Il mondo si indigna per il Dalai Lama che ha chiesto un gioco di lingua a un ragazzino, ma nessun telegiornale sta dando risalto alle inchieste per pedofilia nella chiesa che sono in corso in Italia.

Vi do qualche dato aggiornato di adesso che siamo all’aprile del 2023. Dati che attingo dal report sui “sopravvissuti agli abusi sessuali del clero italiano”, presentato dall’Osservatorio permanente della rete “L’abuso” e dall’associazione internazionale Eca Global.

Ebbene, il report dice che i preti accusati di molestie ai minori o atti sessuali con minori in Italia sono 418. Di questi, 166 sono sotto denuncia, 164 sono stati condannati, 88 sono caduti in prescrizione. Le Regioni dov’è più diffuso questo odioso vizio di molestare i bimbi sono la Lombardia con 69 casi; il veneto con 40 casi; la Sicilia, con 39 episodi accaduti negli ultimi 13 anni.

I dati si riferiscono soltanto ai sacerdoti e non comprendono i catechisti, gli educatori, gli animatori e i laici.
Infine, manca l’imprecisato numero di casi mai denunciati per paura, per timore o per vergogna da parte delle piccole vittime. Unica nota strana di quell’incresciosa immagine dell’ottuagenario Dalai Lama, è il fatto che risalga al 28 febbraio scorso e sia uscita soltanto adesso, mentre la Cina sta sorvolando Taiwan per impossessarsene, un po’ come Putin ha già fatto col Donbass e la Crimea. Sappiamo che la Cina mal sopporta il leader buddhista – che rappresenta l’indipendenza del Tibet – di cui la Cina rivendica la territorialità.

Ecco, aldilà delle guerre di conquista, il mondo religioso ha perso un’altra occasione per riscattarsi dalla sfiducia e dal distacco progressivo della generazione z. Di cui le adolescenti iraniane che ballano su Tik Tok coi capelli al vento, in spregio ai dettami di Khamenei, rappresentano l’emblema laico di un futuro disinibito e forse meno insidioso di un uomo in tonaca che che fa il molestatore seriale.

Papa Bergoglio ha fatto davvero tanto per contrastare la pedofilia nella chiesa cattolica. Ma i troppi casi, uniti ai clamorosi scandali finanziari che hanno coinvolto lo Ior, la banca vaticana, hanno ormai avviato la chiesa verso un tramonto senza più un nuovo giorno.

Comunque in Italia sono tanti, i tg avrebbero occasione per parlarne, ma il silenzio regna sovrano. Del resto il Vaticano sappiamo essere implicato nelle raccomandazioni di conduttori in Rai, soprattutto nei varietà come Domenica. Lorena Bianchetti è uno dei casi che sono stati documentati anche dai giornali.

Lascia un commento