Bonelli “Grillini dal no al sì per le trivelle”

«Le autorizzazioni sono tre ed ognuna copre un’estensione di oltre 700 chilometri quadrati, quindi complessivamente l’area interessata ha una superficie di oltre 2.200 chilometri quadrati. Si va dalla zona poco sotto il Salento alla costa calabrese… il ministero ha autorizzato le ricerche con l’uso della tecnica dell’air gun, pericolosa e molto dannosa per l’ecosistema marino perché consiste nello sparare bombe d’aria e sonore nel fondale marino con un conseguente danno per gli stessi fondali e per la fauna ittica. In quella zona dello Ionio c’è il passaggio di cetacei, in particolare dei delfini, e le bombe potrebbero disorientarli. È il regalo di Di Maio alla Puglia e alla Basilicata dopo l’Ilva. Perché vanno aggiunte anche le 3 autorizzazioni rilasciate alla Shell dal ministero dell’Ambiente, attraverso la commissione tecnica Via, per la ricerca petrolifera sulla terraferma. Sono aree per complessivi 347 chilometri quadrati nel territorio compreso nel Parco nazionale dell’Appenino lucano Val d’Agri-Lagonegrese. Il ministero dell’Ambiente ha autorizzato la ricerca sismica attraverso geofoni attivati da cariche esplosive… Con la legge di bilancio il governo avrebbe potuto abrogare l’articolo 38 dello Sblocca Italia voluta da Matteo Renzi nel 2014, che fra le altre cose consente di unificare l’autorizzazione di ricerca con la concessione ad estrarre idrocarburi. Nel momento in cui venisse trovato il petrolio sotto il mar Ionio, quindi, automaticamente la Global Med sarebbe autorizzata alle estrazioni. In proposito voglio ricordare anche che il 10 dicembre il ministero dell’Ambiente ha rilasciato in un solo giorno 18 pareri favorevoli di ottemperanza alla ricerca di idrocarburi in modo particolare nel mare Adriatico: permessi che per il ministro Sergio Costa erano un atto dovuto».  Angelo Bonelli, leader dei Verdi. Dov’è finita la campagna 5 stelle stop alle trivellazioni?

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.