Le flatulenze del sultano sciolto

Silvio IV il sultano ci informa che non é il 1929. Infatti siamo nel 2008, peggio di 80 anni, in pieno trentennio nazista-mediatico. Il Duce con la pelle domopak che ha corrotto la Finanza evoca “etica nella finanza” sbraitando “difese dei soldi degli italiani”. Mister parrucchino annuncia dalla festa del suo partito piantato a mo’ di circo nei desolati spiazzi della movida meneghina, che cambierà  lì’Italia a colpi di decreti e di reni mentre amoreggia con qulche “Federica Lamano” senza mai dormire. Il suo segreto? Essere un eterno caliente che si scioglie come neve in polvere. E’ sotto il suo effetto che il sultano si disinibisce rivelando la ricetta del suo dominare da corruttore fascista: dà  al Pd suo alleato ombra dello sfascista. Geniale no? Intanto gli italiani si bevono tutto e brindano alle sue scorregge, prigionieri della macchina infernale mediatica che li ha svuotati di dignità , di valori, di memoria  e di voglia di riscatto. Sudditi accecati come tanti comunisti accomunati soltanto dal linguaggio del manganello.
Ma per Maroni in Italia violenza e razzismo non esistono. Assumerà  Borghezio portavoce?

Il popolo del sultano sciolto

L’etica del sultano sciolto

La democrazia degli alleati del sultano sciolto

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

15 Commenti a “Le flatulenze del sultano sciolto”

  1. anna ha detto:

    primo costituirsi parte civile x i soldi che ci costa rete 4
    2 se l’Italia ha berlusconi evidentemente un motivo c’é…
    per tenere uniti tutti i piccoli….ci vuole un capo e se gli italiani fossero stati un tantino onesti non saremmo arrivati a questo punto.

  2. VENOM ha detto:

    é di ieri la notizia ascoltata alla radio secondo la quale il “buon” sindaco sceriffo “alemagno” abbia ancora una volta proposto e deliberato aiuti per i poveri commercianti romani che lo hanno fatto eleggere…
    stanziati 400 mln di euro per risarcire quei commercianti che hanno subito danni alle loro attività  dai numerosi cantieri stradali in città …
    Pare proprio che per il sindaco sceriffo Roma sia popolata solo da commercianti…
    La mia zona, Torrevecchia, é nel caos da quando é arrivato lui ed ha cambiato tutta la viabilità , sempre per volere dei signori commercianti-evasori!!!

  3. Wil Nonleggerlo ha detto:

    Ma perché al G4 abbiamo mandato Berlusconi?

    Ma perché Berlusconi e le sue donne parlano di Legalità , Trasparenza, Fiducia?

    Ma perché noi italiani non ci siamo ancora autoinstallati un chip democratico che ci schiarisca la vista sugli attuali, passati e futuri scandali istituzionali?

    A presto, Wil.

  4. rent ha detto:

    X Roberto G. Ti sbagli, al momento del congelamento dei conti gli Italioti si attiverebbero per raccomandarsi al capetto del momento per riavere i soldi, altro che tumulti !!

  5. Valerio ha detto:

    Caro Daniele,

    sono proprio contento che tu abbia fatto queste riprese “rischiando” la vita purtroppo.
    Per curiosità  avrei voluto partecipare anch’io, per vedere cosa dicono questi politici di destra e che tipo di persone partecipano a questi incontri del PDL.
    Adesso che vedo, sono contento di non essere andato, avrei rischiato di grosso.
    Se al congresso di IDV si fosse verificata una situazione del genere, penso che la reazione sarebbe stata ben diversa e se mai fosse stata così, se si fosse manifestata la maleducazione e l’inciviltà , l’incapacità  di confrontarsi, probabilmente avrei preso le distanze.
    Fortunatamente non é così e spero che partiti che cercano il dialogo con chi sostiene la libertà  di opinione e condivide i valori degli italiani, possa prendere sempre più spazio nella politica italiana.
    Grazie
    Valerio

  6. helena f. ha detto:

    Ma quanto é bello il popolo del sultano sciolto!!!
    La situazione é drammatica. Mettere “le toppe” non risolve i problemi, é solo un tamponamento momentaneo.
    La catastrofe arriverà .
    Voglio propio vedere cosa dirà  e cosa farà  il “popolo delle libertà ” e se ancora crederà  al suo sultano, anche se sarà  comunque troppo tardi…

  7. Witch ha detto:

    “Quand le gouvernement viole les droits du peuple, l’insurrection est pour le peuple le plus sacré et le plus indispensable des devoirs” M. de Robespierre….

    ah. non é molto distante da quella della costituzione americana…

  8. Witch ha detto:

    @zampo
    avrei detto che fosse un discorso di Robespierre…

    beh, mi pare che il punto sia stato oltrepassato e da molto tempo ormai…peccato che nessuno si muova per sovvertire qs sistema marcio….

    il socialismo salva il capitalismo, ma mai e poi mai é avvenuto il contrario! troppo comodo parlare di neoliberismo e capitalismo e di privatizzazione se poi si deve ricorrere agli aiuti di stato quando si é alla frutta!

  9. Mr.Tambourine ha detto:

    Ad ognuno di noi sembra che la propria merda sia profumata.
    Ma non lasciarti ingannare.

  10. Zampo ha detto:

    “Ma quando una lunga serie di abusi e di usurpazioni, che perseguono invariabilmente lo stesso obiettivo, evince il disegno di ridurre il popolo a sottomettersi a un dispotismo assoluto, é il loro diritto, é il loro dovere, rovesciare tale governo e affidare la loro sicurezza futura a dei nuovi Guardiani.”
    Dalla Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti d’America 4 luglio 1776

  11. freeman ha detto:

    benvenuti nel regime del ducetto mafionano, voluto e votato dalla maggioranza degli italioti.

  12. Marco Corino ha detto:

    Roberto G., ingoiare le porcate tipo lodo Alfano e veder evaporar e i propri risparmi sono la stessa cosa, anche se la gente non lo vuol capire.
    Daniele, gli italiani reali non si bevono tutto e non brindano alle scorregge di Berlusconi: solo quelli rappresentati negli “copioni” televisivi lo fanno. Ma guardano la televisione e credono che quella minoranza sia maggioranza.

  13. anonimo impaurito ha detto:

    Certo che non esiste il razzismo! Ditemi voi se é mai stato preso un ragazzo a sprangate per qualche biscotto all’urlo di sporco negro, se qualche politico si é mai permesso di spruzzare il vetril in faccia a delle persone di colore sui treni o se quelli della lega hanno mai usato il termine terroni?

  14. CHICCA ha detto:

    buongiorno blog
    posso dirvi che mi sono stancata di sentirmi chiamare di volta in volta: ignorante, pezzente, comunista, sfascista, buffona ecc?
    non mi sento ignorante (credo di non esserlo) non sono pezzente né buffona e neanche (ahinoi!!!!!!!!) comunista
    sono integrata socialmente e psicologicamente vivo una vita piena di interessi, i miei studi mi hanno dato soddisfazioni viaggio e conosco posti splendidi e gente magnifica
    ma NON SONO FILOGOVERNATIVA in quanto non riconosco a questo governo capacità  etica cultura legalità  democrazia
    e solo per questo individui molto meno quotati di me devono darmi della buffona? Ora BASTA ne ho piene le pantofoline
    che vadano a scuola ma quella vera ad imparare la storia per intravedere, seppur pallidamente, quale sarà  la loro fine
    mi sono sfogata 🙂 grazie

  15. Roberto G. ha detto:

    Il Cda di Unicredit tenuto nel weekend ha rivelato la drammaticità  del momento attraversato dalla banca che a quanto pare si trova in crisi di liquidità  e necessita di un aumento di capitale, contrariamente a quanto affermato nei giorni scorsi.

    Questo alla faccia delle rassicurazioni del sultano sciolto e del suo fido scudiero, l’ammaestratore di foche Giulio Tremonti.

    Unicredit stamattina é entrato in contrattazione con un’ora di ritardo a oltre -10% e perde ora (10,30) poco meno del 13% dopo aver raggiunto punte di oltre -14%.

    Il mio parere comunque (per quel che vale) é che i depositi, almeno per il momento, non sono a rischio e che in caso di default si attiveranno anche a livello europeo per tenere in piedi la baracca in qualche modo.

    Sanno bene che uno scippo dei c/c provocherebbe dei tumulti. Un conto é ingoiare le porcate tipo lodo Alfano un altro veder evaporare i propri risparmi. A quel punto davvero la gente gli darebbe la caccia col forcone.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.