Ieri l’aula di Montecitorio ha dato 240 voti a un candidato arrivato terzo in un sondaggio tra frequentatori di un sito web, dei quali non sappiamo niente, nemmeno quanti sono e se sono veri: Stefano Rodotà è in politica dal 1979, 13 anni prima di Marini, ma il bacio del web lo ha fatto «nuovo»“. Antonio Polito sul Corsera.

2 pensiero su “Il prurito di Polito”
  1. Ma quale Prodi, quello che con un sorriso da parroco ci ha messo nella trappola dell’euro..?
    E quale Rodotà, l’emerito costituzionalista (il Presidente forse ne deve sapere qualcosa..) che ha capito che il pareggio di bilancio per una famiglia funziona ma per uno Stato è un suicidio?

Lascia un commento