Se Di Pietro é come Romeo io sono Marilyn Monroe

Sui quotidiani di oggi si legge che nell’estate 2007 Mauro Mautone (ex provveditore alle Opere Pubbliche della Campania arrestato nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti truccati) viene trasferito, il consigliere provinciale di Campobasso Cristiano Di Pietro (figlio dell’ex pm) non parla più con lui al telefono.
Dopo il trasferimento Mautone chiama gli amici, la moglie e con loro concorda la linea di ricattare il figlio del ministro. La moglie di Mautone rimprovera il marito
di essersi messo a disposizione “con quel cretino di Di Pietro con il figlio” e si chiede come mai questo non sia servito a niente! “Siccome il potere che tieni qua a Napoli non lo puoi tenere a Roma conviene buttarla sul ricatto del figlio. L’unico sistema“. E l’amico di Mautone Mauro Caiazza rincara la dose: “àˆ importante tenere il ministro sotto”.

Non intendo dare sentenze prima del tempo, tuttavia queste poche righe mi sembra chiariscano il fallito tentativo di corrompere o coinvolgere i Di Pietro in manovre illecite.  Peccato che il dettaglio contrasta col tono dei titoli dei giornali dedicati alla vicenda sugli appalti truccati dalle tangenti in Campania.
Scorretti e disonesti, alla faccia della questione morale. A cominciare dal Corriere della sera che scrive: Romeo e la rete del fido Mautone Politici, funzionari e Di Pietro jr. Come se Cristiano Di Pietro c’azzeccasse con le tangenti per le quali é finito in galera l’imprenditore Romeo, accusato di essersi messo a proprio servizio politici di estrazione bipartisan a suon di mazzette.

Il Giornale di Paolo Berlusconi fa peggio. Apre in prima pagina con Le intercettazioni che inguaiano Di Pietro come a voler mettere sullo stesso piano il peso delle dichiarazioni del figlio Cristiano e la richiesta d’arresto di Italio Bocchino, deputato in carica affiliato al clan del presidente del consiglio dei ministri Silvio Berlusconi, fratello di Paolo, editore del Giornale (dettaglio che si ricava soltanto nella gerenza pubblicata ben nascosta).

Inguaiare Di Pietro é il vero scopo dell’armata mediatica generalista controllata dal berluscone, impegnata a denigrare Idv dopo gli strepitosi risultati ottenuti alle elezioni abruzzesi.
Sui giornali vengono accomunati favori, ricatti, raccomandazioni, legami con politici, contatti amicali con i vertici delle forze dell’ordine e i “rapporti controversi” di Mauro Mautone con la famiglia di Antonio Di Pietro, quando quest’ultimo era ministro delle Infrastrutture.
Cristiano Di Pietro ha chiesto a Mautone di sistemare un suo amico ingegnere a Bologna? E’ stato sistemato? E se ciò fosse sarà  penalmente rilevante ai fini dell’inchiesta sulle tangenti? Lo stabilirà  la magistratura. Una cosa é certa: i toni si dimostrano sproporzionati visto che sempre sui quotidiani nazionali si legge che comunque le inidiscrezioni raccolte su Cristiano Di Pietro non mettono in ombra le responsabilità  molto più gravi di Alfredo Romeo alla luce delle nuove telefonate intercettate col parlamentare di Alleanza nazionale Italo Bocchino, per il quale i pm hanno sollecitato l’arresto, che rivelano il tentativo di organizzare un pranzo con Gianfranco Fini.

Il tutto nel paese di Pulcinella del presidente del consiglio piduista garantista.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

48 Commenti a “Se Di Pietro é come Romeo io sono Marilyn Monroe”

  1. Neclord ha detto:

    Complimenti per l’articolo e per la chiarezza dei contenuti espressi. Mi permetto di linkarla nel mio blog nell’articolo dedicato alla “casta degli inquisiti”. Buona giornata!

    http://neclord1000.wordpress.com/2008/12/20/la-casta-degli-inquisiti/

  2. serpico ha detto:

    Se non sbaglio era Gandhi che diceva

    Prima ti ignorano
    poi ti ridicolizzano,
    poiti diffamano,
    poi ti combattono
    e poi vinci

    Per quanto riguarda Di Pietro, che non voglio pragonare a Gandhi ma é pur sempre una brava persona, credo che i soliti piduisti sono passati alla diffamazione… che é un boun segno!
    Credo che le cose peggiorerenno prima di migliorare, ma certamente lo status quo cambirà 

  3. roberto ha detto:

    Sarà  anche come di ci tu…
    Ho solo fatto un’osservazione… in quanto mi sembravano, nello specifico, furi tema.

  4. Roberto G. ha detto:

    Caro omonimo qui si parla di idee non di fustini per lavatrici e c’é di mezzo il nostro vivere non “il mio bucato é più bianco del tuo”. Inoltre tutto sto prezzemolo in giro per i blog non lo vedo proprio (magari ci fosse davvero).

  5. roberto ha detto:

    Bello l’articolo! Concordo!
    Anche se mi sembra scritto da DiPietro in persona più che da Daniele…
    Non mi sembra il tuo solito stile Daniele.
    Quel: “c’azzecca..”, oppure “inguaiato…”, o “paese di Pulcinella..” sono tutti termini che usa notoriamente DiPietro.
    Mah… forse sbaglio io.

    ps: certo che i sostenitori della “lista per il bene comune” sono proprio in tutti i blog a far pubblicità … come il prezzemolo! (per quanto le loro idee e denuncie siano corrette…)

  6. CHICCA ha detto:

    Buon natale blog buon natale daniele:-)

  7. Daniele L. ha detto:

    Qualcuno mi saprebbe dire in tutto questo, qual’é la fonte secondo la quale é la MOGLIE DI MAUTONE AD ISTIGARE IL MARITO A RICATTARE DI PIETRO?
    Sono forse le stesse intercettazioni? Altre intercettazioni? Non si capisce.

    Grazie

  8. freeman ha detto:

    se tonino mandasse a fanculo il pd farebbe solo bene. cmq gli italioti non vogliono cambiare, lo abbiamo visto in abruzzo… ergo meglio andare all’estero che restare in questo paese marcio idiota. auguri ai nemici della casta infame.

  9. POLDO ha detto:

    Attenzione alle “armi di distrazione di massa”.

    La cultura del polverone per distogliere e dinsabbiare é arcinota in Italia.

    Per il resto,

    BUON NATALE a tutti! 🙂

  10. Giusi ha detto:

    viva la lista per il bene comune! E’ l’unica al momento credibile e con persone oneste. Vi invito a guardare il video:
    http://it.youtube.com/watch?v=jdQEUn-mTmY&eurl
    Auguri a tutti.

  11. Diego ha detto:

    Altri 1000 dusoccupati e questo governo si scioglie come neve al sole, reo di buona parte di quello che sta succedendo insieme alla sinistra moderna a partire dai non-contratti precari.

    Buon 2009 e riprendiamoci il lavoro.

  12. adriano bianchi ha detto:

    volevo augurare a tutti un buon natale,un ottimo anno 2009 con la speranza di togliersi dai coglioni sti politici di merda!

  13. helena f. ha detto:

    Buon Natale a Daniele e a tutti gli amici del blog.

  14. Luigi Montinaro ha detto:

    @caterina scusa ma non avevo ancora letto il post di ADP, e ieri sera avevo solo sentito che diceva alla magistratura di andare avanti…ma nessun altro commento a riguardo del motivo della possibile ricattabilità  del figlio… ed é per quello che volevo saperne di più… ma OVVIAMENTE da fonti attendibili!
    🙂

  15. Tsunami ha detto:

    Grande Papillo, ottimo post!

  16. caterina ha detto:

    @ Luigi Montinaro
    Avevo capito il senso del tuo intervento, ma mi sembrava comunque eccessivo, forse perché l’avevo già  letto, il post di ADP…

    @ Roberto G.
    Quando sento queste cose mi sento male, perché sono tutte vere, purtroppo. Le mie riserve su ADP sono sempre state legate alla sua posizione su grandi opere, TAV, inceneritori, ecc., ma mi sembra che ultimamente stia aggiustando il tiro in direzioni più verdi.

    @ paolo papillo
    Auguri a te, che non demordi.

    Di nuovo Buon Natale a tutti.

  17. Luigi Montinaro ha detto:

    se posso ancora…
    🙂
    A dimostrazione del mio ragionamento…
    mi viene incontro proprio Di Pietro!
    Sto leggendo il suo blog, e questo é un pezzo di quello che ha scritto:

    “…Mio figlio, inoltre – come risulta da alcune telefonate – avrebbe segnalato anche il nominativo di un paio di, a suo dire, bravi professionisti al dr. Mautone. E’ un comportamento certamente senza alcuna rilevanza penale ma – a mio avviso – comunque non opportuno e non corretto. Ma siccome questo é solo il mio punto di vista e quindi é di parte (e di padre), bene fa la magistratura ad indagare per accertare come stanno effettivamente le cose. I magistrati facciano il loro lavoro. Oggi, domani e sempre.
    …”

    QUESTO E’ IL DI PIETRO CHE CONOSCO!!!

    continua ad essere sempre coerente!!!
    vai DP!!!
    🙂

    ancora auguri!!!

  18. Roberto G. ha detto:

    Non sono mai stato un fan di Di Pietro e non gli sparerò certo contro per questo fatto artificiosamente gonfiato dai servi di regime.

    La mia critica riguarda ben altro. Riguarda il fatto che non si può fare opposizione solo sulla questione morale o sulla giustizia e poi essere praticamente d’accordo col resto del letamaio su tutto il resto (TAV, Inceneritori, basi militari, guerre, legge Biagi, ponte sullo stretto, banche ecc. ecc.).

    L’Italia per interrompere questa spirale di morte ha bisogno di ben altro. Ha un grande disperato bisogno di avere in parlamento tante persone come questa

    http://www.youtube.com/watch?v=jdQEUn-mTmY&eurl

    Buon Natale Daniele, buon Natale amici.

  19. Luigi Montinaro ha detto:

    Pardon… ho sbagliato…
    Io sono un agguerrito sostenitore di Di Pietro… ma cerco di essere obbiettivo!
    🙂
    e

    auguri al blog di buon natale!

  20. paolo papillo ha detto:

    AUGURI A te DANIELE,auguri a chi con dignita pur essendo precario non si genuflette davanti allo sfruttatore di turno.auguri a chi si contrappone alle mafie all’imprenditoria predona-ladrona.auguri a quei giornalisti che fanno domande che non trovano risposte…,
    auguri a tutti i blogger ultimo baluardao della libera informazione,auguri a chi é vivo e non ha portato il cervello all’ammasso,auguri a quei pochi che combattono per le proprie idee senza aspettarsi vantaggi o benefit,auguri a te pubblico ministero che non guardi in faccia a nessuno che quando arresti i soldati di mafia vai bene ,ma se pretendi di mettere in galera politici-mafiosi allora sei malato di protagonismo.
    NON AUGURI ma maledizioni
    a chi eletto si fa solo i cazzi suoi,ci propina bugie colossali spacciandocele per sacrosante verita,a chi ce lo vuole piantare nel c.ulo senza farci neanche la cortesia di menarcelo un po’,maledizioni per te sindacalista asservito ai padroni con i quali vai a cena entrando dalla porta di servizio,maledizioni per te giornalista che fai le domande che il capo ti dice di fargli,maledizioni a te imprenditore che piagnucoli per ottenetre sgravi fiscali chiedi sacrifici ai tuoi dipendenti e poi porti i soldi all’estero,maledizioni a te politico colluso con la mafia e che magari hai anche la scorta della polizia,maledizione a te magistrato intransigente con i ladri di polli ma cagasotto con il potente di turno,maledizione a te cittadino stolto che ti instupidisci davanti alla tv con le simona ventura o le marie de filippi e non te ne frega niente di niente,però ti incazzi se fischiano un rigore contro la tua squadra per la quale faresti fuoco e fiamme,mentre stai zitto se il tuo padrone ti sottopaga se la banca ti strozza con il mutuo,oppure se paghi 600€ per un monolacale in affitto,non compri mai un libro o un gioranle che non sia la gazzetta dello sport..
    anzi a te concittadino stolto un augurio te lo faccio quello di sparire nella tua stessa m.erda
    SVEGLIAMOCI!

  21. Luigi Montinaro ha detto:

    @caterina, @Diego state confermando quello che dicevo!
    A prescindere dai FATTI e dalla VERITA’, state difendendo a spada tratta Di Pietro… non perché lui non abbia fatto nulla… ma per il solo fatto che é Di Pietro, o che é il meno peggio o addirittura perché é il politico che abbiamo votato…
    questo é lo stesso ragionamento di quelli del PDL, del PD, dell’UDC e di tanti altri…

    lo stesso ragionamento dei politici che “sono SOLIDALI” a Del Turco quando é finito in galera… poverino che sarà  mai… ha intascato qualche milione… ma ha dato tanto lavoro…

    Io sono un agguerrito sostenitore di Di Pietro… ma cerco di dare obbiettivo!

    Se perdiamo la nostra obbiettività  faremo la fine degli elettori del PDL!

    E se Di Pietro é veramente quel che credo, é lui il primo a non volere certe giustificazioni del tipo: si ma il mio errore é meno grave degli altri…o addirrittura quel che é stato fatto non é penalmente rilevante!

    A me interessa la coerenza nelle persone… e se sei coerente, per me sei credibile…
    e Di Pietro fino ad ora é stato credibile…

    Ora, se tu giudichi negativamente qualcun altro per determinati atti o comportamenti, questi atti o comportamenti continuano ad essere negativi anche se li fai tu stesso!

    A me non interessa paragonare gli altri politici con Di Pietro, perché agli altri non credo!

    A me interessa sapere se Di Pietro é coerente con se stesso o meno…
    Non si può condannare un comportamento, e poi trovare la scusante per se stessi o amici… se per gli altri il comportamento é sbagliato, lo é anche per se stessi e per gli amici…

    La “raccomandazione” é un tema delicato, e il mio non voleva assolutamente essere un aggressione o una colpevolizzazione, ma piuttosto uno spunto per dibattere…per analizzare il tema a fondo per capirne le problematiche…

    ma andare a “giustificare” a priori solo perché si tratta di IDV o Di Pietro ci porta sullo stesso piano degli altri…

    E se il figlio del BARONE di turno messo li come ricercatore capo non fosse veramente un nuovo Eistein?
    E se invece é uno dei soliti ignoranti che passa davanti a tutti? un mangiapane a tradimento?
    E se l’architetto X raccomandato dal politico Y ha fatto veramente delle opere bellissime?
    E se invece l’architetto X non ha mai lavorato un giorno e fa consulenze milionare per stare a guardare la finestra?

    IO NON SO COME RISOLVERE O COME ELIMINARE SOLO GLI ASPETTI NEGATIVI DELLA RACCOMANDAZIONE e conoscere cosa ne pensa realmente Di Pietro serve per avere più o meno fiducia in lui…

  22. Diego ha detto:

    i vostri amici pdellini pdlellini, mantengono baroni che fanno concorsi ad personam nelle univerita, (quelli non precari rimasti) nascondendo i bandi di concorso nelle bacheche dietro le porte e sotto gli altri annunci, e li fanno di solito tra ferragosto e la domenica. Magari un figlio ignorante di barone, incapace e che distruggera il settore italiano in cui si inserirà , che se la spassava mentre, il figlio di un operaio che non mangiava per mantanere il figlio a scuola, che ha studiato per 30 anni e ha ottenuto brillanti risultati, fa il centralinista con finto contratto di precarietà  vera. Questa é la QUESTIONE MORALE, non é la questione dei rutti a tavola. e non c’e ici che tenga e social card che vi possa aiutare in una situazione degradante del genere. E qualcuno crede che con questo governo potremmo contare piu soldi in tasca. L’ho scoperto ieri.

  23. Diego ha detto:

    Scandalo Di Pietro e colleghi:

    pd: “facci sognà ”

    pdl: ho una signorina da sistemare … (piu di una)

    centro: complimenti meriti un posto in senato.

    ecc ecc ecc ecc ecc ecc ecc ecc ecc ecc ecc

    Poi se un ragazzo, fa sapere che esistono due architetti con le palle, giustamente perche abbiamo un sistema di collocamento di merda, ci si scandalizza. Allora non stiamo qui a parlare, lasciamoli in autogestione, non serve scegliere se sembrano tutti sullo stesso livello.

  24. caterina ha detto:

    Buongiorno blog.
    Mi sembra che alcuni “moralizzatori” stiano francamente esagerando. Chi ha l’intelligenza la usi, e valuti la differenza tra cercare di raccomandare un amico e spartirsi tangenti come torte; tra spronare i magistrati ad andare avanti e farsi il dolo Alfano; tra mirare alla correttezza e inneggiare ai mafiosi come eroi.
    E non é questione di giornalisti “amici” né di comportarsi “come i politici che tanto schifiamo”, é semplicemente questione di GRADAZIONI, che per fortuna in parte sono ancora obiettive, finché esiste un codice penale e finché il solito qualcuno non depenalizza altri reati come più gli fa comodo.
    Che avrebbero sparato su Di Pietro era ovvio, e se questi sono i loro colpi, beh, mi fanno proprio ridere.
    Buon Natale a tutti 🙂

  25. Diego ha detto:

    Capisco che ci vorrebbe un santo per cambiare questa italia, capisco che lo si vorrebbe, ma la situazione é paradossale, io mi chiedo sempre come i miei concittadini arrivano a fare certi ragionamenti. Lecitissimi, ma che non bene contestualizzati credo. Sarebbe bello sapere chi é Di Pietro come dite, ma nel frattempo SAPETE BENISSIMO CHI SONO GLI ALTRI. E questo é il punto forse ci si scandalizza a notizuole false e manovrate su Di Pietro perche non siete abbastanza informati sugli avversari politici o si tende a dimenticarlo come avviene in politica, ricordate e rileggete, non fatemi fare il solito elenco deli scandali accertati ovunque.
    Questo se proprio non vogliamo guardare in faccia alla realta dei concetti e del lavoro sacrosanto svolto dall’unica opposizione di Di Pietro.
    Come dire Barack obama sembra abbia un passato non da santissimo, come di pietro, si pero ha vinto le elezioni non di chiacchiere politichesi vuote ma con CONCETTI forti. A cui é demente non dare una possibilità . Se nel parlamento Italiano avete un santo da segnalare, ne siamo ben contenti di valutarne le idee politiche.

    Tutto questo per dire che il santo lo vorrei anche io, e che non é giusto votare il meno peggio, okkei, ma Di Pietro non é il meno peggio, é tutto un altro livello, umano si, ma un altro livello. (poi vorrei vedere voi in una politica malata di malaffare tenere sottocontrollo tutte le circoscriioni e garantire la santita di questi tempi) Fate meglio a rimembrare che cazzo hanno combinato gl altri, collusioni, corruzioni a giudici e pubblici ufficiali, mega evasioni fiscali, superappalti truccati, megafinanziamenti illeciti. E non sto parlando di AL Tappone, ma di tutti gli altri evversari di IDV.
    La storiella millenaria non giudicare la pagliuzza nel suo occio, ma vedi la trave che c’é nel tuo, la ricordate?

  26. Luigi Montinaro ha detto:

    condivido pienamente tutti i commenti e l’articolo…
    la posizione di @Marco B. é molto estrema, ma in parte devo dire che posso condividerla ma solo dopo aver ben chiaro la situazione
    E credo che il punto fondamentale sia questo!
    Signori, ci stiamo comportando come quei politici che tanto schifiamo…facciamoci approfondire la notizia…da qualche mezzo di informazione “fidato”… che siamo sicuri che non riporti la notizia solo per far avvantaggiare questo o quello…
    Daniele, credo che, riagganciandomi ad uno dei tuoi post, tu potresti essere quel mezzo d’informazione “fidato”!

    Io credo nella tua buona fede e quindi sono sicuro che una tua intervista a Di Pietro farebbe chiarezza…
    e avremmo anche la prova del 9 a un altro post che qualche giorno fa hai messo… riguardo Veltrusconi e il sottrarsi alle interviste…
    sono sicuro che Di Pietro non lo farebbe, e forse avremmo fatto “APRIRE” gli occhi a quella/o @Vera che difendeva Water…

    ma tornando all’intervista, so che non c’é bisogno di dirtelo, ma ovviamente deve essere senza peli sulla lingua
    perché poteva essere ricattabile il figlio? si tratta di raccomandazioni? é una cosa moralmente accettabile per Di Pietro? e se la stessa cosa fosse accaduta a Prodi (dato che sembra che di Di Pietro lo stimi molto), e se la stessa cosa fosse accaduta al Berlusca (qui invece l’inverso…)?

    Ad ogni modo, grazie Daniele, e Di Pietro…
    continuate così…
    con grande stima

  27. Vota Antonio ha detto:

    Tutto giusto.

    E anche tutto ininfluente: poniamo che il Cristiano Di Pietro avesse commesso un illecito.

    Poniamo che questo illecito fosse dimostrabile con le intercettazioni.

    Bene, il Tonino Di Pietro ha detto:
    a) che i giudici devono fare il loro lavoro
    b) che le intercettazioni non si toccano
    c) che chi sbaglia deve pagare figlio o non figlio

    Vogliamo mettere a confronto questo con i porci della Casa del Letame, in primis il maiale piduista mafioso che vuole limitare le intercettazioni a reati con pena superiore a 15 anni? Vogliamo confrontarlo con gli inciucisti piddisti che votano l’impunita’ per i loro ladri parlamentari indagati?

    Tra l’altro i maiali pennivendoli di Berluscone riportano le intercettazioni e poi, da luridi schiavi quali sono, chiedono che qualcuno proibisca loro di pubblicarle: i luridi pennivendoli ricattatori per conto Duce mafioso chiedono per se stessi la censura!

    Che miserabili porci, e che idioti quelli che vanno in edicola a buttare i soldi per comprare questa merda.

    Delle televisioni mafiose ormai non si trova manco piu’ un termine che possa descrivere lo schifo che fanno, sono oltre il dicibile.

    Se poi andate sul sito di Travaglio, troverete qualche piccola notiziola di scarso rilievo che non merita i titoloni riservati al Di Pietro: pare che il generale Mori abbia impedito la cattura di Provenzano 13 anni prima di quanto e’ avvenuta, piu’ altre cosette varie, tra le quali le solite implicazioni mafiose di Dell’Utri, il vicecapocosca del Popolo di Letame, e annesso Previti sottopanza corruttore di giudici e ladro evasore fiscale alle dipendenze del solito Duce Padrino.

  28. freeman ha detto:

    A differenza di tanti miei colleghi politici, se le vicende che riguardano la mia persona arrivano sui giornali, non grido allo scandalo, ma al salutare intervento della magistratura. Mai e poi mai mi lamenterei del fatto che i giornali riferiscono del comportamento di un personaggio politico, anche se riguardano me o la mia famiglia. Vogliono farmi dire che le intercettazioni devono essere fermate? Mai! Sono uno strumento indispensabile per i magistrati. Anzi, auguro loro, anche a quelli della procura di Napoli: “Buon lavoro e andate avanti”.
    ADP

  29. Marco ha detto:

    Di Pietro si é mostrato così disponibile coi magistrati che si é visto bene dallo spiegar lui stesso, senza che nessuno glielo chiedesse, come diamine faceva a conoscere i dettagli di un’indagine segreta ancora in corso e in cui vennero disposte intercettazioni per le utenze di Mautone in cui spiccava anche il nome di suo figlio…che solo casualmente da allora in poi non spiccicò più una sola parola a telefono con quel signore tanto caro al’ex ministro delle infrastrutture…

  30. Patrizia Rossi ha detto:

    Gentile Daniele! Cari Signori!

    Per una ragazza di 8 anni servono urgentemente fondi per una operazione ad un rene malato. Chi vuole dare il suo CONTRIBUTO PREGO versare (anche spiccioli) a Paypal:

    bell11@gawab.com

    Grazie mille in anticipo e Dio vi benedirà .

    Forza ragazzi aiutiamola!!! E Dio sarà  con voi!

    Ci sono persone meno fortunate di voi.

    Aiutiamola!

    Buon Natale a tutti, anche a questa povera ragazza.

  31. Diego ha detto:

    @ simone,
    forse non sono stato capace di spiegarmi, ma sia io che altri, nell’affermare la chiarezza dei fatti, intendavamo la totale onesta di Di Pietro e la corretteza dell’articolo di Martinelli.

    Ieri ho letto un commento, che ho riportato nel mio blog, sul sito di Di Pietro che diceva piu o meno cosi:
    Se paragoni Di Pietro con tutti i suoi pregi e i suoi difetti anche inventati con gli altri politici, ti accorgi che non c’é storia. Il paragone non regge, gli altri non meriterebbero nemmeno di stare in parlamento o nelle amministrazioni.

    Questo quando dubitiamo dell’intelligenza degli elettori, ma siccome non sono stupidi, magari solo un po confusi dalla tv, dovrebbe essere facile capire la bonta del progetto politico di Di Pietro e la bonta dei suoi interventi parlamentari e della sua opposizione. vedi youtube, non certo i soliti canali. Incredibile come gli italiani si fanno influenzare da notiziuole manipolate, e fiorfiore di documenti non riescono a formare una coscienza critica verso i politici che hanno la faccia di presentarsi in parlamento.

  32. Marco B. ha detto:

    Daniele,

    nessuno discute l’etica personale e politica di Di Pietro, però il solo FATTO che si scopra che lui direttamente, un suo parente o un suo uomo del partito vengano per l’ennesima volta ad essere oggetto di indagini della magistratura é un FATTO che lascia da pensare e che un giornalista libero ed indipendente(e non fazioso e partigiano)come tu dici di essere dovrebbe portare ad una riflessione su CHI sia Di Pietro al di là  dei proclami(propaganda)a mezzo stampa e tv. Io glielo ho anche scritto sul suo blog:

    Di Pietro,

    questa sua dichiarazione in seguito alle informazioni che sono uscite sui giornali e le tv relativa agli appalti truccati é sufficientemente chiara ed esplicativa delle sue idee in ordine alla gestione della cosa pubblica.
    Ma un vero leader di un partito politico che si rifà  coi FATTI alle parole(propaganda)richiede in questo preciso momento, a mio giudizio, se vuole mantenere e forse rafforzare l’adesione dei cittadini a 2 cose semplici semplici:
    – le dimissioni di suo figlio Cristiano dagli incarichi politici e amministrativi che ricopre
    – l’allontanamento/espulsione di TUTTI e ripeto TUTTI quei consiglieri, assessori, dirigenti e funzionari del partito che hanno provenienze DUBBIE(ex udc, udeur, forza italia, ds, ecc)che LEI ha permesso di candidarsi nel SUO apartito senza avere prima passato democratiche elezioni PRIMARIE o risposto a questionari tipo quello fatto dal partito di Obama.

    FUORI i politici di professione oltre agli INCOMPETENTI(tra i quali par di capire ricada suo figlio Cristiano che ha avuto bisogno di “raccomandare” gli amici ad un sottoposto del papà  ministro)ed i CORROTTI. Solo così sarà  possibile continuare alla credibilità  della sua linea politica e la sua etica di politico. Ci pensi e decida in fretta.
    Buon Natale e Auguri di cuore

    Marco B.(sempre scettico su TUTTO e TUTTI .. specie i Duce ed i Messiah)

  33. andrea cossu ha detto:

    A sentire i tg e leggere i giornali, la notizia era un’altra,ma siamo in italietta e basta capovolgere la notizia e si capisce dove sta la verità .Non ci sono dubbi,come dice il nano,riferendosi ai “giornalisti?” birichini,tra birichini ci si intende.Infatti si sono intesi benissimo,il nano desidera e i servi assecondano! andassero aff…..o! TONINO VI CAGA IN TESTA! SERVI DI M…A!!!!!!!!!!

  34. simone ha detto:

    prima di dare un giudizio, attenderei il corso della magistratura.
    Ritengo ancora Di Pietro, il più onesto, e ritengo anche che la “macchina mediatica” stia tentando di arginare il suo consenso mettendolo al pari di altri politici.
    Riflettiamo per un attimo:
    Se (e sottolineo se) Di pietro non é pulito, e sempre meglio degli altri.
    Egli ha denunciato sprechi, richiesto candidati idv con fedina penale pulita.
    L’unico che ha tentato, e sta tentando di fermare il lodo Alfano.
    L’Unico che ha proposto l’abbassamento dello stipendio dei parlamentari.
    Con idv, nello scorso governo, si é opposto all’indulto; e altre cose che adesso non mi vengono in mente.

    Prima di fare di tutta l’erba un fascio pensiamoci bene.
    La cosa certa é che Di Pietro sta cominciando a dare fastidio ai soliti noti (pdl o pd-l non ha importanza).

    Saluti

  35. Diego ha detto:

    Certo, tutti noi del popolo di internet, ma chi guarda solo la tv?

  36. gabriele ha detto:

    La situazione mi sembra molto chiara, siamo in molti ad aver tratto tutti le stesse conclusioni e un’analisi simile…

  37. Diego ha detto:

    Lo sappiamo bene che Di Pietro é l’uomo giusto per il cambiamento in Italia, lo sanno pure i suoi avversari politici che hanno paura che il loro potere di corrompere e fare malaffar possa intacarsi. Al tg5 mentre si dava la notizia, scorrevano le immagini di Di Pietro senza voce, 3 secondi per ascoltare le sue posizioni nemmeno per sogno.
    Fatelo sapere aglia amici che non hanno inernet, per gli altri linkate qui. Proviamoci,in abruzzo Internet é stata straripante.

  38. freeman ha detto:

    i giornali di regime sono appunto servi del regime…

  39. Mariame ha detto:

    “a s” condivido appieno il tuo pensiero, cominciano ad avere veramente paura se si danno tanto da fare per screditare Di Pietro questi fabbricanti di bufale.

  40. a s ha detto:

    L’unico modo per arrestare la crescita di idv é screditarla. Una tattica sempre di moda per gli amici del piduista. Si cerca sempre di screditare l’avversario scomodo, e questo diventa più facile se si possiedono le tv, i giornali si regime.
    Io a quello che dice berlusconi e i suoi lecchini schifoso NON crederò mai!!!!!!!
    IO NON voto pdl!
    IDV unica opposizione

  41. Grezzo ha detto:

    Sarà  un caso ma il titolone in prima pagina su Dipietro é diventato una articolo secondario sul sito del Giornale.it, inoltre si trova accanto all’articolo in cui Bondi da del fascista all’italia dei valori il che rende tutta la cosa strepitosamente comica ahahaahahah. Bondi merita di fare una serata a Zelig, solo lui puo’ dare del fascista a Dipietro e stare contemporaneamente in un partito di neofascisti e massoni.

  42. Alesio ha detto:

    Ma neanche chiederanno scusa dei titoli diffamanti se poi risulterà  estraneo e totalmente prosciolto da ogni accusa mossa, ma si sà  questo regime mediatico sfrutta il sasso che é buttato nello stagno ma non vede i cerchi che si diradano!

  43. luis ha detto:

    Bravo Di Pietro!!

    Non riusciranno a bloccare l’intenzione di rinnovare questo paese con Di Pietro. Cercano di mescolare le carte per far apparire che sono tutti uguali. Noi non siamo i Bocchini e i D’Alema, e i Berlusconi e i Fassino e i Lusetti e, viva le intercettazioni. Guai a chi li tocca!!!

  44. Adriano ha detto:

    Quoto Silvia Costanza e Daniele.

    Stesse conclusioni anche le mie ( ho letto solo testate on line )

    Titoli al limite della diffamazione.

    skuallore

    Auguri Daniele !! ( e spendi eh mi raccomando !!! )

  45. asterix ha detto:

    Le intercettazioni sono un strumento necessario e chi, come me, non ha nulla da temere” può liberamente dire “i magistrati vadano avanti”. Lo ha dichiarato il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, commentando la pubblicazione di alcune intercettazioni che indirettamente chiamerebbero in causa lui e suo figlio Cristiano a proposito delle inchieste napoletane.

    “Non c’é figlio che tenga – dice a chiare lettere il leader dell’Idv – E siccome non ho nulla da temere, non ho niente da nascondere e quindi posso dire solo ‘buon lavoro ai magistrati’. Non so se questo telefilm, che non ha né capo né coda, sia stato fatto uscire oggi ad arte. Ma cosa importa? Non mi unirò, come in molti speravano, alla politica paludata che se la prende con i magistrati e chiede la riforma delle intercettazioni. Anzi dico: benvengano le intercettazioni e la pubblicazione sui giornali quando non sono coperte dal segreto di istruttoria”.

    “L’informazione – prosegue Di Pietro – faccia il suo dovere e informi tutti su tutto. I magistrati facciano il loro dovere e indaghino su tutto”

  46. silvia costanza ha detto:

    daniele, stamattina leggendo i giornali sono arrivata alle tue stesse conclusioni. Sono sicura che come me tanti altri italiani si sono accorte che queste notizie sono state date volutamente in un certo tono e maniera per screditare Di Pietro proprio ora che sta riscuotendo tanti consensi. La differenza tra lui e gli altri politici poi sta anche nel fatto che ha dichiarato che, figlio o non figlio, i giudici devono fare il loro lavoro e che ha fiducia nella magistratura.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.