Lombardia, licenziamenti alla Indesit

Mentre il governo é tutto preso a zittire i giornalisti, a impedire le indagini ai magistrati e a nominare ministri inutili per salvarli dai processi, in Italia ci sono centinaia di aziende che chiudono e migliaia di posti di lavoro che saltano.
Nella sola Lombardia, da inizio anno, sono già  stati 11 mila i lavoratori licenziati. Tra loro anche i 430 dipendenti della Indesit, gloriosa azienda di elettrodomestici. La sede di Brembate Sopra, alle porte di Bergamo, é ormai quasi del tutto smantellata, dopo l’annuncio del 9 giugno scorso, giorno in cui é cominciato il presidio di protesta dei lavoratori.

A nulla finora sono serviti gli incontri tra esponenti del governo regionale lombardo, sindacati e la famiglia Merloni proprietaria della Indesit. La produzione degli stabilimenti di Bergamo e Refrontolo, é stata accorpata alle sedi di Fabriano e Caserta.
Nessuna novità  nemmeno dopo l’ultimo incontro tra il gruppo Merloni e i sindacati avvenuto lunedì 28 giugno a Roma. La Indesit di Brembate é ormai chiusa. Il governo latita.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

5 Commenti a “Lombardia, licenziamenti alla Indesit”

  1. helena f. ha detto:

    “ghe pensi mi”.
    Una faccia tosta e un delirio di onnipotenza da far impallidire (nonostante  siamo nel 2010 e non negli anni 20-40) vari dittatori del passato.

  2. giovanni67 ha detto:

    Membro della commissione antimafia che chiede l’assoluzione di Dell’Utri
    http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=482150945d753df4
    NON HO PAROLE

  3. POLDO ha detto:

    Il premio strega 2010 lo vince Antonio Pennacchi con il suo libro \”<em> Canale Mussolini </em>\” edito da Mondadori, vince con 4 voti di scarto sulla Avallone.</p>
    <p>Strano a dirsi, ma per il 4° anno consecutivo la Mondadori si porta a casa il premio e quest\’anno con un libro del periodo di ex dittatore… guarda a volte le coincidenze.</p>
    <p>Da quando l\’armata Berlusconi é andata al potere e stata capace di fare oltre 100 leggi ad personam o per gli interessi dei soliti noti non certo per quello dei comuni cittadini o dei comuni elettori.</p>
    <p> </p>
    <p>Lo bofonchia Bossi con quel suo rantolo biasciacato \”Berlusconi é uno che manda avanti un Paese bisogna dargli qualcosa…\”, é il gioco del baratto, dei compromessi, degli scambi di interesse, é il gioco sporco del ricatto su cui si sono sempre fondati i governi Berlusconi ma alla fine a furia di ricatti il circolo vizioso diventa ingestibile e così ci si ritrova a non sapere più come sbrogliare la matassa.</p>
    <p>Alle favole prima o poi si smette di credere e le bugie hanno le gambe corte, tutti ormai sentono il grande fetore che si leva in ogni ambiente governativo, un lezzo insopportabile anche per i più ostinati.</p>
    <p>Anche la Lega Nord, suo malgrado, é consapevole che un Paese governato così va in malora e nel momento in cui si perde il lavoro la gente si incazza e dei giochi di potere e del federalismo gliene \’mporta una sega; senza lavoro non si campa altro che inutili querelle parlamentari perché un qualcuno ha paura di finire in galera.</p>
    <p> </p>
    <p>Perché si lamentano li alla Indesit, in fondo il lavoro si sposta al Sud. I politici si lamentano che al Nord fanno tutto loro, che sono loro che mandano avanti il Paese e che al Sud non fanno nulla, si vede che qualcuno gli ha presi in parola e ha deciso di togliergli questo ingombrante peso.</p>
    <p> </p>
    <p>Ciniche battute a parte é la conseguenza del costante menefreghismo e completo disinteresse ed inadempienza da parte di questo governo, da parte della Politica, troppo occupata a gestire i problemi suoi piuttosto che quelli dell\’Italia.</p>
    <p>Debito alle stelle, disoccupazione giovanile che sale oltre il 30%, pressione fiscale oltre il 43% e tante, tante altre cose che danno la chiara immagine di un Paese morto, vecchio, alla disfatta, perfettamente in simbiosi con chi lo rappresenta, un Parlamento di vecchi, privi di idee sensate, attaccati alla casta e alla cricca, con un senso dello Stato nullo, parassiti sociali che vivono alle spalle dei cittadini che non meritano nulla, tantomento rispetto.</p>
    <p> </p>
    <p>La cosa più scioccante é che in una situazione di sfacelo totale l\’opposizione sia comunqu inesistente e non in grado di dare un\’alternativa é questo che sconcerta ed é questa la vera forza di Berlusconi.</p>
    <p>Appare chiaro che l\’attuale classe politica italiana va abbattuata per l\’80% e ricostruita ex novo. Stiamo realisticamente giungendo ad un punto di non ritorno in cui la classe media, colonna portante del Paese si sta sgretolando.</p>
    <p> </p>
    <p>Dei Briatore e delle veline di tutta italia non ce ne facciamo un cazzo, é gente per cui la crisi non esiste e dei problemi dell\’Italia se ne puliscono, per finezza, il culo.</p>
    <p>Da una crisi inesistente si é passati improvvisamente ad una crisi spietata che ha costretto alla manovra il governo, ma nella miriade di problemi che affliggono l\’Italia il Parlamento si impegna a profusione sulle intercettazioni, sulle nomine di Ministri \”ad Personam\”, all\’estensione del Lodo Alfano e tante altre cose che agli italiani non interessa.</p>
    <p> </p>
    <p>Ma questi DOVE CAZZO VIVONO?</p>
    <p> </p>
    <p>Nel mentre c\’é sempre qualcuno che farebbe bene a non sbilanciarsi troppo visto il partito in cui milita, hanno crocefisso Marrazzo perché andava a Trans in compenso il loro Zaccai oltre ai trans la coca se l\’é anche sniffata.</p>
    <p> </p>

  4. L'Eternauta ha detto:

    si vabbé ma gli operai anziché eleggere chi li rappresenta votano berlusconi o fini o bossi…
    adesso con chi volete prendervela?
    guardatevi allo specchio : li é la risposta.
    ps : rivoluzione richiede il coraggio che non ha mai avuto e non ha la marmaglia italiana,tutt’al piu farete il saccheggio,come in argentina………….

  5. ACIDDREAM ha detto:

    L’anno scorso, giugno 2009, ho perso il lavoro. Dopo un anno di ricerche, migliaia di cv spediti e iscrizioni ad almeno una ventina di agenzie per il lavoro, l’unico lavoro che sono riuscito a trovare é presso un negozio, in NERO, alla modica cifra di 600 euro al mese (per fortuna che mia madre ha una pensione e riesce a mantenermi….)!!!!
    L’Italia và  veramente a rotoli…..ma per fortuna che i notiziari in tv mi fanno sapere tutto sulla morte di pietro taricone…….un grazie di cuore.
     
    Io sono per la rivoluzione! Questa gente che ci governa se ne deve andare fuori dall’Italia esiliati a vita!! Dipenderà  solo da loro se in maniera pacifica oppure violenta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
     

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.