Federalismo fiscale dei buffoni

Con l’autunno alle porte, le fanfaronate berlusconiane della campagna elettorale date in pasto al popolino smemorato e rimbambito dalle veline vengono al pettine.
I 22 punti della bozza del federalismo fiscale, sommati, danno il solito quadro che prevede la conservazione dei privilegi della casta, aumento dei politici da mantenere e aumento delle tasse per i cittadini.

Fra i punti più salienti, come previsto, torna l’Ici sottoforma di tributo unico sugli immobili, che i comuni potranno (come prima) istituire liberamente. Con l’aggravante che i sindaci potranno istituire anche la “tassa di scopo” (o se preferite “ti scopo”) per rastrellare soldi che il comune abbisogna per opere e iniziative che riterrà  utile sostenere, anche se saranno inutili.
L’abbattimento dell’Ici é stato il cavallo di battaglia della campagna elettorale del nanetto col parrucchino. Come al solito, il mucchio di idiozie e di fanfaronate urlate a Raiset presentano il conto con gli interessi, ovviamente a carico degli italioti. Leghisti e berlusconiani compresi.

9 città  con almeno 350 mila abitanti si trasformeranno in aree metropolitane. Significa che Milano, Roma, Torino, Napoli, Palermo, Bologna, Genova, Venezia e Bari (questre ultime 2 sotto la soglia) avranno organismi intermedi fra la provincia e la regione, ovviamente finanziati con i soldi degli italiani come prevede l’articolo 12 dello schema di legge delega. Tanto per aumentare le poltrone e garantire gli stipendi ai soliti politici trombati.

Il federalismo fiscale per le tasche della casta prevede che nessuna provincia sia abolita. Nemmeno quella di Sanluri. Anzi, la novità  é che anche le province potranno istituire le loro tasse a carico dei residenti con “varie forme”. Tra le quali la tassa sulla circolazione e le accise sui carburanti.

Il federalismo fiscale non darà  alcun vantaggio nemmeno a livello regionale. Il cosiddetto “fondo perequativo” saranno soldi che le solite regioni del nord più virtuose nell’ottimizzare le spese, daranno a quelle del Sud che disporranno di quote Iva “senza vincolo di destinazione”. Tradotto: i politici siciliani potranno continuare ad arricchirsi alle spalle degli italiani onesti sui rimborsi spropositati chiesti a Roma ladrona dalle loro cliniche. Per accontentare l’Mpa del neo presidente Raffaele Lombardo, che proprio qualche giorno fa ha detto che “per il federalismo la Sicilia non é pronta, serviranno almeno 10 anni”.
Ora attendiamo che Raffaele Lombardo, assieme ai Loiero e ai Vendola, si occupi pure di mettere il becco nel nuovo, farraginoso apparato, che graverà  sulle tasche di tutti: la conferenza permanente per il coordinamento della finanza pubblica, che dovrà  controllare dove finiranno i soldi. Ergo: a cosa servono i costosi consigli regionali e i costosi deputati della regione siciliana se non controllano? Anzi, se devono essere pure controllati da un’ulteriore conferenza?

Le imprese italiane sono le più tartassate dell’intera Europa e le uniche che anticipano tasse dell’anno successivo. I cervelli del federalismo fiscale hanno pensato bene di raddoppiare i tributi regionali, almeno per quelle aziende che hanno sede legale in una regione e produzione in un’altra. Esempio tipico, l’impresa che ha sede legale a Milano e la produzione a Piacenza pagherà  imposte sia alla regione Lombardia che all’Emilia Romagna. Un modo federale per aumentare le probabilità  che chiudano o che se ne vadano in Romania.

Il federalismo a parole non leverà  un solo centesimo nemmeno alla città  di Roma. La Lega nord che si é costruita la sua fortuna  proprio sulla Roma ladrona non toccherà  i contributi speciali, previsti per la città  che ha funzioni di capitale, come prevede l’articolo 13 di questa fantastica presa per il culo chiamata Legge del federalismo fiscale.

Morale: i federalisti della sicurezza tagliano i fondi alla giustizia, tagliano 87 mila cattedre scolastiche entro 3 anni, scaricano sui cittadini gli investimenti morti per l’Alitalia, ma aumentano il numero dei politici da mantenere, oltre che le tasse, sia ai cittadini che alle aziende.

In una democrazia un buffone bugiardo come Silvio Berlusconi, se non fosse già  in galera da anni, sarebbe esiliato chissà  dove. Evidentemente rappresenta il campione maggiore di italiani.
A proposito dove sono gli italiani? In cerca di fiammiferi per accendere Calderoli?

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

45 Commenti a “Federalismo fiscale dei buffoni”

  1. Philium ha detto:

    Ho l’impressione che la maggior parte degli italiani sia daccordo con lo stato sociale perché ha, o crede di avere,l’amico che,truccando, gli farà  pagare poche tasse ed un altro amico che sempre truccando gli farà  avere il triplo di quanto gli spetta.
    Ma anche il passaggio a stato liberale é pericoloso. Lo stato toglierà  i servizi, ad esempio asili nido, e darà  contributi agli asili privati. Agli amici beninteso, ammazzando il libero mercato e peggiorando le cose.
    Da dove ricominciare? Io da Di Pietro…finché continerà  a non avere condannati nel suo partito.

  2. […] I 22 punti della bozza del federalismo fiscale, sommati, danno il solito quadro che prevede la conservazione dei privilegi della casta, aumento dei politici da mantenere e aumento […]

  3. freeman ha detto:

    quando si tratta di sparare boiate i fans del mafionano sono davvero bravi, del resto hanno imparato dal loro ducetto, che é il re delle boiate.

  4. Piero ha detto:

    @ meglio di destra che di sinistra

    Ancora a difendere una classe dirigente piuttosto che un’altra? Ma non ti rendi conto che attualmente in Italia non c’é nessuno in grado di ascoltare il popolo?
    Ma ti sei mai chiesto se il mondo in cui vivi sia giusto?
    Rifletti bene prima di affermare che uno sia meglio dell’altro… o sarebbe meglio dire sono uguali?
    Visto che affermi che chi difendi siano meglio di altri prova a chiedergli cosa é il Signoraggio, il trattato di Lisbona,o il Sionismo…
    Schierarsi non vuol dire “tifare” per qualcuno, ma semplicemente cercare la verità .
    Spesso però la verità  non é quella che vogliamo sentire…
    Rifletti con la tua testa… Ciao

  5. adriano bianchi ha detto:

    secondo me dovresti guardare qualche giornale estero(in rete ci sono anche tradotti) e leggere quel che dicono di noi,della nostra economia,della nostra politica….prova a leggerli:roba da cambiare nazione all’istante…
    e’ ovvio che guardare troppo emilio fede fa male: e ti assicuro che nn c’entra nulla essere di destra e sinistra…tutte bischerate….ciao

  6. meglio di destra che di sinistra ha detto:

    io credo che siete solo una massa di comunisti con un piccolo e quasi impercettibile cervello..credo che forse dovreste allargare un attimo la vostra visione del mondo e non basarvi su quello che vi dicono i vostri compagni..quei compagni che appena sono entrati al governo hanno fatto solo danni alzando le tasse mettendoci in ginocchio al primo cenno di finanziaria e parlando parlando parlando a vanvera con SCARSI E PRESSOCHé INUTILI RISULTATI.parliamo dei vostri compagni che appena arrivati al governo hanno lottato addirittura tra di loro e si sono dati contro..parliamo del vostro compagno prodi che nonostante ogni volta lo mettono al governo dura si e no quanto l’abbaio di un cane e poi SE DIO VOLE-perché é in questi casi che si capisce che DIO ESISTE DAVVERO- il governo cade.
    Il fatto é che voi non avete la piu pallida idea di che cosa voglia dire il federalismo perché provate a leggerlo nei vostri giornali comunisti ed é anche ovvio che a loro non va bene quello che fa la destra.Il vostro problema é che non ve ne fate una ragione del fatto che quando arrivate voi al governo fate tabula rasa e torniamo alla lotta di classe,cosa che con la destra non succede mai.diamo alla destra ciò che é della destra,e cioé l’italia.
    fateci lavorare e fare il nostro gioco,e vedrete che COME AL SOLITO l’italia starà  meglio.fino ad ora Berlusconi ha realizzato ciò che era nel suo intento e NESSUNO SI é LAMENTATO.Nel frattempo,fatevi un esamino del cervello..e pensate a quello che sta succedendo ora all’alitalia grazie ai vostri compagni..una cosa c’é da dire..che l’alitalia stava crollando e berlusconi ha cercato di trovare qualcuno per tirarla su,e non farla andare in mano agli stranieri e perdere l’ultima cosa che ci rimaneva di italiano…ti ricordo,che per voi cpmpagni comunisti,il problema alitalia non sussiteva affatto..COMPLIMENTI.
    Te lo sai che ora se salta l’accordo con l’alitalia quei cari responsabili di volo che guadagnano 7mila euro al mese-che non vogliono andare a guadagnare meno e allora preferiscono opporsi all’accordo,come era prevedibile-si ritroveranno con il culetto all’aria?????bene guarda se lo meritano proprio e io goderò a tal punto di ridere di gusto guarda.e anche per questo,ringrazia i tuoi compagni.

  7. nero ha detto:

    […] Con l’autunno alle porte, le fanfaronate berlusconiane della campagna elettorale date in pasto al popolino smemorato e rimbambito dalle veline vengono al pettine. I 22 punti della bozza del federalismo fiscale, sommati, danno il solito quadro che prevede la conservazione dei privilegi della casta, aumento dei politici da mantenere e aumento delle tasse per i cittadini. Continua a leggere… […]

  8. michele lan ha detto:

    Prima o poi verrà  il liberatore e ci salverà …… Arriverà  e caccerà  i politici corrotto i ladri e i farabutti…..

  9. Rick ha detto:

    Bellissimo questo post, complimenti!

  10. Piero ha detto:

    @ CHICCA

    So che tendenzialmente cerchiamo di scacciare dai nostri pensieri questi argomenti che ci possono sembrare assurdi perché in fin dei conti veniamo cresciuti e educati dal “SISTEMA”.
    Ma se con un piccolo sforzo di critica ti accorgi che oggi come 10 0 1000 secoli fa non si vive in democrazia; se si aprono gli occhi, ci si accorge che il mondo non ha fatto nessun passo avanti, nessun popolo é libero né tantomeno sovrano, sovranità  che é appartenuta sempre e solo ed esclusivamente hai stegocrati.
    L’Italia ti sembra più marcia solo perché la corruzione e la mafia appartengono alla sua cultura, e poi se mi permetti, la nostra classe dirigente si beffa di un popolo che non é in grado di prendere in mano una forca!!
    In altri stati gente come Berlusconi o Tanzi o mille altri marcirebbero in carcere mentre da noi gli si lascia fare qualsiasi cosa, perché in fondo, a noi che ci frega?
    Però il punto non é questo, il punto é che finché non si farà  chiarezza su chi sta dietro al “SISTEMA” e come agisce la sua influenza (massoneria in particolare), non potremo liberare i popoli dalla loro influenza negativa che oggi sta distruggendo l’uomo e il pianeta.
    I giovani oggi hanno il compito di informarsi e di non allinearsi, perché oggi più di ieri internet non si può controllare, almeno non completamente.
    Discutiamo di queste cose, apriamo le menti della persone comuni, liberiamoci dalle catene…

  11. Marco Corino ha detto:

    Tanto i lettori de Il Giornale e gli spettatori del TG1/2/3/4/5 non lo sapranno… La rabbia fa bene, aguzza l’ingegno e fortifica la mente, non evitatela!

  12. adriano bianchi ha detto:

    chicca il tuo sgomento misto rabbia e’ anche il mio come penso di tanti altri…stanotte son tornato alle 4 e ho avuto la bella idea di leggermi qualche notizia e/o blog di grillo e di pietro…ecco fino alle 5 e 30 a schiumare dal nervoso e oggi al lavoro nn penso altro a come poter espatriare al piu’ presto…non c’e’ futuro gia adesso e sinceramente nn ho idea di come per assurdo potrebbero cambiare le cose……questi ormai nn li toglie piu’ nessuno di lassu’ ma la cosa piu’ triste e’ sapere che la maggior parte degli italiani pensa ai culi delle veline o a picchiarsi la domenica allo stadio….siamo proprio rinkoglioniti cronici ormai

  13. diego b. ha detto:

    Che presa per il culo totale e generale!
    Io sono favorevole alle aree metropolitane, dovrebbero però servire a togliere le province e i comuni, non aggiungersi ad essi! Ma questi babbioni dove cazzo vivono??

  14. CHICCA ha detto:

    buon giorno daniele buon giorno amici
    il mio secondo appuntamento della giornata é con il blog, il primo, all’alba con il tai-chi e mentre il primo mi libera la mente il secondo mi carica, obtorto collo, di una rabbia impotente che vanifica i benefici della mia ginnastica mentale. non é certamente colpa degli amici e dei loro commenti né dei post di daniele ma della consapevolezza che pur se a conoscenza di fatti e misfatti, siamo messi nella condizione di impotenza di fronte ad avvenimenti che richiederebbero ben altro che le nostre rimostranze e gli sfoghi personali su un blog. hai ragione helena bisogna informare, ma qui noi, siamo tutti consapevoli e il mio dubbio é che oltre a parlarci addosso non stiamo facendo altro
    io credo che l’unico motivo che faccia muovere gambe e testa sia mettere le mani nel portafoglio degli italiani
    infatti la propaganda elettorale che, secondo me, ha influenzato maggiormente l’elettorato a rivotare per berlusconi, sia stata l’abolizione dell’ici
    nel momento in cui si renderanno conto che quello che é stato tolto gli verrà  imposto anche se con nomi diversi, ci sarà  una reazione da parte degli stessi elettori del pdl
    dubito che gli italiani (la maggior parte) si preoccupi che alla giustizia sono state tarpate le ali, che l’informazione tra poco non sarà  più libera, che a breve ci impediranno anche di parlare tra di noi in rete, che chi ci governa ha forti legami con esponenti malavitosi e che la curruzione corre tra i banchi del parlamento come un fiume sordo
    che la scuola ha avuto tagli così clamorosi da non permettere più agli insegnanti (quelli che sono rimasti) di svolgere il proprio compito con tranquillità  e responsabilità 
    l’unico argomento che scuote i nostri connazonali seminarcotizzati é il denaro
    e quando, a breve, si accorgeranno che il paese di bengodi in realtà  é una utopia, come l’isola che non c’é, allora ci troveremo di fronte ad una nuova prospettiva

  15. Luca Viscje Brasil ha detto:

    Lo schifo che mi aspettavo!

    Fosse per me si dovrebbe eliminare le Province, che non servono a niente. Istituzioni come i Comuni e le Regioni, bastano e avanzano! E loro istituiscono nuovi organi e mantengono tutte le provincie assurde che abbiamo, piene di parassiti e voragini monetarie! Fuck off!!

    Ho scritto un post SUGLI OGM CHE VOGLIONO SPERIMENTARE IN FRIULI. Ma non sono vietati in Italia gli OGM??

    Date un’occhiata:

    http://lucaviscjebrasil.blogspot.com/2008/09/ogm-in-friuli.html

    Ciao Daniele e grazie!
    Luca

  16. helena f. ha detto:

    E’ stato molto interessante stasera Blu Notte per rinfrescare la memoria su Tangentopoli e Mani pulite.
    Forse a volte c’é stata gogna mediatica e qualche metodo da parte dei magistrati troppo forte, (carcere preventivo, molti suicidi a seguito dell’inchiesta, non ne ricordavo così tanti) ma quell’inchiesta fu importantissima anche se al dunque, dei tanti arrestati o coinvolti pochissimi sono stati condannati soprattutto perché i reati sono caduti in prescrizione. E quelli condannati sono sempre lì, come se nulla fosse successo, senza nessuna vergogna.
    All’epoca i media facevano opinione pubblica, erano più vicini alla gente e la gente si indignava, partecipava, protestava. Memorabile il lancio delle monete e altro davanti al Raphael all’arresto di Craxi.
    La trasmissione si conclude con la fine politica di Craxi e l’avvento di Berlusconi. Lucarelli pone una domanda: c’é ancora oggi Tangentopoli? E quali sono oggi i suoi confini?
    Dall’avvento di Berlusconi in politica tutto é cambiato. Tramite il suo potere mediatico la gente é stata narcotizzata, plasmata a sua immagine.
    E’ propio vero: il Governo ha il popolo che si merita, non il contrario.
    L’opinione pubblica non esiste, scomparsa dei fatti, i media danno notizie scollegate che non aiutano la comprensione degli avvenimenti.
    Il connubio mafia-politica-economia si é rafforzato e raffinato dall’epoca di Tangentopoli.
    La corruzione e l’illegalità  esistono come prima e più di prima ma i magistrati sono messi in condizione di non lavorare oltre alla ferraginosa macchina della giustizia che non é in grado di funzionare come dovrebbe.
    I politici sono più arroganti di prima, sanno di essere intoccabili soprattutto ora con lo sconvolgimento della Costituzione e l’entrata delle nuove leggi che limiteranno sempre più il potere dei magistrati e quindi la giustizia sarà  sempre più ingiusta (grazie alla riforma) e la legge sempre meno uguale per tutti. L’informazione già  non c’é e sarà  sempre più imbavagliata, soprattutto con la legge sulle intercettazioni.
    Siamo messi veramente male.
    La situazione é tragica anche se la maggioranza della gente non se ne rende conto, ahimé.
    Bisogna assolutamente fare qualcosa… in primis INFORMARE.
    Non é possibile assistere impotenti all’uccisione di tutti i nostri diritti e della nostra libertà .

  17. Wil Nonleggerlo ha detto:

    Daniele caro ed Utenti.

    Tenetevi pronti.

    Un nuovo Indultino sta per esplodere: stavolta lo scopo reale é il disintasamento delle carceri, o l’ennesima manovra salva colletto bianco? E loro parlano di braccialetti …

    Le Intercettazioni tengono banco, mentre le Famiglie s’indebitano per sbarcare il lunario, alimentando quel malefico circolo vizioso del credito al consumo. L’ennesima bolla che tra non molto tuonerà  come uno Tzunami finanziario.

    Ma attenzione!

    Di questo e molto altro ne discuteranno i Geni della GIUSTIZIA, in un Forum ad essa dedicata:

    MASTELLA – ANDREOTTI – COSSIGA – ALFANO.

    Ce ne rendiamo conto?

    Guardare per credere:

    http://nonleggerlo.blogspot.com/2008/09/allultimo-sangue.html

  18. rent ha detto:

    Freeman come sempre sono d’accordo con te. Voto agli idioti e mass media ai massoni e il gioco é fatto…

  19. CHICCA ha detto:

    patty io direi che gli italiani hanno fatto harakiri
    nessuno ti calpesta se non diventi tappetino, dice il mio maestro di tai-chi

  20. patty ha detto:

    CHICCA
    io direi criminali dato che hanno ucciso gli italiani moralmente ed economicamente.

  21. dario ha detto:

    settantadue anni, quando già  era in quiescenza, Badoglio ha dovuto cominciare a fare il politico, lavoro che non era sicuramente il suo. Si é trovato cioé a prendere decisioni particolari in un periodo storico convulso”.
    basta sostituire il nome badoglio con un altro che inizia anche con la B ed é fotocopia

  22. la storia infinita ha detto:

    domani é il 65.mo anniversario dell’8 settembre data di un armistizio che ci qualificò agli occhi di tutti, alleati antichi e nuovi per quel che siamo:vigliacchi
    ecco come il” velino” racconta badoglio
    Da destra e da sinistra, per ragioni chiaramente opposte, si rinfacciano a Badoglio soprattutto la conduzione delle trattative con gli Alleati all’indomani della caduta di Mussolini, la fuga a Sud con la famiglia reale e il caos creatosi dopo l’8 settembre. “E’ stato fatto oggetto di libelli denigratori – dichiara Allemano – i quali non hanno tenuto conto che nel 1943, a settantadue anni, quando già  era in quiescenza, Badoglio ha dovuto cominciare a fare il politico, lavoro che non era sicuramente il suo. Si é trovato cioé a prendere decisioni particolari in un periodo storico convulso”. Terminata l’esperienza di governo, Badoglio non volle prendere parte alla vita politica dell’Italia repubblicana e visse gli ultimi anni per la famiglia. “I politici lo tennero in disparte – spiega Allemano – mentre seguitarono a piovergli addosso critiche da alti ufficiali quali il generale Roatta e il maresciallo Messe.
    Quando Badoglio morì, la commemorazione in Parlamento venne tenuta solamente da un deputato monarchico e da un esponente del partito dei contadini, un movimento cattolico di centro-destra. E ai funerali di Stato i politici furono pressoché assenti”. “Suggerisco che al paese di Grazzano venga tolto il determinante “Badoglio”, perché per l’Italia rappresenta un’infamia avere una località  dedicata ad un personaggio criminale”. Questo il drastico giudizio su Pietro Badoglio consegnato al VELINO dallo storico Angelo Del Boca, uno tra i maggiori studiosi delle vicende coloniali italiane

  23. stefano ha detto:

    a fine ‘700 in francia accadeva qualcosa di simile. Versailles come palazzo chigi e montecitorio e palazzo madama.
    tante teste dopo sono rotolate. chissà  cosa ne dice Vico…giambattista intendo.

  24. bahrabba ha detto:

    ma non si può sottolineare Bossi quando parla? mi é venuto mal di testa nel cercare di capisce cosa sbiascica

  25. francesco ha detto:

    e gia caro silvio ….
    l italia e un AZIENDA COMPLICATA!
    hai detto propio questo !
    .
    l italia non e affatto un azienda , ma una REPUBBLICA!
    LA TUA ESIBIZIONE E STATA grandiosa in questo video ,
    continua cosi che gli italiani si accorgeranno che li prendi per il culo in continuazione…
    ma voi italiani ……..
    ma vero come dice daniele , …berlusconi e il campione italiano per eccellenza in tutti i sensi!
    la cosa piu catastrofica e che la maggior parte degli italiani , vuole essere come lui! alrimenti berlusconi non avrebbe dovuto ricevere tutti i voti che ha invece ricevuto!
    chi lo ha votato ? chiiiiiiiiiii???????
    gli italiani lo hanno votato , e gli italiani se lo piangeranno!
    ma come mai ancora non si scende in piazza !
    ma diciamo vero?

  26. CHICCA ha detto:

    confuto il commento di piero perché se così fosse in tutta europa avremmo governi infestati da delinquenti
    invece così non é
    angela merkel j.l. radriguez zapatero sono persone per bene che non hanno carichi pendenti con la giustizia
    lo stesso nostro prodi poteva non piacere ma era certamente una persona pulita, e cosa dire allora del
    ministro francese dell’Economia Hervé Gaymard, quarantaquattrenne, amico di Chirac, padre di 8 figli, che é stato costretto alle dimissioni, da un’azione congiunta della stampa, dell’opposizione socialista e del segretario del suo partito. Cosa aveva combinato di tanto grave da essere costretto a lasciare?
    Aveva occupato per cinque giorni, a carico dello Stato, un appartamento di 600 metri quadrati e aveva raccontato un paio di bugie, affermando pubblicamente di essere nullatenente, mentre era proprietario di due case, una di 200 metri quadrati a Parigi, fittata ad un amico e l’altra in Bretagna. Insomma, nella Francia governata dal centrodestra, un solo caso simile alle centinaia della affittopoli italiana, ha costretto un ministro giovanissimo e con un grande avvenire, a troncare la carriera politica.
    raccontiamola come é giusto raccontarla, solo in italia prospera la mafia ed i corrotti sono al centro del potere perché il governo ha il popolo che si merita

  27. serpico ha detto:

    @ Piero

    Hai ragione, le pedine del sistema che siano di destra o di sinistra non cambia nulla, tanto sono tutti pilotati. La massoneria é molto importante in Italia e lo é sempre stata. Non tutti i massoni sono delinquenti, anzi la maggior parte non ha idea di cosa succede agli alti livelli.
    Ci sono anche altri problemi. I poteri forti legati ai movimenti eversivi degli anni ’70 sono serviti a consolidare il regime. Consiglio a tutti di guardarsi il documentario della BBC su Gladio disponibile su youtube.

  28. Piero ha detto:

    Cari ragazzi…
    vedo che continuate a discutere di Berlusconi, Prodi, Veltroni, Fini, ecc. senza aver chiaro che state discutendo di PEDINE che lavorano per il “SISTEMA”.
    Sapete cosa é il Signoraggio? Casa sia la riserva frazionaria? La BCE? Federal Reserve o la WTO?
    Le persone che arrivano al POTERE ci arrivano perché il “SISTEMA” lo consente, infatti non vedrete mai persone moralmente intaccabili presidenti del consiglio.Cercate la verità , non fermatevi solo hai nostri squallidi politici che al contrario dei loro colleghi stranieri sono solo ‘meno’ nazionalisti.Cercate la verità …

  29. freeman ha detto:

    molte persone sono già  fuggite all’estero da un pezzo, stanno molto meglio e non hanno alcuna voglia di tornare. e hanno perfettamente ragione!

  30. adriano bianchi ha detto:

    solo bin laden ci salvera’….speriamo venga presto col primo volo

  31. Marco B. ha detto:

    La sai una cosa caro Daniele, più andiamo avanti(cioé indietro)e più mi convinco che é proprio ciò che ci meritiamo.
    Non é colpa di Berlusconi, Prodi, D’Alema, Calderoli, Fini, Bossi, e Di Pietro se stiamo messi sempre più giù nel baratro, la colpa é degli ITALIOTI(di ITALIANI neanche l’ombra)che mercanteggiano il loro futuro e dei loro figli sempre al ribasso. I politici che abbiamo avuto e che continuiamo a mantenere in fondo non sono altro che l’ITALIOTA MEDIO(CRE)che ha bisogno di un Messiah che gli dica cosa fare e cosa pensare proprio perché l’ITALIOTA é un ignorante, pusillanime, arraffone, fattinkulo e quaqquaraquà  che meglio non potrebbe essere rappresentato se non da costoro. Forse i fiammiferi farebbero più comodo per bruciare(meglio se vivi o quel che ne resta)gli ITALIOTI benché Calderoli sarebbe uno dei primi a prendere fuoco fosse per me!! IO non vedo più vie d’uscita da questo skifo se non la migrazione di massa all’estero(persone e aziende intendo) .. ma temo che fuori ci prenderebbero ancora di più a calci nel kulo di quanto già  non fanno se soltanto ci provasimo a scappare.

  32. Marco ha detto:

    ..un piazzista di pentole bucate, ecco cosa sembra quel delinquente (cit.) in questo video..persino le movenze hanno studiato per esaltare le menti sub-umane dei loro elettori..mafioso falsissimo e ipocrita, lo odio con tutto il cuore e dovrà  decidere per i prossimi 5 anni (spero cada o, meglio, muoia prima..) sulla mia/nostra vita. Vado a vomitare.

  33. caterina ha detto:

    Concordo con Chicca, la lingua italiana é precisa e ricca di vocaboli. Delinquenti va proprio bene.
    Voi dite: gli italiani se ne accorgeranno. Purtroppo secondo me non é così. Se se ne accorgessero, si incazzerebbero, almeno alcuni (molti?), ma il punto é che non sapranno cosa succede. L’ICI tornerà  chiamandosi PincoPallino, e quindi purtroppo Calderoli non si darà  fuoco.
    L’informazione che ci manca é il vero problema. Un esempio banale é sul Corriere online, mi pare di ieri: per dare la notizia della causa vinta dall’Economist usa un trafiletto che fa riferimento SOLO alla copertina della rivista, quindi praticamente solo al TITOLO dell’articolo (Why Mr. B. is unfit to lead Italy), mentre la sentenza (su voglioscendere.it) é molto articolata, ed esamina l’articolo intero, rigettando una ad una le “lagnanze” del diversamente onesto. Solo che fare riferimento a quello vorrebbe dire permettere ai lettori di trovare ripercorse le tappe della sua “carriera”, Mangano incluso, e quindi il Corriere, semplicemente, non ne parla…

  34. CHICCA ha detto:

    bn giorno a tutti un saluto a martinelli
    io non chiamerei berlusconi e compani buffoni, bensì delinquenti
    la lingua italiana é molto precisa
    il buffone fa ridere é comico ma un sorriso lo strappa comunque
    invece il delinquente é colui che ha commesso azioni illecite o malvagie, é persona capace di disonestà  abiezione e sim, é un criminale
    buffi sono semai gli elettori di questi delinquenti che, credendo di poter finalmente sorridere dopo la vittoria del loro eroe, si son trovati nella stessa sala, a guardare un altro film

  35. luca c. ha detto:

    Ripeto il voto non é per tutti.
    Ci sono milioni di teste di Kazzo, che non sanno
    neanche dove hanno i piedi, e cosa é bene o male
    per loro stessi.
    Con questo numero esorbitante di Koglioni, plagiati
    dai merd-midia, non c’é scampo.

  36. Raffaele ha detto:

    Gli imbecilli che lo hanno votato scopriranno presto che Lui (come del resto tutta la classe politica), finché sta(nno) bene, continua(no) a fare soldi e guadagnare alle nostre spalle, non dirà  mai che le cose in Italia vanno male. Nessun tg lo dirà  perché Il Cainano non vuole intralci nel suo disegno criminale. Non arriverà  un Bruce Willis che ci salverà , tra sparatorie e inseguimenti. Io spero che gli italiani si sveglino dal loro torpore ipnotico e buttino pietre (altro che monete!) in faccia a questo(i) sciacallo(i), o meglio sanguisuga(ghe).
    In merito al post, io credevo che loro intendessero fare un federalismo fiscale come in Spagna, dove le Comunità  autonome (equivalenti alle nostre regioni) hanno una forte indipendenza in campo legislativo e anche fiscale, nel senso che scelgono loro quali leggi, o campi specifici della legislazione, sono di loro competenza. Hanno inoltre uno Statuto che funge da “costtituzione” per ogni singola Comunità  Autonoma.
    Per fare ciò in Italia, bisognerebbe però stravolgere la Costituzione, dato che la Carta costituzionale spagnola é molto più elastica ed é basata sulla autonomia delle suddette “Comunidad”, le quali si sono formate “a macchia di leopardo”, seguendo l’esempio delle prime 3 che nella “transicion politica” (1975-1978: periodo che va dalla fine del franchismo alla approvazione della carta costituzionale) avevano già  le idee chiare in materia di autonomia: la Catalogna (in materia legislativa e governativa ma non fiscale), i Paesi Baschi e la Navarra (anche in materia fiscale).
    La conclusione é che, da quanto apprendo dal post, i leghisti hanno fatto un brutto “minestrone”, che non si può definire in nessun modo “federalismo fiscale”.
    L’art. 119 già  modificato con la l. cost. del 2001 penso sia abbastanza chiaro. Se si vuole ulteriormente decentrare la struttura politica, bisogna metter mano alla Costituzione.
    E questi soggetti che sono al potere é meglio che non la tocchino la nostra Costituzione, dato che fanno solo guai e ogni cosa che toccano si trasforma in ….. (lascio a voi il giudizio).

  37. freeman ha detto:

    purtroppo in questo paese di merda gli imbecilli sono la grande maggioranza, e purtroppo votano…

  38. Paul Kersey ha detto:

    Guardate che la COLPA non é mica di Berlusconi.
    Lui é stato solo più sfortunato.
    Benetton, Tronchetti Provera, le Assicurazioni, le Banche e tanti altri, come mai continuano ad arricchirsi e nessuno li incolpa di niente ?!
    Berlusconi é stato sfigato nel senso che ha perso il suo paravento e cioé Craxi, così, rimasto nudo, si é dovuto salvare da solo entrando in politica.
    Per me é stato più pirla degli altri.
    Gli altri rubano da dietro, ma nessuno li odia quanto é odiato lui. Spariamogli se volete, ma la situazione non cambierà .
    La colpa di questa situazione non é sua. Certo, lui contribuisce ad alimentarla, ma non ne é la causa.
    Avesse ancora un protettore, non sarebbe in politica.
    L’Italia é un sistema, un sistema mafioso a tutti i livelli, in cui gruppi di potere fanno quello che vogliono delle nostre vite.
    Bisognerebbe sapere chi regge le fila, per poi agire contro di questi, i veri “padroni”
    e a quel punto non avere NESSUNA PIETA’.
    Gli Italiani sono capaci di fare questo ?!!!!

  39. libero ha detto:

    simili a ciarlatani come nelle fiere di paese del 1800 quei ciarlatani che vendevano stronzate che facevano guarire tutti i mali il male la cosa peggiore é che anche dopo la sua morte o i suo esilio o la sua impiccagione tutto quello che ha creato resterà  putroppo restera ancora chissà  per quanto tempo le sue tv continueranno a rimbecillire i nostri figli i nostri nipoti siamo peggio dei nostri nonni fammelo dire siamo peggio dei nostri nonni almeno loro erano dei poveri contadini che non avevano studiato di conseguenza si son bevuti facilmente tutte le cazzate di mussolini ma noi noi non abbiamo scusanti per avergli dato potere e averlo lasciato libero di fare a sto coso volgare criminogeno senza valori non abbiamo nessuna scusante nessun alibi siamo peggio dei nostri nonni vergognamoci un po tutti quanti

  40. Carlo ha detto:

    é proprio vero che l’italia l’ha cambiata. io direi stravolta da capo ai piedi.più distrutta di così…
    se daniele ti servono i fiammiferi credo che i tabaccai te li regalano per giusta causa…

  41. Mary ha detto:

    Purtroppo ancora gli italiani che hanno votato il nano-mafioso non se ne rendono conto…..non si rendono conto che stiamo sempre più sprofondando nella merda…..spero che vengano sommersi insieme al loro eroe….

  42. giuseppe f ha detto:

    Ps…Daniele io vorrei accenderli tutti…..manica di viscidi parassiti!

  43. giuseppe f ha detto:

    Caro Daniele Io sono contento….sono contento soprattutto per tutti quei CRETINI che lo hanno votato, per tutti quei CRETINI che HANNO CREDUTO NELLE PAROLE DI QUESTO MAFIOBUGIARDO.
    Sono contento per i piccoli imprenditori che lo hanno votato e che LO PRENDERANNO NEL LISCA.
    Sono contento per quelli che lo hanno votato e che non avranno di che mangiare perché continuerà  a sperperare il denaro pubblico e ad ignorare le esigenze primarie delle persone.
    BERLUSCONI BUGIARDO CREPERAI ANCHE TU UN GIORNO!

  44. Icekent ha detto:

    quel che dici é perfettamente vero, lampante.
    però mi piacerebbe sapere cosa stava facendo la sinistra nei cinque anni del primo governo prodi. avrebbe avuto il tempo e la possibilità  anche numerica di intervenire sul conflitto di interessi, e non l’ha fatto.
    avrebbe avuto la possibilità  di dimostrare ai cittadini nelle città  da essa governate che l’ici stava funzionando, ed avrebbe ad esempio potuto inserire delle detrazioni pari all’ammontare dell’ici.
    a roma il buon veltroni non si é mai preoccupato di riscuotere la tassa sulla nettezza urbana dalle aziende pubbliche (poste, telecom).
    il primo atto del secondo governo prodi é stato l’indulto, non dimentichiamolo, mentre all’epoca d’alema, succeduto a prodi in perfetto stile democristiano, non mosse foglia verso le molte magagne di berlusconi.
    veltroni, nelle primarie del pd, ha usato lo stesso criterio della orrenda legge elettorale, lista unica e senza preferenze, bel modo di inaugurare un partito ‘democratico’.
    a questo punto, dove sono gli italiani, chiedi? in parte addormentati dalla ruota della fortuna, ed in parte addormentati e basta.

  45. Massimo de Nittis ha detto:

    Alcuni personaggi politici della attuale maggioranza di governo, recentemente hanno avuto il coraggio di dire che l’Italia é cambiata in meglio da quando si é insediato il governo Berlusconi.
    Che si riferiscano per caso alla “legge vergogna” che rende immuni le quattro più alte cariche dello stato denominata Lodo Alfano ?? Mah…
    Gli italiani non hanno in merito alcun dubbio, infatti :
    – L’inflazione é in continuo aumento.
    – La benzina é sempre alle stelle e le bollette dei servizi primari aumentano come prima.
    – Il pil qualche giorno fa é stato dichiarato in continuo ribasso e la crisi economica persiste come prima e più di prima.
    – Il debito pubblico continua a lievitare come prima e più di prima.
    – Molti cittadini e molte famiglie continuano ad avere grossi problemi ad arrivare alla fine del mese come prima e più di prima.
    – La popolazione campana e i napoletani continuano ad avere come prima il grosso problema dell’immondizia, nonostante le dichiarazioni di propaganda del premier.
    – L’affare Alitalia, perché di affare si tratta, sembra una perfetta presa in giro, e non si capisce come i media possano ancora parlare di “salvataggio” della nostra compagnia di bandiera.
    – Qualche giorno fa é stato approvato un decreto legge di riforma della scuola elementare, che per molti aspetti ci riporta indietro di 40 anni !
    E a proposito della tanto decantata sicurezza dei cittadini ??
    – Gli zingari continuano a fare i comodi loro e sono quasi tutti dove erano.
    – Gli extracomunitari continuano a sbarcare sulle nostre coste come prima e più di prima.
    – Le persone, soprattutto anziane, continuano ad essere a rischio e addirittura a morire per gli scippi come prima.
    – La violenza e gli stupri sulle donne ci sono come prima e più di prima.
    – I turisti rischiano bruttissime esperienze venendo a trascorrere le loro vacanze nel paese di pulcinella, e questa estate abbiamo avuto esempi eclatanti !!
    – Le associazioni mafiose continuano ad arricchirsi sempre di più con lo spaccio di droga, e a riciclare alla grande il denaro sporco come prima e più di prima.
    – Le associazioni mafiose fanno affari, si introducono nelle istituzioni e sono sempre più radicate sul territorio e non solo nelle regioni del sud, come prima e più di prima.
    E intanto Berlusconi compra la sua quindicesima mega villa….

    http://massimodenittis.blogspot.com

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.