«Il 60% degli elettori italiani è contrario alla moneta unica nella sua forma attuale, bisogna rispettare gli elettori italiani e spiegare loro che non c’è alternativa alla disoccupazione. Insisto, dunque, nel chiedere a Berlino l’elaborazione d’un Piano B, con la previsione di un crollo dell’euro o di nuovi confini dell’eurozona. Sono contrario ad aiuti all’Italia perché gli italiani sono più benestanti dei tedeschi». Anton Boerner, presidente dell’Associazione degli esportatori tedeschi, appoggiato da “ambienti di centrodestra vicini ad Angela Merkel”.

Un pensiero su “Fine dell’euro: la Germania ci pensa”

Lascia un commento