Ceppaloni international

Il processo continua.
Di dissuasione degli italiani ovviamente, soprattutto a quelli che hanno sempre in mano il telecomando del televisore.
Non c’é stato un Riotta qualunque capace di interrompere un Cucuzza o una D’Eusanio qualunque per andare in onda su un canale Rai in edizione straordinaria per dare 2 notizie di cronaca giudiziaria di notevolissima gravità .
A Palermo il governatore siciliano Totò Cuffaro é stato condannato a 5 anni di galera per favoreggiamento alla mafia, mentre per Silvio Berlusconi, accusato di corruzione, é stato chiesto il rinvio a giudizio dalla procura di Napoli per l’arcinota vicenda con Agostino Saccà .

Quanto alla noitizia dei coniugi MastAlla hanno scritto:

Stefano dall’Olanda che ci segnala la decapitazione dell’Udeur sul NRC Handelsblad che scrive “Il Ministro della giustizia si dimette”. Il giornalista commenta con meraviglia il fatto che un partitino che ha ottenuto soltanto 1,4% con 3 senatori tenga in piedi la maggioranza di governo.

Antonio ci manda l’analisi del quotidiano belga Lesoir, scritto in francese, con la notizia contornata da un paio di immagini di Mastella, una delle quali presenta il faccione di Clemente che caccia la lingua.

Linda che scrive dalla Cornovaglia fa notare come anche il Financial Times ha riportato il kaputt dell’ex ministro.
Sempre dalla Gran Bretagna il Times riporta la notizia addirittura con i commenti di alcuni cybernauti italiani, in particolare una di loro ringrazia dio affinché questa uscita di scena allontani dall’Italia lo spettro di una devastante guerra civile.

Della stampa spagnola segnalo i link mandati da Franz, col primo in lingua catalana sul Periodico di Catalogna,

Qui la notizia su El Pais.
Qui la notizia su El Mundo.

Infine, dei commenti giunti sul post riporto quello di Chirstian che fra le altre cose scrive:

Non c’e’ da stare per niente allegri, siamo una vergogna e lo siamo a pieno titolo; ieri vado a mangiare in Slovenia e appena arrivo il cameriere mi viene incontro ridendo: “Italiani, ultimi in classifica, pieni d’immondizia”.
Potete immaginare il mio stato d’animo e infatti oggi sono rimasto a pranzo in ufficio…
Ora sto’ pezzo di fango di Mastella & family, CHE SCHIFO!

Condividi!

You can leave a response, or trackback from your own site.

4 Commenti a “Ceppaloni international”

  1. VENOM ha detto:

    L’altro ieri il CEPPALOIDE ha dichiarato in un’intervista che ha gia chiesto al capo del futuro governo il ministero di Grazie e ingiustizia… é una richiesta dovuta come risarcimento…. e come ringraziamento aggiungerei!!

    Hanno parlato di Magistratura Rossa, di giustizia ad Orologeria, ma a giudicare da come sono andate a finire le cose, chissa l’orologiaio chi era, e chissa la Magistratura non sia diventata azzurra…

  2. Fabrizio ha detto:

    Ciao Daniele!
    Stasera ho letto della condanna Toto’ Cuffaro per favoreggiamento e rivelazione del segreto d’ufficio.Ma per i giudici,non ha favorito a mafia.
    Cuffaro si e’ beccato anche L’INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI,se non sbaglio.Lui,ovviamente,di dimettersi non ci pensa proprio.
    Ma perche’ l’interdizione dai pubblici uffici non diventa effettiva a colpo?
    Va a finire come con Dell’Utri?
    E perche’ Prodi,avendo a disposizione un valido magistrato come Di Pietro,non gli affida il ministero della Giustizia?
    Sarebbe la soluzione piu’ovvia….

  3. Emiliano G ha detto:

    Libertà  di parola si’, ma non facciamoci distogliere dalle cose terrene:
    http://www.radioradicale.it/parentopoli-alla-sapienza

  4. Marco Bacchetta ha detto:

    Vi segnalo la petizione che ho creato per avere Di Pietro ministro della Giustizia

    http://www.petitiononline.com/adpgiust/petition.html

    Spero vi possa interessare e possiate pubblicizzarla un po’ altrimenti scusate il disturbo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.