Posts Tagged ‘trattativa stato-mafia’

Trattativa su Report, Grasso che cola

“Una puntata così non può restare senza conseguenze”. Cade dal pero il critico televisivo Aldo Grasso sul Corsera dopo aver visto la puntata di Report dedicata alla Trattativa Stato-mafia. I collage trasmessi su Rai 3 durante le 2 ore di trasmissione, non so quanto abbiano convinto il telespettatore medio, abituato a gossip e a veline […]

Condividi!

Vietti il supersoft

«Mi è stato fatto notare che un passaggio poteva suonare come un’interferenza. La mia preoccupazione era di tutelare la presidenza della Repubblica evitando che venissero fatti accostamenti mediatici indebiti con la mafia. Ma è stato tutto supersoft». Michele Vietti, vicepresidente Csm (e di Napolitano) nel giorno in cui in plenum discute dei giudizi negativi espressi […]

Condividi!

Dell’Utri “recordman” di mafia

«Non mi era mai capitato di trovare un rapporto trentennale con Cosa nostra». Luigi Patronaggio, procuratore generale a Palermo, nel motivare la richiesta di condanna in appello a 7 anni per Marcello Dell’Utri (Pdl), accusato di concorso in associazione mafiosa.

Condividi!

Seconda Repubblica “fondata sulla mafia”

«Le stragi cessarono con le risposte di Dell’Utri e Berlusconi alle richieste avanzate da Cosa nostra tramite il boss Vittorio Mangano». Nino Di Matteo, pm inquirente nel processo sulla trattativa Stato-mafia in cui ha chiesto il rinvio a giudizio di Dell’Utri, Mancino, Mannino, Brusca, Riina, De Donno, Mori e altri 4.

Condividi!

Ingroia: “Consulta politica”

«Io pensavo che decenni di evoluzione della giurisprudenza penale ordinaria e costituzionale fossero serviti ad acquisire una totale autonomia di giudizio nelle decisioni, che devono avvenire in base alle regole di diritto, e non in base alle possibili ripercussioni politiche. Devo dire che mi sbagliavo». Francesco Ingroia, procuratore aggiunto a Palermo, sulla sentenza della Consulta […]

Condividi!

Stato-mafia, Cancellieri in malafede

«Insisto sul fatto che non è concepibile che il presidente della Repubblica possa essere intercettato». Anna Maria Cancellieri, ministro dell’Interno.

Condividi!

Ma che dice Messineo?

«Le intercettazioni Napolitano-Mancino? Vanno distrutte, siamo tutti d´accordo. Si tratta di vedere attraverso che strada». Francesco Messineo, procuratore capo di Palermo, “detta” senza averne titolo la linea ai giudici e alle parti interessate all’udienza necessaria per decidere cosa tenere e cosa scartare di quei colloqui.

Condividi!

Alfano l’abusato

«Siamo stati contro ogni abuso delle intercettazioni e della loro pubblicazione quando a subirle è stato Berlusconi. La pensiamo allo stesso modo anche oggi che a subire gli abusi è Napolitano». Angelino Alfano, segretario del Pdl.

Condividi!