Ici la vendetta

Umberto Bossi, ammesso che sappia ancora intendere e volere, anticipa la politica autunnale dal pulpito di Ponte di legno (BS): tornerà  l’Ici, cavallo di battaglia della campagna elettorale assieme ai bolli auto. La Lega raccoglie gli umori dei sindaci leghisti di oltre 400 comuni del nord, alcuni anche grandi come Varese, Verona e Treviso.
Giulio Tremonti ci ride su stonando coll’Umberto bossolo leghista “O mia bela madunina”. Ma la realtà  é che per le casse comunali non ci sono più soldi. Nonostante l’aumento delle gabelle, dei divieti e delle multe per far cassa a carico dei cittadini, in città  come Torino non saranno più garantiti nemmeno i servizi essenziali agli anziani. Si taglia su tutto, dai trasporti urbani alla libertà  di critica. (l’editoriale di Famiglia Cristiana dà  fastidio ai fascisti che vogliono ZITTIRE anche Youtube e Internet).
Berlusconi balbetta, Veltroni inciucia con Calderoli che sbraita in dialetto brembano per negare nel miglior stile piduista le dichiarazioni del suo capo romanladrone moribondo.
La luna di miele dei pirati della libertà  altrui coi loro elettori presi per i fondelli, si é già  eclissata da un pezzo. Il federalismo é il tormentone dell’estate che sta sfumando sul ritornello finale.
Da settembre saranno grane.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

33 Commenti a “Ici la vendetta”

  1. manu ha detto:

    ..io ricordo che durante il governo Prodi i sindaci, compreso Chiamparino, volevano consegnare al governo le chiavi della città …Forse che i tagli che tale governo volevano fare erano superiori a quelli rappresentati dal taglio dell’ICI?
    Per quelli più sensibili alle crisi economiche dei comuni consiglierei di fare una donazione del tipo “otto per mille”.
    Scherzi a parte.. che i comuni si comportino come alcune famiglie tipo la mia… “bisogna essere parsimoniosi”, soprattutto in periodi di crisi come quello che viviamo.

  2. patty ha detto:

    watchdogs —ma sapete leggere almeno i commenti?non ho detto che in altre terre vi era solo l’italiano.leggete bene se sapete leggere. vi voglio solo dire che qui il ns territorio non é molto vasto come il continente americano e altri per l’affluenza degli immigrati. qui siamo in sovraffollamento per ogni metro quadro. parlate solo per storielle metropolitane ma non constatate i numeri per dio.

  3. Max ha detto:

    Il governo di Berlusconi é tutto basato sulla propaganda: dice di aver risolto il problema dei rifiuti a Napoli (che si é risolto nel momento in cui si é trovato un accordo tra la camorra e i politici corrotti, cioé si é risolto perché la camorra ha voluto che si risolvesse), dice che farà  centrali nucleari tra 10 anni, il ponte sullo stretto tra 15-20, manda i soldati a fare il lavoro dei poliziotti e toglie soldi alla polizia in modo che la situazione rimarrà  identica e cambieranno solo le divise, abolisce l’ici e istituisce una tassa sostitutiva per ridare ai comuni gli stessi soldi che avevano prima con l’ici…
    L’uscita di Bossi immagino non sia casuale, servirà  per far sentire a Berlusconi che lui c’é e politicamente é sempre indispensabile, e probabilmente frutterà  al senatur qualche centinaio di migliaia di euro in qualche banca svizzera per stare zitto, del resto é diventato amico di Berlusconi proprio dopo che lui gli aveva saldato tutti i debiti…

  4. watchdogs ha detto:

    Ti ricordo una cosa: mentre l’italiano era un popolo solo ad espatriare in altre terre…qui ne vengono migliaia di popoli in una sola terra…

    errare humano, perseverare… ma chi ti ha detto che gli italiani sono emigrati in posti dove c’erano solo loro? in usa c’é arrivato il mondo, stessa cosa in sudamerica, in australia oltre agli italiani arrivarono greci, croati, tutti trattati come gente di serie b, come tu tratti gli immigrati che arrivano qui… e leggi, dio bono, che l’orda é un libro di ricerca, ma che c’entra il parere!!!!

  5. Ross ha detto:

    Se Daniele pensa male perche’ ha fatto un errore di battitura, Bossi che ha avuto un ictus come pensa?
    Non sono assolutamente in favore all’esclusione degli invalidi dalle funzioni parlamentari, ma il danno cerebrale e’ una cosa grave che di fatto ha SERISSIME riprcussioni sulle funzioni cognitive. Questo lo so piu’ che bene perche’ anche mio padre e’ stato vittima di ictus, e in forma assai piu’ leggera di Bossi; cio’ nonostante mio padre, che in tutto e per tutto sembra normale, ha vuoti di memoria, ogni tanto pensieri vagamente ossessivi (tipo che torna sullo stesso argomento migliaia di volte, come se non fosse stato mai dibattuto), e si inceppa a parlare perche’ non gli viene la parola che vorrebbe dire lui, insomma se mio padre fosse eletto deputato sarebbe un disastro per la nazione, perche’ uno in quelle condizioni non sarebbe in grado nemmeno di presenziare efficacemente a una riunione condominiale. Bossi se ne deve andare, e come lui tutti gli altri colpiti da “magagne” di varia natura e gravita’, inclusi mandati di cattura, arresti, procedimenti giudiziari in corso eccetera, perche’ quelli si’ che sono handicap seri.

  6. patty ha detto:

    watchdogs…accozzaglia di luoghi comuni…dipende da come hai interpretato il mio commento… Fatto sta che qui non si vive più bene. Prova ad andare nei loro paesi e vedrai cosa ti fanno se solo ne fai una sola di quelle cose descritte.

    Ti ricordo una cosa: mentre l’italiano era un popolo solo ad espatriare in altre terre…qui ne vengono migliaia di popoli in una sola terra…

    Il che si voglia leggere libri, posso solo dedurre che può essere il parere di una sola persona. Io ho girato alcuni paesi e ti dico che qui in Italia hanno trovato terra fertile i delinquenti…visto che qui i mafiosi stanno fuori a decretare mentre la gente onesta la piglia in quel…….

  7. watchdogs ha detto:

    patty, leggiti l’orda di gian antonio stella, forse cambierai idea: i nostri spesso sono stati oggetto di razzismo ma non si sono sempre comportati bene, anzi!! svegliati e informati che il tuo commento é un’accozzaglia di luoghi comuni

  8. patty ha detto:

    a puccettina e votantonio…
    appunto che i ns sono stati trattati male ma le schifezze che fanno questi immigrati noi italiani non credo le abbiano fatte es. fare pipì in strada davanti ad un negozio e vicino alle serrande. mangiare per strada e buttare tutto a terra…bere birre ubriacarsi lanciare bottiglie di vetro e danneggiare negozi e passanti.stuprare donne sole. Non si dorme di notte perché gli spacciatori e prostitute pullulano. La sera vi é il coprifuoco perché stanno solo loro. Non parliamo di quello che fanno con queste religioni ammazzando animali.in una casa stanno 50 persone e fanno casino di notte e non fanno dormire nessuno. vai a reclamare e ti tirano appresso anche bottiglie rotte di vetro. questi sono incivili specie gli albanesi e russi oltre che sud africani.
    Appunto che noi avevamo già  a che fare con i mafiosi e tutt’oggi ne abbiamo a che fare. Per il resto della mafia nel mondo anche in Cina é ben radicata come in altri posti.
    Io parlo di civiltà  questi si comportano come padroni e non come ospiti. vedi se un italiano ha fatto questo in paesi estranei. Li facevano fuori…

  9. Goffredo ha detto:

    Da Wikipedia:

    Nata come Imposta straordinaria sugli immobili, ha preso la forma attuale con il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, l’ICI si é rapidamente evoluta divenendo una delle entrate più importanti nel bilancio dei comuni italiani, sostituendo trasferimenti di fondi dallo Stato centrale.
    L’ICI é un’imposta sul patrimonio immobiliare; non é progressiva come le imposte sul reddito, ma grava sul valore del fabbricato con una percentuale fissa decisa dal Comune con una apposita delibera del Consiglio Comunale, da emanarsi entro il 31 dicembre di ogni anno con effetto per l’anno successivo.

    Questa la storia in breve dell’ICI.

    Premetto che sono contrario anche ad un respiro, se questo viene emesso dalla casa circondariale delle libertà  ….. Togliere l’ICI per loro é stato solo uno spot elettorale, ma in pratica per molti proprietari é stata un atto di giustizia!
    Piccolo esempio: appartamento di 65 mq con garage di 28 mq classe A2 di 5° pagavo 450€ all’anno circa; appartamento di 110m con garage di 85 mq (non so la categoria e la classe ma il secondo é stato costruito 20 anni prima) pagava 210€ (meno della metà  del mio, fidatevi del paragone perché il secondo é di mio suocero).
    L’ICI era una profonda ingiustizia basata su assurdi criteri di tassazione in base all’accatastamento e inoltre costringeva a pagare una tassa su un bene che NON produce ricchezza!
    Si possono recuperare i mancati introiti in altre maniere, una per tutte: gli affitti in nero!

  10. helena f. ha detto:

    Ragazzi… non facciamoci prendere dalle provocazioni.
    Ignoriamo e andiamo avanti.

    @ roberto
    Ciao! Visto che é il primo giorno che visiti questo blog,
    ti consiglio, se hai voglia, di leggere i post precedenti.
    Non é sempre così, anzi é raro.
    Non far caso ad alcuni commenti di oggi, dovuti a cause di forza magggiore 🙂

  11. giacomo ha detto:

    Io mi ricordo soltanto che Bossi all’inizio voleva che i padani non pagassero più le tasse (forse el parlava dee tasse de vin)e ora vuole rimettere l’ici, mah va a capire.

  12. roberto ha detto:

    é il primo giorno che visito questo blog e più o meno la meta dei post é sulla lingua italiana…credevo che i problemi erano altri e comunque tutti serviamo alla causa acculturati e non.

  13. prof nicola cattaneo ha detto:

    In verità  su questo blog l’unico che sembra notare le imperfezioni é colui il quale non avendo argomentazioni per controbattere le disquisizioni socio-politiche degli astanti e il piccolo burocrate della scrittura
    lo scribacchino dalle mezze maniche nere che armato di matita rosso-blu individua il micro per cancellare il macro
    Posso dirle una cosa gentile Igor?
    Lei é pateticamente anacronistico

  14. CHICCA ha detto:

    Luca per Daniele
    o Daniele per Luca
    al pane non chiedo che mi ammaestri ma che non mi machi
    (neruda)

  15. Mauro ha detto:

    L’ICI é la tassa federalista per eccellenza. Toglierla, e al tempo stesso inneggiare al federalismo é una contraddizione in termini. Un ossimoro. Rimetterla, invece, sarebbe un gesto coerente. E allora delle due l’una: o continuiamo sulla strada del taglio all’ICI (prelevando i soldi altrove, tipo al funestato Sud, e comunque immettendo nuove tasse), oppure continuiamo col federalismo e vediamo che succede. Io non sono contrario a priori al federalismo, ma voglio vedere di QUALE federalismo stiamo parlando.

    @ Igor (o Don Milani perché tanto sei sempre lo stesso pirla)

    La scrittura non ha niente a che vedere né con la parola né col pensiero. Sono tre cose assolutamente differenti, non collegabili. Il pensiero si trasforma in immagine acustica, e poi, talvolta, in scrittura. Il pensiero é la prima cosa (il famoso verbo divino, o logos, ti dice qualcosa?). Non ha senso perciò dire che chi scrive sgrammaticato o sbagliando la sintassi pensa male. Forse noi pensiamo mettendo insieme tutto un discorso come se stessimo scrivendo? Abbiamo per caso un foglio di quadernone al posto del cervello? io non sono uno psichiatra, ma ci vuole poco a capire che tu stai facendo una semplificazione da bambino delle elementari.
    E poi: definisci il concetto “pensare male”. Cosa significa pensare bene e male? Come fai a stabilire cos’é giusto o sbagliato?

    Fai un favore al mondo: evapora.

  16. Turista della democrazia ha detto:

    Quante belle parole per farsi votare..era già  tutto prograqmmato che l’ICI doveva ritornare..
    ma cosa volete di più da un branco di italioti..

  17. danielemartinelli ha detto:

    Luca administrator ringrazia chi segnala errori e refusi nei testi che ceramente denotano interesse nei contenuti. Tacciare, ossia incolpare, é ovviamente un errore di battitura dettato dalla solita fretta di Daniele. Che mi autorizza a sostituire il refuso con “zittire”. Grazie e tante scuse 🙁

  18. propaganda ha detto:

    Certo che con sta scusa degli O.T. mi state cancellando i post dove linko degli articoli molto interessanti per aiutarci ad uscire dal TUNNEL DELLA LAMENTELA fine a se’ stessa che porta solo a FRUSTRAZIONE e SENSO DI IMPOTENZA.Se poi volete parlare dei NEURONI di BOSSI………….sai che utilità ……….

  19. Vota Antonio ha detto:

    Mi spiace… ma io non voglio invasione di altri popoli nel mio territorio nazionale.
    Già  non si va d’accordo tra nord e sud…figuriamoci…

    ——

    Oh Yes, ai emme americcano, ripigliatavi li brucculinesi, ca ci avito mandate sessanta migliona di itagliani tutti mafiosi, pizzosi e mandulinara. Aripigliatevilli. Okkey.

    Itagliani, mafia, Berluscone, ‘o Solo Mio, ahahahahahahahahah.

  20. Puccettina ha detto:

    cara patty
    non mi dire che vuoi esportare la democrazia!!!!!!!!!!
    abbiamo tanto da imparare noi e poi, NOI INSEGNANTI????????
    ma di chi? a che titolo? siamo nel terzo millennio nn dimenticarlo, la terra dove siamo nati non ci appartiene di diritto. avremmo dovuto amarla e rispettarla ed invece l’abbiamo stuprata in ogni modo ed ora vuoi dare la colpa di disastri ambientali a poveri immigrati che cercano la sopravvivenza in un posto che credono migliore della loro terra natia? nn dimenticare che anche i nostri antenati sono andati via dall’italia a “cercare fortuna” in posti poco accoglienti.hai visto il film NUOVO MONDO? hai visto per entrare in america quante umiliazioni hanno subito quelle povere genti? ed ora vorresti far pagare con la stessa moneta ai nuovi immigrati quello che hanno pagato i nostri nonni, bisnonni? tendiamo verso una multirazialità  per una legge fisica. piuttosto é la politica che non si é occupata in tempo debito di accogliere con civiltà  e buonsenso chi doveva essere accolto come un ospite gradito e non come un ladro che entra di soppiatto in casa altrui
    ciao cara nn vuol essere un rimprovero ma una piccola constatazione

  21. patty ha detto:

    Bossi verso la fine del video non ha dato una risposta attinente alla domanda.
    La giornalista diceva del governo che ha potere fascista. Lui ha risposto che si vive sulla immigrazione… e noi li aiuteremo a vivere nei loro paesi e a non farli andare via. La risposta non ha senso.
    Cosa voleva dire?
    A me sembra che Bossi abbia l’Alzheimer.
    Se si riferisce agli immigrati clandestini ha ragione.
    Basta con l’accollarci questa gente sul ns. territorio.
    Non abbiamo più terra da coltivare neanche per noi.
    Sul ns. territorio vi é troppa gente per i metri a disposizione di territorio abitabile.
    Questa gente deve ritornare nei loro paesi perché il che si voglia non ci fonderemo mai.
    Loro hanno una loro cultura e un loro stile di vita diverso dal nostro che spesso disturba.
    Qui si é creato solo disordine e sovraffollamento nelle ns. città .
    Non é una questione di razzismo ma é solo di civiltà  e rispetto verso il diverso.
    Noi non ci adegueremo mai al loro modo di vivere e neanche loro. Guardate i cinesi, marocchini, russi ecc.
    Occorre apportare civilizzazione e lavoro nei loro territori se si vuole aiutarli e non sfruttarli come schiavi nel ns paese.

    Mi spiace… ma io non voglio invasione di altri popoli nel mio territorio nazionale.
    Già  non si va d’accordo tra nord e sud…figuriamoci…

  22. anonimo ha detto:

    @Igor

    Signor Igor vada a fare la predica da un’altra parte, gli errori grammaticali saranno anche gravi, ma non inficiano il pensiero di Martinelli. Non ho mai visto Daniele pensare male, ammesso che abbia fatto qualche errore altre volte. In ogni caso non si concentri sul dito quando qui si indica la luna.

    La saluto

  23. Puccettina ha detto:

    certamente non torneranno indietro e non si rimangeranno la promessa che, insieme alla sicurezza, é stato il cavallo di battaglia della propaganda elettorale.
    certamente aumenteranno le altre tasse o ne inventeranno di nuove, perché i comuni, senza il gettito fiscale dell’ici, sono al collasso
    forse pagheremo per l’aria che respiriamo e chi più ne respira sarà  tassato maggiormente
    ci daranno un tot di aria procapite gratuita e l’eccedenza (come l’acqua e la corrente elettrica) la pagheremo secondo la nostra capacità  polmonare
    é esente chi soffre di enfisema polmonare o chi paga già  di suo l’ossegeno in bombola
    cari amici siamo a metà  tra la macchietta e la disperazione
    sto mettendo da parte la paghetta per andarmene su marte

  24. libero ha detto:

    la feccia incapace é già  morta da un pezzo praticamente da subito ma siccome siamo come ai tempi del unione sovietica tutto viene taciuto nascosto il soviet supremo mafionano non si critica

  25. Luca Viscje Brasil ha detto:

    Cavolo e ci vuole un insano di mente come Bossi per capire che senza l’ICI i comuni sarebbero andati in profonda crisi. E la gente era contenta che gli toglievano una tassa….
    Ma come si può essere così idioti e ingenui??
    Anche i leghisti….mi dispiace che siano stati presi per l’ennesima volta per il culo! Dico davvero.
    Ciao a tutti.
    Luca

  26. paolo papillo ha detto:

    grande post daniele.ma noi abbiamo il dovere di diffondere quello che tu dici ogni qualvolta sarà  possibile.stare qui a raccontarcela tra di noi non serve a nullla

  27. Anna ha detto:

    @ igor che scrive: “Chi scrive male, chi parla male pensa male.”

    Questo frase la trovo molto offensiva verso tutti i popoli e le persone che non hanno avuto la possibilità  di studiare (per motivi economici o altro) e che dimostrano di avere una saggezza molto superiore di vita che la nostra. (ad esempio gli aborigeni)

    Ho osservato da diversi anni questo atteggiamento ossessivo della grammatica su molti blog e forum, in modo più assillante in Italia.
    La mia opinione conclusiva su questo fenomeno é: …ti lascio indovinare……ha a vedere con le frustrazioni e i complessi.

  28. caterina ha detto:

    Non so, non ho mai capito l’entusiasmo sull’abolizione dell’ICI: io pagavo tipo 60 euro l’anno, non mi sembrava una tragedia. Spendo molto di più con l’aumento delle sigarette, di luce e gas, con il rincaro di pane e pasta.
    O la benzina: é vero che adesso é scesa, ma perché é sceso il prezzo del barile. Apprezzerei invece che decurtassero gli 0,25 centesimi di vergognose accise varie, dalla guerra in Abissinia (1935), al rinnovo del contratto degli autoferrotramvieri (2004), passando per Vajont e Belice – che, se quei soldi fossero realmente andati a finire lì li avrebbero già  ricostruiti almeno dieci volte.

  29. igor ha detto:

    No, un conto sono i refusi o errori di battitura; altra cosa sono gli errori grammaticali, lessicali o sintattici.
    Chi scrive male, chi parla male pensa male.
    La lingua italiana prima di tutto.

  30. helena f. ha detto:

    La sostanza e non la forma….

    Anche io nel commento qui sopra ho scritto “tagiaranno” invece di taglieranno. E’ chiaro che volevo scrivere taglieranno.
    Per l’ennesima volta ripeto che gli errori sono spesso involontari.

  31. propaganda ha detto:

    Quello che non sopporto più é il senso di IMPOTENZA innanzi a tali scempi.Vi copio\incollo uno stralcio di un articolo MOLTO INTERESSANTE.Per chi volese approfondire il tema dell’ “immobilismo” metto anche il link

    Non vi capita spesso di sentirvi stanchi e apatici? Non vi capita di percepire che il tempo non sia mai abbastanza e sfugga sempre più velocemente? Non vi capita mai di sentirvi impotenti di fronte ai fatti odierni? Non vi capita mai di percepire il mondo e gli altri come “strani” e zombificati?

    http://intermatrix.blogspot.com/2007/05/il-controllo-del-pensiero.html

  32. helena f. ha detto:

    Secondo me l’ICI non doveva essere tolta neanche sulla prima casa. Sicuramente deve essere una tassa meno esosa se paragonata alle seconde o terze o … quarte propietà . Tanto i Comuni in qualche modo si rifaranno poiché appunto sono a pezzi… o tagiaranno sui servizi. Come dice Daniele, i soldi non ci sono più.
    Propio ieri Gasparri ha detto: l’ici non si tocca, é stato il biglietto da visita di Berlusconi. Ha detto propio così!
    Quanti italiani avranno votato Berlusconi forse solo per questo motivo? Povera Italia…. che fine faremo…

  33. igor ha detto:

    Scusi Martinelli
    in che senso usa il verbo “tacciare”? Spero non come sinonimo di tacitare, zittire o far tacere. Il significato corretto é: incolpare, accusare.
    Era questo che voleva dire, vero?

    Sempre per dovere di cronaca.
    La lingua italiana prima di tutto.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.