Un ministro di governo che insulta senza pudore l’uditorio credo non lo vanti nemmeno il Laos. Renato Brunetta, a Viterbo, ha esibito un miserabile stillicidio di epiteti a chi nel pubblico lo contestava. Un comportamento da uomo piccolo piccolo da cui trasuda la paura e la consapevolezza di rappresentare una casta ormai alla fine.

Lascia un commento