All’imputato il palco, ai contestatori la Digos

L’imputato Antonio Bassolino parla dal palco con arroganza e supponenza. Un gruppo di cittadini lo contesta in materia di rifiuti e ambiente. La Digos si avvicina ai contestatori per difendere l’imputato che trova il tempo per fare comizi, anziché presentarsi alle udienze del processo che lo riguarda in prima persona. Il video, girato a Caserta, ritrae momenti di un’iniziativa del partito democratico dal nome satirico: “Stati della legalità “.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

20 Commenti a “All’imputato il palco, ai contestatori la Digos”

  1. sprachcaffe ha detto:

    Perché questo Web site non hanno altro supporto di lingue?

  2. Christian ha detto:

    e’ttecredo! se salgono sul palco lo gonfiano!

  3. paolo papillo ha detto:

    grazie per avermi prestato attenzione,é vero sul blog di Travaglio non mi hanno filato proprio.se elggete i commenti parlano tra di loro come in una chat.invece sono soddisfatto dell’interesse ricevuto nel Blog di Grillo.
    Comunque non mi arrendo,ho deciso che intensificherò la mia battaglia conyro la falsa informazione e partecipero’ a più manifestazioni possibili,importante anche la battaglia nei blog ma dobbiamo uscire da quì e farci sentire.Grazie a tutti

  4. Roberto G. ha detto:

    Vedi Paolo: camionisti e ingegneri, tutti nella stessa barca.

    http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/economia/torino-crisi-motorola/torino-crisi-motorola/torino-crisi-motorola.html

    Daniele perché non metti un elenco sul tuo blog delle aziende più scorrette? Difendiamoci così, non compriamo più i prodotti di questi bastardi.

    Ciao Chicca grazie della tua amicizia.

  5. helena f. ha detto:

    Ciao Chicca,
    come dice Roberto G. noi commentatori possiamo fare ben poco.
    Non credo sia solo egoismo il fatto di non “rispondere” al grido di Paolo Papillo.
    Io ad esempio questa mattina ho letto quello che ha scritto Paolo e mi é preso un senso di angoscia, di rabbia, di dolore per lui e per tante persone che stanno vivendo la stessa drammatica situazione. Non sono riuscita a scrivere nulla, pur pensando in continuazione a questa terribile crisi che sta “uccidendo” molta gente.
    Non ne sono esente nemmeno io (la crisi coinvolge tutti i settori) pur non rischiando il licenziamento essendo una free lance. Ma rischio di lavorare molto poco e di non riuscire a garantirmi il minimo indispensabile per vivere in una maniera normale. Nel mio settore se non c’é richiesta non si lavora e quindi non si viene retribuiti e per il 2009 le previsioni sono nere.
    Siamo tutti sulla stessa nave che sta affondando. Qualcuno é un pò più fortunato di un altro ma il problema coinvolge tutti quanti.
    Per questo credo che non si tratti di menefreghismo, semmai di un grande senso di impotenza e di tristezza che ti lascia senza parole ma con tanti pensieri …

  6. giuseppe f ha detto:

    Che paese di merda!!!

    però penso che la solfa stia per cambiare….

  7. CHICCA ha detto:

    ciao roberto
    aspettavo il tuo intervento e non mi hai deluso….
    con te caterina ed elena ho un feeling speciale, credo che siamo sintonizzati sulla stessa lunghezza (mi perdonino gli altri) e l’ultimo periodo del tuo intervento lo faccio anche mio
    credo che daniele dovrebbe prendere iniziative concrete per chi non ha disponibilità  ma é sempre presente in prima linea per perorare la causa di cui si fa promotore questo blog
    gli avvocati dell’IDV non dovrebbero tutelare solo il corrispondente martinelli ma anche, e soprattutto, coloro che non ce la fanno da soli a far ascoltare la propria voce
    paolo si é dato tanto da fare con i suoi interventi in dirette radiofoniche rubando il tempo alle sue pause di lavoro, per fare da cassa di risonanza al partito di ADP
    é ora che il partito faccia qualcosa per lui
    un saluto a tutti e buona domenica

  8. Roberto G. ha detto:

    Caro Paolo Papillo ti capisco molto bene dato che sono passato per la stessa situazione. Quando buttarono fuori me dalla Montedison (sì la Montedison non una dittarella qualsiasi) l’unica cosa che fece il sindacato fu quella di detrarmi la quota di iscrizione dalla liquidazione.

    I partiti di sinistra sono stati fatti fuori con la collaborazione di Veltroni proprio per avere meno rotture di scatole in queste situazioni che sicuramente si moltiplicheranno.

    Bisognerebbe che blog da battaglia come questo cominciassero a diventare “operativi” nel senso di organizzare iniziative sul territorio caso per caso. Ma questa é una scelta che spetta al proprietario, noi commentatori possiamo fare ben poco.

  9. Raffaele ha detto:

    L’immagine del titanic che sta affondando mi piace. Anche se in ritardo, tutti si renderanno conto che ci vuole solo un cambiamento radicale del sistema, una mobilitazione che faccia saltare molte teste…altro che baroni all’università !…in Italia il sistema é marcio dalla base!
    Ed é per questo che tra qualche mese l’insofferenza si farà  sentire. Se non si smuove niente, allora devo concludere che la televisione ha svolto bene il suo compito. In 50 anni ha alienato gli italiani…e mi ci metto anch’io dentro, purtroppo…
    “1984” di Orwell docet!

  10. andrea poulain ha detto:

    si ma dovevano fare dei volantini qualcosa da distribuire, che cazzo di irruzione é?
    non ci sono più i contenstatori di una volta..

  11. patty ha detto:

    a paolo papillo…
    mi dispiace per la tua situazione. purtroppo la crisi é stata voluta a tavolino e gestita da economisti che hanno architettato che tutto andasse a favore delle grandi imprese.
    la politica liberale é stata quella che ha sempre fatto arricchire i grandi a svantaggio dei lavoratori.
    i grandi senza i lavoratori non possono fare niente.ecco perché hanno aperto le frontiere per i flussi delle masse, affinché chi si rifiuta di accettare l’elemosina c’é sempre chi ci sostituisce a meno.
    la politica peggiore é stata quella del neoliberismo che ha spodestato il potere statale rimettendolo nelle mani delle poche lobby oltre che a favorire lo sfruttamento della manodopera dei paesi asiatici.la delocalizzazione dei comparti produttivi ha fatto si che andassimo andassimo in malora. tutto il resto dei mutui fallimentari venduteci hanno fatto il contropelo. ma li le banche ci hanno lavorato e guadagnato. chi ci ha perso é stato chi si é trovato con carta straccia in mano.
    le leggi economiche in materia di impresa sono sballate. tutte a garanzia dei datori di lavoro e a svantaggio del lavoratore e del consumatore.
    es. una s.r.l a mio avviso non dovrebbe esistere perché in caso di fallimento non ha molto da risarcire e tutti si attaccano al tram. non parliamo poi delle cooperative dove gli utili non vengono mai spartiti coi lavoratori eppure sono e diventano soci quando creano una cooperativa. sono soci solo quando devono pagare in caso di fallimento.
    idem delle s.p.a. nessun presidente viene indagato.
    si salva un po la s.a.p.a che comunque ha un minimo di garanzia che preleva in caso di fallimento beni posseduti dal proprietario e tutte le altre che garantiscono coi beni personali in caso di fallimento. ma qui il governo ha pensato bene di tutelare i padroni perché i furbetti intestano i beni ad altri e quindi in caso di fallimento non c’é niente da spartire al di fuori dalle attrezzature e fabbricati se ci sono.
    poi ti devi insinuare nel passivo e li campa cavallo con la giustizia che va a rilento e che ci troviamo.
    non sono ammesse le class action nel ns paese.
    é tutto da aggiustare in italia perché con questi furbetti al governo ci hanno fatto passare le storture per cose giuste.
    fin che non saremo uniti tutti e andiamo a roma ad intasare i palazzi e non ce ne andremo fin che avranno sistemato le cose non risolveremo mai niente.
    dobbiamo fare come gli islandesi che hanno cacciato a pomodori uova e pietrate il loro leader che ha toppato.
    a bologna il 19 ci sarà  una manifestazione degli agricoltori italiani per ringraziare mister b dato che ha tolto tutti i contributi esistenti per l’agricoltura.
    più affossati di così…

  12. adriano bianchi ha detto:

    quello che ha scritto paolo e’ davvero triste ma la cosa piu’ triste e’ che piano piano tocchera’ tutti….fra mesi saremo in molti nella sua situazione….l’unica cosa “positiva” e’ che quando saremo nella MERDA fino al collo come lui allora ci smuoveremo…fino a quel giorno avremo da consolarci con le isole,i fratelli,le de filippi e tutte queste stronzate….
    SIAMO SUL TITANIC E ASPETTO DI ANNEGARE

  13. CHICCA ha detto:

    buongiorno a tutti
    caro paolo stai gridando da tempo il tuo disagio in un mondo troppo stretto da realtà  di potere che schiacciano il singolo specialmente se umile ed onesto
    grido che dovrebbe fare proprio ognuno di noi ma che, tutti insieme, riusciamo solo ad esternare davanti ad un monitor picchiando forte su una tastiera
    per quanto tu scriva con le maiuscole questo grido resta intrappolato in rete e non arriva a quelli che il potere lo detengono in modo più o meno legale
    ho letto il tuo post anche sul blog di travaglio ma risposte non ne leggo neanche dai blogger che frequentano quel sito
    mi spiace molto ma devo ammettere che l’egoismo fa parte di tutti anche di noi che diciamo, a parole, di voler combattere uniti per una stessa e giusta causa
    purtroppo si fa un gran parlare e un bell’esporsi riportando pensieri filosofici di pensatori e sociologi ma il piccolo, la bambina con il cappottino rosso, restano isolati nel proprio disagio esistenziale
    quando saremo in grado di capire il nostro simile potremo iniziare a pensare di combattere, e forse, vincere anche per la nostra causa
    mi spiace per il pippotto ma tanto é per dovere di cronaca

  14. freeman ha detto:

    il problema é appunto la classe politica, la casta maledetta voluta e votata dagli italioti. e ora purtroppo c’é ben poco da fare… in poche parole, si salvi chi può…

  15. paolo papillo ha detto:

    HO POSTATO IL MIO COMMENTO PERCHE’ CHIEDO A A TE DANIELE DI FARE TU UN POST SU QUANTO DA ME SCRITTO.
    MA SAPETE CHE LE MULTINAZIONALI DELLA LOGISTICA E TRASPORTO SONO TUTTE IN ATTIVO E MACINANO MIGLIAIA DI UTILI CHE SI SPARTISCONO POCHI MANAGER…
    LO SCOPO DEI MANAGER DEL SETTORE PRIVATO NON E’ QUELLO DI AUMENTARE LE VENDITE,IN TEMPO DI RECESSIONE COME E’ POSSIBILE?…,MA DI TAGLIARE TESTE,OTTIMIZZARE I TEMPI DL LAVORO(PRATICAMENTE FRUSTARE I LAVORATORI..)ESTERNALIZZARE PER SOTTOPAGARE E DIVIDERE IN PICCOLI SUB-APPALTI IL LAVORO COSI’ I LAVOARTORI PARCELLIZZATI NON POSSONO UNIRSI E PROTESTARE.
    OVVIAMENTE FACENDO FINTA DI NON SAPERE NULLA CHE NELLE DITTE SUB-APPALTATRICI L’IRREGOLARITA’ DEI CONTRATTI E I LAVORATORI SFRUTTATI E SOTTOPAGATI SONO LA NORMA E NON UN ECCEZZIONE.FARO’ I NOMI DI TUTTE QUESTE MULTINAZIONALI DI MODO DI CHE QUANDO DOVRETE SPEDIRE UNA SCATOLA SAPPIATE A CHI ANDATE AD ARRICCHIRE E DI CHI VI FATE COMPLICI DI SFRUTTAMENTO DEI LAVORATORI.
    QUESTE MULTINAZIONALI NON TEMONO NULLA,SONO COPERTE DALL’ATTUALE CLASSE POLITICA CHE HA CONFEZIONATO LEGGI SU MISURA PER I NUOVI NEGRIERI AFFINCHE’ NON RISPONDANO DELLE LORO MALEFATTE,DA CONFINDUSTRIA E DALL’INFORMAZIONE ASSERVITA,L’UNICA COSA CHE TEMONO E LO SPUTTANAMENTO PERCHE’ PUO COMPORTARE UN CALO DI FATTURATO
    TUTTO QUESTO NELL’ASSOLUTO SILENZIO DELLA CLASSE POLITICA,E GUARADTE IO PER PRIMO SONO ARRABBIATO E DELUSO DA PDCI E RIFONDAZIONE MA QUANDO AVEVANO QUALCHE DEPUTATO IN PARLAMENTO QUALCHE INTERROGAZIONE PARLAMETARE E QUALCHE ARTICOLO SUI GIORNALI TRE LO FACEVANO FARE NELLE FABBRICHE IN CRISI QUALCUNO SI FACEVA VEDERE,ADESSO SE ASPETTI QUELLI DEL PD STAI FRESCO,QUALCOSINA LA FA’ DI PIETRO MA SIA PER FORMA MENTIS CHE PER TARGHET POLITICO L’IDV NON E’ CAPACE DI FARE MOLTO DI PIU’ SU QUESTI TEMI.ALLORA RIMANE LA RETE E IL SINDACALISMO DI BASE,PUNTO.
    NON RASSEGNAMOCI PERCHE’ SE ACCADE MORIREMO SENZA FAR RUMORE E NEMMENO SPORCHEREMO IL PAVIMENTO….

  16. freeman ha detto:

    La Commissione europea, nelle sue previsioni di autunno, dice che nella seconda metà  del 2008 il nostro Paese «é entrato in una recessione tecnica» che le farà  chiudere l’anno con una crescita zero. La stagnazione durerà  anche nel 2009, mentre una leggera ripresa é prevista nel 2010 con un Pil allo 0,6%. E’ di pochi giorni fa la certificazione dell’Istat su un nuovo calo del Pil: -0,5% nel terzo trimestre rispetto al precedente, e -0,9% rispetto al terzo trimestre 2007. E di oggi, sabato 15 novembre, l’ultima previsione di Confindustria: siamo nella peggiore recessione dal dopoguerra. (L. Sal.)

  17. Antonio ha detto:

    Ho visto il post di Daniele e di Papillo e posso dire sinceramente che siamo in un paese di m***a!!
    Non c’é rimasto più niente e questi screanzati vanno avanti per la loro strada….Si arriverà  alla guerra civile??

  18. paolo papillo ha detto:

    CARI BLOGGER ECCO DAVANTI A VOI CHI STA PERDENDO IL LAVORO….
    47 ANNI CAMIONISTA PER UNA COOP CHE LAVORA PER UNA MULTINAZIONALE DELLA LOGISTICA MI RITROVO DALL’OGGI AL DOMANI CON LO STIPENDIO PRATICAMENTE DIMEZZATO,SI AVETE LETTO BENE DIMEZZATO.
    LA MULTINAZIONALE VEDENDOSI RIDOTTO IL FLUSSO DELLE MERCI DA TRASPORTARE ACCORCIA I PECORSI E RIDUCE IL NUMERO DI MEZZI ED AUTISTI.MI DICONO DALLA COOP PER CUI LAVORO CHE MI DANNO UNO STIPENDIO CHE AMMONTA A 3e L’ORA SI AVETTE LETTO BENE 3e L’ORA…PENSO MI PRENDANO PER IL CULO MA NO E’ LA REALTA’.LI MINACCIO DI APRIRE UNA VERTENZA;SCROLLANO LE SPALLE VENGO TANTO NE HANNO TANTE ALTRE APERTE MA ESSENDO IN PASSIVO,PASSIVO CREATO AD ARTE,NON GLIENE PUO’ FREGARE DI MENO.PENSO DI POTERMI RIVALERE SULLA DITTA APPALTATRICE MA IL SINDACATO MI DICE CHE POSSO FARLO SOLO PER EVENTUALI CONTRIBUTI NON VERSATI,SE MI SOTTOPAGANO O NON MI PAGANO PROPRIO SONO CAZZI MIEI E DOVE MI POTRO’ ATTACCARE SE LA COOP FALLISCE….
    I MIEI COMPAGNI DI LAVORO OLTRE LA META’ EXSTARCOMUNITARI SONO ANNICHILITI NON HANNO LA FORZA DI REAGIRE SPERANO NELLA BONTA DEL PADRONE CHE DICE A NOI DI POTERCI PAGARE CON DELLE ELEMOSINA PERCHE’ NON CI SONO PIU’ SOLDI MA POI SI ALLONTANA A BORDO DELLA SUA BMW DA 50.000e E PARTE PER IL SUO SOLITO WEEK EEND NELLA VILLA CHE HA IN SARDEGNA,OVVIAMENTE STA FACENDO SPARIRE QUEL POCO DI FUNZIONALE CHE ANCORA ABBIAMO IN COOP INTESTANDOLO ALLA MOGLIE .ALLORA IO PENSO IN CHE PAESE DI MERDA VIVIAMO DOVE UN BANDITO DEL GENERE TI RIDE IN FACCIA CONSAPEVOLE DELLA SUA IMPUNITA’,UN PAESE CHE METTE IN GALERA CHI VENDE UN PEZZETTO DI FUMO E PERMETTE CHE IMPRENDITORI-PREDONI SCAPPINO CON LA CASSA LASCIANDO NELLA MNERDA PADRI DI FAMIGLIA.UN PAIO DI MESI FA’ UN CAMIONISTRA ALBANESE ESASPERATO UCCISE IL SUO DATORE DI LAVORO TAL PASSARIELLO CHE OLTRE CHE NON VOLEVA PAGARE IL DIPENDENTE UNITAMENTE AL COGNATO LO VOLEVA PURE MALMENARE…ANCHE NEL BRESCIANO L’ALTRO GIORNO LA COSA SI E’ RIPETUTA.IO NON LO UCCIDERO’ MA NEANCHE MORIRO IN SILENZIO

  19. paolo papillo ha detto:

    COMPARE IN ALCUNI BLOG QUESTA NOTIZIA , VERIFICA SE E’ VERA FARE SUBITO INTERROGAZIONE PARLAMENTARE.

    L’ALTA POLITICA DEGLI SPRECHI!!!!
    GIOCATORI DEL MILAN CON AEREO DI STATO!!!!
    mentre la Politica al Governo si sbraccia per censurare gli SPRECHI!!!!
    (vedi Brunetta con i fannulloni)
    e perseguire il RISPARMIO!!!!
    (vedi Tremonti con la Finanziaria)
    il nostro DESPOTANANOMALEFICO Presidente del Consiglio organizza un viaggio a sorpresa dei giocatori “brasiliani” del Milan in onore del leader latino-americano Lula, in visita ufficiale a Roma!!!!

    Così, in una sola giornata,
    Kakà , Ronaldinho e compagni vengono prelevati a Milano da un AEREO DI STATO!!!!
    Partito da Roma Ciampino, per essere direttamente catapultati su Villa Madama!!!!
    In tempo per la cerimonia e poi essere riaccompagnati, STESSO MEZZO, a MILANELLO!!!! Per riprendere l’allenamento!!!!!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.