Le vallette star del teatrino politico italiano

berlusca_1.jpg 

La farsa della giornata propone un’operetta in replica con protagonista Silvio Berlusconi che annuncia l’ennesimo film a luci rosse, o meglio l’ennesima armata di toghe rosse.
La procura di Napoli lo indaga per corruzione e istigazione alla corruzione nei confronti di alcuni senatori che scopano con aspiranti vallette.
Dalle intercettazioni raccolte, il pm ha stabilito che Berlusconi politico leader dell’opposizione in conflitto d’interessi perché anche imprenditore proprietario di 3 tv nazionali regolate da leggi su misura, a capo di una carboneria di alleati che gli garantiscono quota in maggioranza pure nella Rai a debito pubblico, in deroga al contratto con gli italiani, tra le altre cose, ha interpellato l’allora direttore generale della tv pubblica retta dal canone Agostino Saccà  per intimargli di collocare in qualche programma quelle veline e convertire così alla destra i loro senatori stalloni sinistrini pronti a fare il salto della quaglia.
Si tratta dell’italoargentino Luigi Pallaro, Pietro Fuda (quello dell’emendamento in finanziaria che avrebbe cancellato i reati finanziari per i parlamentari scoperto per caso un anno fa da Di Pietro) Sergio De Gregorio, una sorta di prostituto delle poltrone difronte al quale impallidisce pure Cicciolina, che ha ricevuto 300mila euro di finanziamento da Forza Italia, e Nino Randazzo, senatore eletto rappresentante degli italiani in Oceania che ha detto di non essersi lasciato corrompere, di aver preferito tenersi i debiti e di avere una figlia magistrato in Australia.
Certo, che queste relazioni siano penalmente (o penElmente?) rilevanti é tutto da stabilire, ma rimane il fatto che Paolo Bonaiuti, lustranatiche di Berlusconi, si é affrettato a ricordare che l’Italia é finita in un clima da dittatura di Pinochet.
Ha ragione! Peccato se ne sia accorto soltanto adesso e non nel 1994, quando scese in campo il suo capomafia astuto tessitore proprio di quel regime ormai diventato prassi nello stivale.
Anzi, Il Cile di Pinochet é più libero visto che mentre Berlusconi prometteva l’aumento delle pensioni, i cileni erano già  liberi di scegliersi la pensione che preferivano senza vedersi ammezzato lo stipendio in busta paga dai prelievi fiscali obbligatori per gli italiani che non arrivano più nemmeno alla terza settimana!
Ma intanto l’arrampicata agli specchi é cominciata: mentre Silvio ha già  recapitato un esposto al Csm scritto di suo pugno per bloccare l’attività  del magistrato napoletano, il suo legale Nicolò Ghedini ha chiamato in causa il garante della privacy che su queste notizie ha aperto un’istruttoria (non si capisce quale privacy debba avere un politico nel dover rendere conto dell’operato durante l’esercizio delle sue funzioni).
Non solo: mentre dai palazzi emerge replicante il chiacchierio del “si sapeva che i destini del governo erano appesi alle grazie di alcune vallette” Silvio, che a parte il lifting e il trapianto di capelli non riesce a far funzionare nemmeno il Viagra, ammette di aver incontrato i senatori e di avere usato con loro “il metodo socratico o maieutico” ironizzando di aver fatto il filo ai senatori piuttosto che alle loro ragazze.
Lui, da perfetto mafioso non fa raccomandazioni ma solo “segnalazioni” perché da leader politico si sente legittimato a farle.
Come dire: il futuro della stabilità  dell’Italia sta in mezzo alle gambe di alcune veline!
In nome dell’Italia e degli italiani stendiamo un velo sull’Italia delle veline.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

6 Commenti a “Le vallette star del teatrino politico italiano”

  1. Paolo ha detto:

    La casa delle liberta con tutte le puttane i puttanieri e il capo banda pluriprocessato e pluricondannato protetto dalle sue televisioni da direttori di telegiornali fasulli da leccaculo in ogni angolo d italia. La sinistra con i suoi scheletri nell armadio e con un alto tasso di corruzione non combina niente se non continuare nel peggio. Indulti, leggi mancate sul conflitto d interessi sulla legge elettorale sul ritiro delle truppe dai teatri di guerra. Una vergogna . Siamo fortunati che i nostri avi hanno fatto l italia ricca di opere d arte e bellissima archittettonicamente, e per questo veniamo aprezzati, ma oltre siamo caduti nel ridicolo. Grazie a questa classe politica che ha distrutto la scuola , la vita economica , la morale e l etica di questo paese. E loro sono sempre li non presentano mai il rendiconto di quello che fanno, non sono mai chiari parlano in codice di cose di tutti. Andate a vedere come vive l italia vera e nascondatevi per quello che dite e per quello che fate .

  2. Marco B. ha detto:

    INFORMAZIONEe NOTIZIE dal TG1, TG2, TG3 edizione del mezzodì

    http://www.rai.tv/mppopupvideo/0,1067624,News%255E%255E23235,00.html

    dal min. 7.26 al min. 8.46 – 1 minuto e 20 secondi d’INFORMAZIONE(VERA)nel principale TG(pubblico)italiano, del direttore Riotta .. quello NATO a Palermo e “formato” nei MEDIA Amerikani!! Vien da DOMANDARSI .. ma dov’era mentre

    http://www.rai.tv/mppopupvideo/0,1067624,News%255E%255E23727,00.html

    dal min. 20.27 al min. 21.27 – 1 minuto d’INFORMAZIONE nel TG BURLA delle RICETTE unite alla CRONACA NERA, dei SERVIZI da premio PULIZER(quello dei PUZZONI però!)dell’inviato Masotti in U.K., dei servizi sulle FOCHE e TARTARUGHE MUTILATE o UCCISE e degli ORSETTI del BIOPARCO ingrassati a MERENDINE .. insomma il TG del direttore Mazza(detto:”NON CAPISCO una , ma come OBBEDISCO agli ORDINI IO!”)quello che chiama Gianfranco Fini al TELEFONO prima di redigere la scaletta delle notizie o prima di andare in onda per fare un EDITORIALE anti V-Day(sue dichiarazioni pubbliche).

    http://www.rai.tv/mppopupvideo/0,1067624,News%255E%255E23723,00.html

    dal min. 4.43 al min. 7.00 – 2 min. e 17 secondi d’INFORMAZIONE nel TG dei così detti ROSSI,
    quelli che fanno SEMPRE gli APPROFONDIMENTI e i COMMENTI eppoi sono RACCOMANDATI e PROTETTI esattamente COME se non di più degli ALTRI negli ALTRI TG .. i soliti ROSSI “raccontafavole” e “senza palle” che fanno(o almeno ABBOZZANO)INFORMAZIONE .. di PARTE.

    Da altri TG(TG4, TG5 e Studio Aperto come il TGCom)l’INFORMAZIONE non é PERVENUTA.

    Il TG di LA7 ancora evidentemente TROPPO IMPEGNATA nella CROCIATA di CENSURA PREVENTIVA dello Stato Sovrano – in Italia – d’oltre Tevere per ACCORGERSI dell’EVENTO Grillo a Palazzo Madama! Troppo IMPORTANTE e IMPEGNATIVA in termini di RISORSE, UOMINI e MEZZI avendo già  in essere una GUERRA MEDIATICA che ha preso di mira il COMICO SATIRICO Daniele Luttazzi ed il suo programma DECAMERON, in particolar modo la puntata MAI andata in onda e dedicata all’Enciclica papale, da potersi permettere di “sprecare” una troupe al seguito di un altro COMICO, quel Grillo che un 8 Settembre ha portato oltre un milione e mezzo di CITTADINI LIBERI nelle piazze d’Italia per raccogliere 350.000 firme AUTENTICATE per una proposta di Legge Popolare nota come “Parlamento Pulito”.
    Meglio assecondare la coprofagia(allegorica)del PANZONE PUZZOLENTE GUERRAFONDAIO amico di Bush e degli EBREI e lasciare a lui LIBERTA’ di INSULTO e DIFFAMAZIONE quotidiana.

    Postato da: Marco B. | 14.12.07 16:18

  3. Graziella ha detto:

    Ciao Daniele,la rabbia ormai é incontenibile,non se ne può piu di questo andazzo italico.
    La colpa in parte é anche di questo popolo che,tanto assomiglia ai suoi rappresentanti politici. Perché l’italiota che, si crede più furbo e scaltro dei suoi simili,truffa,evade le tasse,sfrutta i più deboli e bisognosi,per i suoi schifosi profitti,ovvio, sà  che,rimarrà  impunito.
    Così accade che, magistrati coraggiosi impegnati nell’indagare personalità 
    di dubbia moralità  e etica, vengano a loro volta indagati e allontanati dalla loro attuale sede.

  4. mirko ha detto:

    la rabbia che ho che ancora gli italiani non si sono accorti che berlusconi é un malfattore,delinquente,impostore deve andare a casa,aspetto la fine dei suoi giorni,ancora non crepa….ti odio berlusconi colui che avuto rapporti con la mafia,colui che ha 7 prescrizioni………
    ti odio ti odio ti odio……….
    colui che ha definito la magistratura =armata rossa ma come ti permetti mafioso…..

  5. il naufrago ha detto:

    Non c’é limite al peggio.
    Simpatico post. In fondo é sempre meglio ridere che piangere…

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.