Intercetti? Interdetti!

intercettazioni.gif

Siamo uno sfasciato popolo di pacifisti calpestati e presi per i fondelli da una classe dirigente che pensa ai propri affari e non risolve i problemi dei cittadini.
Apparteniamo ad una democrazia teorica che da anni é sotto scacco delle leggi paraculo del governo di Silvio Berlusconi.
Politici delegittimati, corrotti, laidi nell’animo, accecati solo dal profitto e dal vizio.
D’Alema il vizio l’aveva già  quand’era segretario comunista in Puglia. Negli anni ’80, prima di essere coinvolto in affittopoli (da capo di governo pagava un affitto da pensionato in un palazzo di alto pregio della capitale) aveva intascato una tangente di 20 milioni di lire dal miliardario corruttore barese Francesco Cavallari affinché lo agevolasse in appalti ospedalieri. Per chi non lo ricordasse quel reato é caduto in prescrizione!
Fassino che con i Ds rappresenta il primo partito della cosiddetta sinistra, e’ invece uno di quei leader che ha votato l’indulto e che ora viene pfofumatamente pagato per pensare alle idiozie sul partito democratico senza proporre nulla di serio sul conflitto dinteressi.
Entrambi intercettati con i vari Consorte e Fiorani per le scalate bancarie illegali. Altro che gli interessi dei cittadini! Entrambi anziché mettersi a disposizione dei magistrati si blindano nei palazzi. Chiusi dietro cavilli e dietro patetiche motivazioni.
Perché il tangentaro prescritto Massimo D’Alema ricopre l’incarico di ministro della Repubblica? Quale sinistra proletaria rappresenta il proprietario di uno yacht da 50 metri?
Basta! E’ ora di rendersi conto che bisogna ribaltare tutto! A casa i corrotti gli intercettati i processati i candeggiati i mafiosi i piduisti i ciellini e i cattocomunisti. A CASA!! Basta! Ci vuole una rivoluzione! Scendiamo in strada e circondiamo i palazzi!
Rendiamo reale il dubbio di D’Alema che ha detto di temere un secondo ribaltone in politica come ai tempi di tangentopoli. Ha ragione! Si é reso conto che flirtando con Berlusconi ne ha già  combinate di nuovo troppe!

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.