Posts Tagged ‘secessione’

De Falco (M5s): “La secessione va discussa”

«“Prima gli italiani” è stato innanzitutto uno strumento di distrazione. Invece, “Prima i veneti, i lombardi” sta nel dna più vero e profondo della Lega. Ecco perché occorre che il Paese si interroghi. Bisogna che in Parlamento, senza fretta e pressioni, se ne discuta. Di questioni di questa portata non se ne può occupare frettolosamente […]

Condividi!

Scusate se mi vien da ridere…

Scusate se mi vien da ridere quando leggo che la Scozia indipendente sarebbe una nazione debole. Talmente debole che alla notiza della vittoria dei “no” alla secessione da Londra, la sterlina è schizzata all’insù. Il che pare un controsenso. La Scozia inchinata a Londra viene celebrata come “lezione di democrazia“. Wow. Gli scozzesi li hanno […]

Condividi!

Cameron per due

«Insieme siamo migliori che separati». David Cameron, premier inglese, dopo il fallito referendum della Scozia per la sua secessione dal Regno Unito.

Condividi!

Il Lombardo secessionista

«Non ci danno il Ponte, abbiamo una rete ferroviaria al livello del Congo e la pista dell’aeroporto di Comiso è pronta da 12 anni. Eppure continuano a dire che siamo sporchi, brutti e cattivi, che abbiamo i conti in disordine, che siamo un peso: allora che ci stiamo a fare insieme? Meglio pensare a un […]

Condividi!

In Lega cercasi masaniello “terrone”

«La questione settentrionale e il Nord presuppongono l’esistenza di un Sud col quale dobbiamo porci in una posizione dialettica». Roberto Maroni, segretario Lega nord.

Condividi!

Panebianco e le secessioni

“Se verrà meno il vincolo europeo quanto tempo passerà prima che il conflitto territoriale esploda in forme incontrollabili?” Angelo Panebianco sulla prima del Corriere a proposito della crisi dell’euro e del ruolo di Monti al vertice dell’eurogruppo del 28 giugno.

Condividi!

Maroni e le tesi da coccodrillo

«L’indipendenza della Padania resterà sempre il nostro progetto. Ci si può arrivare con la rivoluzione o con l’accordo, come hanno fatto Repubblica Ceca e Slovacchia; ma la prospettiva non è affatto tramontata, anzi, il momento è propizio. Gli Stati-nazione non contano più nulla. Non governano né i confini, né la moneta, né la politica estera; […]

Condividi!