Pompini e puttane: Clinton sì Berlusconi no

Quando Marco Travaglio fu condannato per diffamazione per aver riportato su l’Espresso i contenuti depositati agli atti sul presunto patto scellerato fra mafia e Forza Italia, relativamente alla presenza di Previti nelle “riunioni” con Dell’Utri, finì su tutti i giornali e persino in un servizio sul Tg1 dipinto come il diffamatore del secolo pur non avendo inventato nulla.
La condanna di Filippo Facci per un articolo in prima pagina nel quale ha tentato di denigrare la reputazione di 2 magistrati definendoli tipi di cui non fidarsi e di cui fare a meno, quindi sostituendo i fatti con la sua opinione strampalata nei riguardi di quegli stessi magistrati che successivamente hanno fatto condannare il corrotto David Mills del corruttore Silvio Berlusconi, é invece passata del tutto inosservata.
Va bene che Filippo Facci é noleggiato a tempo indeterminato da Paolo Berlusconi e va bene che forse gli stiamo dando troppa importanza, ma non dimentichiamo che per pluralità  (finta) dell’informazione italiana s’intendono solo i differenti pesi e le differenti misure che si adottano a seconda di chi si parla. Sia nei contenuti che nelle inutili opinioni.

Se Repubblica rivolge 10 domande a Silvio Berlusconi che più personaggio pubblico non si può, l’interessato é tenuto a rispondere. Al contrario la sua nota fatta emettere da palazzo Chigi in cui sbandiera “invidia e odio”  sembra per paradosso voler confermare le tesi peggiori sui suoi rapporti con Noemi.
Il Giornale di Giordano, Bracalini e Facci che grida allo sciacallaggio di Berlusconi sul fatto che sia tenuto a rispondere a Repubblica é lo stesso che sbatte in prima pagina le 10 domande a Di Pietro, alle quali l’interessato ha già  risposto in più occasioni.
La finalità  smaccatamente politica mirata a minare l’immagine dell’unico uomo che in Italia rappresenta l’opposizione, senza giornali e televisioni al seguito, non é così visibile e scontata per il popolo bue, purtroppo.
Un cittadino informato non capirebbe perché Di Pietro dovrebbe continuare a ripetere le stesse risposte a pappagallo mentre il plateale divorzio di Berlusconi per i festini galeotti alla corte di Noemi dovrebbe essere privato.

La notizia sulla fellatio che Monica Lewinski avrebbe servito all’allora premier americano Bill Clinton fece il giro del mondo. Silvio Sircana trovato a guidare la sua auto sui viali romani dei transessuali finì su tutti i giornali. Motivo in più per Berlusconi accertare cosa ci sia dietro il suo divorzio e dietro Noemi, visto che una buona dose della sua propaganda comunista la gioca proprio sulla fandonia dell’unità  familiare.
Vogliamo sapere tutto dopo la denuncia di Veronica Lario, moglie di Silvio Berlusconi nonché madre dei suoi figli, che ha scoperchiato il pentolone gettando ombre sulla salute mentale del suo ricco consorte. E’ la stessa madre di quei figli che, a differenza di Noemi, non hanno mai brindato il compleanno col loro padre tutto zuccheroso sulle copertine dei suoi settimanali gossip, abbracciato alla “famiglia” giusto per racimolare voti fra le casalinghe che fanno il casting su chi votare accomodate dal parrucchiere.
Quella moglie a Repubblica ha lanciato allarmi perché vede in suo marito un possibile squilibrato mentale.
Nel dubbio di essere governati da uno squilibrato é bene che almeno chi fa informazione, un equilibrio, lo tenga. Partendo dai fatti e dalle opinioni che si basano sempre sui fatti.
Silvio Berlusconi si permette di non rispondere al popolo italiano senza averne la facoltà  soltanto perché gli italiani sono irrimediabilmente smemorati e disinformati. E forse proprio un po’ invidiosi.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

35 Commenti a “Pompini e puttane: Clinton sì Berlusconi no”

  1. De leukste filmpjes gratis plaatsen en bekijken….

    […]Pompini e puttane: Clinton sì Berlusconi no | Il blog di Daniele Martinelli[…]…

  2. orenbuch ha detto:

    Ciao Daniel,clinton certo e bello,ma niente a vedere con mio sogno SILVIO,mio sogno SILVIO a un viso d’amore euforizzante che vorrei molto abbracciare una volta a ma vita,io l’adora,come mai ho adorare un uomo,si soltanto una volta lui accetta che io l’abbracciare,sara il piu bello giorno d’amore a ma vita,uno grosso bacio di cuore amore mio SILVIO,SOPHIE

  3. gigi verdi ha detto:

    come sempre Di Pietro non si nasconde mai quando si tratta di parlare agli elettori in maniera chiara e trasparente!

  4. caterina ha detto:

    Ciao Poldo 🙂
    “Oggettivamente”, dici tu, ma cosa ci é rimasto di “oggettivo”, in questo tristo Paese? Travaglio scriveva non so più quanti anni fa, sulla scomparsa dei fatti. Qui ormai c’é solo la versione di Mr. B., quella giusta, e la vesione comunista, quella sbagliata, che riunisce ogni pensiero difforme da quelli graditi al grazioso sovrano…
    Mi pare l’abbia detto Grillo nell’ultimo 168, che siamo una telecrazia – e forse l’unica al mondo. Anni di martellamento su idiozie come la “par condicio” che, lo dimostra per splendidamente anche l’Era glaciale, significa semplicemente che i berluscones sono liberi di tenere tutti i comizi che vogliono (vedi Zaja) mentre chiunque altro deve essere zittito; la completa illogicità  del “contraddittorio” – e che contraddittorio dovrà  mai avere un’intervista??? – come, che ne so, quello che ha avuto Mr. B. nel suo ennesimo monologo dall’insetto? Follia pura.
    Io spero che davvero la fame aguzzi l’ingegno. Spero che tutti quelli che si trovano in difficoltà , per la crisi ma anche per le politiche assurde che i governi del sorriso di plastica hanno portato avanti in tutti questi anni, arrivino finalmente a notare la discrepanza tra i proclami e la loro realtà  e dopo tanto dormire riattivino qualche neurone e capiscano fino a che punto siamo tutti presi in giro.
    Ho detto 🙂

  5. freeman ha detto:

    il pd fa parte della casta ed é una finta opposizione. idv può fare poco, ma se non ci fosse sarebbe ancora peggio. intanto una piccola buona notizia: il milan ha perso lo scudetto pure quest’anno. tutta colpa della sinistra… 🙂

  6. POLDO ha detto:

    Oggettivamente uno pensa che un capo di governo non possa sparare minchiate di questo tipo, cose che probabilmente neanche un semianalfabeta dichiarerebbe, od in ogni caso una qualsiasi persona che non abbia seri problemi di comprendonio o disturbi crebrali e della persona ed invece puntualmente ti ritrovi smentito seduto a riflettere in quale modo sferrargli poderosi calci nel culo.

    l’ultima perla di saggezza di Berlusconi é stata che la crisi italiana é il prodotto del pessimismo che si é generato, soprattutto della sinistra e frutto di una percezione del tutto psicologica della situazione. Io rimango veramente allibito, ma la massa cerebrale lui ce l’ha concentrata nel culo?

    I disoccupati, il calo del PIL, la stagnazione del commercio, ecc. sono frutto di influenze psicologiche e pessimismo! Porca vacca, poteva chiamare Giucas Casella e farlo ministro anticrisi allora. No, decisamente non sta bene é totalmente rincoglionito!

    Sono curioso di vedere la risposta Caterina, se ci sarà , e che già  immagino. Un caro saluto! ;o><

  7. umberto ha detto:

    la carfagna sfugge a chi la vuole intevistare,daltronte non é abituata a farlo… perché ha sempre avuto la bocca piena!!!

  8. saviano for ever ha detto:

    http://www.youtube.com/watch?v=gEZEeZEF5i0
    guardate questo filmato e non meravigliatevi se il cancro é la prima causa di morte in campania

  9. trarco mavaglio ha detto:

    ho caricato un video perfetto per questo post.

    Come il Tg5 trattava il sexgate di Bill Clinton
    (addirittura la diretta?)

    link : http://tr.youtube.com/watch?v=winLtBnXLnM&feature=related

  10. trarco mavaglio ha detto:

    Grande la Serracchiani (Pd):
    ‘non apprezzo nulla di Berlusconi’
    Finalmente qualcuno che ha il coraggio di dirlo!

    video: http://tr.youtube.com/watch?v=9UfdRjP5SCw&feature=channel_page

  11. saviano for ever ha detto:

    Papi ha paura della camorra….ha sottovalutato il sistema, non sa che chi sbaglia paga e paga con la vita, non sappiamo ancora le promesse non mantenute ai clan canorirstici, ma statene pur certi, quelli non sono come gli elettori che a promesse non mantenute rispondono tutt’al più con un’alzata di spalle, quelli lì le palle gli tagliano… se esce fuori dal seminato se ne fregano che sia il leader massimo o pinco pallo… ha voluto farsi pubblicità  con la spazzatura di Napoli e nella monnezza é finito, povero papi…..
    Si é giocato un matrimonio e forse le elezioni ma stia attento che si sta giocando la vita…..

  12. freeman ha detto:

    l’unica opposizione é piccola e può fare ben poco. tutto il resto é casta marcia. e forse il ducetto ha paura della camorra…
    http://campidogliopulito.ilcannocchiale.it/post/2244396.html

  13. Vota Antonio ha detto:

    “Con il perenne sorriso sulle labbra il vecchio re lavora per il diluvio dopo di lui. La storia delle veline candidate, e prima le ministre, é un sintomo politico, non un fatto di costume. Il sovrano disprezza a tal punto la sua corte di servi e anche i suoi elettori, da potersi permettere qualsiasi capriccio da Caligola”.
    Curzio Maltese

    ———-

    Non sono d’accordo col Curzio. E’ vero che Scilvio e’ Caligola, solo un poco piu’ psicopatico. Non e’ vero che disprezza i suoi schiavi e i suoi elettori: li apprezza giustamente per quello che valgono, cioe’ per schiavi, delinquenti e minorati mentali.

    Sugli schiavi alla Capezzone, Bondi, Cicchitto, Carfagna, Gasparri, Ghedini, etc. etc. il giudizio si puo’ dare vedendoli nelle tv mafiose mentre fanno il loro mestiere di schiavi.

    Sugli elettori berluscati molti hanno la sfortuna di doverli conoscerli personalmente.

    Per gli eventuali altri che avessero il grande privilegio di non doverne sopportare la presenza fisica, non e’ manco necessario vederli (gli elettori di berluscone) a Mafiaset mentre fanno la fila per il provino da Maria Filippa, basta leggerli anche in questo blog, quando ritengono di voler intervenire per illustrare la loro acuta intelligenza al pubblico presente.

    Leggete Silvia B. e poi ditemi voi se chi la giudica idiota la disprezza o la apprezza secondo il suo merito.

    Cio’ premesso, passiamo al caso Berluscone-Noemi.

    Se si vuole che gli elettori di Berluscone capiscano, bisogna spiegarglielo chiaro, inutile fare domande a Scilvio con tesi implicite e sperare che i berluscati capiscano il non detto: non hanno i neuroni richiesti alla bisogna.

    Allora solo 2 punti semplici:

    1) perche’ ci si interroga su come Berluscone abbia conosciuto il sig. Elio Letizia?
    2) perche’ si mette in mezzo il famoso book delle foto chiappe al vento della Noemi e si dice che e’ stato inviato anche a Mafiaset?

    La tesi esplicita e’ che Berluscone non conosca il sig. Elio Letizia se non come padre della Noemi, e che a sua volta la Noemi sia arrivata da Berluscone per il tramite del book inviato a Mafiaset.

    In parole ancora piu’ chiare Berluscone usa Mafiaset come una agenzia di squillo referenziate tramite book, per di piu’, nel caso specifico, minorenni.

    Tecnicamente, riassumendo lo spaccato della societa’ itagliana berluscata, abbiamo uno psicolabile 73enne corruttore di minorenni (Berluscone), una squillo principiante, una agenzia di favoreggiamento della prostituzione (Mafiaset), e due genitori-papponi.

    Proprio la fotografia del Popolo di Letame e del suo Duce.

  14. Marco ha detto:

    Il mio ODIO VISCERALE s’é spostato già  da tempo da Berlusconi agli italiani che lo votano e che lo difendono anche in situazioni oggettivamente indifendibili come quella riguardante la Sig.na Noemi Letizia..ma porco ***, a chi sembra normale che un 72enne frequenti una 16enne, seppure solo per cantare canzoni al karaoke?? italioti di merda, vi odio per la vostra stupidità  e la vostra mancanza di moralità  e dignità , meritiamo solo di estinguerci..

  15. Andrea ha detto:

    A proposito di questo ieri ho scritto una mail al direttore de’ Il Giornale.

    Questo il testo:
    “Novanta dev’essere il suo numero preferito.
    Novanta come la paura che deve farle Di Pietro per sparargli contro tutti i santi giorni a prescindere da quello che accade nel mondo. Novanta come le menzogne che é costretto ad inventare per perseguire questo scopo. Novanta come la posizione assunta quotidianamente al cospetto del suo padrone. Presenziare alla sua fine, che prima o poi verrà , é un buon motivo per credere in un mondo migliore.
    Saluti Andrea”

    Lui mi ha risposto così:
    “fine? Cos’é? Una minaccia di far fuori il Direttore? Sia chiaro perché é un reato quello da lei appena compiuto”

    Quindi ho replicato:
    “La fine arriverà  per tutti e per tutto………e non é un reato! La diffamazione é un reato, il furto é un reato, l’appropriazione indebita é un reato, sprecare i soldi dei cittadini é un reato. Non firmarsi e non rispondere nel merito invece é codardia. Saluti”

    Sto aspettando la contro-replica, che non verrà !

  16. paolo papillo ha detto:

    UN ATTIMO DI ATTENZIONE GRAZIE;

    AL POSTO DI PIANGERCI ADDOSSO CONTINUIAMO LA NOSTRA BATTAGLIA CONTRO LA FALSA INFORMAZIONE.

    in una trasmissione televisiva intercettiamo due esponenti del PDL e del pd meno l ,smascheriamo le bugie della maggioranza che con la scusa della sicurezza nasconde problemi enormi e ai quali questi cialtroni non sanno dare risposte;

    http://informazionedalbasso.myblog.it/

    abbiamo bisogno del tuo aiuto per portare avanti la battaglia per vera informazione ,per un informazione dal basso che ci veda protagonisti .
    contattaci;
    informazionedalbasso@googlemail.com
    conatto skype; paolo papillo

  17. Marco da Napoli ha detto:

    [Qui Milano Libera] Incontro con Mara Carfagna

    http://www.youtube.com/watch?v=tz4nZ3YCDLM

    DAL BLOG DI PIERO RICCA

    “Preferisco candidarmi alla Camera, al parlamento. Ci penserà  Papi Silvio”.
    Noemi Letizia

    “Con il perenne sorriso sulle labbra il vecchio re lavora per il diluvio dopo di lui. La storia delle veline candidate, e prima le ministre, é un sintomo politico, non un fatto di costume. Il sovrano disprezza a tal punto la sua corte di servi e anche i suoi elettori, da potersi permettere qualsiasi capriccio da Caligola”.
    Curzio Maltese

    L’altro giorno con Duccio eravamo a Roma e ci siamo imbattuti in Mara Carfagna. Inutile é stato il nostro tentativo di interpellarla sulle ragioni di questa sua fulminea carriera, che l’ha portata in pochi anni dai calendari sexy al ministero delle “pari opportunità â€. Basta piacere a “Papi Silvio” per governare l’Italia? E di quali opportunità  per il genere femminile é il modello una carriera come questa? Accompagnata da un’amica, l’ex soubrette ha preferito rifugiarsi in una libreria in attesa di un autista appositamente chiamato per venire a liberarla.

  18. freeman ha detto:

    il ducetto infame dice e fa quello che vuole, tanto il popolo italiota se ne fotte… e il regime di merda ovviamente continua…

  19. Carlo ha detto:

    Nutrivo anch’io il dubbio che Berlusconi avesse combinato cose da codice penale con Noemi vista la giovane età  della ragazza, ma poi é saltato fuori Paoluccio Esposito che con il suo racconto http://www.pianeta.com/map/index.php?id=24476 ha chiarito tutto sull’amicizia che lega Elio a Berlusconi.

  20. dodo ha detto:

    Arrivano i” gheddini” a proteggere il sultano. W W W.
    Tenetevelo intero intero anzi portatelo con voi meglio se fuori dai confini nazionali, guardate vi dirò di più: se ve lo portate fuori dalle balle siamo disposti a darlo a voi il nobel per la pace.

  21. Silvia B. ha detto:

    Caro Daniele sei proprio un gran furbacchione…. per diventare famoso (?) ti basta mettere un titolo d’effetto ai tuoi ridicoli articoletti da basso gossip di basso strato…

    per poi ridurre l’articoletto stesso a una ammucchiata di allusioni, che in caso di risentimento non si potrebbe procedere per calunnia o per diffamazione poiché il tutto si ridurrebbe a semplice “critica politica” tipica dei giornalisti (veri!).

    In pratica applichi la stessa tattica-tecnica del questurino travaglio, che si vanta tanto di aver “vinto” le cause contro Berlusca, quando invece é sempre stato ASSOLTO in quanto SMENTITO dagli stessi “giudici”…. come chiunque può accertare leggendo LE MOTIVAZIONI DI QUELLE SENTENZE (marcotravaglio.it) piene di frasi-magiche tipo “che mai il travaglio ebbe ad affermare né a far intendere che il giudice Paolo Borsellino stesse svolgendo indagini a carico dell’on. Berlusconi”…. “che non risulta che il travaglio abbia mai insinuato che il Ministro Giulio Tremonti e il primo Governo Berlusconi, con la promulgazione della cosiddetta “legge Tremonti”, avessero inteso favorire fiscalmente la società  Mediaset…”

    Quindi… “mio caro” furbacchione travaglio-dei poveri, invece di continuare a semi-calunniare Berlusconi in maniera subdolamente borderline, sfruttando titoli ad effetto ma pavidi articoletti… PRENDI LE PALLE IN MANO… SE LE HAI e scrivi almeno un articoletto nella tua vita che ricalchi le ASPETTATIVE che il titolo dello stesso promette.

    Poi mi piacerebbe sapere come mai un “giornalista” come te o come travaglio non abbia mai scritto nemmeno un rigo sui poteri paranormali dell’ex premier brrrrivido brrrrodo…

    che ricordo fece pubblicare un ARTICOLO SUI GIORNALI NELL’APRILE 1978, DURANTE LA PRIGIONIA DI ALDO MORO SUBITO DOPO LA STRAGE DI VIA FANI…

    DOVE DICEVA CHE MORO SI TROVAVA A GRADOLI, 96 CHILOMETRI DA VITERBO…

    e che INVECE, fece fuggire le bierre dal covo di roma, via gradoli 96…

    ADDUCENDO, POI, UNA SCUSA BANALE E PALESEMENTE FASULLA…

    COME QUELLA DI AVER RICEVUTO LA SOFFIATA DAGLI SPIRITI DI LA PIRA E DON STURZO DURANTE UNA SEDUTA SPIRITICA….

    ma per scrivere su questo schifo ci vogliono PALLE “mio caro” daniele…

  22. elbo ha detto:

    sono d’accordo con marco…avete già  condannato Berlusconi senza avere prove…la falsa informazione non c’é solo a destra, ma c’é anche fra molti blogger anti-berlusconiani che senza avere le prove sputate sentenze solo perché siete su internet. vi leggono in pochi e non avete conseguenze per ciò che affermate…non mi sembra giusto!

  23. POLDO ha detto:

    @ Roberto G.

    E’ l’ennesima cazzata/montatura partorita dalle menti bacate di questo movimento che ormai non conosce più limiti di confine. Ormai PDL, Mediaset, Publitalia ’80 sono un tutt’uno ed ogni cosa é buona per distogliere l’attenzione e mistificare la realtà .

    Il sito in questione é stato realizzato da 5 dirigenti del PDL ed il che é tutto dire.

    http://www.tusciaweb.it/notizie/2009/maggio/15_56berlusconi.htm

    A questo punto candidiamo anche Totò Rina al Premio Nobel per la Pace tanto in Italia non c’é più limite alle cazzate una più, una in meno non cambia nulla!

    Ma tutti quà  stanno!

  24. CHICCA ha detto:

    roberto perfettamente daccordo con te che dietro la storia sessual-sentimentale tra il nostro patetico e la fanciulla napoletana si nasconda qualcosa di molto più inquietante, i rapporti non chiariti tra il papà  della noemi e il papi della stessa servono solo a depistare i più voyeuristici ed ingenui connazionali che mettono ancora il sesso alla base della moralità  privata e pubblica.
    é inaccettabile il comportamento della stampa che non riesce a decriptare questa faccenda tutta italiana che si snoda nelle terre che saviano ha descritto con abbondanti dovizie di particolari.
    gambe il spalla giornalisti e martinelli tra tutti a spulciare nella vita del letizia e che chiarezza sia fatta sugli intrecci tra chi ci rappresenta nel mondo e la malavita organizzata
    il nobel, poi….. si son bevuti il cervello!!!!!!!!!!!!!

  25. Antonio ha detto:

    La Meloni co quei occhi me sembra na rettiliana. Me sa tanto che Devid Aic ci ha ragione

  26. POLDO ha detto:

    Sul fatto che Mr. B sia persona malata e bisognosa di aito clinico é cosa ormai risaputa ai più, solo chi é abituato a negare l’evidenza come la banda di cialtroni che si tira dietro lui stesso può affermare il contrario.

    Concordo anche sul fatto che proprio a causa di questo evento, ci basti pensare che in Giappone i ministri si dimettono per cose che da noi sarebbero considerate “normali”, Berlusconi debba essere sputtanato come merita perché la sua arroganza e schifosa tendenza a conformare tutto ciò che di compromettente gli accade come normalità  o tutt’al più come semplice fraintendimento da parte degli altri deve finire in questo schifo di Paese.

    Invito comunque Martinelli a non abbassare la guardia su altri eventi che continuano ad imperversare nel nostro Paese. Incentrarsi solo sulle scappatelle o le vicende da puttaniere del premier potrebbe anche sortire effetti indesiderati facedogli gioco a favore.

    E’ di oggi la notizia rilasciata da Eurostat che vede l’Italia con una perdita del PIL sul primo trimestre 2009 pari al 5,9% su base annua, il peggiro risultato in negativo dell’ultimo ventennio ed il peggiore in Europa.

    A detta di Silvio Berlusconi, prima di questi dati, noi eravamo il Paese che stava meglio di tutti gli altri(si, si, certo!); una volta appresa la notizia a poi dichiarato che effettivamente la crisi c’é ma dalle rilevazioni fatte dal “governo” c’é fiducia e si avvertono già  segnali positivi(Eh! Come no!). Che cazzo di dati deve leggere sto vecchio rimbambito per rendersi conto di come stanno andando le cose? La Lario ha ragione, ha bisogno di cure cliniche perché é completamente rincoglionito. Senza contare tutti gli effetti, come la disoccupazione, che la crisi sta portando.

    Il problema ricostruzione in Abruzzo. In quello che si rivela una vera campagna elettorale Berlusconi, per l’Abruzzo, snocciola cifre ed espone progetti il risultato di cotanto lavoro é quello di fornire circa 3.000 alloggi antisismici a quasi 13.000 persone in 14/20 aree dislocate sul territorio abbruzzese il tutto in 6 mesi, oltretutto Mr. B sottolinea che non sarà  una baraccopoli ma alloggi confortevoli in aree accoglienti. Quindi entro Ottobre 13.000 persone avranno la loro bella casetta… quale, gonfiabile! Oltretutto ci sono dubbi sulla copertura finanziaria e su come si stia trattando tutta le vicenda. Ma tanto la risposta in caso di fallimento già  sappiamo quale sarà ! Lui non avrà  colpe e avrà  fatto il possibile.

  27. Roberto G. ha detto:

    10 domande più che legittime, direi addirittura doverose per chiarire il comportamento di un capo di governo. Ma lui ovviamente se ne fotte perché in un paese libero e democratico si fa così.

    Non credo che dietro questa storia ci siano soltanto risvolti di natura sessuale come con Clinton, e dato che lui non risponde allora sono autorizzate le ipotesi più logiche sul perché, ad esempio, del suo giretto a Casoria, tipo questa:

    http://campidogliopulito.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2243245

    Un’altra cosa. Non sapevo di questa roba e quando l’ho vista pensavo fosse uno scherzo. Invece sembra che questi fanno sul serio. Non so se c’é da ridere o da piangere, vedete un po’ voi:

    http://silvioperilnobel.it/

  28. libero ha detto:

    interessante anche questo …

    Attenti: potrebbe essere in arrivo un nuovo lodo Alfano!
    http://politicablog.libero.it/2009/attenti-potrebbe-essere-in-arrivo-un-nuovo-lodo-alfano/

  29. Filomena ha detto:

    Martellateeeeeeeeeeeeeeee
    E dai forza martellateeeeeeeee!!!
    Non demordere!
    L’Imperatore DEVE dare delle risposte.
    Non é possibile che l’ex Presidente Clinton ha dovuto darle e il nostro piccolo Governatore d’Italia no?!
    Ma dove sono i giornalisti che indagano e fanno inchiesta?
    Possibile che sono del tutto scomparsi? o comprati?
    La Signora Lario é stata chiarissima nelle sue dichiarazioni: il consorte NON ha mai partecipato ai compleanni dei suoi figli. Allora, questo compleanno (Noemi) cosa ha di speciale?
    Quale mistero unisce questa famiglia (Letizia) a Berlusconi?
    Perché Berlusconi dichiara di aver improvvisamente cambiato programma-agenda partecipando alla festa quando testimoni-lavoratori dicono che era atteso, ha cenato con tutti i presenti e la sua sicurezza ha assolto ai doveri di controllo zona fin dalla mattina???????
    SONO SEMPLICI DOMANDE E NIENTE ALTRO.
    Ma perché non risponde?

  30. Marco ha detto:

    C’é una differenza non da poco tra Berlusconi e Clinton: Clinton rischiò guai politici perché mentì al Congresso su una relazione che era stata provata. Da noi l’ormai ex moglie del premier lancia frasi allarmanti ma la relazione sessuale non é stata provata: se lo fosse, a quel punto si dovrebbe chiedere al premier di chiarire in aula parlamentare, mentre la magistratura dovrebbe muoversi e indagare; ora, il lodo alfano mette al riparo il premier fin tanto che questi resta in carica, ma la prescrizione viene sospesa, quindi solo dopo il decadimento di B. da una di quelle cinque cariche protette egli potrebbe essere, eventualmente, rinviato a giudizio. In poche parole, fuori le prove: un magistrato, senza lodo, avrebbe potuto aprire da subito un’inchiesta dopo le dichiarazioni della Lario, ma per acquisire nuove prove e per poter indagare, non certo per emettere una condanna sulla base solo di ciò che dice la moglie. Le colpe vanno accertate, e certo era meglio farlo subito.

  31. Andrea Poulain ha detto:

    L’elettorato in questa italietta lo si conquista più su questa faccenda che su tt il passato del piduista..bisognerebbe tenere altissima l’attenzione su questo argomento, gli stanno dando troppo tempo per prepararsi una scusa enorme..

  32. stanco mavoglio ha detto:

    Bell’articolo, bravo.

  33. alina ha detto:

    Buongiorno a tutti.
    Battere,battere su questi argomenti!L’interesse per questa faccenda é altissima da parte dell’opinione pubblica che é assuefatta al gossip.Continuare a chiedere di rispondere a queste domande,non demordere.Pedinare in continuazione mettendo in luce gli aspetti più inquietanti della telenovela.Farsi domande anche da soli e autorispondersi con supposizioni ma non abbandonare mai l’osso;siamo vicini alle elezioni!Il sospetto che vi sia qualcosa di losco,di subdolo stuzzica l’appetito,se c’é qualcuno della stampa nazionale che martella, forse forse il risveglio non é poi così lontano.
    Con malcelato ottimismo,un saluto,Daniele.

  34. Eugenio ha detto:

    Ciao Daniele, un bellissimo ,bravo, ci sono troppi buoi però sono fiducioso, prima o poi le cose cambieranno perché ci sono giornalisti come te…..

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.