Le leggi si applicano ai nemici e si interpretano per gli amici“. Giovanni Giolitti, più volte presidente del Consiglio a cavallo tra l’800 e il ‘900.

Lascia un commento