Il vertice europeo tra Sarkozy e la Merkel che in un clima ridanciano hanno liquidato Berlusconi e il suo governo farlocco complice del malaffare, è l’ennesima pagina che rimarrà negli annali della storia di questo disgraziato Paese che è l’Italia. Già commissariata dai banchieri europei e dai due governatori oltre che avviata al fallimento sulle orme della Grecia. Altro che “culona inchiavabile” la Merkel. E’ mister parrucchino Berlusconi il culo flaccido truccato da pagliaccio del mondo. E’ grazie a lui e al suo clan di disonorevoli se assisteremo alla farsa annunciata della riforma delle pensioni. Vedremo cosa uscirà dal cilindro entro i prossimi 3 giorni: termine entro il quale l’Europa esige una risposta per uscire dal dissesto dei conti italici oppressi da un debito pubblico ormai irrecuperabile. Ecco perché ridevano tutti in quella conferenza stampa gremita di giornalisti provenienti da tutto il mondo. L’Italia non ha alternative a una rivoluzione di piazza. Ogni giorno che passa è come un click di una bomba a orologeria. La sua miccia è la perdurante ignavia del governo. Rimane da capire a quant’è il count-down.

Un pensiero su “La risata che ha seppellito B.”

Lascia un commento