Bologna, sangue sulla protesta

Quando il ministro dell’Interno Roberto Maroni arriva in città  per un incontro pubblico sguinzaglia i “suoi” poliziotti, incaricati di soffocare nella violenza qualunque forma di dissenso e di democratica protesta.

Le immagini del video sono state girate a Bologna. Si vede un gruppo di studenti, che nel chiedere di presenziare al dibattito di Maroni con uno striscione di protesta vengono caricati dai celerini in assetto antisommossa.
Volano manganellate e fumogeni in un clima di guerra senza esclusione di colpi. E si vede pure del sangue, come al G8 di Genova.

I giornali online scrivono che fra gli studenti si erano infiltrati pure degli ultrà . Ciò che importa é che quei giovani che si oppongono alla politica dei respingimenti di Maroni, vengono respinti. Come bestie.


Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

27 Commenti a “Bologna, sangue sulla protesta”

  1. giuseppe f ha detto:

    In piazza a Bologna studenti dell’Onda ed esponenti della curva
    stampa testo grande Condividi
    Facebook MySpace digg del.icio.us StumbleUpon via mail (ANSA) – BOLOGNA, 30 SET – Tredici persone sono state denunciate dalla polizia per gli scontri di lunedi’ a Bologna, durante le contestazioni a Maroni. A protestare era il collettivo studentesco dell’Onda insieme ad alcuni tifosi. I 13 denunciati dovranno rispondere a vario titolo dei reati di manifestazione non autorizzata, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, uso di mezzi per rendere difficoltoso il riconoscimento, getto pericoloso di cose, istigazione a delinquere e danneggiamento aggravato.

    In Italietta le cose funzionano SEMPRE al contrario….

  2. Massimo S. ha detto:

    Questa é la democrazia? E la libertà  dove sarebbe?

  3. freeman ha detto:

    la peggior razza é quella dei servi del “mafioso di arcore”…

  4. lupo ha detto:

    martinelli, i giornalisti come te sono la peggior razza che ci possa essere in circolazione

  5. lupo ha detto:

    ha fatto bene.bisognerebbe anche incominciare a sparare

  6. mariachiara ha detto:

    Concordo con la persona che ha commentato su come sia difficile dare un giudizio su un video. oltetutto non molto ben fatto.
    Giusto protestare,ma non con armi da sommossa; e se ci sono gli infiltrati?
    Ai ” miei tempi” come si suole dire per gli anni 70, quando si facevano cortei, c’era sempre il ” servizio d’ordine” che impediva proprio il degenerare delle proteste.
    Chi voleva far conoscere il proprio dissenso, lo faceva in modo un po’ migliore di adesso. E si otteneva di più

  7. alessandro ha detto:

    i servetti pikkiatori si difendono a quanto vedo eh? chi ve l’ha ordinato? ‘o maresciallo? allora sapete leggere anche. bravissimi.

  8. paolo margari ha detto:

    governo clandestino
    provo vergogna per gli invertebrati che obbediscono
    per fortuna non sono tutti così, gli eroi sono ben altri

  9. PASQUALE R. ha detto:

    La gente va alle manifestazioni a volto coperto semplicemente perché anche i poliziotti sono a volto coperto. .
    MA IN CHE FILM LO HAI VISTO!?
    quoto in pieno silbag :
    “Caro martinelli, lei é un giornalaio ridicolo che pur di cavalcare l’onda dell’antiberlusconismo si prostituisce alla peggior risma di sfaccendati teppisti…si vergogni…mi fa schifo!

  10. Mattia ha detto:

    Se quello é sangue io sono il Papa.

  11. silbag ha detto:

    Caro martinelli, lei é un giornalaio ridicolo che pur di cavalcare l’onda dell’antiberlusconismo si prostituisce alla peggior risma di sfaccendati teppisti…si vergogni…mi fa schifo!

  12. POLDO ha detto:

    Ma questa merdosissima campagna elettorale non é finità ?

    A quanto pare no! L’italia politica é sempre costantemente in campagna elettorale. Il teatrino della propaganda, dello spot non termina cona la chiusura dei seggi ma continua ad oltranza sino alla successiva elezione con un dispendio inverosimile di tempo e spreco di denaro.

    Maroni fa l’itinerante in giro a parlare(vabbé si fa per dire parlare) ma farebbe bene a chiudersi in una stanza e riflettere alle stronzate che ha fatto sino ad ora e pensare al modo di guadagnarsi i soldi che da anni ruba allo Stato Italiano e realizzare provvedimenti che si confanno ad un ministro e non ad un calabraghe di professione. Verrebbe da dire che sarebbe il caso che toccasse i tasti giusti invece di farsi tirare in continuazione la gicchetta da nani e orchi con gli occhiali. Un ministro agisce per lo Stato non per il partito & Co.

    Nella contea Berluscolandia ha dato in escandescenza anche l’hobbit Brunetta, con lui l’ovvietà , la demagogia e le chiacchiere da Bar diventano una professione, una paroliere di scontatezze che non punta a risolvere i problemi ma a creare scompiglio basando i suoi discorsi sullo “sgradito”, sullo sconosciuto. Il suo ruolo é stato ben associato a quello di disturbatore, piccolo ed infido tirapiedi del nano pelato di Arcore a tutto ciò che si confà  al rompicolgioni DOC ma ovviamente di parte.

    Bene, mi piacerebbe tanto che con la stessa profusione ed enfasi Brunetta iniziasse a parlare degli sprechi nel Parlamento, dei costi delle auto Blu, degli stipendi nel suo ministero, degli stipendi dei parlamentari e di tutti i bonus che essi prendono incompatibilmente con le loro prestazioni e presenze. Poiché il caro Brunetta deve sapere che prima di fare la morale all’Italia e agli italiani bisogna avere la coscienza a posto, limpida come un cristallo, ma poiché la sua é nera e sporca come il carbone Brunetta é pregato di non rompere i coglioni e di pensare hai problemi in casa propria prima di andare a sfrugugliare l’opinione pubblica su quelli di altri.

    Anche io posso dire non paghiamo il canone, via i limiti di velocità  dalle autostrade e via discorrendo, ma questo non vuol dire fare politica, vuol dire sparare stronzate e fare semplicemente propaganda tra le masse per raccogliere banali consensi che non risolvono i problemi reali alla base segnando sempre più le distanze tra quello che sta diventando sempre più elite politica e tutto il resto.

    Ricordo che anche il Parlamento é Pubblica Amministrazione fino a quando paghiamo noi cittadini.

  13. Roberto ha detto:

    Ma signor Martinelli,lei é un giornalista?Ma allora perche’ non si attiene ai fatti invece di scrivere falsità  per aizzare le persone ancora di piu’?Dove lo ha visto il sangue?Quella era vernice rossa lanciata dai manifestanti per simboleggiare il sangue degli immigrati morti in mare…sono sempre piu’ dell’idea che proprio i giornalisti che dicono di essere liberi e difensori dell’informazione,siano i peggiori disinformatori…

  14. lei ha detto:

    i volti coperti sono chiaramente una difesa e non un attacco,non abbiamo più diritti ed é questo che ci porta a manifestare,purtoppo pronti al peggio!non é la prima volta che durante una manifestazione veniamo caricati,é l’esperienza che ci porta a difenderci,inoltre é verissimo che tutte le manifestazioni pacifiche che abbiamo fatto nn sono state ascoltate.della vernice nn giustifica manganellate a destra e sinistra!tantomeno un volto coperto!più volte sono capitate persone veramente pacifiche sotto le manganellate.il g8 non lo toccherei a difesa della polizia,é stato uno scandalo pazzesco,la gente é stata riempita di botte ed un ragazzo é stato ucciso,non é giustificabile!un pò di rispetto,indipendentemente da quale parte si sceglie di prendere.ci sono cose obiettivamente sbagliate.

  15. freeman ha detto:

    c’erano pure gli ultras del bologna, ma per fortuna niente di grave…
    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=74823&sez=HOME_INITALIA

  16. alessandro ha detto:

    PERCHàˆ MANIFESTARE DEMOCRATICAMENTE SE IN ITALIA DEMOCRAZIA NON C’àˆ?????? MA CHE IPOCRISIA àˆ MAI QUESTA!’!?!?!?!?!?

  17. ANTIFEDE ha detto:

    VERGOGNA ITALIOTI DI MERDA AVETE MESSO INGINOCCHIO UN’INTERA NAZIONE PORTANDO AL GOVERNO UN MAFIOSO.VERGOGNA,VERGOGNA,VERGOGNA.

  18. alessandro ha detto:

    La gente va alle manifestazioni a volto coperto semplicemente perché anche i poliziotti sono a volto coperto. Se vi fosse la necessità  di identificare un poliziotto a seguito di un’azione illegale da lui compiuta credete forse che sarebbe facile? Tra di loro si coprono esattamente come fanno i mafiosi! Vi sembra giusto che i manifestanti debbano essere immediatamente riconosciuti e i poliziotti no? Per quanto riguada il fatto che: “qunado scendi a livello dei celerini loro hanno vinto!!!”, non sono d’accordo. Hanno forse avuto mai successo tutte le manifestazioni che si sono svolte in maniera pacifica?Guardate in che mondo viviamo. Vi assicuro che i poliziotti prendono per il culo i manifestanti proprio perché li ritengono innocui. Sapete niente delle foto che ritraggono scene di pestaggio al g8 di genova e che stanno appese in varie questure con la scritta:”pesto alla genovese”???? Sveglia ragazzi! come direbbe lo stesso Coliandro: “quando un uomo con un fumogeno incontra uno con il manganello quello col fumogeno é un uomo morto”.

  19. billy 55 ha detto:

    Io credo che la protesta (piu’ che giustificata) al momento sia in mano a pochi facinorosi.
    Ancora non c’e’ e forse non ci sara’ mai il coinvolgimento delle masse ,come fu’ un tempo.
    E’ chiaro che qunado scendi a livello dei celerini loro hanno vinto!!!
    Le proteste pacifiche (almeno inizialmente) non possono partire con personaggi che girano con fumogeni in mano e viso coperto.
    Agire in quel modo vuol dire servire su un piatto d’argento il motivo di reprimere e manganellare.
    Se uno va a cercare il contatto fisico con gente preparata appositamente per quello potra’ solo avere la peggio.
    sorry condivido completamente il motivo della protesta
    Non condivido il modo!

  20. Venom ha detto:

    questo é uno stralcio di filmato da cui difficilmante si posso dedurre commenti… la verità  però é che questi politici NON amano la contestazione. Si vede tanta gente normale e senza fumogeni. Il fatto però che pochi TG abbiano parlato di questo episodio la dice lunga sulla verità  degli eventi…

  21. NeXuS ha detto:

    Concordo con Steppenwolf quando dice che di democratica protesta se ne vede poca: fin dall’inizio ci sono fumogeni accesi (perche’?) e lancio di oggetti verso la polizia (perche’?).

    Senza contare il “…spingiamo, a mani nude…”: se c’e’ la polizia in assetto antisommossa a presidiare un luogo non ti metti a spingere, perche’ e’ un atto ostile.

    Poi, dopo la carica della polizia si vede gente con fazzoletti sul viso (probabilmente per via dei fumogeni, ma chi li ha tirati?) e cappucci tirati su (perche’?).

    D’altra parte trovo assolutamente esagerata la reazione dei poliziotti, con manganellate date a caso, pescando il primo che ti passa sotto mano, anche se non ha fatto niente. Un poliziotto dovrebbe avere molto piu’ auto-controllo, proprio per via dell’importante carica che ricopre.

  22. caterina ha detto:

    Davvero complimenti. Splendida prestazione dei poliziotti, nel solco della consolidata tradizione del “una manganellata non si nega a nessuno”. Ma d’altra parte fanno bene: anche quando gli parte un colpo in autogrill e ammazzano qualcuno non lo fanno apposta, quindi buffetto sulla guancia e via a sparare al prossimo.

  23. Steppenwolf ha detto:

    Di democratica protesta lì ne vedo poca, spesso i bolognesi sono soliti cercare lo scontro al minimo pretesto (e sono uno di loro, ne sono consapevole). Tuttavia é un altro segnale di dissenso ad un governo per cui non spreco più aggettivi. Grazie della testimonianza.

  24. Marco B. ha detto:

    Daniele,

    Zanna Bianca(Leprotto Leporino)oggi a Bologna era venuto per parlare della Tessera del Tifoso e invece di incontrare le tifoserie organizzate si é trovato circondato da Ultras e studenti dell’Onda … quindi costretto a ripiegare. La Polizia in tenuta anti sommossa é stata costretta ancora una volta a schierarsi a “difesa” dell’addentatore di polpacci .. l’ennesimo paradosso del sistema ITALIOTA!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.