Posts Tagged ‘repubblica’

Qualcuno traduce please?

“Monti confessa la sua «delusione» per l’andamento dello spread che non cala come s’aspettava, viste le riforme e tutto il resto. Però scende.” Elena Polidori su Repubblica.

Condividi!

Le seghe di Repubblica

“E, ancora più di Berlusconi, la Germania ha paura di Grillo: altro nemico dichiarato della moneta unica e del rigore che essa comporta. Un timore reso ancora più bruciante dal fatto che il Movimento 5 stelle ricorda per molti aspetti quello dei Piraten tedeschi, che pure stanno germogliando nelle elezioni locali con straordinaria rapidità“. Da […]

Condividi!

Contanti, fazzoletti e cerotti

“Ci aspetta una lunga traversata nel deserto, fatta di sacrifici, di sudore e di sangue.” Massimo Giannini su Repubblica.

Condividi!

La scorrettezza dei quotidiani

Qualcuno ricorda se sia già  successo, almeno una volta negli ultimi 60 anni di Repubblica, che il capo di una formazione politica presente in parlamento dia del corruttore politico al presidente del consiglio? Dalle ricerche che ho fatto io no. Ebbene, quale miglior titolo di apertura ci sarebbe stato per i quotidiani cartacei di oggi […]

Condividi!

Intercettazioni, il brutto show continua

Apprendo dal sito voglioscendere che le intercettazioni pubblicate da Panorama erano coperte da segreto. E che l’autore stesso del pezzo lo rivela. Non avendo io comprato Panorama (non lo compro mai) non potevo scrivere con certezza ciò che dubitavo soltanto. Ossia che quella trasmissione delle intercettazioni da Procura a Procura fosse coperta da segreto perché […]

Condividi!

La Rete insacca giornali e tv

La Rete cresce ogni giorno. Alcuni blog sono ordinariamente letti assai più di quotidiani cartacei. I quotidiani cartacei si analizzano e si criticano a vicenda: dal Corriere che cita il tal pezzo dell’Unità , a Repubblica che riprende l’Avvenire piuttosto che il Riformista, o peggio, Famiglia cristiana. L’informazione e i pensieri indipendenti contenuti in Rete vengono […]

Condividi!

L’Italia attende la Democrazia da 60 anni

Una persona senza memoria é un malato che una volta riconosciuto tale viene ricoverato, assistito e deresponsabilizzato. L’Italia, oltre che essere un Paese a maggioranza di smemorati, é pure un Paese che non legge. Una miscela diabolica che ci ha traghettato a fondo in soli 60 anni di Democrazia annunciata, senza che sia mai esistita! […]

Condividi!

I servi sputano in cielo

alcuni giornalisti della casta I giornalisti non indagano più sui fatti, attaccano i colleghi più informati ben remunerati dai finanziamenti pubblici all’editoria. Assistere alla manfrina del vicedirettore di Repubblica Giuseppe D’Avanzo che insinua contatti con i mafiosi per Travaglio (credendo di scrivere uno scoop) pare di vedere la brutta copia di Vittorio Feltri quando nel […]

Condividi!