«C’è il rischio che la disoccupazione diventi cronica, strutturale e dunque più difficile da sradicare. L’Italia, come il resto della zona euro, vede una mancanza di segnali di miglioramento sul fronte dell’occupazione che invece registriamo in altre zone del mondo, sia pur lievemente», Pier Carlo Padoan, capo economista dell’Ocse.

Un pensiero su “Giovani italiani: partite”

Lascia un commento