Licio Gelli in tv? Venerabile idea!

Lunedì un conduttore nuovo apparirà  sugli schermi televisivi: sarà  Licio Gelli, 90 anni, venerabile maestro della Loggia Propaganda 2 dichiarata fuori legge dalla commissione d’inchiesta presieduta da Tina Anselmi, su nomina del governo di Giovanni Spadolini, nel 1981.
La notizia sui giornali suscita sdegno e appelli alla censura per il format che si intitolerà  “Venerabile Italia”. Esponenti del Partito democratico, ma anche di Forza Italia si indignano sulla scelta di Odeon Tv capeggiata da Raimondo Lagòstena (figlio del compianto giudice Tina di Forum di Rete 4) di dare spazio per 9 puntate al maestro massone. La Fnsi ricorre al Garante e si augura che nessun giornalista partecipi alla trasmissione. Appello che francamente non capisco, visto che la Fnsi, per coerenza, dovrebbe fare lo stesso con tutto lo squadrone di giornalisti in quota di gradimento a Berlusconi, che della Loggia P2 (tessera 1816) é massima espressione. E’ grazie a lui se i simil Riotta da anni danno pastoni e panini di informazioni confuse, false, censurate, o al massimo pilotate. E’ la stessa Fnsi che non ha mai espresso sdegno alcuno sulla scelta dell’Ordine dei giornalisti di Milano, di premiare Emilio Fede un paio d’anni fa per i 50 anni di iscrizione all’albo.

La televisione dei giornalisti che da decenni divinizza galeotti, mafiosi e massoni, a cominciare da Maurizio Costanzo passando per Roberto Gervaso e Fabrizio Trecca, non vedo perché non dovrebbe pluralizzare  pure su Gelli. Proprio ora che tutta la televisione vive i suoi ultimi scampoli di vita alla canna del gas, con bilanci pubblicitari sempre più magri e prospettive sempre più fioche, credo sia un lampo di genio mandare in video il capo della Loggia. Ci avessero pensato qualche anno fa sarebbe stato certamente meglio. Oggi, data la labile capacità  di memoria degli italioti, é tardi persino per i giovani universitari mostrare la figura di questo personaggio. Troppa censura é stata fatta negli anni (e si fa ancora oggi) sulla Loggia Propaganda 2, compreso in scuole e università . Si parli di Gelli e della sua regia per l’avvio del Piano di Rinascita democratica sul controllo dei governi, della magistratura e dell’informazione sia cartacea che televisiva, che in 15 anni é riuscito nel suo intento di spostare la percezione dei fatti a un intero popolo.
Licio Gelli, a modo suo, é stato un grande, devo ammetterlo. Se l’é cavata con 12 miseri anni di galera che sconta nella sua lussuosa villa Wanda, sui colli di Arezzo e un bel gruzzolo di soldi nascosti in Svizzera. Gelli, con Berlusconi, é l’espressione vivente che in Italia delinquere conviene sempre.

In maggio contattai il figlio di Gelli, titolare della concessionaria Mercedes cittadina, per chiedere un’intervista all’anziano padre. Al telefono mi rispose un’impiegata che mi promise di farmi richiamare ma non sentii più nessuno. In una mattina di agosto, risalendo l’Italia con lo scooter, decisi di andare a citofonargli di persona a villa Wanda per chiedergli un’intervista. Mi rispose ancora una voce femminile che mi invitò a tornare più tardi perché “il commendatore in quel momento non era in casa”. Anche il secondo tentativo fu inutile, e di nuovo mi sentii dire che sarei stato chiamato al cellulare.  Nulla.
Oggi che Licio Gelli va in tv a fare il conduttore posso ritenere che il suo unico interesse sia quello di mostrarsi nel ruolo di “saggio” con i Dell’Utri e gli Andreotti. Ecco allora che pubblicherò presto il breve video registrato durante la mia visita a villa Wanda, in cui vi dimostrerò che non racconto balle.

Certo, ci vorrebbe qualche giornalista informato in quello studio a fare domande, o quanto meno ci vorrebbe una trasmissione tipo “dopofestival” pronta a controbattere le versioni accartocciate dei fatti che racconteranno questi anzianotti, al tramonto di un’esistenza vissuta a girarsi i destini dell’Italia nelle dita come un hula op.
Piersilvio Berlusconi faccia fare un collegamento di “Venerabile Italia” su Canale 5, o anche su Rai 1. Che torni alla ribalta Gelli e tutta la storia della sua Loggia dimenticata. A patto di concedere qualche scampolo di spazio anche al sottoscritto (magari proprio sulla Rai al posto di Marzullo) per chiarire omissis e sbugiardare eventuali versioni da favola di fatti inconfutabili. Sarebbe una bella risposta all’appello di Sandro Curzi che si augura “100 Santoro in Rai” e un bel contributo all’informazione in questo povero paese. Petruccioli dov’é? Qualcuno gli faccia sapere che il sottoscritto é pronto alla sfida. Gli faccia sapere che l’occasione di mettere in atto ciò che Petruccioli stesso teorizza nelle sue interviste sui giornali é propizia. Sempre che non si sia già  candidata Mara Carfagna! Che con la nomina a speaker ufficiale della presidenza del consiglio conferma la sua specialità  in lavori di bocca…

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

42 Commenti a “Licio Gelli in tv? Venerabile idea!”

  1. lucyvanpelt ha detto:

    Fermo restando il degrado di questo paese, che fà  passare per un portato della democrazia il dare ampio margine di espressione a personaggi che fino a poco tempo fa scontavano la reclusione per reati gravissimi, vorrei fare una riflessione: cori di sdegno si sono levati da certi ambienti del mondo politico, e, come di prassi nel nostro Paese, é iniziata la stagione delle strumentalizzazioni. Come quelle di chia voluto vedere nelle parole dell’ex venerabile un diretto ed esplicito incoraggiamento all’attuale Premier a proseguire nell’attuazione del progetto di “riforma” un tempo teorizzato. Certo, se qualcuno aveva immaginato che, uscendo dal carcere, Gelli avrebbe intonato l’inno dell’”internazionale socialista”, non c’é da stupirsi che sia rimasto deluso. Ma, per la verità , non riesco a spiegarmi come mai parte della sinistra gridi allo scandalo per l’imminente debutto televisivo, quando, (come brillantemente fatto notare qui) in molti casi, tali voci di disapprovazione provengono proprio da coloro che, anni or sono, facevano la fila davanti alla sua porta e a quella di Henry Kissinger per essere ricevuti. A meno di non ritenere che, dietro ad un apparente sdegno, si celi, in realtà , la preoccupazione che, grazie al “megafono” televisivo, Gelli possa “pestare i piedi” a qualcuno, riesumando gli innumerevoli “scheletri“ che ancora oggi affollano l’armadio della prima Repubblica.

  2. patty ha detto:

    a paolo papillo…
    sono d’accordo con te nel boicottare le grandi marche e sopratutto quelle pubblicizzate da raimerd e mafiaset.
    il fatto é che ci sono alcune marche non conosciute che hanno come materia prima quella delle multinazionali come la nestlé.

    queste grandi multinazionali hanno capito l’andazzo e vendono le materie prime alle aziende sconosciute.
    ad ogni modo resta sempre valido il comperare solo locale, di stagione e solo dai venditori conosciuti. bere acqua di rubinetto così si evita di fare rifiuti di plastica anche perché é più controllata e priva di antibiotici.
    ma la cosa migliore resta sempre il fatto di farsi tutto in casa per chi ha tempo.
    ci si deve avvalere dell’aiuto delle mamme e nonne per chi ce li ha.

    questa idea la ebbe anche grillo e luttazzi.
    basta poco a farle cadere se solo il popolo é compatto.

  3. MARCO DA NAPOLI ha detto:

    DAL BLOG DI GRILLO La nuova P2 e le vecchie BR

    ”Se tornassero le Brigate Rosse ci sarebbero ancora piu’ stragi: il terreno e’ molto fertile perche’ le BR potrebbero trovare molti fiancheggiatori a causa della poverta’ che c’e’ nel Paese”. E’ un avviso ai naviganti? A P2, PDL, PDmenoelle e criminalità  organizzata?
    Gelli ha ragione, il terreno é MOLTO fertile. Le cause sono due: l’economia che farà  a pezzi il nostro Paese nel 2009 con milioni di nuovi disoccupati. L’impossibilità  di controllare l’informazione rispetto agli anni di piombo. Allora si uccideva Pecorelli e si stava tranquilli per un decennio. Oggi si dovrebbe mettere la mordacchia alla Rete. Ci proveranno, ma forse é troppo tardi, forse é troppo difficile.
    Tanta gente, un fiume di giovani, sa tutto di Dell’Utri e di Andreotti, il condannato e il prescritto, senatori della Repubblica (una volta un titolo d’onore, oggi fa ribrezzo). La coppia ospite della trasmissione “Venerabile Italia” condotta da Gelli su Odeon TV. I ragazzi sanno chi é Gelli, sanno delle infiltrazioni dei servizi segreti nelle stragi di Stato. Sanno del depistaggio operato da Gelli nella strage di Bologna, 85 morti e 200 feriti, sentenza definitiva della Cassazione.
    La pagliacciata del camion bianco di Piazza Navona e le parole di Cossiga sono i segnali di una nuova strategia della tensione. Nuova perché non ci sono più partiti contro partiti. Ma cittadini contro politici. Basteranno gli stadi? Si dovrà  interrompere il campionato per rinchiudere i manifestanti. Le BR non torneranno, i cittadini incazzati e senza futuro invece sono pronti. Quando si accorgeranno di non avere più niente da perdere, chi potrà  fermarli? Gelli lo sa. I suoi migliori allievi, dallo psiconano a Cicchitto, sono al Governo. E’ come se ci fosse lui. Infatti ha chiesto il copyright sul Piano di Rinascita Democratica. Gli altri si prendono i meriti mentre lui sta rinchiuso a Villa Wanda con il grembiulino liso.
    Prevenire é meglio che curare. L’esercito nelle strade sta diventando un’abitudine, come in Colombia. L’Italia del resto é la portaerei mondiale della cocaina. Il cittadino informato é un cittadino incazzato. Il cittadino informato e disoccupato può diventare un terrorista della libertà . Disinformare e occupare allo stesso tempo é un’equazione difficile da risolvere. La P2 al governo ci sta lavorando giorno e notte. Il tempo fugge e forse, tra poco, anche i piduisti. Loro non molleranno mai, noi neppure.

  4. damiano rama ha detto:

    per parlare bisogna conoscere!

    ecco qui il testo integrale del famoso “piano di rinascita democratica” del Maestro Venerabile Licio Gelli.

    Come potrete leggere, comprende moltissimi provvedimenti che sono stati attuati ormai da anni, da governi socialisti, democristiani, berlusconiani e di centro-sinistra, senza pregiudizi!

    vorrei sottolineare tre dei suggerimenti più importanti:

    – creare una rete di TV locali da fondere in una nazionale
    (ciò che é successo 10 anni dopo con Mediaset),

    – separare le carriere di PM e magistrati e rendere la carica di PM eleggibile
    (proposta costante da parte di Forza Italia, con sponde nel centro sinistra),

    – creare due grossi partiti di “centro-destra” e “centro-sinistra” moderati, che eliminino dal gioco le ali estreme e possano “dialogare tra loro”
    (vi ricorda qualche cosa?)

    ecco il link del testo integrale del “Piano”:

    damianorama.wordpress.com

  5. caterina ha detto:

    helena: condivido, sì. Non sono mai stata una patita delle teorie del complotto, ma mi pare che ultimamente la realtà  superi di molto la fantasia, purtroppo…

    Chicca, mi pare si sia offerto Paolo, e comunque basta registrare la trasmissione e poi fare avanti veloce fino alla pubblicità  😉

    Ella, hai assolutamente ragione, ma deve essere una protesta organizzata, duratura, ampia, e soprattutto pubblicizzata.
    Il potere del consumatore é enorme, ma finché il consumatore non lo esercita sul serio, il risultato é zero.

  6. Winston Smith ha detto:

    Io sono d’accordo co te, Daniele. Credo che al giorno d’oggi grazie a internet il pubblico sia piu’ informato che mai e Gelli sara’ visto per quello che e’. Ci sono ancora molti ignoranti per quanto riguarda la storia del XX secolo ma avere Gelli in TV costringera’ molte persone intelligenti a riflettere sui poteri occulti, mentre prima spesso e volentieri si evitava la questione. E’ importante guardare in faccia alla realta’ specialmente quando non ci piace. E’ un qualcosa che dobbiamo imparare a fare come nazione… Per decenni hanno cercato di dividerci in base a ideologie false, classi sociali false, religioni fraudolente ecc. Ma chi conosce la storia e si sofferma sulle parti piu’ buie e controverse, con una coscienza critica razionale non puo’ essere controllato.
    Il sapere rende liberi, la riforma Gelmini serve per limitare il sapere, i giornali servono a limitare il sapere e la televisione serve a limitare il sapere. Viviamo in una societa’ orwelliana, purtroppo. Le telecamere sono dovunque, il traffico in internet viene monitorato e anche le telefonate. Le automobili e i cellulari sono muniti di GPS, cioe’ il Grande fratello sa’ dove siamo. Non dico che ogniuno di noi e’ continuamente sorvegliato, ma ogniuno puo’ essere sorvegliato.

  7. Ella ha detto:

    Il cittadino medio non sa quanto potere abbia in mano solo per il fatto di andare a fare la spesa.
    Quello che compri (o non) determina l’andamento dell’economia, e quindi il successo o il fallimento di un’azienda, ergo: l’operazione boicottaggio funziona.

    Se proprio si vuole comprare, che si acquistino articoli di produzione locale-artigianale che non spendono per il passaggio pubblicitario in TV. O si faccia addirittura a meno di comprare merce che non sia di prima necessita’, e si cominci a reciclare/riusare cio’ che gia’ si ha a disposizione.
    Limitare/eliminare il consumismo e’ la migliore, piu’ accessibile arma che le nuove generazioni hanno in mano per cambiare veramente il mondo.

  8. CHICCA ha detto:

    helena caterina paolo e quanti altri sono con noi per l’OPERAZIONE BOICOTTAGGIO SPONSOR uno di voi deve aver lo stomaco di guardare la trasmissione per annotare tutti gli sponsor che finanziano la trasmissione
    io domani sera non posso guardarla poiché sn fuori italia ma aspetto l’elenco che mi posterete per i provvedimenti del caso
    daniele scusami l’OT ma é per una giusta causa

  9. helena f. ha detto:

    @ caterina
    Lì per lì, la mia ipotesi mi é sembrata un pò un’idea di complotto, quindi esagerata, ma poi ripensandoci bene … mica tanto, visto quello che succede in questo “strano” paese.
    Mi fa piacere che la condividi avendo scritto che potrebbe essere plausibile.

    Quoto Paolo Papillo, caterina e Chicca.
    Anch’io ci sto.

    p.s. Fuccillo piace anche a me e quando é il suo turno su Rai news 24 lo vedo sempre molto volentieri.

  10. caterina ha detto:

    Ciao Chicca, che bello 🙂

  11. caterina ha detto:

    @ helena f.
    La tua ipotesi mi pare alquanto plausibile, dati i soggetti coinvolti. E nell’intervista a De Mauro citata da damiano rama (nel blog di Ricca) emergono dati talmenti inquietanti su quanti italiani NON SIANO IN GRADO di leggere un articolo di giornale, per non parlare di un libro, che la funzione “educatrice” della TV assume un’importanza fondamentale.

  12. CHICCA ha detto:

    buongiorno blog
    quoto paolo palillo e caterina
    anche io ci sto

  13. caterina ha detto:

    @ Paolo Papillo:
    Questa é davvero un’ottima idea. Se ne parlava qualche giorno fa sul blog di Grillo a proposito di Rete4, ma va benissimo farlo per Odeon.
    Io me la immagino così: 1) Scegliamo due-tre prodotti; 2) scriviamo alle aziende che non comperiamo il loro prodotto X perché era pubblicizzato in quella trasmissione; 3) postiamo in tutti i blog per informare di questa iniziativa e cercare adesioni; 4) scriviamo a un quotidiano online, sperando che pubblichino la mail (altra pubblicità  all’iniziativa).
    In America ci sono aziende che sono state messe in ginocchio da iniziative di questo tipo. Ma bisogna essere molti, come in tutte le cose.
    Io ci sto.

  14. stefano ha detto:

    mah.. ti dirò. credo che sia il massimo del pluralismo televisivo. dopo le mummie di lenin, padre pio, napolitano (ah, scusate é ancora vivente..ma mi sembrava) é giusto che anche silvio porti la sua mummia in tv.sarebbe bello un tavolo coi vecchi piduisti, a mo’ di rimpatriata…tanto sono tutti volti noti della tele come tu hai già  detto. magari potrbbe ospitarli tutti la carrà , a sorpresa!silvio…dopo vent’anni, il tuo maestro é qui!!!!!!!!!!!

  15. Puccettina ha detto:

    ciao dany
    sn diventata maggiorenne, sai aspettavo questo momento xké credevo di poter cambiare il mondo, mi sarei sentita forte e GRANDE e avrei contribuito anke io a quel cambiamento epocale che stiamo aspettando tutti quasi come un ritorno del messia
    ora, invece, ho paura
    ho paura xké questo mondo governato dagli anziani non solo non lascia spazio ai giovani, anzi addirittura li ritiene non in grado di decidere con la propria testa, li chiama indottrinati e li crede una specie di parassiti decerebrati
    io non voglio più sentir parlare di televisioni, di indottrinamento, di propaganda ma voglio un mio spazio dove poter esprimere le mie aspettative voglio poter pianificare il mio futuro voglio avere l’opportunità  di crescere intellettivamente e moralmente senza piani prestabiliti da chicchessia né di dx né di sx né di su né di giù ma per quello che la natura mi ha dotato alla nascita e per quello che i miei genitori mi hanno lasciato in eredità : la dignità  di chiamarmi DONNA

  16. damiano rama ha detto:

    non é più, se mai é stato, un problema politico…

    la politica, la democrazia, esistono ed hanno senso solo se le persone hanno gli strumenti minimi di comprensione e di analisi per iteragire e “scegliere” veramente.

    Leggete i dati sull’analfabetismo e il dealfabetismo in italia!

    e non stiamo parlando di istruzione: il 12% dei laureati é dealfabetizzato! non sa più leggere!

    il 12% capite?

    trovate qui le analisi di Tullio De Mauro e alcuni dati statistici dall’ultima campagna di rilevazioni internazionale comparativa dell’Unicef:

    damianorama.wordpress.com

  17. helena f. ha detto:

    Concordo con Andrea P e….

    mi viene in mente a questo proposito il controverso “santone”
    Meneghetti, visto che il primo ospite di Gelli sarà  propio Dell’Utri che é un suo grande estimatore e con il quale ha ottimi rapporti (nel 2006 Meneghetti presentò il suo libro più importante “la psicologia del leader” alla quarta convention dei circoli giovani di Dell’Utri).
    Non voglio qui affrontare la dottrina di Meneghetti, l’ontopsicologia, di cui si é già  parlato abbastanza nel post di Martinelli del 2 settembre 2008 e nei commenti.
    Vorrei però porre l’accento su Ovopedia, l’enciclopedia in videoclip che rilegge gli eventi del mondo e che Berlusconi ha deciso di finanziare personalmente attraverso la cassaforte di famiglia Fininvest.
    Responsabile del progetto, molto apprezzato dall’ideatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri, é un ragazzo simpatico e carino di 35 anni: l’ex vj Anfrea Pezzi che presiede la società  e il cui progetto richiama il credo psico-filosofico di Antronio Meneghetti che ha fondato negli anni 70 l’ontopsicologia che ha come scopo ” la formazione del leader, inteso come intuizione attiva di soluzioni per il collettivo” (alla luce di tutto quello che sta succedendo, a me questa frase terrorizza).
    La società  Ovo ha un obiettivo, anzi una missione, creare Ovopedia, la prima enciclopedia in videoclip del mondo, rivisitando la storia secondo le teorie di Meneghetti.
    In Ovobio, la sezione dedicata agli uomini che nel loro campo hanno lasciato il segno, si ordina (agli autori dei testi, giovani con pochissima o nessuna esperienza nel campo dell’informazione storica e scientifica) di “mettere in luce la volontà  del personaggio di raggiungere i suoi obiettivi e l’intelligenza di saper applicare questa volontà “.
    E ancora:
    Mentre Dell’Utri cercava di intervenire sul mondo degli intellettuali con il settimanale “il Domenicale” annunciando la scoperta dei falsi diari di Mussolini e spiegando, subito prima delle elezioni, che il Pdl “avrebbe revisionato i libri di storia, ancora oggi caratterizzati dalla retorica della Resistenza”, la Fininvest si é data da fare per raggiungere i giovani (la tv interattiva di Pezzi é sembrata il sistema giusto per fare guerra a Internet).

    Mi scuso per il lungo preambolo che dovevo necessariamente fare per porre la questione:

    non sarà  per caso che su Odeon tv vadano in onda “le prove tecniche di trasmissione” di tal PROGETTO di rivisitazione, alterazione e travisamento della storia anche per i fatti più recenti e più vicini a noi per indottrinare la massa a loro comodo piacimento?

    p.s. informazioni tratte dall’articolo di Gomez sul L’Espresso
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Silvio-riscrive-la-storia/2038993

  18. paolo papillo ha detto:

    ATTENZIONE

    LICIO GELLI ,MASSONE-MAFIOSO,PARTECIPE ALLE TRAME PIU’ OSCURE CHE QUESTO PAESE HA CONOSCIUTO CONDURRA UN PROGRAMMA SU ODEON TV
    OSPITI D’DIS-ONORE,DELL’UTRI E ANDREOTTI.(fonte;corriere.it)
    PROBABILMENTE I TEMI E GLI OSPITI DELLE PROSSIME PUNTATE SARANNO I SEGUENTI
    ETICA NEGLI AFFARI E NELLA POLITICA OSPITI TANZI,CRAGNOTTI E TOTO’ CUFFARO,INTERVERRA TELEFONICAMENTE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO.
    PER PARLARE DI EDUCAZIONE CIVICA INVITERA’ TOTO’ RIINA.ALTRO TEMA LA MATERNITA’ TRAVAGLIATA OSPITE ANNA MARIA FRANZONI,CONFLITTO FIGLI –GENITORI OSPITE PIETRO MASO
    ORMAI NON ESISTE PIU’ LA VERGOGNA MEZZI DI DISINFORMAZIONE HANNO PERSO QUALUNQUE PUDORE,AL PEGGIO NON CE’ LIMITE.UNA COSA POSSIAMO FARE;NON GUARDE ASSOLUTAMENTE ODEON TV ,CHI LA GUARDA POTREBBE AMMALARSI GRAVEMENTE ,SPERIAMO…
    DOMANI REGISTRERO’ LA TRASMISSIONE CONDOTTA DA GELLI POI PUBBLICHERO’ LE AZIENDE CHE HANNO COMPRATO GLI SPAZI PUBBLICITARI ALL’INTERNO DI QUESTA TRASMISSIONE,INSIEME DOBBIAMO ATTUARE UN BOICOTTAGGIO DEI PRODOTTI DI QUESTE AZIENDE.
    CANCELLATE DALLA VOSTRA LISTA DELLA SPESA I PRODOTTI PUBBLICIZZATI DA
    ODEON TV.

    P.S.
    Combattiamo la falsa informazione la servizio del regime ad ogni occasione,loro non si arrenderanno ,noi neppure

  19. caterina ha detto:

    @ Andrea P
    Quoto tutto il tuo post. Io la avverto, questa violenza, ed é la ragione per cui sogno i forconi.

  20. patty ha detto:

    sono d’accordo con francesco. qui occorre una resistenza contro i ns politici.
    visto che con la calma non si ottiene niente, con le firme non si ottiene niente e sopratutto che il governo mette le mani avanti per non cadere (vedi picchiatori) …qui occorre fare come i francesi con la presa della Bastiglia.
    francamente anche io mi sento seviziata da queste notizie a livello psicologico. dopo molto tempo ho visto il tg1 di qualche giorno fa. nel sentire che l’istat ha detto che il costo della vita é sceso quando i prezzi aumentano sempre ogni giorno, che il sig.mario draghi ha detto che non vi sono problemi economici per le ns. banche e tutto il resto, mi viene solo i vomito, se penso in che paese vivo e come i media psicolano la mente della popolazione sopratutto degli anziani e casalinghe oltre che dei ragazzi.
    si salvano in pochi per quelli che seguono i fatti in rete e siti attendibili. anche se il mio compito per coscienza é quello di informare più gente possibile sui fatti attuali, rimango sempre la mosca bianca da schiacciare perché la gente oramai é stata lobotomizzata da mafiaset e raimerd.
    mi viene lo sconforto se penso che stiamo in pieno regime fascista non quello però mussoliniano ma questo é il peggiore di tutta la storia europea.

  21. patty ha detto:

    fatevi una risata con corrado guzzanti…
    http://it.youtube.com/watch?v=fcI5eapevJ0
    parla della loggia p2

  22. Maxx ha detto:

    Non sono affatto d’accordo che un fascista golpista, protagonista delle peggiori pagine della storia della Repubblica, vada in TV a riempire di merda la testa della gente poco informata. Come diceva qualcuno prima, sicuramente non andra’ a scoperchiare i segreti della sua P2 e ne tantomeno a pubblicare la lista completa degli affiliati (che non sono 972, ma 2400 come lui stesso affermo’ in un intervista), tra cui non mi stupirei ci fosse anche lo stesso Andreotti e il picconatore demente emerito Cossiga.
    E’ l’ennesima vergogna, l’ennesima beffa, l’ennesima presa per il culo. C’e gente che e’ morta grazie a questo schifoso massone deviato fascista, il suo posto dovrebbe essere la galera e non la TV, ma si sa siamo in Italia. Altrimenti liberiamo Riina, Provenzano, Brusca e tutta la fognatura e assegnamo a ciascuno uno spazio televisivo magari anche in prima serata sulle reti piduiste !
    Abbasso i piduisti !!
    RESISTENZA !!!

  23. freeman ha detto:

    Gelli, quasi 90 anni, completo scuro e piglio deciso, non si sottrae a domande sulla politica attuale e del passato: dalle caratteristiche principali del Piano di rinascita democratica alle stragi, dal fascismo (“sono fascista e fascista morirò”) alla massoneria, dagli aneddoti (“una volta incontrai, in un hotel a Firenze, Tina Anselmi che aveva dato ordine di cercarmi in tutto il mondo e lei non mi riconobbe, ma la foto di quell’incontro é nell’archivio di Stato coperta da segreto”) alle forze politiche attuali e alle manifestazioni studentesche. Di Berlusconi Gelli dice che sul Piano di rinascita democratica é “l’unico che può andare avanti, non perché era iscritto alla P2, ma perché ha la tempra del grande uomo che ha saputo fare, anche se ora é in momento di debolezza perché usa poco la maggioranza parlamentare”.

    Poi attacca la magistratura, “potere forte e costituzionale”, e lancia un assist a Marcello Dell’Utri, che é “una bravissima persona, onesto e non mafioso” e che tra l’altro sarà  ospite della prima puntata del programma. Non nasconde poi il suo disappunto per le proteste studentesche: “le manifestazioni non ci dovrebbero essere, gli studenti dovrebbero essere in aula a studiare” e approva la legge Gelmini “perché ripristina un po’ di ordine”. ANSA

  24. francesco ha detto:

    caro daniele,
    perdonami ma ho perso il filo!
    io non ci sto capendo piu niente!
    credo che le parole volino e la merda impiccica!
    i nostri cari politici hanno una capacita verbale da non sottovalutare! la giustizia non punisce i colpevoli, AVOLTE
    solo ieri ho visto questo servizio su la politica e la mafiA

    http://it.youtube.com/results?search_query=Blu notte: “La mafia in politica” -&search_type=

    andreotti ancora siede in parlamento,
    cuffaro senatore….berlusconi presidente del consiglio e napolitano presidente della repubblica, ovvero il primo mangia pane a tradimento!

    sai , toto riina aveva ragione quando diceva ” facciamo la guerra per avere la pace “!
    certo non dico che dobbiamo uccidere qualcuno attenzione!
    ma credo che certe volte la violenza serva per ristabilire la pace!
    nel tuo blog, quello di beppe, , quello di travaglio e tanti altri ancora si parla solamente! le parole volano, e se si fa una raccolta firma, le firme vanno a finire in scantinato con l antimuffa ( parole di grillo ). se un magistrato indaga ( vedi de magistris o altri, ) vengono trasferiti!
    gelli adesso in tv!,
    insomma e una lotta iMpari! io non vedo luce!
    l unica luce sarebbe quella di riprenderci le forze dell ordine, l esercito e nostro ? usiamolo…. ci vuole azione
    non abbiamo bisogno di vespri siciliani ecc , ma abbiamo bisogno di VESPRI PARLAMENTARI!
    io inviterei i poliziotti a marciare con noi verso il parlamento , usare i manganelli e lacrimogeni contro i politici , e scusate se esagero, darei fuoco al parlamento!
    e ne rifarei uno nuovo di zecca!
    il mio sogno sarebbe vedere un golpe di stato fatto dal popolo come accadeva in passato! questa politica la si puo combattere solo con la violenza e non con le parole, perche poi loro si fanno le leggi giuste per paracularsi tutte le truffe! io dico basta !
    e credetemi ,,,vivo in spagna, ma quando ho visto la rissa a piazza navona ho sentito qualcosa! l istinto animale ha prevalso , e non moderatemi dicendo che bisogna stare calmi!
    la troppa calma e da pecoroni! adesso c e bisogno dell azione ! sdradichiamo con la violenza i parlamentari!
    blocchiamo li ngresso al parlameto a certe persone , e poi scusa perche chiamarli onorevoli? chiamiamoli per nome ,
    ammeno che onorevole non viuol dire pezzo di merda!
    e quindi onorevole veltroni
    onorevole andreotti
    onorevolecuffaro
    onorevole…. troppi ce ne sono di onorevoli pezzi di merda!
    ripuliamo ….
    facciamo skierare le forze dell ordine dalla nostra parte! e se ce un poliziotto che sta leggendo questo mio sfogo…dimmi
    come cazzo fai a manganellare gente anziana o innocente e a quegli stronzi di piazza navona nemmeno una manganellata gli avete dato! se non avessi niente da perdere andrei in giro armato! MA PER FORTUNA ho deciso di lasciare la merda in cui vivete, ma sappiate che nel momento del bisogno e quindi appena la situazione necessita la violenza potete contare sul mio appoggio, sono grande e grosso e la gente col bastone tricolore non mi spavemta anzi ci vado a nozze!
    il mio appello , e qui concludo, e quello di disarmare la politica! e quindi togliergli il potere che hanno sui poliziotti carabinieri ed esercito!
    forse sto entrando troppo nel vivo di questa brutta storia …io gia ho mollato 5 anni fa quando sono andato via dall italia… ma e grazie a te , daniele e altri , grazie alla vostra volonta che continuo a seguire le vostre povere vicende! un po mi fate pena, perche cosi non soluzionerete mai nulla, ma darete ancora piu tempo a ai politici di rafforzarsi! e vero , lopinione pubblica forse si sta rendendo conto di quello che sta accadendo , ma credo che non abbiano le palle per poter concludere questa storia che sembra inveosimile, ma in realta e verosimilmente vera!
    adios

  25. Marco Da Roma ha detto:

    Concordo su tutto, ma non sulla frase finale del pezzo. Mi pare troppo pesante, anche se sono d’accordo sul ..concetto!

  26. Andrea P ha detto:

    Aaa sono schifato.

    Secondo me Daniele ti sbagli, una conduzione televisiva di Gelli é l’ ultimo passo conclusivo che dimostra la volontà  di uscire allo scoperto, perché si ritiene che i tempi siano sufficentemente maturi per essere “apprezzati”.

    Traviseranno la realtà  dei fatti storici dal 22′ ad oggi,e molti italioti, arriveranno ad apprezzare l’ operato dei piduisti.

    Li vedranno come una sorta di carbonai: operosi nel silenzio nell’ intento di salvare l’ Italia intera dalla “minacciosa unione sovietica e dai loro sostenitori antipatriotici”.

    Sarà  questo il messaggio che passerà : saranno in grado di far accogliere la loro visione dei fatti, tutti i morti che hanno causato, come una perdita necessaria per la salvezza della nazione intera.

    Non sono paradossi quelli che affermo, considera che gli italioti ora accettando cose (lodo alfano, salva rete4 ecc..) che sicuramente non avrebbero accettato nel 94′. Anni di disinformazione televisiva, hanno dato il loro frutto.

    Per loro i tempi son maturi per uscire allo scoperto e farsi accettare dalla quasi totalità  dei nostri connazionali: in parte disinformati, cretini, opportunisti.

    Ho la sensazione d’ essere violentato intellettualmente, anche voi avvertite questo tipo di violenza?

    Sto male!

  27. Marco B. ha detto:

    ah Daniele,

    smettila di illuderti, la comparsat del giornalista “contro” su una rete RAI o MAFIASET non te la faranno fare mai .. LORO al contradittorio al massimo ci mandano Sgarbi, Gasparri o Capezzone .. il resto non é in discussione per la NANOPSICOTICO’s coalition ..

  28. trarco mavaglio ha detto:

    ho pubblicato nel mio canale l’intervista del 29 ottobre 2008 dove Licio Gelli difende Marcello Dell’Utri dicendo che nn e’ un mafioso bensi una brava persona, onesta e colta..

    video: http://it.youtube.com/watch?v=iH0fYzzzu7g

  29. MIMMO DORAZIO ha detto:

    VISTO
    CHE 39 DEPUTATI E 16 SENATORI SONO MINISTRI E SOTTOSEGRETARI MA NON HANNO LASCIATO IL POSTO DA PARLAMENTARE
    CHE QUESTI SIGNORI PERCEPISCONO IL DOPPIO INCARICO DA PARLAMENTARE E MINISTRO / SOTTOSEGRETARIO;
    CHE QUESTI SIGNORI SONO A TUTTI GLI EFETTI DIPENDENTI PUBBLICI PERCHE STIPENDIATI DA NOI CITTADINI;
    CHE LA RIFORMA BRUNETTA RIBADISCE L’OBBLIGO A NON ASSUMERE ALTRI INCARICHI OLTRE QUELLO IN ESSERE PER I DIPENDENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE:
    AIUTIAMO BRUNETTA NELLA APPLICAZIONE DELLA SUA RIFORMA MA PER TUTTI I DIPENDENTI PUBBLICI COMPRESI DEPUTATI E SENATORI SOPRATUTTO PERCHE LA LEGGE E’ E DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI
    QUINDI FIRMATE E DIFFONDETE IL BANNER DELLA PETIZIONE PER ESTENDERE LA RIFORMA BRUNETTA A TUTTI I DEPUTATI E SENATORI SU:
    http://firmiamo.it/applicazioneriformabrunettaaideputatiesenatori

  30. Giovanni Bruno ha detto:

    Daniele stai diventando cicciottello?
    10 kg?
    Attenzione!!!

  31. patty ha detto:

    e secondo te Daniele dovevano mettere delle verità  sui libri a loro svantaggio? la mondadori se ne salva bene dal dirlo!
    sai quanti libri di economia politica che ho studiato non dicono neanche la verità  sui fatti reali. addirittura non spiegano bene neanche le basi. del neoliberismo hanno detto proprio la mondadori che é stato un bene per gli stati che l’hanno applicata questa teoria nata negli anni 80 voluta dalla Thatcher e Reagan.
    guarda in che stato ci troviamo oggi. siamo stati spogliati dei beni che avevamo (a vantaggio delle lobby) oltre che alla delocalizzazione delle industrie nei paesi asiatici e del medioriente.
    non voglio commentare perché ne avrei a bizzeffe da dire per i danni causati a livello nazionale, europeo e sopratutto a livello mondiale.
    solo uno studente poco attento o che studia tanto per arrivare al pezzo di carta non se ne può accorgere.
    mi viene da vomitare solo al pensiero di quanti danni abbiano causato. peccato che alcuni giovani non hanno aperto ancora gli occhi e sopratutto informato i loro parenti anziani…
    se non riusciamo a farci entrare nelle meningi che il sistema attuale é sbaglato non verremo mai fuori da questa mafia mondiale.

  32. sogart sogart ha detto:

    grazie per il consiglio del libro sulla p2 xké stò facla mia tesina d’esame su questo e son sicura k i professori mi tartasseranno di domande xké son cose k nn conoscono nemmeno loro, dimostrazione né stata quando ho annunciato l’argomento e mi hanno chiesto che cos’é!!!siam messi bene insomma!!!
    ma che scopo aveva quell intervista a petruccioli… non ha detto nulla!e quelli che non son informati come noi secondo me nn hanno nemmeno capito l’allusione all impotenza informativa.
    é un circolo cosi controllato k é impossibile uscirne illessi quello é sicuro ,però trovo che se gelli a 90 anni riesce a fare un programma tv ,non é decrepito e fa allegre festicciole cn amici massoni…la vita é diventata troppo lunga e di questo passo inizieremo a rimpiangere i bei tempi in cui la vita media era stimata a 60 anni!

  33. Tsunami ha detto:

    …ed io che credevo che Gelli fosse morto! Davvero, non ne sentivo più parlare ed ora invece OdeonTV se ne esce con questa trasmissione di dubbio gusto.
    Vero Daniele che della P2 se ne sà  poco o nulla, per questo mi auguro che l’ultimo punto del tuo post si avveri: Martinelli al posto di Marzullo!

  34. Massimo ha detto:

    Caro Daniele su un punto ti sbagli: la gente NON sa che la RAI dà  un’informazioni non attendibile! altrimenti, come spiegare che l’ottanta per cento degli italiani (dati della Banca Mondiale) si informa esclusivamente attraverso la televisione?

  35. gre ha detto:

    Daniele, concordo nella tua analisi. Ma c’e’ un punto che non riesco a capire.
    Parlare della p2 in tv e’ una cosa che fara’ piacere a Vespa, Fede ecc?
    Ne parleranno cercando di sostenere le cose che verranno dette il prossimo lunedi da Gelli? Cercheranno di manipolare le opinioni dei “poco informati”?
    E’ una cosa pianificata? Valutata in tutte le sue conseguenze?
    Accettano il fatto che ne parleranno i soliti Santoro, Gabanelli, magari perche’ hanno un pubblico gia informato e schierato contro la p2?
    O si tratta, invece, di qualcosa che e’ fuori controllo, nata dal desiderio di Gelli di volere “i diritti d’autore” (parole sue in un intervista) dell’attuale sistema che e’ la concretizzazione del piano di rinascita democratica? Cercando dei benefici personali che verranno accordati dalla casta? Vuole intitolata qualche piazza anche lui?
    Spero di stimolare una riflessione e aspetto che venga messo su you tube (vivo all’estero!) per capire di che si tratta…

  36. Piero ha detto:

    Caro Daniele,
    sarei d’accordo con te se Gelli ci parlasse della Storia della P2, chiarisse le loro idee, i loro componenti, dicesse che il programma politico di Berlusconi l’aveva scritto lui 30 anni fa.
    Ma non ammetto che una persona del genere possa parlare della storia d’Italia con altri due (Andreotti e Dell’Utri) che hanno scritto le pagine più brutte della nostra storia…quelle, che almeno a me, fanno vergognare di essere italiano.
    Grazie comunque per il lavoro che fai.
    Ti stimo.

  37. Ella ha detto:

    Gelli ha 90 anni e va a parlare in TV.
    A pagamento? Chissa’. Certo non credo sia un’espressione del suo buon cuore.
    Che ci fa uno di 90 in TV, mi domando.
    Chi ha voglia di stare a sentire la farneticazioni di un vecchio come lui, o come alcuni di quelli che lo affiancheranno.
    Cosa ci si puo’ mai aspettare di imparare da questa gente, anche solo in termini di informazione, dico io.

  38. caterina ha detto:

    Ho cercato di postare nel loro blog, ma il mio commento non compare. Comunque la mia posizione é questa:

    “La trovo proprio un’idea di buon gusto, e lo zenith della pluralità  di informazione.
    Con il venerabile in persona che riscrive la propria e l’altrui storia, non c’é neanche più bisogno dei tristi impiegatucoli alla Winston Smith.
    Suggerisco – ma le vostre menti illuminate ci avranno senz’altro già  pensato – almeno una seduta spiritica per evocare Craxi, che possa finalmente fare chiarezza sui grandi misteri che avvolgono la politica passata e presente.”

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.