A Torino una donna denuncia il furto della propria auto. Negli stessi minuti una volante sta inseguendo il ladro di quell’auto perché poco prima era stato visto con un amico rovistare altre auto nel parcheggio di un centro commerciale.

Il ladro in fuga imbocca strade in controsenso e azzarda sorpassi pericolosi. Mette a repentaglio la sicurezza altrui. Per dirla alla Salvini sarebbe un “Far West”. A un certo punto il ladro si schianta con l’auto rubata contro un palo e muore.

La vittima si chiamava Giamal Perra. Non era immigrato e tantomeno un marocchino. Era un torinese doc con la passione per la Juventus e l’antipatia per Giuseppe Conte come dimostra il post tratto in foto dal suo profilo su Facebook.

Probabilmente Giamal simpatizzava per la Lega di Salvini. Lega che infatti su questa morte da Far West tace. Tace Salvini, tacciono Giorgetti, Romeo, Fontana, Calderoli ecc. tacciono tutti. Nessun Far west, nessun problema di sicurezza, nessun Maroni che promette di pagare l’avvocato alla derubata come fu invece per il pensionato che a Vaprio uccise il ladro romeno, di cui Salvini disse che “se l’è cercata”.

Niente di niente. Non trattandosi di marocchini o immigrati per la Lega va tutto bene. Il ladro morto è italiano, quindi della razza sbagliata per fare propaganda razzista. Del resto i parenti e gli amici di Perra sono potenziali elettori. Probabili voti. Meglio allora tacere.

Magari la Lega tacesse sempre!

Lascia un commento