Crisi finanziaria, etica e di credibilità 

Le borse mondiali sono come una palla infuocata che ad ogni rimbalzo affonda i suoi giocatori (Usa, Asia e pure il finto arbitro Europa) in una macabra partita di beach “molley”.
Dopo il crollo di Wall Street già  si registra una nuova ecatombe in tutte le borse orientali. Le perdite medie si aggirano sul 7%, con la punta di un altro 10% toccata a Tokyo.
Il Corriere delle barzellette di oggi scrive che “Tremonti potrebbe (condizionale) garantire anche i prestiti degli istituti in caso di mancanza temporanea di liquidità . Secondo la Vigilanza (Tremonti scarica barile) le banche italiane sono sufficientemente liquide e capitalizzate”. In realtà  bisogna soltanto sperare che nessuna banca italiana dichiari insolvenza. Non appena accadrà  ci sarà  un effetto domino che le trascinerà  tutte.

Il decreto anticrisi “varato in una logica di azione e di precauzione che il governo spera di non usare” é soltanto fumo negli occhi perché purtroppo, quando si tratterà  di usarlo non potrà  farlo perché lo Stato italiano, indebitato per quasi 1.900 miliardi di euro, non potrà  garantire nemmeno le mutande.
Il Tesoro dice di essere pronto col “Piano B” per fornire di carta moneta straccia le banche, che l’illuminato Tremonti chiama “comma inglese”. In realtà  voleva dire coma italiano visto che quel piano é congelato perché non ci sono soldi.
La Bce finanzierà  le banche nelle aste a rubinetto per un anno ma per ora solo a parole.

Secondo i dati di Confindustria le imprese hanno 850 miliardi di euro di debiti con le banche, di cui 420 in scadenza entro un anno e 300 nei prossimi 6 mesi.
I tassi sono passati dal 4,97% del luglio 2007 al 5,64% del luglio scorso. Con gli ultimi schizzi verso l’alto dell’Euribor é previsto che i tassi tocchino punte del 6,5% entro fine ottobre.

Intanto gli uomini di mister parrucchino sono rammaricati perché l’Europa non ha intenzione di salvare le banche degli speculatori. Sono rammaricati gli attendenti di colui che non controlla soltanto le televisioni, non detiene soltanto tutte le postazioni radio italiane che affitta agli editori locali, non é soltanto presidente del Milan, non ha soltanto lo zampino in Mediobanca ma é anche proprietario del titolo Mediaset, le cui azioni in borsa sono scivolate dai gloriosi 15 euro di qualche anno fa ai 3,75 attuali, la stessa quota di ingresso del titolo del 1996. Ecco perché gli farebbe comodo un’iniezione pubblica. Del resto con i soldi di Stato volevano rinvigorire l’economia satura per sbandierare il messaggio che 2 più 2 fa 5. Ma si sono dimenticati che per l’Europa quella somma dà  giustamente 4.

L’Italia, ovviamente non adotta codici etici per i manager come fa la Francia. L’Italia dà  retta a parrucchino con dentiera che vuole estirpare la corruzione nella pubblica amministrazione (!!). Già , proprio lui che ha 3 processi pendenti per questo reato. Anzi, non più visto che, proprio ieri, il dolo Alfano gli ha congelato addirittura alle indagini preliminari l’inchiesta in cui é accusato di istigazione alla corruzione nei confronti di alcuni parlamentari eletti all’estero ai tempi del governo Prodi (quando paraculava le mignotte alla Rai di Saccà  in cambio della maggioranza).
Insomma col crollo dell’economia abbiamo un Berlusconi talmente etico e conteporaneamente patetico davanti al tracollo della giustizia perpetrato ad personam.
Personalmente nutro più stima per un bastardo dichiarato che per un corruttore impunito.

P.S. Domani, sabato, sarò a piazza Navona.

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

41 Commenti a “Crisi finanziaria, etica e di credibilità ”

  1. Giovanni ha detto:

    Ma non ci vedete la mano del Diavolo? Lo dice l’esorcista José Fortea, nel suo libro Summa Daemiaca’. Forse bisognerebbe ascoltarlo, visto che altre idee serie non ne vedo.

  2. paolo papillo ha detto:

    NON DIAMOGLI TREGUA,SIAMO SULLA STRADA GIUSTA

    Ho firmato contro il lodo Alfano orgoglioso di averlo fatto,sono anche risuscito a convincere una ventina tra parenti ed amici ad andare a firmare e continuerò quest’opera di persuasione invitando voi tutti a fare altrettanto.
    Ma sappiamo benissimo esserci uno zoccolo duro di “ignoranti”,quelli in malafede meglio lasciarli perdere é tempo perso cercare di convincerli,che delle schifezze combinate da Berlusconi nulla sà  o peggio ancore se ne frega.
    Non possiamo ignorare questo zoccolo duro perché in democrazia anche lo stolto conta 1,allora bisogna fare ragionamenti di “pancia”,certamente non quelli “paraculi” della Lega sulla sicurezza o del PDL su meno tasse per tutti,bisogna iniziare una campagna martellante su questi problemi;BASSI SALARI,PENSIONI DA FAME,CAROVITA,DIRITTI DEI LAVORATORI,STOP AD UNA PRECARIZZAZIONE DEL LAVORO ORMAI INACCETTABILE,CARO-CASA,PRIVATIZZAZIONE DELLA SANITA’ E DEI SERVIZI.I frequentatori del blog mi conoscono e sanno dei miei continui interventi in trasmissioni radio televisive che prevedono telefonate in diretta degli ascoltatori,ebbene quando si prendono in esame le problematiche da me sopra citate gli esponenti dell’attuale maggioranza parlamentare,presenti in trasmissione, vengono subissati di critiche dal loro stesso elettorato e annichiliti non riescono a rispondere, ma l’assurdo che se é presente un esponente del PD non approfitta della difficoltà  dell’avversario per infliggergli il ko anzi a volte lo soccorre,che schifo…
    Invitare Di Pietro ,Travaglio,Grillo a continuare e intensificare la battaglia per una giustizia giusta é un ovvietà ,chiediamo loro di mettere al servizo la loro forza, la loro capacità  di attrazione per problemi quali; BASSI SALARI,PENSIONI DA FAME,PRECARIATO,CAROVITA,CARO-CASA,PRIVATIZZAZIONE DELLA SANITA’ E DEI SERVIZI, dobbiamo essere instancabili su questo solo unendo questi argomenti a quello delle porcherie perpetrate da Berlusconi potremmo avere la possibilità  di cacciare dal potere questa casta di AFFARISTI-INTRALLAZZATORI-IMPRENDITORIPREDONI-MAFIOSI.
    Noi che possiamo fare?trasformarci tutti in giornalisti fare un porta a porta dell’informazione,perché solo informando possono cambiare le cose.
    NON DOBBIAMO MOLLARE MAI,NON ABBIAMO ALTERNATIVA A RESISTERE RESISTERE RESISTERE

  3. Ercole ha detto:

    @CHICCA

    Si studia per conoscere, o per lavorare? Se volevi studiare per lavorare, ti sarebbe bastato un istituto professionale. Se studi per conoscere, il tuo lavoro é lì fuori. Devi cercarlo o inventarlo. Perché, i contadini, nel tuo universo, sono poco più interessanti delle bestie?

  4. serpico ha detto:

    Grande Eugenio! Avevo visto su youtube i video di Benetazzo qualche anno fa e’ speravo che si sbagliasse, ma ho sempre sospettato che avesse ragione… Spero che la gente cominci a dargli retta anche se ormai e’ tardi

  5. Marco B. ha detto:

    Consigli per gli acquisti:

    “La distruzione del valore delle azioni equivale a un olocausto degli investitori. Quanto può andare avanti? E perché deve andare avanti? Chi ha comprato un’azione ha dato i suoi risparmi a un’azienda in cui riponeva la sua fiducia. E’ lui che perde i soldi, non l’azienda. Stiamo assistendo a un gioco al massacro.
    Falliranno le famiglie, non le banche. I governi non possono far saltare il sistema bancario. Hanno la possibilità  di creare la moneta dal nulla. Di scaricarla sul debito pubblico. Non esiste la moneta, esiste il debito. I soccorsi alle banche li pagano i cittadini.
    Quando Paulson, il ministro del Tesoro degli Stati Uniti, regala 700 miliardi di dollari alle banche, indebita tutti gli americani. Loro, i figli, i nipoti pagheranno il debito con le tasse. Quando Testa d’Asfalto dice che gli italiani non perderanno neppure un euro, non spiega che gli stessi italiani si indebiteranno di decine di miliardi di euro per salvare le banche.
    E’ una strana società . Nasciamo con il debito, viviamo per pagare i debiti, moriamo lasciando in eredità  i debiti. Debiti fatti da altri, da governi che non ci chiedono mai il permesso. Spendono i nostri debiti. A chi conviene l’azzeramento del valore di Borsa delle aziende? Forse a chi ha debiti e, per non rimborsarli, li distrugge?
    Fate anche voi le vostre code finte davanti agli sportelli automatici. L’adrenalina dei vostri concittadini andrà  a mille”.

    http://www.beppegrillo.it

  6. Adduso ha detto:

    Borse e mafie.

    L’incredibile recupero di ieri (10.10.08) del Dow Jones, da -8% e più a, seppure –1%, e c’é stato un momento che é passato pure a 1% e oltre, dimostra ancora una volte, a mio modestissimo avviso e purtroppo, che negli Stati Uniti possono fare quello che vogliono, perché evidentemente ci sono “luoghi” dove i capitali sono immensi (sarà  il dipartimento del tesoro usa, che molti dicono sommerso di “cach”, oppure il noto commercio mondiale della droga, da quello americano a quello asiatico, cinese ed ex urss, fino a quello nostrano, ma in qualche posto questi capitali ci sono palesemente … e sono ENORMI !).

    Ecco perché, penso, che le nostre economie europee sono e chissà  ancora per quanto, sempre a “rancare dietro il CARRO”.

    Mi preoccupa la possibilità , a mio modesto parere concreta, che le “mafie” del mondo, grazie anche alla “indolenza” dei nostri politici, si stanno comprando in sostanza l’economia globale e con essa le nostre nazioni e quindi anche le nostre esistenze.

    Ma questo aspetto é “tabù” nelle nostre “moraliste” culture occidentali, figurarsi !

  7. CHICCA ha detto:

    buongiorno caro blog
    stamani mi sn svegliata ottimista
    alla faccia dei mercati e della moneta fluttuante del governo e di quei 4 fasciscelli che si sn insediati in parlamento di chi vuole privarmi del mio futuro e vuol cancellare i miei sogni
    sn giovane sn sana e, se già  una volta, sono stati capaci di sovvertire un sistema dittatoriale, non vedo perché nn potremmo riuscirci ancora
    abbiamo volontà  e intelligenza e nn dobbiamo farci sopraffare da chi ha solo la capacità  di delinquere
    scusate se ieri mi sn lasciata andare al pessimismo ma é prevalentemente rabbia verso chi sta giocando con le nostre vite per un unico effimero obiettivo

  8. Ella ha detto:

    @chicca:
    anch’io faccio la contadina con la laurea.
    Ci vuole una certa intelligenza per coltivare al meglio frutta e verdura, e per farlo con i sistemi biologici devi sapere anche la chimica.
    Sapere la fisica aiuta a capire perche’ la mela ti e’ caduta in testa, e fare la contadina a crescere un albero le cui mele sono sane abbastanza da non cadere tutte in una volta.

  9. rent ha detto:

    X chicca. Anch’io avevo avevo una mezza idea di trasferirmi nella Valle degli Elfi. Chissà  che non ci si incontra…

  10. sergio lorenzi ha detto:

    Ci hanno rotto le p…. per anni “meno stato ,piu’ mercato”
    e adesso senza nessuna vergogna questi signori si rimangiano tutto.
    Non ci sono piu’ i vincoli di bilancio?
    La copertura finanziaria?
    Il deficit sul pil?
    Ci facciano sapere a che gioco giochiamo

    maiali

  11. marco saba ha detto:

    Ora basta spiegare perché tutti i mutui italiani a tasso variabile sono diventati subprime e perché le banconote della BCE non sono altro che derivati di derivati. Lo farò in una delle prossime videointerviste con l’autore del blog.

  12. CHICCA ha detto:

    ragazzi mi spiegate perché ho studiato tanto se il mio destino é fare la contadina per esigenze di sopravvivenza?
    certo che con la fisica forse riuscirò a nn sovrapporre patate a rape (per l’impenetrabilità  dei corpi) ma più di tanto la mia laurea nn mi servirà 
    vivo un profondo stato di frustrazione ed ho bisogno di scaricarmi, me ne andrò in palestra e riprenderò la kick boxing immaginando di avere sul tappeto tutto lo staff del bagaglino capocomico in testa

  13. Witch ha detto:

    ahhhh….il giorno si avvicina…

  14. Ella ha detto:

    Non mi e’ piaciuto come hanno trattato Benetazzo nel filmato.
    Intanto non lo facevano neanche quasi parlare, interrompendolo continuamente. Poi si intuiva un clima di vaga presa in giro nello studio, con quelle inquadrature che mostravano le facce dei presenti dal mezzo sorrisetto beffardo.
    Anche Santoro, che in genere si comporta da persona intelligente, sembrava canzonarlo un po’. Che schifo i media nazionali, con loro tutto si trasforma in sagra di paese.

    Benetazzo e’ decisamente goffo, ma sa quello che dice.
    Quanti altri possono vantare le stesse credenziali?
    Tre anni di lacrime e sangue, a cominciare dall’ insospettabile Islanda di oggi.
    Mi sa che l’effetto domino e’ gia’ cominciato.

  15. trarco mavaglio ha detto:

    Come promesso, ecco la sintesi dell’incontro GOMEZ vs GHEDINI svolto nella puntata di Exit dell’8 ottobre 2008 sul tema giustizia:

    PRIMA PARTE = http://it.youtube.com/watch?v=n1_kg8YLLWM
    SECONDA PARTE = http://it.youtube.com/watch?v=fn00gHDt2fg

    buona visione.
    trarco

  16. VENOM ha detto:

    Tutte le borse a picco… Singapore neppure ha aperto…

    Il governo Islandese ha dichiarato fallimento, file davanti alle banche per ritirare i soldi. Nel caos generale, il nostro NANO fannullone va in TV e invita ad acquistare azioni ENI o ENEL… fermatelo per favore, ormai questo é fuori di testa!!!

  17. Marco B. ha detto:

    Ripetita juvant:

    Marco B. 9Ottobre2008

    Daniele,

    hai sentito l’ultima di TWEETY(TITTI)TLEMONTI “mi é semblato di avele visto un Visco”?! Un Fondo monetario nazionale con il quale finanziare gli istituti di credito(leggi:le BANCHE dei vari Geronzi che fà  rima con .. indovina tu, Profumo di Passera, Abete o EBETE, etc ect)che vanno in sofferenza, socializzando le loro perdite(e meno male che questi non sono KOMUNISTI)e mettendo nei posti di vertice dei CDA delle banche che non ce la fanno a sopravvivere sul mercato degli uomini di nomina GOVERNATIVA(e DIRIGISTI .. PURE!!). Poi uno si domanda:ma dove li prende tutti sti soldi(si parla di NON meno di 120 ML di €)il MINESTRA dell’economia del governo del NANO PSICOTICO .. semplice dai prestiti di denaro contante che incassano BOT e BTP in questi giorni dettati dal fuggi fuggi dei clienti delle banche che vendono(RIMETTENDOCI)i titoli azionari e obbligazioni e reinvestono nel DEBITO PUBBLICO italiano .. come tirarli nel cesso e poi tirare lo sciacquone!!! E bravo TWEETY(TITTI) .. forse qualche banca degli AMICI degli AMICI la salverete anche senza IPERTASSARE i cittadini(leggi: governo BUSH docet!)ma alla fine a chi rimarrà  il cerino acceso in mano?! Sono pronto a scommettere sull’entità  della prox. finanziaria dopo la SOCIALIZZAZIONE di queste PERDITE non indifferenti .. ma l’ITALIOTA MEDIO(CRE)stia pure tranquillo, il SUO risparmio é SALDAMENTE nelle mani dei SOLITI NOTI .. può tornare a guardare il GF o l’isola dei famosi se preferisce, tanto per LUI il tempo della resa dei conti é soltanto rimandato .. fate vobis!

    PS x Daniele:questa tu come la chiami?! A casa mia si chiama MARKETTA!! Come quelle che fanno i vari Fido, Card. Vespa(siano), Jhonny RAIotta-Ricotta, (NON capisco una)Mazza, Mentino Mentana e compagnia SCORREGGIANTE!!

    http://www.antoniodipietro.com/2008/10/lodo_alfano_via_alla_raccolta.html#comments

    ADP:”Riporto di seguito il testo del servizio del NOSTRO inviato alla conferenza stampa di martedi 7 ottobre”.

    > Indovina indovinello .. chi ha PISCIATO nel tinello?!

    .. un aiutino?! Leggete qui ..
    D. Martinelli: Come mai questa questa decisione di aderire alla raccolta firme per l’abrogazione del lodo Alfano?

    D. Martinelli: Quindi sarà  anche Lei in piazza?

    D. Martinelli: Onorevole Di Pietro in conferenza stampa é stato detto che questa é un’operazione puramente politica. Rimane il fatto che se la Consulta dovesse pronunciarsi e dichiarare incostituzionale il lodo Alfano, chiedo: non sarebbe un rischio impiegare molte energia per una cosa che forse la Consulta farà  prima?

    .. PREDICARE bene RAZZOLARE .. MALISSIMO!! Tale e quale all’ex magistrato e MINESTRA, il TERRONE&ANALFABETA Di Pietro!! Bella squadra .. il PADRONE e il CAGNOLINO .. se ne sentiva proprio il bisogno in ItaGGHia .. degli ITALIOTI MEDIO(CRI)!!

    Peccato, potevi essere CREDIBILE .. ora NON più!!
    La CREDIBILITA’ la si conquista(e la si MANTIENE)restando al di fuori dei giochi di potere e rompendo le PALLE ai SOLITI NOTI .. il resto é GINUFLESSIONE e/o MARA CARFREGNA!!

  18. PIERO ROLLA ha detto:

    Parliamo di etica

    Hai fatto un articolo molto interessante sul TRATTATO DI LISBONA.

    https://www.danielemartinelli.it/2008/08/02/la-favola-delleuropa/

    Come mai non dici niente sul voto a favore di DI PIETRO e l’italia dei valori?

    Daniele cosa pensi del voto FAVOREBOLE di IDV a questo trattato?

  19. silvia costanza ha detto:

    Se ho bisogno un chiarimento su giustizia e processi mi leggo il blog di Travaglio perché di lui mi fido ma in materia di economia esiste un “travaglio” della situazione? se qualcuno conosce qualche blog lo dica..qui non si sa più a chi credere, di certo non a Berlusconi e Tremonti.. Eugenio Benetazzo mi ispira fiducia ma non ha un blog e così non c’é comunicazione. Aspetto consigli da voi del blog..ciao

  20. freeman ha detto:

    e io voglio dire che daniele é molto più dipietrista di vincenzo… 😉

  21. tony ha detto:

    eugenio benetazzo( ragazzo del video) scrive anche su

  22. Turista della democrazia ha detto:

    FREEMAN, Vincenzo vuole dire che pur essendo un DIPIETRISTA non condivide quello che dice Daniele..

  23. Massimo ha detto:

    Ciao Daniele,

    Ti do una pista che vale la pena seguire sul valore delle azioni Mediaset. Secondo il sempre ben informato Gennariello:

    “se il titolo scendesse sotto i 4 euro, Silvio Berlusconi si dovrebbe comprare a un prepattuito prezzo di 6,6 euro stessi, tutte le azioni piazzate a varie banche duranti molti degli utlimi collocamenti, e cio’ potrebbe dissanguarlo.”

    Dunque se le azioni mediaset sono adesso a 3.75, mr.B é prossimo al fallimento!

    Ecco il link al commento di Gennariello, vedi il commento nr.5 al post sul blog dell’unione dei cuffari:
    http://unionedicentro.wordpress.com/2008/07/02/al-cittadino-non-far-sapere-quali-sono-i-delitti-del-potere-prove-tecniche-di-regime/

    Indaga e facci sapere!

    Saluti,
    Massimo

  24. freeman ha detto:

    >Prima che il tuo pubblico mi asalti, sono un elettore dipietrista.
    daniele collabora proprio con di pietro… 🙂

  25. sR ha detto:

    domani piazza navona.
    democrazia in piazza!

  26. vincenzo ha detto:

    Caro daniele,

    parli parli e parli..m cosa ne capisci tu di economia? Quali compeenze hai? cosa hai mai dimostrato?

    Buttare ogni giorno merda su berlusconi, copiando qua e là , da grillo a travaglio, ti fa sentire un eroe dei “rivoluzionari”?

    Bah, sei arrogante e poco qalificato e tremedamente banale nei tuoi articoli.

    Prima che il tuo pubblico mi asalti, sono un elettore dipietrista.

    saluti

  27. Roberto G. ha detto:

    Le bolle e le crisi finanziarie che si alternano non capitano casualmente. Sono determinate da coloro che, dietro le quinte, dominano l’economia mondiale e lo scopo per cui lo fanno va certamente al di là  dell’aspetto meramente economico.

    Vi linko un articolo del genere “controinformazione pura” che affronta questo argomento. Con ogni probabilità  non tutto quello che vi si trova sarà  corretto, ma secondo me contiene una percentuale di verità  di gran lunga superiore rispetto a quello che dicono (e soprattutto non dicono) i media ufficiali.

    ilnautilus.blogspot.com/2008/09/la-creazione-di-una-crisi-finanziaria.html

  28. Roberto G. ha detto:

    Le bolle e le crisi finanziarie che si alternano non capitano casualmente. Sono determinate da coloro che, dietro le quinte, dominano l’economia mondiale e lo scopo per cui lo fanno va certamente al di là  dell’aspetto meramente economico.

    Vi linko un articolo del genere “controinformazione pura” che affronta questo argomento. Con ogni probabilità  non tutto quello che vi si trova sarà  corretto, ma secondo me contiene una percentuale di verità  di gran lunga superiore rispetto a quello che dicono (e soprattutto non dicono) i media ufficiali.

    http://ilnautilus.blogspot.com/2008/09/la-creazione-di-una-crisi-finanziaria.html

  29. CHICCA ha detto:

    ho un pezzettino di terra in toscana
    credo che andrò a coltivare ortaggi ed allevare conigli e galline giusto per la sopravvivenza
    vi lascerò l’indirizzo e ospiterò tutti gli amici del blog
    lasciate che la carta filigranata faccia la fine della carta straccia se nella differenziata andranno a finire anche i politici sarò ben felice che ciò accada

  30. LUCA ha detto:

    il “ragazzo economista” di anno zero si chiama eugenio benetazzo.
    quello che sta accadendo ora é da un po che lo racconta lui!
    andate a vedervi i suoi interventi su youtube.
    parla anche in modo chiaro di signoraggio, riserva frazionaria e molti altri argomenti interessanti:
    nei commenti ai suoi video qualcuno gli dava del visionario.
    ora abbiamo la prova che visionario o no ci aveva visto giusto!
    ps se siete facilmente irascibili forse é meglio non guardalrli i video di benetazzo!

  31. Turista della democrazia ha detto:

    scusate per il commento..ma poi ci lamentiamo che la gente non capisce niente..

  32. Turista della democrazia ha detto:

    devo dire che l’intervento ad annozero del ragazzo economista, che é stato postato nel video, é stato molto illuminante..é stato chiarissimo e ho compreso tutto quello che ha detto..pur non essendo un economista ogni parola mi é stata chiara..e penso anche per ciascun spettatore ignorante in materia..finalmente ho capito tutto..

    ma per favore..

  33. stefano ha detto:

    Non credete alla balla della legge per la tutela del commissario (che cmq non merita nessuna tutela: se agisse correttamente non dovrebbe temere nulla) l’immunità  parte da luglio 2007!!!!

    Vi segnalo anche:

    http://www.analisialitalia.too.it/
    (Articolo dell’avanti alla voce Sprechi)

    Stefano

    ps la mail di cicolani al senato trabocca. Ma ha un suo sito al quale mandare msg

    Art. 3.

    1. In relazione ai comportamenti, atti e provvedimenti che siano

    stati posti in essere dal 18 luglio 2007 fino alla data di entrata in

    vigore del presente decreto al fine di garantire la continuita’

    aziendale di Alitalia-Linee aeree italiane S.p.A., nonche’ di

    Alitalia Servizi S.p.A. e delle societa’ da queste controllate, in

    considerazione del preminente interesse pubblico alla necessita’ di

    assicurare il servizio pubblico di trasporto aereo passeggeri e merci

    in Italia, in particolare nei collegamenti con le aree periferiche,

    la responsabilita’ per i relativi fatti commessi dagli

    amministratori, dai componenti del collegio sindacale, dal dirigente

    preposto alla redazione dei documenti contabili societari, e’ posta a

    carico esclusivamente delle predette societa’. Negli stessi limiti e’

    esclusa la responsabilita’ amministrativa- contabile dei citati

    soggetti, dei pubblici dipendenti e dei soggetti comunque titolari di

    incarichi pubblici. Lo svolgimento di funzioni di amministrazione,

    direzione e controllo, nonche’ di sindaco o di dirigente preposto

    alla redazione dei documenti contabili societari nelle societa’

    indicate nel primo periodo non puo’ costituire motivo per ritenere

    insussistente, in capo ai soggetti interessati, il possesso dei

    requisiti di professionalita’ richiesti per lo svolgimento delle

    predette funzioni in altre societa’.

  34. paolo papillo ha detto:

    CARI BLOGGER UN ATTIMO DI ATTENZIONE PREGO;

    ANCORA UNA VOLTA ENTRO IN DIRETTA IN UNA TRASMISSIONE RADIOFONICA,
    SI PARLA DI UNIVERSITA’ EBBENE GLI DICO CHE MANAGER E BARONI,FAUTORI DI UN CLIENTELISMO SENZA PIU REMORE, STRAPAGATI DEVONO ANDARE A FINIRE IN GALERA!PER SCONFIGGERE QUESTA CRICCA POLITICO-AFFARISTICA-MAFIOSA DOBBIAMO SCONFIGGERE LA FALSA INFORMAZIONE.COME?DIVENTANDO NOI TUTTI GIORNALISTI.
    ANDATE AD ASCOLTARE IL MIO INTERVENTO CHE AVVIENE AL MIN 14.33 DALL’INIZIO DELL’MP3 A NOME GIOVANNI DA MONZA

    http://www.radio.rai.it/radio1/podcast/lista.cfm?id=190

    SCARICARE L’MP3 DELLATRASMISSIONE DELL ‘8/10/08

  35. anonimo italiano ha detto:

    Aspetto la bancarotta, sarà  l’unica salvezza

  36. Mau ha detto:

    Siamo all’inizio della fine, mi pare di capire. Bene. Speriamo arrivi la bancarotta. Ammetto un bel po’ di schadenfreude. Almeno per l’italia, che la rovina se la merita. Ora voglio vedere a chi ci si raccomanda, con chi si inciucia, quali furberie sono rimaste ancora da giocare, quanti salva-questo e salva-quello posso essere ancora inventati.

  37. paolo papillo ha detto:

    DOMANI TUTTI A FIRMARE CONTRO IL LODO ALFANO.PORTATE AMICI E PARENTI SE SPIEGATE QUALE PORCHERIA E’ IL LODO ALFANO VEDRETE CHE TANTI SI CONVINCERANNO.NON SIATE PIGRI USCIAMO DA CASA E ADL BLOG.
    PARLIAMONE AD OGNI OCCASIONE
    POTETE INTERVENIRE IN QUESTE TRASMISSIONI;

    Attenzione le telefonate vengono filtrate da centralini,per passare in diretta ponete argomentazioni bipartisan-cerchiobottiste in stile dialogo maggioranza-opposizione.una volta in diretta bombardiamoli.

    TELELOMBARDIA DALLE 13 ALLE 14 N.VERDE 800166626
    ARIA PULITA LA7GOD DALLE 12 ALLLE 13.30 TEL 0245702312
    Rassegna stampa di Radio 24 dalle 8 alle 9 tel 800240024
    RAI; “Prima pagina”,rai radio3.dalle 7 alle 8.45
    telefonando al 800050333.
    RAI;”radio anch’io”rai radio1 dalle 9 alle 10 telefonando al 800050001.
    RADIO 24;”vivavoce”dalle 9 alle 10 telefonando al 800240024
    RADIO POPOLARE NETWORK trasmissione “microfono aperto” dalle 10 alle 11,tel 0233001001
    RADIO 24 “La zanzara” dalle 19 alle 21 telefonando al 800240024.mail: lazanzara@radio24.it.
    RAI.”zapping”radio rai 1 dalle 19 alle 21 telefonare al 800055101.
    ONOREVOLE DJ,radio RTL 102.5 dalle 24 alle 2 tel.02251515
    NON DIAMOGLI TREGUA STANIAMOLI NELLE LORO REDAZIONI

  38. paolo papillo ha detto:

    ATTENZIONE PREGO

    QUESTI SONO I DUE CHE VOLEVANO SALVARE I MANAGER E BANCHIERI LADRI

    paravia_a@posta.senato.it

    cicolani_a@posta.senato.it

    queste sono le mail dei due senatori che hanno presentato la salva manager
    ho scritto a questi due esseri spregevoli.
    Fatelo anche voi,facciamogli sentire la nostra rabbia la nostra indignazione,parliamone in ogni occasione,non arrendiamoci.

    Testo della mail;
    ma come fate a non provare vergogna a trovare il coraggio di guardarvi ancora allo specchio senza sputarvi in faccia.
    Con la vostra iniziativa avete offeso e preso in giro tutte quelle migliaia di piccoli risparmiatori rovinati dai vari Tanzi e Cragnotti.
    Non solo questo poveracci quasi sicuramente non rivedranno un euro dei loro risparmi andati in fumo,ma grazie a voi non avranno neanche la consolazione che chi li ha derubati venga condannato.
    Ma che cosa ci si può aspettare da chi appartiene ad una casta politica che stà 
    costruendo una giustizia a doppio binario,implacabile con la gente comune e arresa davanti ai potenti.
    Vi auguro le stesse sofferenze di chi ha visto andare in malora i risparmi di una vita grazie ai manager delinquenti che voi volete salvare.
    Mi fate schifo.
    Paolo Papillo

  39. Alesio ha detto:

    Mi viene il dubbio che a parte quel tizio la storia sia ciclica e non si riesca ad imparare nulla da ciò.Quindi mi aspetto una china in salita che non saremo in grado di affrontare con questa classe politica che si para i propii e gli altrui interessi della loro sfera .

  40. Gionata frau ha detto:

    Ciao Dani,
    bellissimo pezzo sono daccordissimo, ieri mio padre votante PDL e andato a ritirarsi quei 4 spiccioli che ha in banca, io mi chiedo come si fa ad essere il secondo paese nel mondo col piu grande debito pubblico,ed avere tutta questa tranquillita su questa solidita finanziaria che inneggia da ogni tg o giornale, forse non ne capisco un cazzo di economia e stock market ma alle parole “va tutto bene non siamo in pericolo” non mi fido per niente.
    Ciao a tutti and please domani mettete una firma anche da parte mia che vivo a Dublino

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.