La legge porcata di Clemente Mastella

clemente-mastella-2.jpg

La legge porcata di Mastella sulle intercettazioni telefoniche mira a far scomparire dai giornali e dalle televisioni la cronaca giudiziaria.
Se la legge passerà  anche al Senato un giornalista non potrà  più dare notizie di indagini a carico di chicchessia.
Se la legge fosse gi stata approvata non avremmo mai saputo nulla di Moggi, Fiorani, tanto meno di Berlusconi e dei suoi processi.
La legge porcata Mastella, venduta come provvedimento contro le intercettazioni, mira in realtà  a vietare la pubblicazione di indagini a carico di personaggi in vista in particolare della politica.
Per il diritto dei cittadini ad essere informati, per il diritto di cronaca dei giornalisti e per il dovere di trasparenza per chi ricopre cariche pubbliche, in particolare chi fa politica, é importante che questa legge non passi.
Alla camera é stata votata all’unanimità  con destra e sinistra tutti d’accordo come quando si tratta di votare l’aumento di stipendio.
E si sa che un provvedimento votato all’unanimità  in Italia deve solo far rabbrividire!
Manifestazioni e presdi segnalati negli appuntamenti non appena ci saranno novità .

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Un Commento a “La legge porcata di Clemente Mastella”

  1. errant discourse ha detto:

    Write a wise word and your name will live forever — Anonymous

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.