Clandestini e criminalità  affari di Stato

I dati del Viminale parlano chiaro: gli stranieri giunti sulle coste italiane nel 2008 sono stati 36.900, il 75% in più rispetto al 2007, quando furono 20.495. Quasi tutti approdati a Lampedusa, il cui centro di accoglienza é ormai da tempo al collasso.
In Luglio il ministro dell’interno leghista Roberto Maroni dichiarò l’immigrazione in Italia in stato di emergenza. Oggi anche la stampa di regime non può negare l’evidenza che riguarda il partito di Umberto Bossi: una casta di ciambellani che annunciano stronzate con serena coscienza.
Niente federalismo, immigrati che aumentano, criminalità  che dilaga, moschee che non si possono vietare e camicie verdi sempre più larghe per i deputati che ingrassano a libro paga nostro.
Per chi non l’avesse ancora capito la criminalità  é un affare per l’industria degli allarmi, dei sistemi di sicurezza, per le imprese che lucrano sui centri di accoglienza e per tutto il loro indotto. Anche di Stato.
I 49 centri provvisori di accoglienza sparsi in tutt’Italia, aperti con decreto legislativo d’emergenza in luglio senza rispettare i tempi burocratici, hanno permesso a imprese e associazioni di aggiudicarsi gli appalti tramite trattativa privata, dribblando i vincoli delle gare d’appalto pubbliche imposti per legge. Imprese, ditte, associazioni e cooperative sono finiti nel mirino di un’inchiesta che dovrà  chiarire se gli immobili ceduti dai comuni da destinare ai cpt, avevano i requisiti di idoneità .

La reazione del Viminale alla visita della polizia giudiziaria é stata di imbarazzo istituzionale stile Vaticano. I carabinieri del Noe indagano la Auxilium, uno dei gestori mense che ha vinto numerose gare d’appalto. E’ sospettata di avere avuto santi in parlamento, che avrebbero influenzato i prefetti e i responsabili del Dipartimento dei diritti civili e dell’immigrazione del Viminale per far condizionare la scelta. Ci sono intercettazioni ambientali e telefoniche, testimonianze dei diretti protagonisti che avrebbero confermato anomalie nelle assegnazioni. L’inchiesta rischia di allargarsi a tutti i centri di emergenza.
Ogni immigrato ospitato nel cpt per essere identificato o per chiedere asilo, costa allo Stato 55 euro al giorno. Un business che comincia ad andare stretto non soltanto a Lampedusa.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

23 Commenti a “Clandestini e criminalità  affari di Stato”

  1. freeman ha detto:

    gli italioti hanno voluto la casta marcia, che ora ovviamente fa quello che vuole… se invece ci fosse una classe politica seria e onesta ci sarebbe anche uno stato sociale decente…

  2. patty ha detto:

    se non andiamo tutti a roma a defenestrarli tutti sti magnacci a tradimento che siedono nei palazzi di potere avremo sempre noi gatte da pelare.

    sarebbe bello che questa gente restasse nei loro paesi d’origine a contatto con la natura quale (africa)e non venisse qui per essere sfruttata da questi
    “pidocchi rinvenuti” degli imprenditori evasori fiscali italiani.

    africani…non fatevi fregare…siete troppo ingenui.
    avete un tesoro di terra e ve la fate invadere, depredare, avvelenare dagli occidentali…SVEGLIATEVI…
    SE NON VENITE — NO PARTY — DA PARTE DEI MAGNACCI

    QUELLO SGARBI é PROPRIO UNO SGARBATO. NON LO POSSO PROPRIO VEDERE…

  3. 2009 ha detto:

    @ Marco B.
    Rigardo al GATEKEEPER Travaglio del quale ho totalmente perso ammirazione e fiducia già  da tempo e alle sue dichiarazioni su Israele e Palestina,ti invito a leggere un articolo a mio giudizio veramente OTTIMO:

    http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=86

    Paolo Barnard-GUARDA CASO-é sistematicamente censurato da giornali e TV(ma pensa un pò…).Buona lettura 😉

  4. Marco B. ha detto:

    Deliberatamente tratto dal post odierno del blog di Antonio Di Pietro(www.antoniodipietro.it):

    “Persone che vivono da parassiti e non hanno la minima idea delle priorità  per i cittadini. Così come un parassita, intento a sostentarsi, non si pone il pensiero della sopravvivenza del suo ospitante”.ADP

    proprio come ZECCHE, la CASTA dei BANCHIERI&FINANZIERI, degli IM-PRENDITORI ITALIOTI che han succhiato tutta la linfa vitale del paese con la complicità  di un altra CASTA, quella dei POLITICI(notoriamente CAMERIERI delle ZECCHE)e grazie al supporto e la DIS-INFORMAZIONE di un altra CASTA, quella dei GIORNALISTI(di REGIME)e dei mezzi di informazione(che guarda caso appartengono quasi tutti ESCLUSIVAMENTE alla CASTA dominante)! Poi, i POCHISSIMI politici onesti, imprenditori veri e giornalisti liberi(o presunti tali), che si sono saputi accontentare delle briciole, finiscono con l’essere dei “nostalgici” del ventennio o peggio ancora si scoprono anche LORO dei tirapiedi SIONisti .. e allora monta nel CITTADINO COMUNE sempre di più la voglia di un bel RESET .. indipendentemente da quanti dovranno MORIRE .. almeno dopo, chi sopravviverà , avrà  la possibilità  di ricominciare(con NOMI e COGNOMI scritti sulla targa all’ingresso nei PALAZZI delle MASSONERIE)come nel ’47!! E facciamola finita con la solita scusa:”ma così finiscono per pagare anche gli innocenti”, fingendo di dimenticare che i così detti “innocenti” nella migliore delle ipotesi sono gli stessi IGNAVI che non hanno MAI saputo prendere una decisione senza un DUCE o un MESSIAH a guidarli(comandarli)nei loro passi ..

  5. bob ha detto:

    E’ giusto Sgarbi! E tu cosa ci fai a piede libero, dopo una condanna definitiva per TRUFFA ALLO STATO (ti fregavi lo stipendio e mandavci i certificati medici)?
    E che dire della querela per diffamazione che ti ha intentato Caselli (7 anni in un bunker sotto scorta per indagini antimafia) e dalla quale ti ha salvato la prescrizione? Sei ridicolo! Vai a casa, professore del niente! E rispetta il lavoro dei magistrati che si sono fatti impallinare dai mafiosi, sòla! In una democrazia con un’informazione corretta, manco al circo come spalatore di fatte elefantesche, troveresti lavoro!

  6. paolo papillo ha detto:

    Se vogliamo cacciare nella fogna ,posto che gli si addice,l’attuale classe dirigente dobbiamo essere instancabili nel martellare sulle problematiche che anche il “popolino” rincitrullito della tv comprende;
    LAVORO sottopagato o addirittura perso…
    CASA a prezzi da usura sia a comprarle che affittarle
    CARO VITA i prezzi aumentano sempre gli stipendi mai.
    SICUREZZA,non quella di facciata fino ad ora vendutaci dai media asserviti a BERLUSCONI
    GIUSTIZIA uguale per tutti.
    DISEGUAGLIANZE SOCIALI,pochi continuano ad arricchirsi sempre di più mente la massa si impoverisce.
    L’abbiamo capito o no!

    dobbiamo unirci e batterci fino alla fine per i temi che ho elencato nel mio commento precedente.la crisi ci travolgerà  definitivamenete se non ci muoviamo e soprattutto se stiamo in silenzio.io oggi ho saputo che questo mese non lavorerò e non ho nessun ammortizzatore sociale…
    ma l’affitto da pagare mi riamane la famiglia mangia uguale…..
    se rimaniamo soli moriremo soli ,parliamone con tutti,facciamo informazione dal basso,raccontiamo come veramente stanno le cose.
    confutiamo l’idiozia delle immaggini della gente in fila per i saldi.
    scriviamo ad organi di informazione,anche quelli della falsa informazione purtroppo la maggior parte,raccontiamo la realtà  se saremmo in tanti non ci potranno ignorare.telefoniamo alle trasmissioni radio-televisive che ci permettono di fare domande in diretta e cantiamogliele a questa casta politico-mafiosa-affaristica.
    mandiamo mail ai politici e se possiamo incontrarli facciamo noi le domande che i servi-giornalisti non fanno.
    RIPETO ;NON STIAMO IN SILENZIO-NON STIAMO IN SILENZIO
    chi si vuole coordinare con me mi contatti
    mail :vittoriopampa@yahoo.it
    cell 3392244257
    contatto skype;paolo papillo

    NON STIAMO IN SILENZIO
    NON STIAMO IN SILENZIO;
    AGIAMO DA SUBITO POSSIAMO FARLO DA QUI A POCO SCRIVENDO MAIL E TELEFONANDO ALLE SEGUENTI TRASMISSIONI RADIO CHE VANNO IN ONDA DALLE 19 ALLE 21

    RADIO 24 “La zanzara” dalle 19 alle 21 telefonando al 800240024.mail: lazanzara@radio24.it.
    RAI.”zapping”radio rai 1 dalle 19 alle 21 telefonare al 800055101. zapping@rai.it

  7. POLDO ha detto:

    OT (forse)

    Debito pubblico ancora in aumento toccando il massimo storico e a quota 1670.6 miliardi di Euro, con un 2008 record per il debito (grazie Berlusca), alla faccia del sacrificio degli italiani che hanno cercato di stringere la cinghia, si ma solo loro (grazie Berlusca). Un carico che ripartito su ogni famiglia italiana si attesterebbe sugli 80.000 Euro a famiglia (grazie Berlusca).

    I BOT sono al minimo storico, e Tremonti continuava ad incitare ad investire su quelli. (grazie Berlusca!)

    Io quello che non capisco é come caxxo fa al gente a dare retat a sto pagliaccio ea tutto il suo ridicolo circo.

    Vedrete poi con Alitalia, ci divertiremo anche li. (grazie Berlusca!)

  8. paolo papillo ha detto:

    Se vogliamo cacciare nella fogna ,posto che gli si addice,l’attuale classe dirigente dobbiamo essere instancabili nel martellare sulle problematiche che anche il “popolino” rincitrullito della tv comprende;
    LAVORO sottopagato o addirittura perso…
    CASA a prezzi da usura sia a comprarle che affittarle
    CARO VITA i prezzi aumentano sempre gli stipendi mai.
    SICUREZZA,non quella di facciata fino ad ora vendutaci dai media asserviti a BERLUSCONI
    GIUSTIZIA uguale per tutti.
    DISEGUAGLIANZE SOCIALI,pochi continuano ad arricchirsi sempre di più mente la massa si impoverisce.
    L’abbiamo capito o no!

    dobbiamo unirci e batterci fino alla fine per i temi che ho elencato nel mio commento precedente.la crisi ci travolgerà  definitivamenete se non ci muoviamo e soprattutto se stiamo in silenzio.io oggi ho saputo che questo mese non lavorerò e non ho nessun ammortizzatore sociale…
    ma l’affitto da pagare mi riamane la famiglia mangia uguale…..
    se rimaniamo soli moriremo soli ,parliamone con tutti,facciamo informazione dal basso,raccontiamo come veramente stanno le cose.
    confutiamo l’idiozia delle immaggini della gente in fila per i saldi.
    scriviamo ad organi di informazione,anche quelli della falsa informazione purtroppo la maggior parte,raccontiamo la realtà  se saremmo in tanti non ci potranno ignorare.telefoniamo alle trasmissioni radio-televisive che ci permettono di fare domande in diretta e cantiamogliele a questa casta politico-mafiosa-affaristica.
    mandiamo mail ai politici e se possiamo incontrarli facciamo noi le domande che i servi-giornalisti non fanno.
    RIPETO ;NON STIAMO IN SILENZIO-NON STIAMO IN SILENZIO
    chi si vuole coordinare con me mi contatti
    mail :vittoriopampa@yahoo.it
    cell 3392244257
    contatto skype;paolo papillo

    NON STIAMO IN SILENZIO
    NON STIAMO IN SILENZIO;
    AGIAMO DA SUBITO POSSIAMO FARLO DA QUI A POCO SCRIVENDO MAIL E TELEFONANDO ALLE SEGUENTI TRASMISSIONI RADIO CHE VANNO IN ONDA DALLE 19 ALLE 21

    RADIO 24 “La zanzara” dalle 19 alle 21 telefonando al 800240024.mail: lazanzara@radio24.it.
    RAI.”zapping”radio rai 1 dalle 19 alle 21 telefonare al 800055101. zapping@rai.it

  9. rent ha detto:

    Carissimo Sgarbi solo nel Paese di Pulcinella ci si può permettere di infangare la magistratura che ha tutta la stima della gente onesta così come fa lei. W i giudici, W la magistratura !!

  10. Marco B. ha detto:

    http://sitoaurora.splinder.com/post/19530001/Israele e Travaglio

    commento di Marco B. – lasciato il 12/1/2009 alle 14:23

    Gent.le dott. Travaglio,

    in merito alla frase a lei attribuita che qui riporto “Israele non sta attaccando i civili palestinesi, Israele sta combattendo un’ organizzazione terroristica come Hamas, che, essa sì, attacca i civili israeliani” di un Suo commento su Gaza diramato ieri dalla casa editrice Chiarelettere. Se quanto riportato corrisponde al vero, le dico fin da subito che NON mi trova affatto daccordo e che anzi mi trova in totale disaccordo con quanto da Lei affermato!! Da un giornalista e investigatore, preciso nel più minimo dettaglio nei suoi scritti e nei suoi saggi, mi sarei aspettato una analisi del conflitto di Gaza un bel pò più preciso. NON dico un trattato sociopolitico di quelle terre e popolazioni ma un più semplice RESOCONTO dei FATTI(risoluzioni dell’ONU disattese e addiritttura non corrisposte da parte di Israele).
    Avrei preferito un suo SILENZIO in quanto persona NON informata sui fatti piuttosto che leggere simili CORBELLERIE a firma Marco Travaglio. Lei é libero di pensarla come vuole in merito, ma questa presa di posizione in funzione di Israele, filo amerikana e S I O N ista é motivo per me di ricredermi sulla Sua onestà  intellettuale e correttezza nel fare informazione, specie quella che Lei si appresta a fare da domani. Per fare un paragone é un pò come tifare per la Juve di oggi dopo la “condanna” esemplare(ironico)di Luciano Moggi & Co. per Calciopoli!! Ecco, Lei é notoriamente juventino, seppure ostico a Moggi. Ma ieri come oggi la Juve é sempre la Juve .. come Israele é sempre Israele .. anche se ruba le partite, ha dirigenti collusi alla Mafia e gli arbitri(e giornalisti)affiliati(filo amerikani e S I O N isti). Ecco perché continuerò a seguirla, a comprare i suoi libri .. ma da oggi mi riserberò di condividerla, non tanto perché liberal conservatore, ma bensì “AMICO degli AMICI” di una delle PEGGIORI massonerie mondiali, artefice della strategia del terrore israelita.
    Marco (veleno1970) B. 12.01.09 14:35|

  11. POLDO ha detto:

    E’ l’Italia 2009, uguale a quella del 2008, 2007, 2006, 2005, ecc.

    In altre parti d’Europa per gli Stati la mondezza é una risorsa, si ricicla, ci si fa energia, persino il letame é una risorsa, ci fanno il biogas. Anche l’immigrazione se ben gestita diventa una risorsa perché spesso la manodopera non specializzata viene by-passata dalle ultime generazioni e non interessa.

    In Italia, uno dei Paesi più furbi d’Europa(si, si come no!) La mondezza é un problema, gli immigrati sono un problema. Ma ha nessuno viene il dubbio che chi governa non ci capisce un emerito caxxo.

    Per non parlare di quelle mexxe della Lega, loro si che li sanno risolveri i broblemi si vede che sono persone preparate e che hanno studiato, si, dove? Con il corso radioelettra per corrispondenza. E così se ne escono con proposte che in sostanza chiedono più tasse per gli immagrati. 50 Euro in più per permesso e 10.000 Euro in più per aprire un’attività . Si vede proprio che il concime che sta nelle loro stalle e quello che hanno nel cervello li accomuna.

    Non tralasciamo poi Berlusca-Zurlì, e già  é proprio vera la canzoncina del suo partito-circo “… meno male che Silvio c’é!” altrimenti chi manderesti affxxcuxo ogni giorno. Lui ha fatto un accorod miracoloso, così come per Alitalia, costaoci 5 miliardi di Euro con la Libia per non si é capito bene cosa e che comprendeva anche l’inasprimento della sorveglianza sulle coste Libiche per evitare partenze in massa dei clandestini. Si, infatti ce ne siamo accorti. L’immigrazione é aumentata. Il solito cazzaro cantaballe.

    Nel mentre, non sò se l’avete notato, sono già  partiti i rincari del 2009. Un 3.4% in più, in linea con le stime del governo, dicono, quindi a breve i nostri politici si aumenteranno lo stipendio per sopperire a questa maggiorazione del costo della vita. Mentre i stipendi dei cittadini continuano a rimanere sempre più bassi, le tasse aumentano e loro se la rideno e maturano la pensione dopo meno di 3 anni di legislatuera. I cittadini invece lavoreranno tra un pò fino a 70 anni.

    Il bello di tutto ciò é che a molti non frega una sega

  12. Marco B. ha detto:

    http://www.danieleluttazzi.it/node/373#comments

    Quello che non sapete su Gaza

    Il NYTimes di oggi pubblica un articolo interessante di Rashid Khalidi, professore di studi arabi alla Columbia, autore di “Sowing Crisis: The Cold War and American Dominance in the Middle East”.

    * * *

    Quello che non sapete su Gaza

    di Rashid Khalidi (NYTimes, 7-1-09)

    Quasi tutto quello che siete stati portati a credere su Gaza é sbagliato. Alcuni punti essenziali sembrano mancare dal discorso, svoltosi per lo più sulla stampa, circa l’attacco di Israele alla striscia di Gaza.

    Il popolo di Gaza
    La maggioranza di chi vive a Gaza non é lì per scelta. Un milione e cinquecentomila persone stipate nelle 140 miglia quadrate della striscia di Gaza fanno parte per lo più di famiglie provenienti dai paesi e dai villaggi attorno a Gaza come Ashkelon e Beersheba. Vi furono condotte a Gaza dall’esercito israeliano nel 1948.

    L’occupazione
    Gli abitanti di Gaza vivono sotto l’occupazione israeliana dall’epoca della Guerra dei sei giorni (1967). Israele é tuttora considerata una forza di occupazione, anche se ha tolto le sue truppe e i suoi coloni dalla striscia nel 2005. Israele controlla ancora l’accesso all’area, l’import e l’export, e i movimenti di persone in ingresso e in uscita. Israele controlla lo spazio aereo e le coste di Gaza, e i suoi militari entrano nell’area a piacere.

    CONTINUA su:

    http://www.danieleluttazzi.it/node/373#comments

  13. 3my78 ha detto:

    Bell’articolo complimenti.

  14. alexilgrande ha detto:

    Più che l’articolo volevo commentare il video penoso alla fine con Sgarbi che insulta.

    VAFFAN*ULO Sgarbi. Manipoli sempre i fatti e le tue tesi non sono quasi mai supportare da argomentazioni valide. Poveri noi che dobbiamo averti come dipendente e poveri quei cretini che ti votano e ti stimano.

  15. Filippo D. ha detto:

    Ottimo articolo, Daniele. Affrontando un solo argomento hai dato più informazione dei sei telegiornali nazionali. Solo un consiglio: cita più fonti possibili. Ad esempio, qual é la fonte dei 55 euro per clandestino?

  16. Diego B. ha detto:

    Esattamente,
    il gioco é puerile,e non é solo una questione di telerincoglionimento, e voto, ma anche di contratti non contratti,costo della manodopera, ecc ecc

    La sinistra al potere fa finta di predicare la tolleranza razziale, e la destra apre le porte al business del nero.

  17. Alfiere ha detto:

    Caro Daniele, concordo pienamente con la tua analisi… ma devo sottolineare una piccola cosa: sei caduto anche tu nell’errore del binomio “criminalità  – immigrazione”. Binomio forzato dal regime di informazione che ci ritroviamo…

    Al massimo “immigrazione clandestina” fa la coppia con “sensazione di insicurezza”, il che é ben diverso. Criminalità  non é solo immigrazione, ed immigrazione non é solo criminalità . Almeno noi blogger cerchiamo di non creare antipatiche “Scorciatoie mentali”

  18. Antonello Sepe ha detto:

    questo é un paese di ladri, forse é meglio adattarsi
    poi penso che fottere uno di questi italiotti non sia tanto difficile caxo se credono nel berlusca con tutte le palle che dice crederanno anche a me.
    quasi quasi ci faccio un pensierino

  19. Colaiuta ha detto:

    Tutto fa cassa, questo é chiaro !!!!
    Ci fanno credere che si cercano le soluzioni ma la triste realtà¡ é che dietro le quinte ci sono i registi di questo grande palcoscenico con il copione in mano dando gli ordini in altre direzioni !!!
    Benvenuti in matrix !!!!!!

  20. Ella ha detto:

    Da quello che mi pare di capire gli immigrati di Lampedusa equivalgono all’immondizia di Napoli, cioe’ per coloro che sanno come “gestire” il business sono una ghiotta, imperdibile occasione per arricchirsi.

    Gente e/o monnezza, a questo punto nient’altro che merce di scambio. Ma dove siamo arrivati.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.