Burocrazia, Raggi striglia Conte

«Dobbiamo dare risposte concrete e veloci per evitare rischi di ribellione da parte di cittadini esasperati dall’emergenza e dobbiamo essere più rapidi della criminalità. Fra i più deboli ogni giorno precipitano centinaia di famiglie che fino a 2 mesi fa riuscivano a garantirsi la sopravvivenza. Il punto è che la protezione economica e sociale devono andare di pari passo. In questi mesi di lockdown abbiamo affrontato una crisi senza precedenti. La priorità è ridare fiducia a cittadini, imprese, riaprire le serrande il prima possibile. Perché dietro una serranda c’è una famiglia. Dobbiamo semplificare tutto. Vogliamo consentire alle imprese di rialzare la serranda in 24 ore. Stiamo portando la proposta al governo per cercare un antidoto alle conseguenze di questa crisi a cominciare dall’usura. Io ho fatto una lotta senza quartiere a una famiglia criminale romana, i Casamonica, che ha fatto dell’usura la sua fortuna iniziale. Bisogna cambiare passo, invertire rotta. Il modello è quello di Genova, che in un anno e mezzo è stata messa in condizione di ricostruire il ponte Morandi, grazie a un decreto ad hoc. Questo ci serve, essere autorizzati a semplificare».

Virginia Raggi, sindaco di Roma.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.