laura ha detto:

    un bell’articolo di alta classe

  2. Alex NSE ha detto:

    Sono felice di non vivere più in Italia…

  3. francesco d. ha detto:

    SCAMBIO EPISTOLARE CON IL SENATORE ANTONIO PARAVIA 2 (quello dell’ emendamento salva ladri)

    Ricambio di cuore il Suo profondo ribrezzo aggiungendo che non Le riscontrerò alcuna ulteriore comunicazione così come faccio per tutti gli altri deficienti, cioé coloro che hanno rilevanti deficit informativi!
     
    Sen. Antonio Paravia

    LA MIA RISPOSTA
    Caro Senatore con questo concludo perché con gente come lei c’ é poco da perder tempo, innanzitutto, come le ho già  scritto deve avere maggior rispetto verso tutti i cittadini italiani perché il suo stipendio é pagato con i soldi delle nostre tasse, quindi le ricordo di essere un dipendente di tutti i cittadini italiani. I miei deficit informativi sono dati da tutti quei giornalisti liberi che sono rimasti in Italia e che come Milena Gabanelli e Giovanna Bursier l’ hanno pescata con le mani nella marmellata, capisco che a lor signori piaccia altro tipo di giornalismo alla Gianni Riotta, alla Bruno Vespa, alla Mauro Mazza, alla Carlo Rossella, alla Emilio Fede, alla Riccardo Giordano, alla Maurizio Belpietro, alla Paolo Mieli, alla Filippo Facci se giornalista si può chiamare e potrei continuare all’ infinito. Concludo come avevo iniziato il nostro scambio epistolare augurandole a lei e al suo collega le stesse sofferenze di chi ha visto andare in malora i risparmi di una vita grazie ai manager delinquenti che voi volevate salvare.

    PS: spero vivamente che da oggi in avanti pensiate a fare delle leggi che si occupino delle vittime truffate da questi manager da strapazzo, non é un bel vedere gente come Tanzi che se la gode nel suo bel villone alla faccia dei tanti cittadini italiani truffati e mazziati!

    PER CHI VOLESSE RISPONDERLI L’ INDIRIZZO àˆ: paravia_a@posta.senato.it
    BOMBARDIAMOLO DEVONO CAPIRE CHE SIAMO IN TANTI!

  4. gre ha detto:

    certo che e’ veramente incredibile…
    vivo all’estero e di questa realta’ dei reality non so nulla, ma chi sono?
    ma da dove li hanno pescati? terza a miss italia????
    io che ero scandalizzato che qui in spagna l’informazione e’ incentrata sulla cronaca, incidenti stradali e la casa!!!!
    vedere questo secondo video e’ fondamentale per capire il livello di ignoranza generalizzata che c’e’ oggi in italia.
    vedere le cose dal di fuori le rende ancora piu inaccettabili.
    la massa si lascia drogare da queste idiozie.
    pasolini, che dire, un grande. avanti anni luce.
    bravo daniele, geniale la trovata di mettere a confronto due italie lontane nel tempo…. ripeti ancora questo metodo!!!
    ps. avete visto l’infatuazione omosessuale di mr.B-1816 con bush-lobby?
    onore a zapatero che nell’ultimo incontro con bush spese 3 sec con un freddo hola, que tal.

  5. MARCO DA NAPOLI ha detto:

    Zappalà  (Pdl): “Berlusconi non possiede televisioni!” (??)
    Scandaloso intervento al Parlamento Europeo del deputato del Pdl Stefano Zappalà 
    INCREDIBILE GUARDATE STO VIDEO CHE RAZZA DI GENTE VA AL PARLAMENTO EUROPEO
    http://it.youtube.com/watch?v=E5JrWmrQ2hY

  6. Alesio ha detto:

    Veramente quando posso optò per un bel libro piuttosto che vedere simili porcate sui canali Rai e Mediaset ,se li conosci si possono evitare benissimo, anche accendendo la Radio insomma il tasto per spegnerlo il televisore bisogna farlo usare più spesso.

    Comunque la colpa e dell’Auditel e di chi lascia il televisore alle casalinghe di Voghera che decidono per noi ciò che ci piace senza che posso io dire nulla al riguardo al che mi resta il bottone magico e risolvo !

  7. Fau.Fab ha detto:

    Il video sulla Talpa?Visto per 2.48 minuti!Ho vinto qualche cosa?

  8. uyulala ha detto:

    La legge della Carfagna. Ebbene si, alla fine ne parlo anch’io, come al solito ne parlo partendo da Adamo ed Eva (giacché sono in vena di esegesi biblica mi pare l’espressione più corretta).

    Quale ipocrisia può spingere un parlamentare a occuparsi in modo così superficiale e punitivo della prostituzione da strada? Non posso non paragonare la Carfagna e coloro che hanno votato questa legge disumana ai farisei dell’epoca di Gesù, quelli che si attaccano alle parole per svuotarne il significato, quelli che si auspicavano il ritorno alla lapidazione pubblica. Quelli che Gesù apostrofava come “sepolcri imbiancati”, belli di fuori ma il cui interno é costituito da cadaveri in decomposizione.

    Nessun peccato viene considerato più grave, da parte di Gesù, dell’ipocrisia. Lui odiava gli ipocriti e odiava le persone perfette. Stava con le prostitute e i pubblicani, ascoltava gli uni e le altre, li conosceva. E non credo, nonostante tutto, che abbia usato quelle parole in modo iperbolico.

    La prostituzione é peccato, la prostituzione é reato. Ma quale prostituzione? Quella delle ragazze scaraventate ai bordi delle strade, spesso sfruttate e maltrattate, coloro per le quali la vita é già  stata abbondantemente punitiva. Tutte le innumerevoli forme di prostituzione largamente diffuse nella nostra società  di MERDA invece sono lecite, buone e giuste. Tutti i fenomeni di leccaculismo, tutte le forme di tradimento dei propri ideali, tutte le forme di incoerenza volontaria e in malafede, usata allo scopo di ottenere denaro, potere, tutto questo é la forma più schifosa e abbietta di prostituzione che non verrà  mai punita ma che costituisce il vero, gravissimo pericolo per la nostra società , per noi stessi singolarmente.

    Vengono punite le ragazze di strada e i loro clienti, puniti per aver usato il sesso come merce di scambio in modo esplicito ed economico, in modo chiaro e inequivocabile, in modo pubblico e aperto. In una parola: SENZA IPOCRISIE.

    Sono queste prostitute che, qualora dovesse esserci un “regno dei Cieli” si troverebbero a passare molto ma molto prima di chiunque altro, perché qualunque peccato possano mai aver commesso sicuramente non avrebbero commesso quello dell’ipocrisia.

    Sono profondamente disgustata e ogni giorno che passa sto vergognandomi sempre di più di essere italiana. E questo per me costituisce una grande sofferenza perché io ho sempre amato il mio Paese.

  9. watchdogs ha detto:

    l’ultimo numero dell’europeo in edicola parla della legge merlin e di quegli anni (merlin, daniele, non merdin, rispetto per quella donna al di là  della legge, c’é un intervista che le fece un’allora ancora sana di mente oriana fallaci). lo consiglio a tutti

  10. Witch ha detto:

    a questo popolo basta avere la macchina bella pagata in 48 rate, la velina di turno da guardare, i gossip su cui sparlare e così vanno avanti.

    ecco. con un pò di rassegnazione ma anche con tanta rabbia

  11. helena f. ha detto:

    Scrivi Daniele:
    “dopo 50 anni l’involuzione é stata inarrestabile”.

    E molto hanno contribuito da vent’anni a questa parte le tv commerciali del Berluska, con trasmissioni becere usate come distrazione di massa, per tenere il popolo narcotizzato.

    Ma io mi domando: ma ‘sto popolo é così demente?
    Come si fa ad apprezzare programmi del genere?
    Non é solo questione di cultura, ma di buon senso e buon gusto.
    Per non parlare di chi conduce questi programmi e gli pseudo “opinionisti”.
    Non hanno neanche un minimo di dignità .
    Ma non si vergognano?

  12. francesco ha detto:

    il secondo video mostra la vera cultura italiana del 21 secolo….
    ecco perche le cose non miglioreranno mai!!!
    io vorrei sapere dalla maggiorparte della gente che segue queste minkiate…..ma come fate?
    come fate a dare odiens a questi programmi ridicoli e stupidi.? siete stupidi e non ve ne rendete conto….
    e stupidi sono alcuni miei amici che si guardano amici , saranno famosi, e quando lo seguono , non vogliono sentire volare una mosca!!!!
    che orrore , che orrore…. il quoziente intellettivo degli italiani e ridicolo !!! ci deridono tutti….
    daniele, perche questo secondo video.???
    non ci umiliare anche tu!
    comunque daniele io ho reso benissimo la tua idea…. e spero anche voi ragazzi……
    ciao

  13. freeman ha detto:

    la gente intelligente non guarda certo la tv spazzatura, ma purtroppo in questo paese idiota la gente intelligente é solo una piccola minoranza… gli altri si fottono il cervello davanti alla tv e poi votano per la casta infame…

  14. Marco B. ha detto:

    Daniele,

    ti accorgi solo oggi che questa é l’ItaGGHia dell’ITALIOTA MEDIO(CRE)che la abita, nutrendosi e sognando le mignotte da TV per poi scendere in strada nella speranza affannosa di conoscerne qualcuna dal vivo di mignotta, magari senza farsi multare o arrestare, magari solo perché lei lo stia ad ascoltare mentre le racconta i suoi problemi e le sue frustrazioni che quelle(mignotte)della TV non sanno nemmeno di avere .. e da un pò questo servizio sociale ce l’hanno pure disponibile per gli omo e non solo gli etero!!
    ke ci vuoi fare .. é l’ItaGGHia del post Pasolini é MORTO .. evviva il RE!!

  15. antonio silvestro ha detto:

    E’ incredibile quanto in basso stiamo scendendo,
    il video sulla talpa da una forte impressione in questo senso.
    Il sedicente psicologo Meluzzi coi suoi commenti mi fa morir dal ridere per quanto si rende ridicolo e per quanto la gente pensi che sia un colto;
    Il suo intervento:
    – Parla di Antropologia e endogamia tribale per i concorrenti di un reality e nessuno gli ride in faccia;
    – Pone una “domanda psicologica vera… perché queste gnocche vanno a fare i reality?” ?!?!?
    Mi son fermato ai primi 3 min, non ce la facevo.
    PSicologia e antropologia a “La Talpa”
    queste sono cose di cui essere fieri.
    (Ovviamente scherzo)

  16. Ella ha detto:

    Offensiva e inaccettabile la teletrasmessa definizione di donna = gnocca.

    Abbastanza non solo da spegnere la televisione, ma da romperla anche a martellate.

  17. patty ha detto:

    Ciao Daniele, il tuo post é strepitoso. Bellissimo a leggerlo perché é pieno di nomignoli significativi che mi fanno scoppiare dalle risate.
    Mi hai messo un pò di buon umore.
    Sei troppo forte quando scrivi.
    Il video della talpa non sono riuscita a guardarlo perché é stomachevole. Quando cambio canale e guardo queste demenzialità  mi viene da vomitare perché mi rendo conto anche dei conduttori televisivi a quanto sono scesi in basso.
    Tv spazzatura che propinano alla popolazione intera e specie chi ne fanno le spese sono i giovani che pur non sapendo si adeguano a quello stile di vita che gli viene imposto.
    Per questo la ns. società  é allo sbando in tutti i sensi.
    Continua sempre così e sono sicura che ti vedrò presto in parlamento.
    Francamente sto solo aspettando che ti candidi.
    Un abbraccio.

  18. libero ha detto:

    tu Daniele che sei cresciuto con la tv in bianco e nero sai cosa vuol dire … la tv piduista del mafionano ha corrotto le menti.. se una gran parte dei giovani di oggi sono schiantati nel cervello e nell’anima se le droghe dello sballo per sentirsi fichi/fiche come in telefilm americano sono in aumento se cresescere e prostituirsi(Oliviero Beha)… tutto questo é colpa della tv del mafionano il mafionano essendo merda infetta ha devastato il nostro paese tu Daniele sei cresciuto con la tv in bianco e nero solo quelli che sono cresciuti nel campetti degli oratori e con la tv in bianco e nero possono capire.. il mafionano ha 72 anni fra non molto creperà  ma quello che ha creato resterà  distruggere il nano e quello che ha creato é buona cosa é la sola e unica salvezza di noi dei nostri figli e di quelli che verranno..

    P.S Berlusconi portò Dell’Utri Dell’Utri porto Mangano Mangano porto la droga a Milano e Milano porto la droga in Lombardia in quantità  industriali ditelo a TG5…

  19. Jack ha detto:

    Approvo pienamente!!!

    Sei un GRANDE!

  20. serpico ha detto:

    Grandissimo articolo, Daniele non potrei essere piu’ d’accordo. Cerco sempre su youtube i video di Pasolini ma questo non lo avevo ancora mai visto. E’ interessantissimo perche’ come dici tu dimostra che gli italiani comuni erano pieni di buon senso e razionalita’ anche nei clericalissimi anni ’50.
    E’ la dimostrzione che certe cose non cambiano mai: i politici se ne fregavano delle opinioni (intelligenti e informate) deil loro elettori negli anni ’50 e oggi non e’ cambiato nulla, se non per il fatto che la TV e’ peggiorata e le prostitute in strada sono aumentate.
    Continua a informarci cosi’, Daniele ti seguo ogni giorno

  21. Duffy ha detto:

    Ottimo articolo e video stupendo
    grazie

  22. LUCA ha detto:

    daniele il secondo video quello su la talpa non si riesce a guardare.
    forse é un problema tecnico dopo qualche minutp ho dei conati di vomito. succede anche a te?
    ps ma vogliamo parlare di poletti da difensore del cittadino su reti locali, candidato per i verdi, é finito per fare l’opinonista alla talpa e buona domenica.
    mah!!! non riesco neanche a trovare degli insulti adeguati.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.