La Lega scarica Forza mafia a Desio. Non a Roma

M. Salvini (Lega): “La Lega é uscita ha mollato gli assessorati le poltrone a Rho, a Bareggio, a Desio, quindi dove c’é gente che governa, anche del Pdl alleati con cui governiamo a Roma e in regione, che non ci piacciono ma non perché hanno i capelli biondi, ma perché hanno contatti con ambienti poco tranquillizanti, noi usciamo.”
Daniele: “Tipo Dell’Utri?”
M. Salvini: Non risponde… “abbiamo mollato le poltrone non so se altri lo fanno, però ripeto casi concreti: Rho, Bareggio e Desio.”
Daniele: “E Roma? Quando Roma?”
M. Salvini: “A Roma stiamo lavorando per portare a casa il federalismo, capisco che a voi non piace però, ormai, ci stiamo provando in tutte le maniere.
Daniele: “16 anni per non combinare niente.”

Montecitorio é chiuso per una settimana perché il piduista delinquente che ha pagato i mafiosi travestito da presidente del consiglio non si vuole dimettere. Ma dovrà  farlo e sparire per sempre dai palazzi. La Lega dovrà  fare molta attenzione a rimanere alleata al partito sponsor della mafia. Quello che ha finanziato gli strangolatori del piccolo Di Matteo, che per quel tumore vivente di Brusca era “il cagnolino“. La Lega potrebbe pagare cara la scelta alle prossime elezioni. Gli italiani non sono proprio così fessi come i leghisti.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.