«Non tradirò mai Berlusconi, non cambio partito ma se continua questa situazione assurda lascio il Parlamento perché qui sta passando la linea che chi molla il Pdl è un salvatore della Patria mentre chi resta è un farabutto. E poi con 308 voti non andiamo da nessuna parte… neanche se continua la compravendita dei parlamentari. Quindi, anche io ho chiesto al presidente del Consiglio di dimettersi». Luigi Vitali (Pdl), uno in Forza Italia dal ’94, uno dei “traditori” in aula sul voto al Rendiconto.

Un pensiero su “Traditore “vitale””

Lascia un commento