Solidarietà  a Piero Marrazzo

E’ forse ancora un po’ presto per definire bene i contorni della vicenda dell’ormai ex governatore del Lazio Piero Marrazzo, ma gli esprimo solidarietà  personale perché la relazione con un transessuale, in questo paese ribaltato, sta facendo più scandalo degli spaventosi buchi nei bilanci della regione, a cominciare da quello della sanità , che nella sola Lazio, un anno fa ammontava a 10 miliardi di euro.

I buchi nella sanità , che prtroppo investono anche altre regioni italiane, provocano dimissioni soltanto davanti a plateali arresti, sempre che avvengano. Altrimenti, al contrario, scandali di ruberie di soldi pubblici e tangenti diventano requisito per fare il salto di qualità . Dalla regione si va direttamente al parlamento (Raffaele Fitto docet).

Tornando a Marrazzo, finora, fra reticenze ed ammissioni, emerge una sua relazione extra coniugale con un transessuale che dura da almeno sette anni. Tre in più della durata del suo matrimonio con una giornalista di Rai3.
Emerge un filmato girato da quattro “mele marce” dell’arma dei carabinieri, che si sarebbero introdotti illegalmente nel vano in cui il transessuale e Marrazzo si sono intrattenuti in un’occasione ai primi di luglio.
Emerge un’indagine a carico dei quattro carabinieri su segnalazione dello stesso Marrazzo, che si sarebbe deciso a denunciare il ricatto e l’estorsione subita alla magistratura, dopo aver consegnato ai carabinieri estorsori assegni per un importo complessivo di 20 mila euro.

Emerge una storia tutta personale di un politico che ha avuto la dignità  di dimettersi dall’incarico di governatore di una regione, che come già  ricordato, ha ben altri problemi di bilancio.

Emergono tuttavia “debolezze” ammesse dallo stesso Marrazzo e particolari che vanno a mio avviso analizzati in questo paese di moralisti e moralizzatori, in cui non si consente ai gay di fare i genitori ma si chiude un occhio per quei padri gay che amano i transessuali.
Una discriminante che non capisco, visto che l’attrazione per un transessuale con seno femminile e genitali maschili dovrebbe essere più “perversa” di quella per un ragazzo normale. Per una società  di moralizzatori s’ intende!

Fosse dipeso da me Piero Marrazzo avrebbe continuato a fare il governatore. Non si sarebbe ficcato nel tranello del ricatto.
Fossi stato io al posto di Marrazzo non avrei ceduto e non avrei consegnato assegni. Avrei sfidato subito i carabinieri ribaltandogli la minacia di denuncia alla prima occasione, in quanto possessori di immagini illegali girate in un luogo privato. Avrei quindi atteso di rivolgermi alla magistratura col rischio di sollevare il polverone che infatti si é sollevato.

Bastava un po’ di freddezza e di lucidità  mentale e secondo me sarebbe finita lì. Invece, Marrazzo, conscio di essere in un paese di moralizzatori, ha avuto paura. Si é sentito braccato perché sa bene che dei politici, in Italia ma anche all’estero, si deve sapere anche cosa fanno a letto, e con chi.

Marrazzo é stato governatore di una regione in un paese catto-catodico in cui vigono ancora reati morali come gli atti osceni in luogo pubblico.
Marrazzo é vittima del sistema di cui fa parte, come Berlusconi del resto. Con la differenza che quest’ultimo ha basato la sua campagna elettorale sul suo ruolo di padre fedele in una famiglia unita, salvo poi scoprire relazioni con prostitute e presunte “situazioni” con minorenni. Di Marrazzo non ho trovato un comizio o una frase moralista.

Gli esprimo quindi solidarietà  umana, con la speranza che l’italia torni un paese normale che si preoccupi dei soldi che i cittadini si vedono fottere dalle loro tasche da una classe dirigente molto più puttana di quattro transessuali.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

141 Commenti a “Solidarietà  a Piero Marrazzo”

  1. CHICCA ha detto:

    brava Elena, ti quoto in pieno
    purtroppo in questo paese di pulcinella dove tutto si risolve solo perché il popolo ha memoria corta, vengono perdonati i peccati dei più deboli, se si parla di persone visibili. ma gli invisibili? quelli che combattono ogni giorno per conservare un posto di lavoro, se ce l’hanno, o peggio ancora fanno parte dell’esercito dei disoccupati in cerca di un cono di luce in questa matrigna società ?
    non posso pensare che si paghi ben 5000 euro ad una prostituta che sia femmina maschio gay o trans, per una notte di bagordi a coca ed in più trasportati da auto blu quando siamo in tanti ad aver studiato per migliorare questo povero mondo che ci si sta rivoltando contro.
    la morale, il bene pubblico, il popolo che fine hanno fatto?
    si perdona marrazzo che mente anche a se stesso, si difende l’indifendibile mistr B, ma chi pensa a difendere noi? dov’é il tribunale per chi é VERAMENTE debole?
    mi hanno offerto di collaborare ad una ricerca in USA, e forse andrò via, ma con tanto amaro in bocca perché non ho saputo difendere i miei diritti ed i diritti di chi come me combatte per vivere degnamente nella propria terra

  2. marcello ha detto:

    nulla da dire sul fatto che sia andato con un trans… é una questione tra lui e la moglie, ma sul fatto che abbai pagato per non far circolare quel video? Per questo motivo é giusto abbia abbandonato la carica politica. il resto é solo gossip.

  3. marcello ha detto:

    nulla da dire sul fatto che sia andato con un trans… ma sul fatto che abbai pagato per non far circolare quel video? Per questo motivo é giusto abbia abbandonato la carica politica. il resto é solo gossip.

  4. helena f. ha detto:

    @ Ercole
    Marrazzo ha fatto solo il suo dovere. Un politico con delle responsabilità  verso la cosa pubblica, visto il ruolo che ricopre, essendo accertato e provato l’aver accettato il ricatto, deve per forza dimettersi. Non é più credibile e affidabile per l’esercizio delle sue funzioni.
    E’ la logica conseguenza, derivata dalla sua leggerezza, per non aver saputo gestire la sua vita privata con attenzione, essendosi reso vulnerabile al ricatto. E alla luce degli ultimi avvenimenti, non solo ai quattro carabinieri, ma anche agli avversari politici.
    Eh si che già  nel 2005 avevano cercato di incastrarlo e ne uscì bene. Proprio per questo doveva doppiamente guardarsi alle spalle.
    La prima esperienza non é servita a nulla. Ha offerto di nuovo il fianco al nemico, ha infilato la testa direttamente nella tagliola, si é autoincastrato (come dice Travaglio).
    Sciocco? Irresponsabile? Incosciente? Sicuramente inaffidabile.
    Purtroppo questo é il problema, il motivo per il quale sia stato ricattato non conta, ma conta il fatto di essersi reso ricattabile, con una leggerezza che ha dell’incredibile e aver ceduto al ricatto.

  5. giovanna ha detto:

    saranno pure affari suoi!premetto una cosa ,sono una semplice cittadina esprimo il mio parere come essere umano,no xke’ faccio parte di qualche partito politico diciamo che sono anapolitica! tutta la mia solidarieta’ x Marazzo,lo invito a non reprimersi piu’ di tanto,x quanto riguarda la gente fra’ un po’ di tempo dimentichera’ tutto,non dovrebbe preoccuparsi neanche della famiglia xche’ secondo me lo perdoneranno,queste sono cose delicatissime penso che nessuno abbia diritto a sporcare l’immagine di una persona,xche’ invece non dicono i nomi dei carabinieri e fanno vedere le loro facce? tutelarli? xche’ ne hanno diritto? dopo lo schifo che hanno combinato,loro si dovrebbero vergognare signor Marazzo no lei.le auguro che tutto passi al piu’ presto.Giovanna

  6. Ercole ha detto:

    Piano ordito sapientemente nei confronti di una persona pubblica che ha sempre dimostrato dedizione nella propria attività . L’onestà  intellettuale di Marrazzo sta nell’aver dato le dimissioni nonostante non fosse obbligato. Un ennesimo caso “Boffo” che dà  sempre più l’idea dell’esistenza di un potere (neanche troppo occulto) in grado di spazzare via gli scomodi avversari politici e non.

  7. Enrico ha detto:

    Mi rivolgo direttamente a Marrazzo.
    Ammetti i tuoi errori (parte pubblica), mettiti in pace con la tua coscienza e torna a camminare a testa alta.
    Enrico

  8. freeman ha detto:

    a quanto pare la coca non era sua e lui non l’ha usata. le sue colpe sono altre…

  9. Giacomo ha detto:

    Io mi chiedo una cosa.Secondo voi una persona che di giorno fa’ il padre di famiglia e il politico e di notte fà  i sandwich con i trans, strafatto di coca, puo veramente prendere delle decisioni per conto di altri????
    La risposta é NO. Primo perché é ricattabile come si é dimostrato e poi perché non é una persona sobria.
    Io punto il dito su chi lo difende.la vera ipocrisia é dire :”Non mi interessa cosa fa della sua vita privata”. Un conto é se fosse un single o un gay diciarato.Non si prende le sue responsabilità  all’interno della famiglia e governa una regione.Cari italiani in francia si sono ribellati nel 1789, noi stiamo ancora a sentire questi schifosi.
    L’Italia il paese dove l’uomo é meno uomo che altrove.
    J’accuse.
    Marrazzo fai schifo.

  10. ANTIFEDE ha detto:

    Abbiamo detto tanto di berlusca e di quanto sia bugiardo e indignitoso, Marrazzo ha sbagliato e tradito gli elettori,é giusto che sparisca dalla vita politica darebbe anche meno forza a questa destra che non aspettano altro che attirare gente nel loro fango.

  11. Venom ha detto:

    Man mano che passano i giorni la vicenda assume sempre più i contorni di una trappola organizzata, in cui girano interessi politici molto più grandi di quello che sembra. Penso che non sia un caso che tutto ciò stia venendo fuori in contemporanea alle Primarie del PD in cui si é registrato un messaggio forte degli Italiani!!! BerlusKin sapeva tutto e aveva avvertito Marrazzo garatendo il silenzio dei suoi giornali… in cambio di cosa? In politica non esiste magnanimità … Questi carabinieri che dopo aver incassato i soldi sono andati comunque ai giornali!!! Vediamo come va a finire per queste mele marce, io un’idea ce l’ho!!!
    Insomma Marrazzo é annientato politicamente ed il PdL si avvia verso la conquista della Regione… Chi ci ha guadagnato in tutto ciò?

  12. marinella ha detto:

    cara francesca.. se uno ha mentito così spudoratamente davanti alle telecamere quando orami i giochi erano fatti e la faccenda era già  venuta a galla significa che si era già  allenato a farlo per bene a casa sua… che c’entra poi se la moglie lo sapesse o meno… la vicenda é penosa ugualmente e comunque a lei e ai figli di marrazzo va tutta la mia solidarietà .. lui resta un omuncolo che non ha saputo gestire le sue debolezze.. ora se la veda con se stesso e pensi al danno che ha fatto ai suoi familiari in primis ,a se stesso e ai suoi elettori !!

  13. Emiliano ha detto:

    helena, ti quoto in pieno.
    Mi spiace non essere d’accordo con Daniele stavolta, non é tanto una questione di moralità : il problema é che una importante carica pubblica abbia mentito e ceduto al ricatto. Di questo deve principalmente rendere conto a cittadini, e per questo non é adatto a mantenere il suo ruolo.
    Che poi Berlusconi abbia le stesse magagne moltiplicate per 1000 non é una scusante per Marrazzo né per nessun altro lestofante al govero o all’opposizione.

  14. francesca ha detto:

    Leggo tanti commenti di condanna per un uomo che ha tradito la famiglia, moglie e figlie. Vi sembra possibile che una moglie durante questi (non pochi anni) non si sia accorta di nulla? A me no e penso che il potere e i soldi abbiano contribuito a questa cecità  e credo anche che questa situazione sia molto più frequente di quanto immaginiamo.
    Per le figlie mi dispiace, non so quanti anni abbiano ma comunque questa storia la subiscono sicuramente.

  15. Andrea Costa ha detto:

    @ Marco B. bravo sono d’accordo con te.
    Il tuo commento fila alla perfezione, e come ho detto io precedentemente: Che sia Berlusconi, Marrazzo, D’Alema, Mastella e moglie e tanti altri che non sto a elencare, (perché la lista é lunga) si devono DIMETTERE, punto e basta.
    Ciao a tutti.

  16. Marco B. ha detto:

    X TUTTI

    Marrazzo é compromesso e DEVE DIMETTERSI!! Il NANO é COMPROMESSO e ANCHE LUI DEVE DIMETTERSI .. e così Bassolino e D’Alema!! Il politico beccato col SORCIO in BOCCA nelle democrazie liberali COMPIUTE(dove NON si và  a fare la FILA con l’EURINO, l’OBOLO, la QUESTUA, per VOTARE il candidato leader di partito)và  davanti ai microfoni dei MEDIA RIUNITI e UNIFORMATI, CHIEDE SCUSA e si DIMETTE con effetto IMMEDIATO e INDEROGABILE!! Se POI ci sono ANCHE dei REATI nel suo OPERATO(PUBBLICO e PRIVATO)và  ANCHE davanti al GIUDICE!! Così DEVE funzionare la DEMOCRAZIA .. OGNI altro tentativo di VOLER STRAVOLGERE lo STATO di DIRITTO con SCUSANTI, LODI, ACCORDI BIPARTISAN e DOSSIERAGGI é una VIOLAZIONE della Costituzione che andrebbe PUNITA seriamente!

    http://www.ustream.tv/recorded/2428675

  17. Ella ha detto:

    Lo stile di vita di Marrazzo richiede(va) un sacco di soldi.
    Soldi per pagare i trans, soldi per la coca e soldi per il ricatto. Piu’ 3 figlie da mantenere, moglie, e forse un mutuo.

    Quanto guadagna un governatore?

    E voi popolo del Lazio, persone oneste che pagate le tasse, voi che fate sacrifici, non vi drogate, voi che mantenete questi soggetti, siete daccordo sul come i vostri rappresentanti spendano i vostri soldi?

  18. marinella ha detto:

    cara Monique… marrazzo non é un pinco pallino qualunque che tra l’altro non avrebbe neanche avuto tutti quei soldi da buttare così per questi motivi… marrazzo é un personaggio pubblico, stimato giornalista governatore della regione lazio che con l’auto blu andava a trans che pagava circa 2000 euro e che una volta ricattato ha ceduto e ha presumibilmente pagato fior di quattrini per occultare tutto.
    Ha poi negato e negato e negato finché qualcuno non gli ha fatto notare che faceva anche la figura del pirla a offendere l’intelligenza dei suoi elettori continuando a urlare che era tutta una bufala. Ti piacerebbe che tuo marito,che il candidato che hai votato, l’uomo a cui affidi il governo della tua regione sia così ?????? a me no!!!!!!

  19. Monique van Delft ha detto:

    Ho letto alcuni commenti……….fate pena!! Marrazzo é una persona stimabile, la sua vita sessuale riguarda solo lui e sua moglie.Perché avrebbe dovuto dirlo?? E’ un fatto privato che non riguarda nessuno.

    Ma l’Italia é diventata un paese di bigotti, di gente che giudica, di gente falsa e pettegola…cioé non seria.

  20. Monique van Delft ha detto:

    Buongiorno,

    Sono un’insegnante delle Scuole Elementari di ruolo, vorrei esprimere la mia solidarietà  a Pietro Marrazzo, é scandaloso che la sua vita privata venga messo in discussione e in pubblico. Non giudico ciò che una persona fa fintanto é tra adulti e consenzienti e che non abbia influenza sulla sua vita pubblica. Mi dispiace immensamente per Pietro Marrazzo e la politica “gossip” in Italia fa veramente pena. Signor Marrazzo Lei ha tutta la mia stima, spero che tanti la pensano come me.

    Monique van Delft

  21. freeman ha detto:

    la prostituzione non é reato, almeno per ora… le colpe di marrazzo sono ovviamente altre e ne abbiamo parlato abbastanza.

  22. POLDO ha detto:

    Dopo aver visto Report ieri sera il bacio della buonanotte di helena e il sorriso di caterina mi hanno rincuorato.

    C’era di che farsi venire l’ulcera a vedere in che condizioni versa la nostra economia mentre il Puttaniere di Arcore come lo stregone di un tribù incolpava il pessimismo come principale causa della recessione Italiana, mah!

    Tornando a Marrazzo la situazione si evolve e le domande che mi ponevo sembrano avere un senso, qualcuno sapeva e voleva sputtanare Marrazzo, a che scopo non é ancora chiaro, quel qualcuno aveva rapporti con i carabinieri e con i trans ed ha approfittao della vicenda.
    La droga é un’interrogativo anche perché non é difficile buttare una dose lì per produrre un accusa nel caso non ce ne sia una abbastanza solida.
    Come pure non é chiaro se i rapporti di Marrazzo siano stati sempre con la stessa trans o vari, che abbia gusti sessuali discutibili ok ma che sia un emertito coglione che se ne va a trans come tutti quello proprio no.
    Chi frequentava Marrazzo era al pari delle escort.

    Quindi la casualità  della vicenda io continuo ad escluderla.

    Resta l’amarezza per un evento che continua a segnare una politica italiana colma di falle, di avere lasciato il finaco alle solite merde del PDL e come dice helena aver conivolto la regione Lazio ed essendo romano la cosa mi infastidisce alquanto.

    Di una cosa sono certo, il caso Marrazzo é venuto alla luce ma tutte le altre relazioni tra politica, prostituzione e droga dei nostri cari parlamentari versano ancora nell’ombra e a parer mio ce ne sono tante.

    @ Francesco

    1) Berlusconi non ha mai pagato nessuno? Ma se sono anni che lo accusano di tangenti e corruzzione. Beh, certo é più facile fare inciuci quando sei padrone di mezza Italia.

    2) Il fatto che abbia gusti sessuali inusuali non significa che odi le figlie, é un tradimento verso la famiglia e soprattutto verso la fiducia della moglie ammesso che lei non sospettasse già  qualcosa ma ciò non toglie che non ami le figlie.

    3) Vedi tu se ti sorprendono in mutande a casa di un trans se hai questa freddezza di denunciare tutti subito o se invece ti fai trascinare dagli eventi del momento compiendo magari azioni che neanche avresti pensato di fare. E’ questo che gran parte di noi rimprovera duramente a Marrazzo in primo luogo, essersi esposto apertamente ad atti di ricattabilità .

    4) C’é poco da sottolineare su Berlusconi e i voli di Stato, Lascia proprio perdere l’argomento Francé! Non appena arrivato al governo Berlusconi a subito modificato la norma che limitava i voli di Stato alle cariche più alte, a ruoli istituzionali o specifiche evenienze fatta da Prodi. Lui non solo ha fatto si che tutti ripotessero usare i voli di Stato basta che fosse parlamentare ma ne ha anche triplicato la spesa. Oltretutto ricordo sempre che Berlusco­ni prese l’eli­cottero della protezione civile per andare a far­si un massaggio alla beauty farm di Mességué in Umbria, come documentò un filmato del TG3. Qundi Francé lassa proprio perde.

    Guarda dal punto di vista morale a me che Berlusconi vada a puttane poco mi frega (problemi suoi e della sua famiglia), che vada con le minorenni invece si, che me le faccia pagare a me uguale, che me le piazzi poi addirittura in politica e me le facci pure stipendiare mi fa prorpio rodere il culo. Intendo!
    Vediamo di non difendere l’indifendibile.

  23. Dani ha detto:

    Affetto e solidarietà  a Piero Marrazzo e alla sua famiglia.

  24. marco ha detto:

    ho visto la foto del trans … …lo scandalo é che questo pagava 2000 euro un cesso ….fosse stata almeno una trans bella …ma neanche quello…sarà  contenta la moglie 🙂

  25. lia ha detto:

    Davide ha PARLATO e incollo la sue sacro sante parole, sono pienamente d’accordo cn lui.

    Attenzione…non e’ un rapporto extra-coniugale, e’ una prestazione sessuale fornita dietro pagamento di soldi. A casa mia questa e’ prostituzione. Nulla mi interessa che sia con un trans. Lui andava per sesso a PAGAMENTO.
    Non si e’ dimesso ma si e’ autosospeso, in modo tale da non mandare alle elezioni il Lazio a gennaio, ben prima della tornata elettorale per la maggioranza delle regioni.

    La mia solidarieta’ sono tanti calci nel culo.

  26. AndreaX ha detto:

    “[…]frequentando l’oratorio e la parrocchia di Santa Chiara” ecco da dove é nata la sua passione!
    A parte le battute facili (a Marrazzo piace il ….) il problema é che questi filmati o documenti compromettenti escono in modo strano, nessuno mi toglie dalla mente che é stata pilotata e cercata la cosa; sette anni che vai a Trans e solo ora ti beccano? Comunque esprimere solidarietà  per una persona che mente ed inganna famiglia/elettori é sbagliato!

  27. Lalla ha detto:

    26 ottobre 2009
    Ecco l’ultima perla che il caso Marrazzo ci regala. Dunque apprendiamo che il nostro beneamato premier aveva saputo del video, del ricatto, eccetera. Da ottimo consulente di cose giudiziarie e private, aveva detto a Marrazzo: “I miei giornali non la pubblicheranno. Tu vai a Milano, e ricomprati il video”. Il piano non si é chiuso solo perché il solito magistrato rompiscatole si é attenuto a principi desueti come il rispetto della legge e l’obbligatorietà  dell’opposizione.

    Ancora una volta c’é da stupirsi di come i giornali riportano con un tono apparentemente bonario e senza nessun commento questa notizia. Così scopriamo che due autorità  pubbliche, un presidente di regione e un presidente del Consiglio, di fronte ad un ricatto, non sono nemmeno sfiorati dall’idea di rivolgersi alle autorità  giudiziarie, a un magistrato, o a un poliziotto. Non gli passa proprio per la testa.

    Il che vorrebbe dire che ha terribilmente ragione Fabrizio Corona (purtroppo) quando prova a difendersi dicendo “Così fan tutti”. La cosa ancora più sconvolgente, ovviamente, é l’atteggiamento di Marrazzo, di cui continuo a cercare – senza successo – un filo logico. Quest’uomo condivideva più segreti con Berlusconi che con sua moglie. E anche lui non era nemmeno sfiorato dall’idea che il fatto di essere bonariamente appeso per le palle alle consulenze e alla magnanimità  del premier non era una condizione minimamente compatibile con il proprio ruolo. C’é anche in questo uno dei tanti paradossi dell’opposizione che non c’é: dovresti essere abituato a considerarti controparte del potere, e invece finisci per esserne un assistito. Dovresti controllare, e invece sei controllato. Resta da capire se per un leader di sinistra sia meglio trovarsi nelle mani di Silvio che nelle mani di Brenda. La seconda che ho detto, direi.

    Link:
    Luca Telese blog

  28. Rick ha detto:

    LA COERENZA E’ UN VALORE
    Mi spiace ma non sono d’accordo. Se sei un puttaniere dillo e sarai un politico libero, se fai il santarellino é chiaro che prima o poi ti beccano, ed entri nel cerchio dei ricattabili, quelli che magari certi regolamenti non devono farli uscire, certe concessioni devi farle, sennò ti sputtanano.
    SMEMORANDI
    Giusto per gli smemorati, ECCO COME SI DESCRIVEVA Marrazzo:
    “La famiglia é la sua vera grande passione. Ha tre figlie: Giulia , Diletta e la più piccolina, Chiara. Con loro e con Roberta, la donna della sua vita, PASSA TUTTO IL TEMPO LIBERO. à‰ cresciuto, come molti ragazzi della sua generazione, frequentando l’oratorio e la parrocchia di Santa Chiara.” (maiuscolo mio)

  29. alo ha detto:

    Uno che tradisce persino i suoi affetti non é in grado di non tradire il mandato degli elettori.
    Sei single? Fai quello che ti pare.
    Sei sposato? Rispetta l’impegno che ti sei preso o separati.
    In Italia ci sono sicuramente centinaia di migliaia di persone oneste, lavoratrici, intelligenti e senza scheletri nell’armadio: possibile che la politica non peschi mai tra di loro i suoi massimi rappresentanti?

  30. thurgon ha detto:

    No, mi dispiace, non sono d’accordo nemmeno io.
    Marrazzo avrebbe dovuto dire le cose come stanno quando le notizie sono divenute di dominio pubblico. Avendo per di più già  parlato con i magistrati avrebbe potuto e DOVUTO gestire la questione sapendo scindere l’imbarazzo che il suo comportamento ha riversato sulla propria famiglia (sfera privata), e la consapevolezza di essersi messo in una situazione tale da poter essere ricattato (sfera decisamente pubblica). L’aver poi negato il tutto dà  l’idea dello stato confusionale del Presidente della Regione Lazio.
    Le dimissioni sono un atto dovuto nonostante le capacità  dimostrate durante l’esercizio della funzione: é palese che se non é più in grado di gestire sé stesso non possa nemmeno gestire la cosa pubblica.

  31. Andrea Costa ha detto:

    Mi scuso per il ritardo, ma ho avuto problemi con il pc e continuo ancora ad averli, spero di metterlo a posto in breve tempo possibile.
    Comunque, ne approfitto e colgo l’occasione di dire la mia in questo post.
    Il mio pensiero, anche se fantasioso e banale, é questo: io credo che bisognerebbe cambiare tutta la classe politica in modo radicale, lo so é impossibile, ma devo dire che non ci sono ne si e ne ma. Siamo arrivati al punto di non ritorno, non sono d’accordo che a sapere (e chissà  quanti altri ce ne sono) di tutte queste brutte storie dei nostri politicanti, in primis Berlusca, che governano il nostro paese a forza di scandali, mazzette, intrighi con la mafia, appalti, e più ne ha più se ne metta, 80% di questi personaggi sono ancora a governare, io non ci sto e non ne posso più.
    A prescindere che la privacy é sacrosanta, ma quando si viene a conoscenza di certe cose, l’unico modo a mio avviso é, dare le dimissioni uscendo quantomeno a testa alta e togliendosi dalle scatole, come appunto ha fatto o farà  Marrazzo.
    Che siano Berlusconi, Marrazzo, D’Alema, Mastella e moglie e tanti altri che non sto a elencare, perché la lista é lunga, si devono DIMETTERE, punto e basta.
    Voglio essere governato da politici corretti e non corrotti.

  32. MARILENA ha detto:

    mi spiace ma non sono solidale con il dr Marrazzo.
    Sono solidale con la moglie, la figlia, e altre due “donne” coinvolte….
    Fa eccezzione il dr Marrazzo e i 4 dico 4 carabinieri, da cui mi aspetto e mi aspettavo e mi aspetterò bene altro. [etica morale e professionalità ]
    Se vero, che il dr Marrazzo fu avvisato…. (anche qui ce ne sarebbe da dire…. io li chiamo complici!) all’ora invece di fare tante scene in TV e sui giornali e fare la vittima, doveva andare alla prima questura a denunciarsi o a denunciare i 4 carabinieri. Sarebbe stato piu elegante e piu professionale.
    Per il resto tra l’altro non gli perdono l’uso della cocaina.
    Un uomo pubblico, un uomo che gestisce la cosa pubblica deve essere sano di mente, e non deve lavorare sulle cose altrui sotto l’uso di stupefacenti…. questo non glielo perdono!

  33. freeman ha detto:

    per ora é sospeso, ma si dovrebbe dimettere presto… cmq tra lui e il mafionano corruttore c’é ovviamente una differenza enorme.

  34. Claudio ha detto:

    Ho letto l’intervista rilasciata dal Sig.Marrazzo a Repubblica ieri e trovo molto discutibile un passaggio in cui l’ex Governatore afferma che non gli frega nulla della “poltrona politica” ma gli interessa solo la sua famiglia.Non trovo giusto che un uomo che ha rivestito tale carica se ne possa disfare e fregare pensando solo alle situazioni personali.Sò per certo che con l’uscita di scena del “Marrazzo politico” tanti onesti lavoratori della Regione Lazio con un contratto a termine legato alla sua legislatura da oggi,o quanto prima,verranno mandati a casa.A queste persone chi ci pensa??Nessuno,ma nessuno di loro ha colpa di quanto accaduto e nessuno di loro ha usato mezzi e ore lavorative per trastulli personali.Ritengo personalmente una gravissima ingiustizia che con il Sig. Marrazzo paghino tante persone oneste.

  35. marinella ha detto:

    salve a tutti.. ho letto i vostri interventi con attenzione e vorrei dire la mia. A me non interessa nulla se berlusconi sia peggiore di marrazzo.. io semplicementre credo che siano tutti uguali.. una volta agguantato la poltrona si sentono intoccabili, onnipotenti, credono che sia tutto lecito e principi come onestà , responsabilità , dignità  di cui dovrebbero essere esempio, anche per il solo fatto di essere sotto i riflettori, se ne vanno alle ortiche. Ma dico io : E’ COSI’ DIFFICILE SEGUIRE LE REGOLE,RICORDARSI DEL RUOLO CHE SI OCCUPA,AVERE UN COMPORTAMENTO DIGNITOSO E RISPETTARE CHI VIVE AL NOSTRO FIANCO ????? Quando dalle nostre scelte dipendono le vite dei nostri familiari , dei cittadini che ci hanno votato, prima di fare certe cose biaogna pensarci non una ma mille volte. E lui il buon marrazzo paladino della fede e della giustizia é scivolato come tutti per una debolezza dice lui…. ma ora si é giocato tutto… famiglia rispettabilità  incarico pubblico carriera e soprattutto la faccia perché adesso non so cosa si agiti nella sua mente… non vorrei essere al suo posto… ma dico io.. ne valeva la pena ???? valeva la pena mettere a repentaglio tutto per questo ??? non vofglio fare la moralista ma troppo facilwe piangere dopo… ammettere tutto quando si é con le spalle al muro … no mi spiace… tutta la mia solidarietà  alla moglie e ai figli ma per lui nenche mezza parola….. un codardo ecco cosa é stato .. e poi neanche si é dimesso ma solo autosospeso… e che vuol dire poi ????

  36. Venom ha detto:

    … per non parlare del fatto che il caso Marrazzo é esploso qualche giorno prima delle primarie del PD, che a giudicare dal numero di persone che si é recato a votare NON mi sembra un partito morto!! Comunque quello che voglio raccogliere dalle primarie di questo partito é la vogli della gente di cambiare le cose, basterebbe che la gente vada a votare alle prossime elezioni e le cose cominceranno a cambiare per mister B.

  37. Venom ha detto:

    Cmq… Marrazzo ha denunciato e poi si é dimesso, possono essere criticabili, ma anche comprensibili i primi tentativi di nascondere la vicenda, ma alla fine ha riacquistato la sua dignità  con le dimissioni. Unica critica che posso muovergli é il fatto della relazione extraconiugale, in un momento come questo in cui ci sono giornali che vanno alla caccia di argomenti del genere…
    Sta comunque passando inosservata la gravità  penale del ricatto da parte dei Carabinieri, sicuramente mandati da qualcuno in vista delle elezioni regionali del prossimo marzo!!!

  38. Roberta da Sydney ha detto:

    @ Monica
    forse non ci siamo capite mia cara: io non ho mai paragonato Marrazzo al delinquente di Arcore.
    Quello e` tutta un’altra musica perche` oltre che mentitore, puttaniere, corruttore e`, per me, anche mafioso, dunque il peggiore di tutti e non solo degli ultimi 150 anni.
    Questo, pero`, non giustifica coloro che, ugualmente, non si comportano correttamente, anche se di sinistra.
    Marrazzo si e` reso ricattabile ed ha mentito dicendo che era tutta una bufala contro di lui.
    Che poi, probabilmente, il complotto ci sia stato, non lo metto in dubbio, ma lui, personaggio pubblico, gli ha dato l’arma gia` carica.
    Marrazzo e tutti i pubblici rappresentanti del popolo, non possono comportarsi come la gente comune e non possono pretendere il rispetto della privacy, perche` la loro vita sono loro a volerla pubblica, pertanto anche se i loro gusti sessuali non ci riguardano, ci riguarda che si rendano ricattabili e che si mettano in queste situazioni che, come ho gia` detto, me le aspetto da gentucola del pdl che fanno dell’intrallazzo, della corruzione, della menzogna e della disonesta` la loro religione.
    Bene ha fatto ad autosospendersi, ma il danno al partito e alla sinistra tutta l’ha gia` fatto.
    Ciao

  39. Francesco ha detto:

    1) Marrazzo paga il travone mentre il Berlusca non ha mai pagato nessuna (ok c’era chi lo faceva per lui…ma sarebbe da provare CON I FATTI che lui sapesse);

    2) Sul sito UFFICIALE di Marrazzo si parla della sua famiglia come UNICA PASSIONE di vita e si tirano in ballo le sue tre figlie;

    3) Un rappresentante istituzionale non si é avvalso delle istituzioni (Carabinieri, Magistratura ecc. ecc.) ma ha preferito PAGARE il riscatto;

    Sul fatto di utilizzare l’auto blu preferisco glissare, di fatto son stronzate… va a lavoro con l’auto blu poi non passa mica da casa a cambiare macchina per andare a travoni suvvia! E’ però da sottolineare che Berlusca é stato assolto per non aver commesso il fatto in riferimento all’utilizzo di Voli di Stato (e se la magistratura che ha tutti gli elementi per giudicare giudica NON HA COMMESSO IL FATTO tutti gli altri questuanti antiberlusca devono stare MUTI!).

    Si é condannato Berlusconi per esser andato a troioni e si cercano giustificazioni per Marrazzo… io ho difeso Berlusconi e mi spiace per Marrazzo (benché personalmente non lo stimassi per come conduceva mi manda raitre e benché sessualmente non condivida l’idea di andare a travoni!)

    Non ricordo chi lo menzionava ma mi ha colpito sul serio… Si accetta Luxuria IN PARLAMENTO e si condanna chi con Luxuria potenzialmente ci va??? Eccheccazz!!!

    Mi spiace DAVVERO e SOLO per la famiglia e le sue 3 FIGLIE (piccole tra l’altro)… tutti noi tra 3 mesi dimenticheremo questa questione…. NOI ma non la famiglia del Marrazzo.

  40. Monica ha detto:

    Cara Roberta da Sydney Marrazzo ha pagato con i suoi assegni non con i soldi della regione e poi non ha mentito ai magistrati. Poi non é che ha costruito una storia finta nei dettagli ma semplicemente ha smentito dicendo non é verò niente. Beh c’é modo e modo…. importante é collaborare con i magistrati. Se si é spostato di 1 km con l’auto blu non mi sembra gravissimo (se non per il fatto che sarebbe stato più facile scoprire i suoi movimenti) diverso sarebbe stato se faccesse lunghi viaggi privati dal sud al nord. Ci vuole un pò di capacità  analitica per capire le cose. Non si può attaccare ai titoli “esca” di ogni testata giornalistica. Tornando a Berlusconi, perché non si dimette anche lui?…… mi sembra che frequenti le minorenni a detta di sua moglie? Secondo te é legale? Io credo di no. Andare a trans é legale? Non esiste nessuna legge che lo vieta. Da quello che sappiamo Berlusconi corrompe i giudici, i direttori rai come Saccà  politici dell’opposizione come Mastella ecc. poi le puttane che frequenta e le veline tv le fa diventare ministro pagate dagli italiani. In poche parole lui svuota le vostre tasche e voi vi preoccupate solo se Marrazzo lo prende di dietro! Ma svegliatevi cavolo. Se Marrazzo aveva le cosiddette non dava le dimissioni ma rimaneva al suo posto.

  41. freeman ha detto:

    marrazzo ha sbagliato, lo ha detto, si é sospeso e spero che si dimetta presto. mentre il corruttore infame, che ha fatto cose mooolto peggiori, non ci pensa nemmeno. la differenza é ovviamente notevole.

  42. caterina ha detto:

    Ciao Poldo 🙂
    E’ vero, che Marrazzo e B. non sono comparabili, né per posizione né, fortunatamente, per comportamento. Trovo una certa, seppur tardiva, dignità , nella decisione di Marrazzo, per quanto, come dice helena, i danni ormai li ha fatti.

    Sul complotto, può essere benissimo. Abbiamo avuto ripetute, inequivocabili prove della strategia distruttiva del sultano e dei suoi accoliti, e i tempi di uscita di questa notizia sono senz’altro curiosi, visto che il filmino girava già  da un po’. Rimane comunque il fatto che, se Marrazzo fosse stato “pulito”, anche per lui avrebbero dovuto tirare fuori un equivalente dei calzini turchese, il che avrebbe rinnovato la pena per lo stridore delle unghie dei servi del padrone sul vetro.

    @ Chicca: non ragioniam di loro, ma guarda e passa 😉
    Notte serena anche a te, helena, a freeman, Ella e gli altri amici

  43. Davide ha detto:

    Attenzione…non e’ un rapporto extra-coniugale, e’ una prestazione sessuale fornita dietro pagamento di soldi. A casa mia questa e’ prostituzione. Nulla mi interessa che sia con un trans. Lui andava per sesso a PAGAMENTO.
    Non si e’ dimesso ma si e’ autosospeso, in modo tale da non mandare alle elezioni il Lazio a gennaio, ben prima della tornata elettorale per la maggioranza delle regioni.

    La mia solidarieta’ sono tanti calci nel culo.

  44. francesca ha detto:

    Si, é vero ha usato l’auto blu…c’é chi usa i voli di Stato ma alla fine desta simpatia.
    Mi pare che alla base ci sia sempre la solita insopportabile morale macho-cattolica: se non si fosse trattato di trans sarebbe ancora lì, con la simpatica etichetta di puttaniere…

  45. helena f. ha detto:

    Pensierino della sera.
    A volte delle persone si intrufolano nelle case e si ingozzano e bevono a sbafo e sporcano dappertutto.

    Un saluto e notte serena a Poldo, Chicca e Caterina.

  46. lia ha detto:

    allora Chiccha stai ZITTA fa la cortessia
    quella che non capisci un piffero sei tu…
    sfigata e comunista!
    come se non bastasse essere gia comunista.

  47. CHICCA ha detto:

    @ lia/michele etc
    Sutor, ne supra crepidam

  48. paola recchia ha detto:

    Totale e completa solidarietà  a Piero Marrazzo e alla sua famiglia,auguro loro con tutto il cuore di restare uniti per combattere l’ignoranza,la stoltezza,la mera cattiveria.
    Ho approfittato di questo blog come unico mezzo pe far arrivare a lui una voce di amicizia,totale rispetto e solidarietà , nella speranza che non si lascino sconfiggere da decrepiti pregiudizi e falsi perbenismi.Sono certa che sia un buon marito ed un ottimo padre.Nella sfera emotiva di una persona c’é molto più spazio di quanto ci viene imposto di scegliere.Non fatevi piegare.AUGURI.paola recchia

  49. lia ha detto:

    Chicha la tua oppinione é pari a nulla….non me ne frega niente, chi sei te? una sfigata sicuro!

  50. CHICCA ha detto:

    che tu ti chiami Michele piuttosto che Lia o x Cicca il prodotto non cambia: ti si riconosce sempre fosse solo per la sintassi….
    quello che non si sopporta più é la volgarità  anche se solo lessicale
    smak Poldo anche da me 🙂

  51. lia ha detto:

    Tanti voti gratuiti e molto opportuni per la destra…

    grazie Marrazzo

  52. helena f. ha detto:

    Ciao POLDO, smack.

    E’ quello che dico anch’io, sempre, a coloro che continuano ad affermare che quello che fa Berlusconi nella vita privata sono fatti suoi. Evidentemente son contenti di pagare lauti stipendi alle sue “amanti”, alle quali regala un bel posto in Parlamento.

    Per quanto riguarda la casualità  sul caso Marrazzo, o che sia una faccenda architettata ben bene da qualcuno, il discorso non cambia.
    Ribadisco che un politico non deve essere vulnerabile e offrire la possibilità  a chiunque di essere ricattato.
    Quindi grave mancanza di responsabilità , imperdonabile per chi gestisce la cosa pubblica.

    @ Michele

    solo per dirti che non posso sprecare tempo a rispondere a certe, per me, scemenze che dici. E’ perfettamente inutile. Bye

  53. bep ha detto:

    solidarietà  e basta.

  54. lia ha detto:

    Allora, la merda di Berlusca é merda.
    Quella di Marrazzo é merda.

    ma io preferisco e rieptto un schifoso al che piace la FIGA

    e non uno sposato che preferisci un CAZZO

    e poi no capisco più niente di SODOMITALIA e CAMORRA, trombarse uno con seno finto di donna, con voce di maschio e cervello di femmina, con una pistolona fra le gambe e due palle…non é meglio essere semplicemente un omosessuale????

    che orrore, non capisco piu niente…ma preferisco a BERLUSSCONI.

  55. stefania caiazza ha detto:

    credo che Piero Marrazzo sia vittima come TANTI altri uomini e donne di questo nostro strano tempo,della sbandierata PRESUNTA libertà  sessuale che,invece,risulta troppo spesso una gabbia umiliante e avvilente:due mogli,tre giovani figlie, tutte coinvolte loro malgrado.Solo vorrei chiedere a questo uomo brillante e colto,SENZA VOLERLO GIUDICARE,se ne valeva la pena.E paradossalmente proprio adesso che la sua libertà  sessuale sarà  sicuramente ridimensionata,limitata, proprio oggi io credo che lui potrà  cominciare a dare il suo contributo migliore alla società  e alla stessa vita che é stata tanto generosa con lui.

  56. POLDO ha detto:

    @ helena e le girls.

    Wow! Ragazze ultimamente vi vedo di una combattività  estrema. altro che gentil sesso. :o)
    Ce ne fossero di donne come voi, soprattutto in politica, non staremmo certo dove stiamo oggi.

    Tornando a noi, helena ma anche Chicca, caterina ed ella (dimenticato qualcuno, boh! Spero di no) concordo con voi sul discorso della “ricattabilità ” sull’aspetto puramente famigliare non metto bocca, lo considero detestabile come comportamento ma non mi addentro più di tanto nel problema.

    Il comun denominatore di queste faccende di sesso che non sono diverse da quelle di collusione con mafia, delle tangenti, delle raccomandazioni e via discorrendo ma che nella nostra società  (finto)cattolica risultano stranamente più scandalose é la posizione di ricattabilità  che si viene a creare e che può pesantemente influenzare decisioni politiche per la collettività  a favore di pochi.

    Premesso che Marrazzo é un presidente Regionale mentre Silvio Berlusconi é il Presidente del Consiglio Italiano viene da se che la differenza é forte, molto forte, il peso che ha un primo ministro non é neanche lontanamente comparabile con quello di un Presidente di Regione. E visto il comportamento di Berlusconi chi dice che tutt’ora non sia sotto ricatto?

    In merito alla vicenda non la bollerei affatto come “casuale” é strano, molto, troppo strano che una situazione imbalsamata da anni scoppi all’improvviso! Guarda caso prima delle regionali e in corrispondenza delle primarie. Oltretutto ci sono diversi attori nella vicenda ben noti nelle montature screditatorie e molto vicini alla flotta mediatica di Berlusconi.

    Da cittadino ed elettore non posso che condannare il suo comportamento in quanto politico e per l’usufrutto di beni dello Stato se questo é avvenuto per scopi personali anche se ribadisco le troppe lacune della vicenda. La mia solidarietà  va cmq al suo gesto, autonomo o condizionato che sia. Non sò se ricordate Bassolino. Marrazzo non può essere paragonato a Berlusconi se non sul piano della ricattabilità .

    @ FABBRINI

    Come fai essere così informato su dettagli che non sono trapelati.
    Di discorsi di attivo o passivo non si é parlato, cos’é, eri presente nella casa anche tu quella sera insieme a Marrazzo per sapere tutti questi particolari o sei molto esperto di ambienti trans visto che li conosci così bene!

    Fatteli anche tu due conti visto che gli assegni non sono mai stati versati.
    Fatteli anche tu due conti visto che le bagasce che si é portato a letto il “PAPI” adesso te le ritrovi in Parlamento con stipendi di 20.000 Euro al mese, in Europarlamento o tra le fila del PDL. E le paghi tutte anche tu e pensa che non ti hanno dato manco un bacetto!
    Fatteli per benino due conti e poi fammi sapere quanto sono costate e stanno costando agli italiani le trombate del Cavaliere PAPI e le sue continue stronzate.

  57. Michele ha detto:

    x Helena
    se parli cosi vuol dire che ti senti già  in minoranza
    allora sapete anche che i comunisti in italia non potranno
    mai più comandare e poi il fatto che berlusconi sia un
    puttaniere o no sono c…i suoi e non culi suoi e poi
    fate un indagine su tutti i politici del nostro bel
    parlamento e prova a vedere quale e senza macchie per un motivo o per l’altro sono tutti corrotti e chi dice no e solo
    un ipocrita perciò chi votiamo? sapendo che i politici sono
    a nostra immagine e somiglianza e si ricordi che di uomini
    onesti sono molto rari come disse totò l’occasione fa l’uomo ladro

  58. Cicca (?) ha detto:

    “…sulla splendida Prospettiva Nevski sono nati centri commerciali in vetrocemento accanto ai palazzi liberty, rischiando di deturpare per sempre il centro storico, patrimonio Unisco, con il suo neoclassico. A Berlusconi piacciono questi ex comunisti sovietici per i quali la democrazia, quando va bene, é un optional. Piace la zarina-dittatore, che ha avocato a sé tutti i poteri, che sventra la città  e fa affari. Altro che comunisti italiani i quali si sono battuti per la libertà , che hanno collaborato a scrivere la Costituzione che afferma i valori della democrazia, i diritti delle persone, odiata dal premier impegnato a fare una “ rivoluzione” per mandarla la macero. Putin e zia Valya, loro sì che hanno tutti i poteri, non devono render conto a nessuno, non hanno parlamenti che li contrastano. Loro sono lo Stato. E lui li ha imitati”
    A chi usa ancora il termine comunista per etichettare anche chi é ideologicamente diverso, e per diversità  in questo contesto alludo ai diversi dagli impuniti delinquenti che si arrogano il diritto di essere i giusti

  59. fansss ha detto:

    marrazzo?
    ma cosa ci si può aspettare da uno che ha calcato la scena televisiva con tanta verve. che ha fatto la sua ascesa politica via programmi televisivi! questi sono i frutti della tv: le sue creaturine, né più né meno.

  60. helena f. ha detto:

    p.s.s
    Io sono romana, e sono incaxxata nera. Lo strozzerei!
    Per colpa della sua incoscienza e irresponsabilità  ora la Regione Lazio é nei guai con la felicità  del centro destra. Oltretutto sono a rishio le prossime elezioni.
    Già  abbiamo Roma in mano alla destra, diamogli anche la Regione. Evviva!!!
    Per chi non lo avesse ancora capito e per lisa:
    Un politico (qualsiasi tipo di cosa abbia fatto), solo per il fatto di essere RICATTABILE é un danno e un pericolo per il paese.

  61. x Cicca ha detto:

    il problema in italia e che le cose si vogliono capire
    in base alle proprie convenienze intanto parliamo di noemi
    nessuno l’ha trovato al letto con berlusconi anzi ci sono le
    foto che confermano che era una festa invitato dal padre di
    noemi al contrario i comunisti le fanno di nascosto che poi
    sono anche stupidi perché vanno con le auto blu tanto si sentono protetti dai giornali si perché nessun giornale ha
    voluto pubblicare il fatto di marrazzo invece su berlusconi ne hanno parlato per 5 mesi
    auguri ipocriti falsi idealisti

  62. helena f. ha detto:

    @ lisa

    Mi sembra di sentire un berluscones al contrario:
    difendere a spada tratta l’indifendibile.
    Difendere l’uomo Marrazzo, come quegli altri difendono l’uomo Berlusconi a prescindere. In questa storia si critica il POLITICO che non ha saputo essere all’altezza del ruolo affidatogli.
    Chi ha ricattato sarà  punito, é logico.
    Chi é stato ricattato, perché non ha saputo difendere il suo ruolo pubblico con responsabilità , é giusto che paghi.
    Mi dispiace per la sua famiglia, ma anche in questo caso Marrazzo ha peccato di irresponsabilità  nei loro confronti.
    Chi é causa del suo mal pianga se stesso.

    p.s.
    e se non si fosse venuto a sapere nulla, (visto che la faccenda é stata scoperto per caso), visto il tentativo di occultare tutto, sicuramente egli non avrebbe denunciato nulla. E se il ricatto si fosse protratto nel tempo e nel frattempo Marrazzo saliva di grado e magari diventava un parlamentare e …chissà  presidente del consiglio, pensa quanti altri ricatti ben più pesanti avrebbe dovuto affrontare: mafia, corruzione…
    Mi dispiace cara, ma Marrazzo non é più affidabile.
    E si deve dimettere.

  63. caterina ha detto:

    Baci baci anche a voi, Chicca 🙂

  64. lisa ha detto:

    Cmq non é permesso filmare o registrare a sua insaputa una persona durante un atto sessuale: é una pesantissima violazione della privacy ed é persegibile penalmente, dal mio punto di vista. Dunque deve cadere ogni critica e ogni addebito nei confronti di Marrazzo.E se non ha denunciato subito il ricatto, é da capire, perché non si sa mai come possa reagire una persona ricattata. Se si dovessero filmare tutti i politici ed i VIP nella loro vita intima, cosa accadrebbe? No, la situazione é da troncare subito e si deve restituire immediatamente la dignità  a Marrazzo. Non si deve permettere che si debba temere di poter essere registrati e filmati in qulsiasi momento della propria vita, soprattutto di quella intima. Mi spiace che Marrazzo sia arrivato a desiderare di poter sparire. Quest’uomo sta veramente soffrendo troppo! E ingiustamente! E il dolore delle sue bambine? Qui non si é badato nemmeno a salvaguardare delle minorenni!

  65. paolo papillo ha detto:

    DANIELE
    ma che senso ha questo video…a parte il fatto che é la fiera dei luoghi comuni….e poi sentire parlare di morale da una trans che senso ha…non é un luogo comune che la prostituzione nel mondo trans é un fenomeno molto presente…e sinceramente non lo condanno , ognuno nel suo letto faccia ciò che vuole…quando i suoi atteggiamenti non influiscono nel suo operato di amministratore pubblico, marrazzo era ormai ricattabile e quindi non poteva più ricoprire quell’incarico.

  66. Andrea ha detto:

    Secondo me non consideri il fatto che un politico non deve essere ricattabile e comunque non deve assolutamente cedere al ricatto.
    Non ho nessun problema nei confonti di un politico che ha una relazione con una trans, ma ho un problema nei confronti di chi, nonostante l’evidenza dei fatti, mente sapendo di mentire.
    Marrazzo era un giornalista e credo sapesse benissimo a cosa sarebbe andato in contro.
    Non basta l’autosospensione, servono le dimissioni

  67. Ella ha detto:

    In effetti, prima di emettere giudizi definitivi, bisognerebbe sapere quali siano i meriti professionali e politici di Marrazzo, che programmi abbia portato avanti per la regione Lazio e con che risultati, a me davvero non interessano le sue vulnerabilita’ private ma se da prima che questa storia venisse fuori lui era gia’ un politico di mezza tacca, uno che curava solo gli interessi suoi e del suo partito, allora che vada a quel paese.

  68. CHICCA ha detto:

    nn esageriamo jimborea se marrazzo deve fuggire in sudamerica l’altro, il pessimo dove dovrebbe nascondersi? eppure é ancora lì senza pudore ad ordire trame e complotti, lui si che complotta e a ben vedere, gli riesce anche……..

  69. jimborea ha detto:

    Marrazzo esce dalla politica nel modo peggiore, con la coda fra le gambe. Ha ingannato la moglie con la quale tagliava nastri in giro per la regione, ha ingannato la famiglia, ha ingannato gli elettori ed i compagni di partito. Anziché recarsi in Procura dal primo momento, si é messo in ginocchio in mutande davanti ai Carabinieri implorando il silenzio e cercando di comprarlo a suon di migliaia di euro. Abituato a scorazzare per Roma in auto blu questo personaggio entrato a suo tempo in RAI per meriti paterni, ha mentito per mesi,puntando sulla complicità  omertosa delle autorità , mentre oggi vuota (?) il sacco solo perché messo con le spalle al muro. Che fosse un politico pessimo e arrogante lo sapevamo, come quando voleva mettere becco nella vicenda Alitalia, anziché preoccuparsi dei buchi della sanità  fatti da Badaloni e Storace oltre che da lui medesimo.
    Ora sappiamo che Marazzo é’ uno senza il coraggio delle proprie azioni, uno smidollato, un debole.E’ vero che é un esempio, ma negativo, é il volto peggiore della politica nazionale. Il peggio per lui deve ancora arrivare, dovrà  fuggire in sud America.

  70. Marco B. ha detto:

    Daniele,

    davvero in che mondo viviamo TUTTI noi?! Concordo con la maggior parte degli intervenuti e dissento dal tuo giudizio(politico)sul personaggio pubblico Marrazzo. Le DIMISSIONI(e NON la sospensione dagli incarichi)dovrebbero essere(perché così é nella democrazie liberali compiute)la REGOLA se il politico(o il personaggio pubblico che ricopre ruoli istituzionali, ANCHE se elettivi)si macchia di menzogna, occultamento o falsificazione della VERITA’ sui FATTI, poiché questa pruriginosa vicenda non si basa sulla predica o morale ai costumi privati di una persona(privato cittadino)ma si stà  parlando di uno che ricattato – é EVIDENTE – ha preferito PAGARE i ricattatori e sottacere la VERITA’ pur di salvaguardare la propria immagine istituzionale e personale piuttosto che andare davanti a un magistrato e/o TUTTI i MEDIA UNIFICATI e UNIFORMATI – cosa NON insolita ai VIPs e personaggi pubblici di rilievo nazionale ed internazionale – e DENUNCIARE i suoi ricattatori!! E NON é cosa di poco conto se si é stati ELETTI con un PROGRAMMA POLITICO basato sulla TRASPARENZA e ONESTA’ nei confronti degli ELETTORI. CHI potrebbe ancora credergli ADESSO qualora prendesse una decisione in merito alla Sanità  o di Ordine Pubblico o semplicemente si limitasse a redare il BILANCIO regionale?!
    CHI é personaggio PUBBLICO o CARICA ELETTIVA a MIO avviso PERDE OGNI DIRITTO alla PRIVACY(lo sà  PRIMA di CANDIDARSI)e ha il DOVERE MORALE e PROFESSIONALE di RISPONDERE del SUO OPERATO(pubblico e privato)davanti ai SUOI GIUDICI .. gli ELETTORI … PUNTO!!
    Adesso che si é “sospeso” in attesa di DIMETTERSI(decisone che dovrebbe essere IMMEDIATA e DEFINITIVA … NON concordata col partito a seconda delle CONVENIENZE POLITICHE)per me é ANCORA un personaggio del quale(se prima lo fossi stato)ho perso la stima ed il rispetto!
    Speriamo che il caso Marrazzo(che ricordiamolo ha STORIA lunga nelle democrazie liberali come la nostra, dai Presidenti Amerikani fino ai giorni nostri più recenti e riportati da TUTTI i giornali e media)sia di ESEMPIO e di MONITO anche per gli ALTRI volti NOTI della POLITICA e delle ISTITUZIONI .. a partire dal presidente della regione Campania fino ad arrivare al presidente del consiglio dei ministri .. si facessero da parte una volta per TUTTE!!

  71. Ella ha detto:

    Una volta il concetto di integrita’ significava qualcosa (forse nel 1800?)
    Ma adesso, e soprattutto dall’esemplare Berlusconi in poi, essere un galantuomo in politica significa essere l’unico fesso.
    I Mastella, la decine di pregiudicati/prescritti in parlamento e tutti i loro lacche’, tutti conformati al nuovo dictat: menzogna docet.

  72. CHICCA ha detto:

    non strappiamoci i capelli per chi non ha minimamente pensato che le proprie azioni hanno ripercussioni su tutti noi, sul suo partito e sulla regione che governa (o ha governato)
    chi assume responsabilità  nei confronti degli altri, sia esso famiglia o elettorato, deve sapere da subito e per sempre che ogni sua azione può generare profitti o penalizzazioni a chi gli vive accanto. Caspita é così difficile la parola RESPONSABILITA’? perché i nostri politici hanno questa infantile predisposizione alla vulnerabilità ? non mi dispiace che oggi qualcuno pianga, quello che nn sopporto più é che il Paese vada alla deriva

  73. caterina ha detto:

    Parola sante, helena. Sottoscrivo ogni virgola.

    Ovviamente ci sono gradazioni, nel venire meno al patto con i propri elettori. Ovviamente ci sono ben altre questioni ben più POLITICHE che meriterebbero numeri monografici dei quotidiani, condanna e riprovazione trasversali a reti unificate, e radiazione perenne dall’albo della politica, se non addirittura da quello del genere umano.
    Ovviamente in questo triste e ipocrita Paese é difficile per chiunque vivere una sessualità  che si discosti dai sacri dettami di santa romana chiesa e dei suoi (falsi) campioni.
    Ma non c’é scusante. Marrazzo é un adulto, istruito e intelligente. Un uomo che ha fatto carriera, che ha responsabilità  del governo di una Regione; un uomo con una visibilità  nazionale e le cui parole arrivano a milioni di persone. Un uomo con un lauto stipendio. Un uomo con una famiglia e dei figli. Marrazzo non é una vittima, é un uomo che ha fatto delle scelte, immagino senz’altro sofferte, ma che adesso sta semplicemente pagando il conto, come sarebbe giusto che facesse chiunque.

  74. alessandro capece ha detto:

    Non sono d’accordo. Se l’Italia é allo sbando, lo si deve al fatto che non esistono più punti diriferimento.
    Gli imperi cadono quando crollano i capisaldi della moralità .
    I veri costruttori dell’impero romano furono Cornelia Gracco, Attilio Regolo, Muzio Scevola, Orazio Coclite, Cincinnato e pochi altri.
    E non ho nulla a che fare con i soliti moralisti.

  75. helena f. ha detto:

    Mi dispiace Daniele ma stavolta non sono assolutamente d’accordo con quello che scrivi.
    La morale non c’entra nulla in questa storia, né c’entra in quella di Berlusconi.
    Lasciando quindi da parte la morale (che considero irrilevante e la MENZOGNA (che considero gravissima), un uomo politico e quindi pubblico non può fare quello che vuole nella sua vita privata per una ragione molto semplice e importante: il rischio di essere RICATTATO, che non é un problema privato ma che invece riguarda tutto il paese.

    Io, posso fare quello che mi pare. Es: se tutte le sere faccio venire a casa mia un uomo diverso, l’unica cosa che può succedere é che i miei coinquilini possano pensare che io sia una puttana e magari decidano di ricattarmi (sul lavoro, in famiglia). A chi fa danno il ricatto?
    SOLO A ME, non coinvolge gli interessi del Paese.

    Marrazzo ha ceduto al ricatto e oltre all’estorsione in denaro, uso dell’auto di servizio, sembra che uno dei carabinieri volesse un trasferimento in altra sede a lui più gradita (notizia di oggi da Rainews24):
    questi sono problemi nostri, non privati di Marrazzo.
    Tu dici: “io non avrei ceduto al ricatto…”. Tu, come forse altri politici, chissà … ma LUI ha ceduto e quindi non é più AFFIDABILE.
    Tu dici: “ha ceduto perché conscio di vivere in un paese di moralizzatori, ha avuto paura…”. Marrazzo é stato uno STUPIDO. Quando si ricopre un ruolo importante nella vita pubblica di un paese, bisogna rinunciare alle “debolezze”, e non per moralità , ma per non cadere vittima di tranelli e ricatti e quindi evitare di fare danni al Paese.
    Con il suo scellerato comportamento, ORA, ha anche danneggiato il suo partito, che già  in profonda crisi, forse regalerà  la Regione Lazio al PDL.
    E bravo Marrazzo, proprio un coglione, grazie davvero, di tutto cuore!
    Un uomo politico deve essere RESPONSABILE del ruolo che ricopre. Marrazzo é stato irresponsabile, immaturo, superficiale, incosciente. Non é ammissibile e non é assolutamente scusabile.
    L’unica cosa giusta che ha fatto é stata quella di sospendersi (non si sa bene se si può fare) e poi di dimettersi in futuro.
    BENE, ha fatto solo il suo dovere, il minimo che potesse fare e che dovrebbe fare la maggior parte di questa gentaglia che ci governa in primis BERLUSCONI, che é potenzialmente ricattabile, anzi sicuramente lo é già , da escort, mafiosi, imprenditori, amici che potrebbero diventare nemici, colleghi politici, ecc…
    Certamente i danni che ha fatto e continua a fare Berlusconi sono estremamente maggiori, sta distruggendo un paese, e in confronto Marrazzo ha fatto una marachella, ma il fatto che
    Berlusconi sia peggiore e molto più ricattabile, non rende la ricattabilità  di Marrazzo meno importante. Sul piano della ricattabilità  sono esattamente uguali.
    Mi fa specie di te, Daniele, che hai sempre fatto (giustamente) una campagna denigratoria contro il puttaniere, corrotto e mafioso, e adesso ti auspichi che Marrazzo dovrebbe rimanere al suo posto di governatore.
    Chi sbaglia, paga. La legge é uguale per tutti, specie se si ha un ruolo politico e quindi determinante nella società , per cui si può decidere il bene o il male del paese.

  76. pinkopallino ha detto:

    Anch’io penso che non doveva dimettersi.In questo
    paese di bacchettoni, per tornaconto politico più
    che altro, si lincia una persona per il solo fatto
    che ha avuto rapporti extra coniugali ,senza che
    sia stata intaccata in alcun modo la sua Presidenza ed
    il suo lavoro per la collettività .
    Mi spiace sinceramente pre quest’uomo ed il dramma
    che deve affrontare con se stesso e, per lottare
    contro i pregiudizi di gente che non vede al di la
    del proprio naso.

  77. lisa ha detto:

    PIENA SOLIDARIETà€ a Marrazzo! Ha sbagliato solo nell’iniziale difesa ad oltranza, ma lo si può capire benissimo, é un essere umano anche lui. Doveva proteggere se stesso, la propria famiglia e il suo lavoro in una circostanza delicata, ma che non può proprio più scandalizzare, visto che comportamenti sessuali diversi non fanno e non devono più fare scandalo. Era stata accettata Luxuria, giustamente, e allora perché rovinare Marrazzo? Ha avuto una leggerezza: farsi portare agli incontri in via Gradoli con l’auto d’ordinanza, ma é solo una leggerezza che il Senatore (per me lo é ancora) non commetterà  più in futuro. Ben altre sono le cose di cui dovremmo scandalizzarci: collusioni con la mafia, truffe, abuso di potere… Ne sono capitate talmente tante che Marrazzo appare da subito pulito, anche nel suo iniziale disperato tentativo di difendersi. Mascalzoni i ricattatori, quelli sì vanno puniti. Tutta la mia comprensione umana a Marrazzo e alla sua famiglia, che spero, non debbe soffrirne troppo e sappia almeno lei perdonare l’uomo. Per me é già  assolto e deve ritornare alla propria carica. Auguri, con tutto il cuore!

  78. Alessandro ha detto:

    Beh…direi che per gli amici del PD, riguardo alla questione Marrazzo, non rimane altro da fare che incassare il colpo e tenere un atteggiamento defilato (coda tra le gambe per intenderci).

    Dopo averla menata per interi mesi sulla questione morale puntando il dito contro “papi” Berlusconi ora si ritrovano in casa lo stesso problema.

    Qualcuno tra di voi ha giustamente sottolineato quale sia il vero punto critico di tutta questa storia, ovvero non il fatto che Marrazzo si sia sollazzato con un transessuale (sono fatti suoi, inerenti alla sua vita privata) ma il suo tentativo menzognero di negare la realtà  davanti ai giornalisti il giorno stesso in cui il bubbone é scoppiato con dichiarazioni del tipo “sono vittima di una estorsione, il video che mi ritrare é una bufala, a dimettermi non ci penso nemmeno”.

    Per dirla tutta…ho la sensazione che se fosse dipeso da lui avrebbe continuato a professarsi innocente, magari anche di fronte all’evidenza dei fatti.
    Franceschini, dopo essersi consultato con Bersani e Marino, deve avergli telefonato invitandolo (se non addirittura costringendolo) ad ammettere la colpa e farsi da parte non tanto per preservare la sua reputazione ma quella del partito.

    Dopotutto quale altra soluzione era possibile per il PD, dopo aver combattuto una guerra durissima contro Berlusconi sul fronte Noemi prima e D’Addario poi ? arrivando in alcuni casi a chiedere che il presidente del consiglio facesse il mea culpa con conseguente abbandono della carica ricoperta ?

    Chi di spada ferisce di spada perisce, ora quelli del PD avranno forse imparato la lezione e la prossima volta si faranno più furbi. Furbi come quelli del centrodestra i quali, pur avendo adesso la possibilità  di vendicarsi e restituire il colpo all’avversario, si guardano bene dal farlo(fatta eccezione per quel frescone di Gasparri, mentre Maroni ha espresso solidarietà  all’ex presidente del Lazio) ben consapevoli del fatto che tutti gli uomini politici sono uomini e non santi.

    Quindi anch’io esprimo solidarietà  a Marrazzo, vittima non dei transessuali ma dell’ingenuità  sua e del suo partito.

  79. Maximilien Robespierre ha detto:

    Marrazzo ha fatto bene a dimettersi perché in nessun modo un politico può essere ricattabile.
    Per quanto riguarda i suoi gusti sessuali credo che nessuno di noi possa entrare nel merito.

  80. freeman ha detto:

    certo marrazzo ha sbagliato, ma almeno si é sospeso… invece il corruttore, che é mooolto peggio di marrazzo, non ci pensa nemmeno…

  81. Sergio Lorenzi ha detto:

    La piu’ bella figura la fanno i-le trans:
    sono le uniche persone che sono se stesse,
    Marrazzo fa la figura come minimo del pollo,
    e i 4 carabinieri sono addirittura delinquenti.

    se mi riprendo prima di sera esco a votare Marino
    ciao

  82. Beppe ha detto:

    Non é stato con minorenni;
    non le/li ha poi fatti candidare in liste politche;
    non é stato promotore di una più severa legge contro la prostituzione e gli utilizzatori;
    non é un finto testimone del Family-Day;
    non ha invaso le nostre case con opuscoli sulla sua irreprensibile vita lavorativa e familiare;
    non é il Presidente del Consiglio.

    Tuttavia caro Daniele, ricopriva un ruolo pubblico ed importante come quello di Presidente della Regione e ciò implica – quanto meno in chiave di consenso – la necessità  di un’immagine cristallina;
    é stato ricattato senza mai darne avviso alle forze dell’ordine (é venuto tutto fuori tramite intercettazioni che riguardavano altri fatti);
    ha continuato a fingere e negare fino a quando – intervistata – l’intera zona dei trans di Roma non ha detto di conoscerlo benissimo;
    Ti seguo quotidianamente ma questa volta salvo del tuo articolo solo lo spunto sulla primitiva moralità  (indotta) che avvolge e stritola il nostro paese. Il fatto che fossero trans non aggiunge infatti alcun valore negativo, se non a livello di satira nel confronto con la “virile” eterosessualità  di destra, ma il tutto rimane un errore che a certi livelli si paga. Giustamente.

    Saluti al blog

  83. simon rozzi ha detto:

    Salve, in in inghiltera per lavorare su progetti critici per la sicurezza pubblica spesso e’ necessario avere la security clereance. Per avere tale documento, che e’ rilasciato da un ufficio governativo, bisogna sottoporsi ad una trafila che include anche un intervista in cui ti chiedono se hai mai fatto sesso con animali. Lo scopo e’ verificare che la storia personale di una persona non nasconda fatti tali che la rendano ricattabile. Perche’ non applicare lo stesso processo ai dirigenti statali/governatori, etc.? A mio avviso la storia di Marrazo mostra chiaramente che un politico non puo’ essere ricattabile. Se lo e’, i rischi non sono solo personali ma comportano anche costi per la collettivita’- visto che un ente pubblico si trova da un giorno all’altro senza il suo dirigente.

  84. POLDO ha detto:

    E’… Marrazzo, Marrazzo ma che mi combini! 🙂

    Moralista Marrazzo, non saprei di certo lui alla fiaccolata contro l’omofobia c’era, di certo lui a manifestato un pensiero laico che seguiva semplicemete un principio di uguaglianza e non prescindeva da discriminazioni sessuali.

    http://www.regione.lazio.it/binary/web/home_comunicati_presidente/gay05.pdf

    Assolvo Marrazzo? Assolutamente no, ma mi pongo prima domande che forse altri non si chiedono.

    Wikipedia é stato già  aggiornato a tempo di record sullo scandalo Marrazzo ed io vedo tanti punti oscuri quanto quelli già  definiti.

    Manca comunque ancora il movente che parrebbe abbastanza chiaro, eliminare Marrazzo dalla scena politica, non é chiara però la mente o il mandante che ha architettato tutta la vicenda.

    Stranamente, ma molto stranamente, riemergono nomi come Massimiliano Scarfone detto Max, il paparazzo che sempre fortuitamente scattò le foto a Silvio Sircana, portavoce di Romano Prodi, sorpreso con la sua auto in strada con un trans.

    Stranamente, ma molto stranamente, sembra che una copia del filmato dei 4 traditori dell’arma fosse diretto a Milano alla sede del settimanale “Chi” della portinaia Alfonso Signorini, la stessa merda che pare si sia interessata del famigerato “scoop” dello strano giudice Raimondo Mesiano.

    Riciccia pure faccia di merda Maurizio Belpietro.

    E poi gli assegni già  dati in precedenza ai carabinierei che però sembrerebbero mai versati, la relazione che parrebbe più che duratura e che non motiva l’esploit, le conoscenze dei carabinieri nel mondo dei trans, della droga e non solo.

    E tutto scritto quì

    http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200910articoli/48669girata.asp

    Vero, falso, chi lo sa. Fatto sta che sono moltr le cose che ancora non sono emerse.

    Non giudico Marrazzo per le sue tendenze sessuali ne per la sua vita strettamente privata e famigliare, non era stato votato in relazione a quello ma per le sue possibili capacità  direttive.

    Torna alla ribalta il pestaggio mediatico che la tribù dei media a servizio di Berlusconi ha deciso di mettere in atto contro ogni possibile avversario (interno od esterno) dal giorno in cui Silvio Berlusconi é stato umiliato dai media italiani e stranieri per le sue vicende che ormai non si conatano più. Di questo c’é già  abbondantemente di cui schifarsi.

    L’appoggio che una certa politica fa nei confronti di Marrazzo é schifosamente di interesse, non é per l’uomo Marrazzo ma é semplicemente dedicata alla casta Politica perché vige sempre il detto “oggi a te domani a me” e quello lo sanno bene tutti. Non sò se ricordate il filmato di LE IENE sulla droga in Parlamento, mai andato in onda.

    Marrazzo non ha fatto festini con escort, puttane o trans nei palazzi della regione, non ha segreti di stato sulle sue abitazioni, non ha candidato compagne di lenzuola alle elezioni, non ha coinvolto direttamenet la Regione se non attraverso il suo ruolo da “dipendente”. Posso contestare a Marrazzo solo irregolarità  che riportino all’esercizio della sua funzione ma della sua vita sessuale se lasciata lontana dai palazzi e dalla politica non me frega un cazzo!

    A Marrazzo va quindi tutta la mia solidarietà  nel gesto di autosospensione, inevitabile ma sempre dipendente dalla volontà  del soggetto. In questo, una sua moralità , la dimostrata!

    Rinnovo a tutti il mio appello a boicottare le reti Mediaset ed i suoi canali d’informazione.

  85. Vito Palumbo ha detto:

    @ Leonardo: scusa ma trovo davvero idiota il tuo ‘voi comunisti’ e vorrei che per un attimo tu ti fermassi a rifletterci sopra. Che caxxx significa VOI COMUNISTI?
    Io non mi ritengo certo di destra ma sono qui a condannare il comportamento di Marrazzo ma vorrei si capissero le DIFFERENZE sostanziali tra Marrazzo e Berlusconi.
    Marrazzo NON E’ DA CONDANNARE perché aveva una relazione con un trans… fino a qua sono CAXXX SUOI! Io lo condanno nel momento in cui:
    A. Mente agli elettori.
    B. Utilizza auto blu per suo diletto (peculato).
    C. Si lascia ricattare e non denuncia DANDO L’ESEMPIO a chi giornalmente viene ricattato per il pizzo (poi proprio lui che si ergeva a paladino del Mi manda RaiTre)

    I complimenti a Marrazzo vanno fatti SOLO laddove lui si é dimesso e Berlusconi continua come se nulla fosse accaduto.
    Questi distinguo mi dispiace ma il bravo Daniele li avrebbe dovuti fare altrimenti ha ragione chi da del doppiopesista.

  86. Leonardo Facco ha detto:

    Trovo il duo doppiopesismo davvero incomprensibile. Hai massacrato Berlusconi all’infinito perché andava a troie ed era sotto ricatto (ed ho sempre concordato), ora invece il sinistroide Marrazzo va a trans in auto blu e tu lo capisci… comp0limenti per la classica doppia morale di voi comunisti.
    Con amicizia sempre
    Leo

  87. simone ha detto:

    ciao Daniele, premesso che ti stimo per il tuo lavoro e che Berlusconi non mi piace per niente, devo però chiamare in causa i due pesi e le due misure….Come hai scritto tu, i problemi in Italia anche a livello regionale sono ben altri, sono curioso di vedere, se il can-can mediatico per le prostitute di Berlusconi, si ripeterà  anche per Marrazzo.
    In quanto alle dimissioni, si é comportato correttamente e ha fatto bene, anche se la causa principale non può a mio avviso dirsi questa. La stessa correttezza dovrebbero averla anche altre cariche, istituzionali e non…..ma questa é un altra storia.

    ciao

  88. andrea c. ha detto:

    Solidarietà  alla moglie e alle figlie!che sono le vittime di questa storia squallida!

  89. luisa ha detto:

    io credo abbia fatto bene marrazzo a dimettersi, solo per una questione di rigore e coerenza e soprattutto per marcare se ce ne fosse bisogno l’abisso che separa lui ed il suo senso delle istituzioni da berlusconi e la sua totale assegna di dignità , onorabilità  e rispetto del ruolo che copre. Sono solidale con marrazzo NON perché faccia 2 pesi e 2 misure ma semplicemente perché gli uomini in questione sono diversi profondamente, perché fino ad oggi di marrazzo non poteva dirsi nulla che fosse sconveniente e perché lui é davvero un uomo che paga un suo vizio, non come berlusconi che NON HA MAI PAGATO nemmeno per i REATI che ha commesso e siede ancora al suo posto. Una cosa é certa: l’aria che si respira ultimamente in questo paese é talmente nauseante che mi chiedo quando ci sarà  il botto(in senso figurato ovviamente)? a quando lo scandalo degli scandali, l’evento finale, l’esplosione della supernova con conseguente creazione del buco nero dal quale verremo risucchiati???Non perché me lo auguri, ovviamente, ma perché mi sermbra sempre più evidente dopo gli ultimi 2 anni di scandali di tutti i tipi, che questo paese sia alla deriva, senza timone e senza nessuno in grado di decidere, di pianificare, di traghettarci verso una spiaggia che ci permetta la salvezza, soprattutto in questo momento di crisi economica profonda, perché ritengo che le cose non siano disgiunte: scandali privati continui, crollo dell’economia, intrighi interni, correnti e quant’altro…ma davvero credono di poter governare un paese in questo modo?io penso proprio di NO!!!

  90. nicolas ha detto:

    Mi viene da piangere quando vedo quanto si possa essere ipocriti.
    In Italia i diritti umani (Art. 2 e 11) vengono violati da tutti i partiti e dall’ opinione pubblica in quanto Marrazzo non é stato condannato e linciato da una nazione per rigorosità  istituzionale, ma per le sue preferenze sessuali.
    Di ministri e politici puttanieri e cocainomani in Italia ce ne sono abbastanza. àˆ inspiegabile perché si sia scelto Marrazzo dal vostro punto di vista borghese e intollerante.
    In ogni frase che leggo in questi commenti leggo sessismo e omofobia estrema mascherata. Non ha niente a che fare con razionalità . Siete schiavi delle paure disseminate dal governo.
    Il sesso con chi si ama é diritto.
    Se il matrimonio non é spregevole, neanche andare coi Trans é spregevole. Period.

  91. Vito Palumbo ha detto:

    Mi spiace ma anche io stavolta non sono d’accordo con te Daniele.
    Mi spiego meglio… fino a quando Marrazzo va con i trans sono fatti suoi PRIVATI ma nel momento in cui ci va utilizzando le auto blu, mentendo pubblicamente agli elettori, lasciandosi ricattare dai carabinieri ecc. allora la cosa diventa PUBBLICA e le sue dimissioni sono l’unica cosa di tutta questa storia che gli rendono onore.
    Sono schifato di come IL GIORNALE abbia trattato questa cosa: prime pagine, titoloni, ravanamento nel gossip, inseguimento ai trans… e quando Berlusconi prese in prestito gli aerei di stato per trasportarci Fede, Apicella e le mignotte? Tutto ok, niente di strano, solo gossip…
    Onestamente ne ho le palle piene di questo solito clima da Solidarietà  a… Marrazzo ha fatto il suo dovere STOP

  92. caterina ha detto:

    (scusate, ho pigiato invio troppo presto)
    E credo anche sia ora di smetterla con questa dicotomia senza senso del “politico onesto” vs “uomo onesto”: ma siamo tutti schizofrenici? Io sono io, con le mille sfaccettature del mio essere e le mille possibilità  di reagire diversamente a seconda delle circostanze, ma non mi pare che nessuno di noi sia dotato di personalità  multiple che si impossessano del suo corpo e lo rendono corretto o scorretto a seconda del vestito che indossa…
    Buona domenica, blog

  93. luciano ha detto:

    Marrzzo é indifendibile.
    Ha dimostrato di essere un omino piccolo piccolo,
    falso, ipocrita e poco intelligente.
    In Italia milioni di persone non arrivano a fine mese,
    e questi ineffabili personaggi, che ci dovrebbero
    amministrare, oltre a sguazzare nel denaro, compiono
    le cose più torbide nel privato, ma fanno i bacchettoni
    in pubblico.
    E riescono a causare danni incalcolabili, alla coalizione
    che gli ha eletti, coalizione, che é messa parecchio
    male già  di suo.

  94. caterina ha detto:

    Sono perfettamente d’accordo con Chicca: é proprio impossibile essere CORRETTI? Ognuno di noi, ogni giorno, incorre in tentazioni e si trova a fare delle scelte, anche dolorose: chiedere che un uomo che ha delle responsabilità  non solo davanti a se stesso e alla propria famiglia ma anche davanti a milioni di elettori che gli hanno dato la propria fiducia sia ONESTO, é davvero chiedere TROPPO?
    Tutto ciò, ovviamente, fatto salvo l’assoluto diritto di chiunque di vivere la propria sessualità  in qualunque modo e con chiunque, purché tra adulti consenzienti.

  95. CHICCA ha detto:

    sono perfettamente daccordo con Tooby, di Marrazzo e della sua sfera sessuale non ce ne frega niente, fortunatamente siamo ancora liberi di poter scegliere il partner che ci piace di più, ma cazzo, la verità  l’onestà  con gli altri (moglie figli compagna) é una montagna così alta da scalare? perché vivere duppie triple vite quando si ha la possibilità  del libero arbitrio? siamo stanchi di tutte le bugie i doppi tripli carpiati per eludere la verità  da parte della classe politica che predica bene e razzola decisamente male.
    marrazzo ha mentito alla moglie, bene. marrazzo mente ai suoi elettori. quindi che vada a casa e ci rimanga. come dovrebbe fare quell’altro lì, con le sue vagonate di menzogne sbandierate ai quattro venti come verità  dogmatiche.
    buona domenica a tutti
    P.S. vado a votare Marino

  96. Roberta da Sydney ha detto:

    Caro Daniele, questa volta non sono d’accordo con te: marrazzo ha pagato i ricattatori e ha mentito anche di fronte all’evidenza e questo non lo posso accettare.
    Il fatto che lui abbia avuto sesso con un trans sono fatti suoi e della moglie, ma il fatto che accetti di essere ricattato e paghi e menta non va bene.
    Che poi la cosa sia stata tirata fuori adesso, prima delle primarie del pd, quando il tutto risale a luglio … be! Pero` questi rappresentanti del popolo della sinistra (sic!!!), che decidono di passare alla vita pubblica, dovrebbero mettere in conto che, se hanno vizietti privati, possano venire scoperti, anche perche` i mastini del pdl sono tutti in caccia per coprire la merda di certi rappresentanti del loro partito, con la merda piu` fresca degli avversari: coprire una puzza con un’altra puzza.
    Sono sempre piu` disgustata!

  97. Tooby ha detto:

    Un attimo: Marrazzo poteva tranquillamente rimanere al suo posto se avesse detto subito la verità . Invece ha dato versioni diverse e contraddittorie, oltre che smentite a posteriori dai fatti. Questa é la cosa grave, perché se ha mentito su quella che razionalmente é un’inezia, a maggior ragione potrebbe aver mentito sui miliardi della sanità .

    Se avesse dato una sola versione, coerente con i fatti (di solito la si chiama “verità “), al massimo avrebbe avuto problemi con la moglie e fine. Ma il mentire agli elettori non può andarci giù, quindi le dimissioni (o l’autosospensione per arrivare a dimissioni alla fine dell’anno) sono praticamente obbligatorie.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.