A Francavilla la legalità  (é) marcia


Francavilla Fontana, marcia dell’ipocrisia

Francavilla Fontana é una graziosa città  pugliese. L’ho visitata in qualche occasione da quando lì ci vive una mia parente. E’ la città  di Giacomo Leone, vincitore di un’edizione della maratona di New York e del magistrato Clementina Forleo, che dopo aver perso i genitori in un rocambolesco incidente stradale, si é vista ardere la sua masseria grazie a un incendio doloso. Non solo. Francavilla Fontana é finita ai disonori delle cronache perché di recente ci sono stati 3 omicidi di mafia in 3 agguati diversi. Una delle vittime si chiamava Vincenzo Della Corte, 42 anni, cugino e omonimo dell’attuale sindaco del Pdl. Che, giustamente scosso, si é adoperato assieme alla sua giunta per sensibilizzare l’opinione pubblica organizzando iniziative di legalità . La prima é stata un convegno con relatori il sottosegretario Nicola Mantovano del Pdl, grande sostenitore di Berlusconi Dell’Utri oltre che di Nicola Cosentino, e il generale del Ros Giampaolo Ganzer, condannato a 14 anni di galera per traffico e importazione internazionale di droga, che gode di grande fiducia e stima del ministro leghista dell’Interno Maroni. La seconda iniziativa, per nobile spirito di servizio e coerenza nei confronti dei cittadini tanto da fare quasi tenerezza nella vicina Bitonto la nomina di un semplice imputato di truffa a capo dei vigili urbani, é stata la nomina alla stessa mansione di Antonio Cito, 55 anni, condannato in primo grado a 4 anni di galera (pena sospesa) e a 5 anni di interdizione dai pubblici uffici per aver truccato le carte del concorso per l’assunzione di 13 vigili urbani ad Andria. Cito é reduce dalla marcia della legalità , un’altra delle iniziative organizzate a Francavilla per sensibilizzare i suoi cittadini a che cosa? Bisognerebbe chiederlo al sindaco di Francavilla città  dei raccomandati, visto che Vincenzo Della Corte pare aver dimenticato quel mega concorsone col quale erano stati assunti decine di parenti di impiegati comunali del comune di cui era già  sindaco. Con questa sfilza di chicche Francavilla Fontana balza agli onori delle città  da prendere a esempio. Il sindaco merita elogi da strapazzo. Gli si può scrivere a sindaco@comune.francavillafontana.br.it e trascrivere una copia del messaggio nei commenti.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.