I clan Veltrusconi in agguato

Questa caduta di governo non ci voleva, ora mi riesce difficile non vedere brutte conseguenze.
In questi 20 mesi si é perso tempo a fondare il Partito democratico senza riforma della legge elettorale e senza aver toccato il conflitto d’interessi di Silvio Berlusconi.
A meno che l’iniziativa delle Liste civiche di Beppe Grillo porti il successo che potrebbe innescare il rivoltamento del calzino, all’orizzonte si pongono i Veltrusconi e poco altro.
Non é un’idea campata in aria. E’ una buona idea. Politica certo!
Ma é pur sempre un’idea alternativa che pone le basi per una militanza dal basso al di là  delle ideologie e delle opposizioni di bottega.
Del resto se non ce ne vogliamo andare da questo paese dobbiamo avere fiducia e cercare di cambiare le cose rimboccandoci le maniche seriamente.
Ieri sera ho condotto 3 ore di diretta televisiva con 5 esponenti politici dei partiti tradizionali, tra cui anche un rappresentante dell’Udeur.
Dopo aver discusso di scenari e aver lasciato sfogare i telespettatori da casa, ho chiesto un commento a tutti i presenti sul post di Beppe Grillo che dà  il via alle Liste civiche.
Un 35enne di Forza Italia ha espresso inaspettato entusiasmo sulla stessa onda del rappresentante dell’Italia dei Valori, un giovane sindaco leghista ha parlato di antipolitica, il diessino consigliere regionale ha detto di aspettare Grillo alla resa del confronto coi politici tradizionali, il rappresentante Udeur ha definito il blog una pagliacciata dichiarando di non capire il perché di un secondo V-day.
Gliel’ho spiegato io in 2 parole.
Insomma, i giovani fino ai 40 anni credo siano gli unici che potranno, in massa, dare uno scossone al sistema col progetto delle Liste civiche o con un voto alternativo ai soliti.
Bisogna approfittare di questo momento di crisi di governo per diffondere la conoscenza delle notizie e delle novità  che sforna la Rete.
Del resto, rispetto alle elezioni del 2006 i naviganti più informati sono sensibilmente aumentati.
La mia speranza non é così infondata. Dobbiamo convincere a seguirci soprattutto le persone anziane, dai genitori ai nonni, affinché anche la loro preferenza possa pesare sui bilanci delle elezioni.
Ci sono tante idee alternative di persone che credono in un ideale collettivo senza tornaconti di bottega che ho avuto modo di conoscere e di apprezzare.
Nel blogroll ho da tempo linkato i Libertari, gli ideatori del Protocollo C3, la Lista civica di Oliviero Beha ed Elio Veltri, oltre a quelle di tanti ragazzi che si danno da fare per escogitare qualcosa di nuovo.
Un ragazzo del meetup di Rimini propone la diffusione di Dvd contenenti video e notizie censurate dalla tv tradizionale. Un’idea che apprezzo e che potrebbe servire a diffondere un po’ di conoscenza.
Mi rendo disponibile a ricevere i video in formato mini dv da masterizzare su un dvd che non duri più di 2 ore.
Serviranno collaborazione per le duplicazioni e la distribuzione capillare in tutta Italia, soprattutto a quelle famiglie che si drogano da anni di tg1 tg4 e Tg5.
Si può e si deve fare qualunque cosa se tutto ciò servirà  ad allontanare lo spettro dei Veltrusconi.
Non c’é tempo da perdere.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

11 Commenti a “I clan Veltrusconi in agguato”

  1. Marco Corino ha detto:

    Daniele sei grande, continua senza indugi! Tanti interventi laterali riusciranno a scardinare un sistema che ormai é autoreferenziale ed a scoperchiare l’immonda fogna che é diventata l’informazione istituzionale odierna.

    Un (quasi) collega,
    Marco

    http://www.marcocorino.it

  2. Biondo ha detto:

    Caro Daniele mi associo anche io, perlomeno posso fare vedere un vero TG anche a quelli che sono emigrati prima di me. 🙂

  3. Remo Piombo ha detto:

    Anch’io mi assoccio a trarco mavaglio puoi mettere su sul tuo blog, (senza andare incontro a qualche problema sui diritti d’autore dell’emittente che ti fa lavorare) i spezzoni più importanti delle tue trasmissioni?
    Grazie é continua così sei un grande

    Remo Piombo da Pordenone

  4. trarco mavaglio ha detto:

    daniele ma le tue trasmissioni non sono scaricabili da nessuna parte??
    purtroppo chi non prende l’emittente non puo’ vederti…
    Puoi organizzare qualcosa?

  5. trarco mavaglio ha detto:

    é un’idea che sperimento ormai da anni, con DVD di Travaglio, documentari vari, spettacoli di Grillo, spettacoli di Luttazzi, puntate importanti di Report ect..

    ho un archivio da far invidia alla RAI 🙂 chiunque sia interessato si faccia vivo sono completamente disponibile a spedire via posta!

    ps_ su radioradicale hanno pubblicato l’audio dell’udienza disciplinare vs Demagistris, ecco il link: http://www.radioradicale.it/scheda/244707/consiglio-superiore-della-magistratura-disciplinare

  6. Michele ha detto:

    Daniele, studia meglio la barbarie del pensiero libertario propugnato da Facco: altro che “ideale collettivo”, lì si parla di individualismo sfrenato e di un’ossimorica fusione (o meglio confusione) tra anarchia e capitalismo selvaggio…

  7. Thomas C. ha detto:

    Grillo ha detto una volta che un giornalaio gli ha riferito che inserisce tra le pagine dei giornali la stampa del bollettino del suo blog.

    Se TUTTI noi facessimo lo stesso, stampiamo l’info grilliana e la distribuiamo porta a porta al vicinato, si raggiugerebbe forse piu’ di qualcuno che ne ha i cosiddetti pieni!

  8. ingrid ha detto:

    Ciao rgazzi bellissima questa idea, sia con i dvd ,sia con volantinaggio e qualsiasi altra idea dobbiamo essre noi a fare informazione . e dobbiamo essere uniti e attirare intorno a noi piu’ gente possibile e fare venire alla luce le cose come stanno.
    complimenti a tutti quelli che non hanno intenzione di continuare a farsi mettere i piedi in testa .NON MOLLIAMO.

  9. Emiliano G ha detto:

    Si potrebbero affittare sale cinematografiche per fare proiezioni di conferenze di Marco Travaglio magari chiedendo ad http://www.arcoiris.tv un po’ di materiale visivo e il permesso di proiezione. Bisognerebbe anche formare magari dei banchetti dove si distribuiscono dei libelli simili a quelli che rilascia Grillo ogni settimana, con il riasunto ad esempio delle sentenze giudiziarie sui personaggi della casta.

  10. Thomas C. ha detto:

    Sulla diffusione delle notizie sono d’accordissimo, sul metodo anche, ma va integrato con del materiale che raggiunga l’elettorato che non siede di fronte ad un computer o che non ha un lettore dvd a casa.

    Volantinaggio con scritte in caratteri grandi per la gente piu anziana.

    Pochi punti essenziali e se possibile fare riferimento anche alla politica locale.

    Ci vuole una raccolta di fondi che potrebbe partire da un sito come quello di Grillo, perche’ l’azione sia capillare.

    E poi l’informazione orale. Ho sentito leghisti, dopo lunghe discussioni, dirmi che voteranno una lista grillina se ci sara’. E questo rasenta il miracolo. Ma la via e’ lunga.

  11. spadafora live ha detto:

    …….CONTINUA…….Fratelli d’Italia L’Italia s’é desta, Dell’elmo di Scipio S’é cinta la testa.
    Dov’é la Vittoria? Le porga la chioma, Ché schiava di Roma Iddio la creò.
    Stringiamci a coorte,Siam pronti alla morte,L’Italia chiamò.

    Mi sembra giusto iniziare questo post di commento, con l’inno d’Italia, e’ stata infatti l’Italia a non volere piu il Professor Romano Prodi, e il suo governo di sinistra.

    Un governo che fino all’ultimo ha cercato di metter pezze ad una barca, varata gia con evidenti falle.

    Un governo che dell’indecisione programmatica ha fatto il suo cavallo di battaglia……….CONTINUA………..
    http://spadafora-live.blogspot.com/

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.