FORMIGONI

Formigoni, dopo 18 anni di gestione della sanità in Lombardia lasciata nella bufera delle inchieste di tangenti e corruzione, arriva a Roma “blindato” in Senato. Invece, per 244 dipendenti del San Raffaele, rimane soltanto la protesta a difesa del proprio lavoro, messo a repentaglio dalla malagestione precedente che ha provocato per i bilanci dell’ospedale un buco di 1 miliardo e mezzo di euro.

Un pensiero su “Formigoni, da Daccò al Senato”

Lascia un commento