Penso che Nicola Mancino ha sbagliato e che di nuovo, la paura non è mai buona consigliera. Mancino temeva il confronto con me non per me, ma perché ha dimenticato troppe cose. Si è ficcato da solo nei guai: non ricorda di avere visto Borsellino al ministero, non ricorda che gli ho parlato dell’interventismo dei Ros, non ricorda nulla della questione 41-bis. Non ricorda troppe cose“. Claudio Martelli al Fatto.

Un pensiero su “Mancino, maledetta amnesia”

Lascia un commento